Signoraggio primario

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
ivanopino
Messaggi: 1418
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: Signoraggio primario

Messaggioda ivanopino » 30 dic 2009, 12:42

sandropascucci ha scritto:> "Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi." (Hermann Hesse)

questa [puttanata] non toglie che l'ORIGINALE del riflesso sia un rompicoglioni..


:lol: :lol: ..questa fa moriri.. :lol: :lol:
Ivano Pino

Avatar utente
Umiltao

Re: Signoraggio primario

Messaggioda Umiltao » 5 gen 2010, 23:07

UN DOVERE MORALE:

UN COLTANPRESIDENTE™ PER TUTTI




ImmagineImmagine

Avatar utente
helwei

Signoraggio primario e creazione del debito pubblico.

Messaggioda helwei » 7 gen 2010, 21:30

Premessa:

Il male di tutti i mali consiste nell’interesse sui soldi prestati, inquanto sono un valore aggiunto e non esistente prima del prestito.
Siccome non sono un economista e neppure un contabile mi rivolgo a voi inquanto avete conoscenze piú approfondite rispetto alle mie, pregandovi di risolvere i miei dubbi su quanto riporto.

Da quanto ho letto e capito sull’argomento, lo Stato per conto del Ministero del Tesoro fa richiesta di cartamoneta direttamente alla BCE o tramite la Banca D’Italia ?

Per semplificare il tutto supponiamo che non ci siano ancora soldi cartamoneta e moneta in circolazione, ma si tratti di una nuova valuta ex novo, quindi di signoraggio primario.

Il tutto si basa sul sistema monetario attuale, sia nella creazione di banconote sia nella gestione contabile a partita doppia.

In tutte queste operazioni non mi sono chiari i vari flussi che avvengono tra i vari Istituti e la loro contabilizzazione.

1. il Ministero del Tesoro fa richiesta di 100ml di banconote alla Banca D’Italia, la quale a sua volta fa richiesta alla BCE.
2. La BCE consegna i 100ml di banconote alla Banca D’Italia.
3. La Banca D‘Italia consegna i 100ml di banconote al Ministero del Tesoro.
4. La BCE contabilizza in uscita i 100ml di banconote come passivo. Nel frattempo cosa iscrive nell‘ attivo come contropartita?
5. La Banca D’Italia contabilizza in uscita i 100ml di banconote come passivo. Nel frattempo cosa iscrive nell‘ attivo come contropartita?
6. Il Ministero del Tesoro contabilizza i 100ml di banconote in attivo e iscrive 100ml di buoni del tesoro in passivo.
7. I Buoni del Tesoro vanno alla Banca D’Italia e di seguito alla BCE, oppure rimangono alla Banca D'’talia ?

Continuiamo a supporre che la transazione sia avvenuta, la BCE ha 100ml di Buoni del Tesoro e lo stato ha 100ml di banconote. Supponiamo che la scadenza dei buoni sia di 12 mesi. Dopo 12 mesi lo stato non puó restituire niente delle banconote perché sono in circolo, impeganti per produrre beni, servizi e come depositi nelle banche per produrre interessi. Perché i soldi non producono solo interessi passivi ma anche interssi attivi. A questo punto lo stato deve chiedere altre banconote altrimenti l’economia si ferma. La BCE stampa altre banconote e le cede contro Buoni del Tesoro. Mettiamo che questo processo si ripeta per diversi anni, facciamo 5 anni. A questo punto finalmente lo stato puó restituire parte delle banconote circolanti ottenute con le tasse. Mettiamo che restituisce 100ml di banconote e riscatta cosi 100ml di Buoni del Tesoro. A questo punto lo Stato e la BCE si sono scambiati reciprocamente pezzi di carta, perché sia le banconote come i Buoni del Tesoro sono solo dei pezzi di carta. Cosa ci ha guadagnato la BCE in questa operazione ? Se avesse ottenuto beni reali allora ci avrebbe guadanato, ma ritrovandosi i 100ml di carta cosa ha guadagnato ? Che fine fanno secondo le regole contabili della contabilitá doppia queste banconote ? Se sparissero dalla contabilitá senza lasciare traccia e venissero utilizzate per comperare beni reali, allora si che la BCE ci avrebbe guadagnato, perché le banconote (carta) hanno prodotto beni reali.

Con questo voglio dire, che l’ingippo del debito pubblico realizzato mediante il signoraggio primario viene ottenuto con trucchi contabili, perché finché la BCE e lo Stato si scambiano pezzi di carta, banconote contro buoni del tesoro, la BCE non ci guadagna niente se non gli interessi. Per farmi capire. Mettiamo che in un economia giá avviata lo Stato richieda 100ml di banconote che copre con 100ml di Buoni. Mettiamo che dopo 12 mesi lo Stato riesca a restituire i 100ml di banconote. Cosí riscatta i suoi 100ml di Buoni. Rimane debitore degli interessi. I due importi di carta si annullano, ogniuno si ritrova con la sua carta in mano.
A questo punto c’é da domandarsi che fine fanno i rispettivi importi di carta ? Queste sono le mie perplessitá sul signoraggio primario. Nella fase iniziale di un economia e con il sistema attuale (privato) di creazione del denaro (anche se fosse solo primario) si fa in fretta ad arrivare a un debito pubblico dal quale non si esce piú, perché per diversi anni lo Stato non sará in grado di restituire niente del denaro ricevuto in prestito. Ne capitale ne interessi, perché se restituiti mancherebbero all’economia. Solo in seguito lo Stato potrá restituire parte del denaro che peró anche in quel caso verrá sottratta all’economia. Per farla breve i soldi circolanti saranno sempre troppo pochi rispetto al fabbisogno.

Il signoraggio secondario invece, quello si che é micidiale, perché in quel caso viene creato denaro dal nulla con l’aggiunta di interessi. E sicché per ripagare qualsiasi debito nei confronti di qualsiasi banca, BCE oppure una Banca Nazionale o commerciale le Banche richiedono soldi veri (carta moneta oppure moneta), viene fuori che materialmente non ci sono soldi sufficienti in circolazione. Anche se le Banche accettano soldi scritturali per estinguere il debito, questi soldi devono prima essere stati depositati da qualche parte.

Mi capite cosa voglio dire. Altro che inflazione. Quando parlano di inflazione, dicono che ci sono troppi soldi in giro. Questa é una favola! Per ripagare tutti i debiti scritturali deve esistere un importo pari al debito di soldi materiali (banconote o monete). Se prendiamo il rapporto stimato tra soldi scritturali e soldi solidi, il rapporto é di 9 : 1. Da questo si puó capire che l’inflazione consiste sempre nella scarsitá di soldi solidi e non in un eccesso di soldi solidi. Per loro natura i debiti scritturali vanno estinti con soldi solidi, per cui il rapporto deve per forza essere sempre di 1 : 1, altrimenti non si potrá mai estinguere tutti i debiti.

Secondo me questo argomento andrebbe approfondito con l’aiuto di persone competenti in contabilitá bancaria, altrimenti non se ne viene a capo. Questo perché i negazionisti affermano che il 92% del signoraggio ritorna allo stato e che le banche si trattengono solo la differenza. Si possono smentire queste affermazioni ?

Io ho posto alcuni quesiti, ai quali no ho risposta. Voi cosa ne pensate di questi quesiti ?

Helmuth Weiss

Avatar utente
Umiltao

Re: Signoraggio primario

Messaggioda Umiltao » 8 gen 2010, 1:20

1. il Ministero del Tesoro fa richiesta di 100ml di banconote alla Banca D’Italia, la quale a sua volta fa richiesta alla BCE. NO
2. La BCE consegna i 100ml di banconote alla Banca D’Italia. ININFLUENTE
3. La Banca D‘Italia consegna i 100ml di banconote al Ministero del Tesoro. NO dal 26 novembre 1993
4. La BCE contabilizza in uscita i 100ml di banconote come passivo. Nel frattempo cosa iscrive nell‘ attivo come contropartita? TITOLI, in particolare di Stato, oppure crediti in genere sui prestiti
5. La Banca D’Italia contabilizza in uscita i 100ml di banconote come passivo. Nel frattempo cosa iscrive nell‘ attivo come contropartita? IDEM come sopra
6. Il Ministero del Tesoro contabilizza i 100ml di banconote in attivo e iscrive 100ml di buoni del tesoro in passivo. NO, mal scritto
7. I Buoni del Tesoro vanno alla Banca D’Italia e di seguito alla BCE, oppure rimangono alla Banca D'’talia ? ININFLUENTE


Il punto di TUTTA la questione è che IGB (Centrale, Commerciale, Laterale, Occulto, Della Porta Accanto, ecc.):
1. Stampa/digita
2. Presta
3. Si intasca gli interessi sul prestito
4. Distrugge il nominale del prestito quando viene restituito (quota capitale)

"Il banco trae beneficio dall'interesse su tutta la moneta che crea dal nulla"
[William Paterson, fondatore Bank of England, 1694]


SIGNORAGGIO = 100 +x% - 0,30

SEMPRE.

QUANDO HAI RESTITUITO IL PRESTITO SUL VALORE NOMINALE, QUALSIASI BANCA TI HA GIA' TOLTO SENZA AVERNE ALCUN DIRITTO SICCOME ESSA STAMPA/DIGITA E BASTA E SICCOME NON RESTITUISCE A SUA VOLTA IL VALORE MOMINALE AD ALCUNO. MAI. PER LEGGE.

SOLO UNA PARTE DEGLI INTERESSI VENGONO RESTITUITI TRAMITE TASSAZIONE ALLO STATO, oltre alla sola remunerazione in interessi sul conto corrente di Tesoreria dello Stato e a una parte degli utili netti da parte della Banca Centrale.

A UN FALSARIO CHE NON RICICLA IN ALCUNCHE' DI PUBBLICO E DI DEMOCRATICAMENTE ED ESPLICITAMENTE STABILITO NON DOBBIAMO RESTITUIRE ALCUNCHE'.
FIGURARSI GLI INTERESSI POI, E' IL COLMO.




Prima vai qui, hai TUTTO (o quasi):

http://signoraggio.forumfree.it/?t=36835929



Poi vai qui:

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=9&t=282

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=9&t=275#p2095

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=9&t=379

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=9&t=150 <- backup sulla riserva frazionaria del vecchio forum

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=5&t=3




Altro per ora non ricordo e/o non ho tempo.

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13575
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Signoraggio primario

Messaggioda sandropascucci » 8 gen 2010, 13:37

domanda:

il sistemaIGB dice, tra le altre cose, (1) "il signoraggio sulle banconote è ININFLUENTE, dato il volume minimo del contante in circolo",
e,
sempre il sistemaIGB [altrove] dice: (2) "il signoraggio esiste ma è solo sugli interessi".

bene. voglio seguirti. ma prima voglio farti due domande:

1. perché sulle banconote c'era scritto "la Legge punisce i falsificatori di banconote false"? non sono ININFLUENTI sul sistema monetario?
2. quindi se io-falsario creo 100 e presto a 103 e poi distruggo 100 la Guardia di Finanza mi arresta per un misero 3, derivante da una cosa ININFLUENTE?

ah.. la logica, questa puttana maltrattata..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Umiltao

Re: Signoraggio primario

Messaggioda Umiltao » 8 gen 2010, 13:48

Finchè si pensa solo al GUADAGNO DA BILANCIO della banca (TUTTI i tipi di banca) non si capirà MAI il signoraggio come 100 + x% - 0,30 (alla Coltanpresidente™).
E sì che basta ricordare che il sistema economico NON restituisce alla banca moneta a sua volta CREATA DAL NULLA, ma LAVORO UMANO cristallizzato sulla moneta restituita, moneta che verrà pure DISTRUTTA sul valore nominale confermando IN PIENO che:

1. era stata precedentemente creata dal nulla dalla banca per il prestito e NON prelevata da qualche luogo;
2. la banca DEVE SEMBRARE un' azienda come tutte le altre, con possibile fallimento incluso, non deve far capire che la moneta creata è un ricavo dalle vendite con spesa di pochi centesimi e perciò un guadagno colossale;
3. la banca non può comprare beni e servizi con la moneta restituita in valore nominale, può farlo solo con gli utili finali ottenuti dai ricavi per i soli interessi sui prestiti, quindi IGB con tale sistema dimostra di non essere così stupido dal far capire che c'è uno che stampa e compra a manetta beni e servizi come un falsario, sarebbe troppo palese.


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".