Mai sputare verso il cielo azzurro..

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
sandropascucci

Mai sputare verso il cielo azzurro..

Messaggioda sandropascucci » 30 ago 2009, 11:48

questo un articolo del febbraio 2005

da: http://www.disinformazione.it/rothschild.htm
La famiglia dello scudo rosso: i Rothschild
di Marcello Pamio

Ho letto con molto interesse libri, fascicoli e siti internet su cosiddette teorie cospirative secondo le quali dietro alle vicende politiche ed economiche ci sarebbero potenti logge massoniche. Fin qui nulla di strano. Non si può negare infatti che la maggior parte di queste società segrete fin dalle loro origini erano composte da influenti personaggi della vita pubblica, politica e militare.


allora.. si comincia con la classica [e quindi noiosa] tecnica dell'ammettere una parte del male per poi difenderlo con più "credibilità".
infatti nella mente di questi allevatori di polli sembrerebbe albergare la sicurezza che l'equazione "come puo' difenderli dopo averne parlato male?" funzioni sempre e con chiunque: bah!

è un po' come nel film [consigliato] "L'avvocato del Diavolo": il difensore di un violentatore di minorenni gli butta addosso merda su ALTRI aspetti della sua vita (corruzione, adulterio e 100 altre cose negative ma pseudo-legali) proprio per manipolare la Giuria e farlo passare da boia a vittima di eventuali [ma in quel caso GIUSTI/AZZECCATI] pre-giudizi.

la Giuria a quel punto si AUTOLIMITA nel GIUDIZIO perché scatta in ognuno dei giurati la domanda "ma lo sto condannando perché è veramente un porco o perché lo odiavo già prima per i suoi soldi e le sue donne e i suoi lussi?"

La cosa però che ha destato la mia curiosità è l’onnipresenza di un nome ben preciso. Un comun denominatore rappresentato dai Rothschild. Questa famiglia, perché di famiglia si tratta, ..

?? questo è fuori!!

appartiene secondo molti all’organizzazione elitaria chiamata gli Illuminati di Baviera [1] e governerebbe l’intero sistema bancario mondiale con tutto quello che ne consegue.

arriva la prima ciliegina..

Se è vero che questo gruppo di burattinai muove le fila della finanza, dell’economia e della politica mondiale perché allora il nome non figura mai da nessuna parte?

ma non avevi testè detto che [il nome] lo leggi dappertutto? non hai usato la parola ONNIPRESENZA? bah! e 1 :|

Avete mai letto su giornali o sentito alla televisione dei Rothschild e delle loro vicissitudini? Sarebbero dietro le quinte di tutti i più importanti affari e nessuno ne parla, non è un po’ strano?

ma non avevi detto che si tratterebbe di BURATTINAI? quando vai a uno spettacolo di burattini vedi forse Il Gran Burattinaio? bah! e 2 :|

Per la verità vedremo alla fine che qualcosa è trapelato dai media.

decidersi no? appaiono o non appaiono? bah! e 3 :|

Chi ha ragione? Gli autori di svariati libri che puntano il dito contro un sistema occulto, in cui la famiglia Rothschild riveste un ruolo di primaria importanza, in grado di controllare l’intero sistema o invece chi al contrario afferma che tali ipotesi sono semplicemente frutto di menti malate in preda ad allucinazioni e manie di persecuzioni?

POST-IT!!

L’esperienza mi suggerisce che la verità sta sempre nel mezzo! Quindi prima di avanzare qualsiasi ipotesi in merito andiamo a vedere chi sono e soprattutto cosa fanno oggi i Rothschild.

oggi, ricordiamo la parola OGGI..

Per ripercorrere le origini torniamo indietro nel tempo di circa duecento anni spostandosi in Germania, precisamente a Francoforte. L’anno è il 1743.

e l' OGGI?? bah! e 4 :|

L’Adamo non proprio biblico della nostra storia è Amschel Moses Bauer, un semplice orafo tedesco con la passione, che oggi possiamo chiamarla predisposizione, per prestiti e finanziamenti. Semplice orafo per modo di dire naturalmente, visto che è il capostipite che ha dato origine a un impero economico da mille e una notte.

Marcello Pamio ha seri problemi di prospettiva temporale. All'epoca non sapeva [il Moses] di certo cosa sarebbe divenuta la sua famiglia (perché di famiglia di tratta) dopo 2 secoli, no? quindi il "semplice" era azzeccato. bah! e 5 :|

Un impero nato sotto le ali protettive dell’aquila romana contornata da uno scudo rosso.

omaarò!

Tale infatti è il sigillo che Amschel aveva collocato sull’entrata della propria azienda.
Immagine


uff..

Un logo che divenne presto la rappresentazione figurata dell’attività di Bauer. "La ditta dello Scudo Rosso" veniva infatti chiamata.

servono forse a questo i logos?

D’altronde abbiamo tantissimi esempi anche nostrani di queste associazioni: uno per tutti il Cavallino Rampante per indicare la Ferrari.

direi la prova provata dell'efficienza dei LOGOs nel mondo commerciale

Quello che non tutti sanno invece è che lo Scudo Rosso in lingua tedesca è Rothschild. Per essere più precisi: Scudo Rosso = Red Schield = Rothen Schild = Rothschild. Questo particolare è molto importante perché quando il figlio di Moses, Mayer Amschel ereditò da suo padre la società cambiò nome in Rothschild, e tale è rimasto immutato fino ai giorni nostri.

che arguzia marcellì!!! SOLO TE E POCHI ALTRI sono giunti a questa cosa, sai? bah! e 6 :|

Mayer Rothschild da Gertrude Schnapper ebbe cinque figli: Amschel (1773-1855), Salomon (1774-1855), Nathan (1777-1836), Karl (1788-1855) e Jacob (1792-1868).
Non appena i ragazzi furono istruiti a dovere sull’attività economica e finanziaria partirono alla volta di altrettante capitali europee per aprire filiali ed espandere l’impero esclusivamente patriarcale. Le donne avevano un ruolo secondario nella gestione. Il primogenito Amschel essendo il più anziano rimase a Francoforte per controllare la società base, Salomon invece andò a Vienna, Nathan a Londra, Karl a Napoli e Jakob a Parigi. La famiglia cresce, e cresce anche la necessità di un nuovo emblema che li rappresenti al meglio. Cinque frecce che s’incrociano intersecandosi in un unico punto è il nuovo stemma. Le frecce rappresentano i cinque fratelli e il punto d’intersezione è lo scopo che unisce tutta la famiglia. Avrete già capito qual è questo scopo.

Immagine


non è quello che hai appena saccentemente spiegato? ma io boh?!? :(

Senza nulla togliere all’operato dei fratelli, è d’obbligo “spezzare una freccia” -visto che siamo in tema-

ha fatto la battutona!! :roll:

a favore di Nathan il quale si distinse immediatamente per fiuto e capacità imprenditoriali.

quindi l'equazione Berlusconi = bravo imprenditore è giusta? bah! e 7 :|

Ricordiamo che agli inizi dell’Ottocento l’Europa stava cambiando velocemente e questo poteva creare certamente molte occasioni per uomini intelligenti e soprattutto ricchi.

e soprattutto DISONESTI E DIABOLICI E SENZA SCRUPOLI. a marcè!!!! a marcèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè!!!
QUI SI LECCA IL CULO AL DEMONIO.. e che cazzo!

Nathan approfittò di questa situazione e aprì a Manchester una impresa tessile. Il rapido declino delle esportazioni tessili britanniche durante il blocco continentale costrinsero però Nathan a tornare a Londra per estendere le proprie attività in ambito finanziario.

quindi questo Nathan, la punta di diamante della famiglia Rothschild (perché di famiglia si tratta) era un perfetto idiota che non ha saputo sfruttare il memorabile inizio ottocento, quando, ricordiamolo, l'Europa stava blablablabla

[continua..]

Avatar utente
mnero1

Re: Mai sputare verso il cielo azzurro..

Messaggioda mnero1 » 2 set 2009, 19:09

Ogni controinformatore che trovi è sempre una emerita testa di cazzo.
Costoro vanno presi molto con le pinze.

Avatar utente
osva

Re: Mai sputare verso il cielo azzurro..

Messaggioda osva » 6 set 2009, 9:32

Ma perchè ti fa tanto incazzare quest'articolo?
Quando parla di assenza di informazioni su questa famiglia, si riferisce chiaramente ai media, e quando parla di onnipresenza, si riferisce alle altre fonti di informazioni. Mi sembra un buon articolo per fare in modo che chi non si sia mai interessato dell'argomento venga incuriosito.

ivanopino
Messaggi: 1418
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: Mai sputare verso il cielo azzurro..

Messaggioda ivanopino » 19 ott 2009, 18:25

osva ha scritto:Ma perchè ti fa tanto incazzare quest'articolo?
Quando parla di assenza di informazioni su questa famiglia, si riferisce chiaramente ai media, e quando parla di onnipresenza, si riferisce alle altre fonti di informazioni. Mi sembra un buon articolo per fare in modo che chi non si sia mai interessato dell'argomento venga incuriosito.


Qualche sviolinata ingiustificata c'era, a tratti sembrava una favoletta...comunque si riprende nella parte finale. Sì, un certo stimolo all'approfondimento per chi non sa potrebbe darlo, per chi sa lo stimolo è evidentemente un altro...
Ivano Pino


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".