delucidazioni

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
jaymz

delucidazioni

Messaggioda jaymz » 6 apr 2010, 0:20

su wikipedia si legge:

Il 23 giugno 2007, la Borsa di Londra (London Stock Exchange) ha annunciato di aver acquisito la Borsa Italiana. Dal 1º ottobre 2007 la Borsa Italiana è stata quotata per la prima volta a Londra[2].

non oso immaginare tutto ciò che ci sta dietro a ciò.. voi ne sapete di più?

Avatar utente
Umiltao

Re: delucidazioni

Messaggioda Umiltao » 6 apr 2010, 0:50

Quelle sono solo le scatole giuridiche aziendali dei cosiddetti Mercati Finanziari.
Dentro quelle scatole avvengono tutte le compravendite di titoli a livello globale, sia di Stato che di imprese.

Ci sono troppe cose da dire. Tanto vale leggere materiale già scritto sia da IGB© che da noi.

Per quanto concerne gli specifici compravendite e collocamenti dei Debiti Pubblici vai sul sito di Bankitalia e cerca le parole:
- «Monte Titoli»;
- «Operazioni di Mercato Aperto»;
- «Specialisti in titoli di Stato».
Troverai parecchi documenti lunghi, brutti, difficili per un neofita ma approfonditi.

Come infarinatura generale iniziale vai prima sul sito del Ministero dell' Economia e delle Finanze (Ministero del Tesoro) come da thread tecnico specifico: http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=6&t=483.


Esempi di trattazione in tema del nostro forum che ti invito a leggere e ad approfondire di testa tua:

1. http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=5031#p5031

2. http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=10116#p10116

3. http://signoraggio.forumfree.it/?t=34770934#entry288055149 <- vecchio forum

Luca Mencaroni
Messaggi: 804
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: delucidazioni

Messaggioda Luca Mencaroni » 6 nov 2010, 18:29

Domanda:
lo Stato italiano, attualmente, che è bisognoso di fondi per l'istruzione, può indebitarsi ulteriormente oppure no?
Cioè, non può indebitarsi con le banche centrali perchè lo vieta il Trattato di Maastricht. Però può indebitarsi con banche commerciali?
Risposta:
secondo me si, però non ne sono tanto sicuro...c'è qualcuno che può rispondermi e/o consigliarmi qualche documento ufficiale da leggere?
Luca Mencaroni - Perugia

Avatar utente
Umiltao

Re: delucidazioni

Messaggioda Umiltao » 6 nov 2010, 20:32

Le Pubbliche Amministrazioni italiane (in cui è compreso lo Stato) da sempre si indebitano con le Banche Commerciali e d' Affari per definizione e per legge.
E pure così accade in tutto il Resto del Mondo.

Le Banche Centrali, quando prestavano moneta alle P.A. direttamente (in Italia fino al 26 novembre 1993, approfondimenti specifici qui viewtopic.php?p=1833#p1833 e qui viewtopic.php?f=7&t=1249), lo facevano solo per una parte del fabbisogno, solo a certe condizioni e a tassi di sconto di favore rispetto a quelli di mercato.

Il grosso veniva sempre finanziato da Banche Commerciali, Banche d' Affari e intermediari vari, i mattatori del c.d. mercato obbligazionario (mercato dei debiti, in particolare pubblici).
Così e sempre più avviene oggi.

Il finanziamento della Banca Centrale fatto allo Stato "alla carlona" esisteva secoli fa, quando gli affari di Stato erano una semplice questione privata e di comune ruberia tra il Re e l' amico banchiere del Re stesso, vedi i famosi casi di Carl Gustav - Palmstruch (Svezia, 1656) e di William and Mary - Paterson (Inghilterra, 1694).

Se il c.d. mercato decide di acquistare i nuovi titoli di Stato emessi dal Ministero del Tesoro (o Ministero dell' Economia e delle Finanze) apposta per finanziare le spese pure in aumento oltre a quanto già fatto con tasse, tagli e privatizzazioni, bene, sennò Argentina e/o Grecia, cioè default (o insolvenza, in italiano). Cioè si blocca tutto e vengono a mancare i pagamenti di stipendi ai dipendenti pubblici e di forniture ai privati, con impatto enorme non solo sul settore pubblico ma anche sul settore privato, dato che avere delle P.A. che di colpo non spendono più come prima sul mercato dei beni e dei servizi reali per centinaia di miliardi all' anno, sia direttamente sia indirettamente tramite i dipendenti pubblici, significa bloccare e mandare in insolvenza l' intera economia.

Qui hai le spiegazioni complete sulla Finanza Pubblica:

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=23217#p23217
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=2471#p2471

Ecco invece le discussioni principali di questo forum sulla tematica «modalità di indebitamento pubblico», come da tua richiesta:

http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=7&t=1061 ← Operatori Principali e Specialisti
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=7&t=1058 ← Concambio (specifico)
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=7&t=1084 ← SIM
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=10116#p10116 ← analisi generale di finanza pubblica
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=7&t=981 ← Debito Pubblico in dettaglio
http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=9&t=521&start=0 ← Banche a capitale pubblico

Qui c' è già parecchia carne al fuoco (o frutta sugli alberi) e credo sia sufficiente.

Non capisco però perché non si riesca a trovare le discussioni che servono, e sì che quelle linkate non devono essere trovate chissà dove, sono tra le prime sulla prima pagina di ogni elenco discussioni...
I titoli stessi dei thread fanno già da guida, non nascondono certo il contenuto reale dei thread stessi. Dovete avere voglia e pazienza di ricercare, non si può far diventare il forum un totale casino dove metà dei post presenti sono solo di "vai qui, vai lì, no, di là".
:roll:

bah..©

Ci sono pure dei singoli post a tema sparsi sul forum, dato che come sempre sono i soliti 4 gatti a studiare, a ricordarsi e a portare sul piatto la "roba" bella e pronta.

Inizia a cercare e a studiare da solo sul sito di Bankitalia la documentazione su come funzionano nei dettagli le aste primarie e secondarie dei titoli di Stato, ad esempio.
Non mi ricordo i link, ma so che ho letto molto tempo fa quella documentazione.
Qui per esempio c' è un' infarinatura fatta da un altro sito: viewtopic.php?p=18173#p18173.

Bisogna iniziare a darsi una mossa da soli, DEFINITIVAMENTE.
Io è da anni che faccio tutto da solo. Sono un autodidatta. E non ho più 20 anni da un pezzo.

Ma tranquilli che tra non molto arriverà il super-thread al nitrometano che indirizzerà i novizi e i pigri su ogni argomento dalla «A» alla «Z», semplicemente con uno schiocco di dita dal divano.

Luca Mencaroni
Messaggi: 804
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: delucidazioni

Messaggioda Luca Mencaroni » 7 nov 2010, 1:51

Vito, basta darti un dito e tu prendi tutto il braccio :D

cmq grazie :)

mi rileggo con calma tutto quello che m'hai scritto..mi serviva saperlo perchè voglio scrivere una lettera agli studenti che protestano contro i tagli all'istruzione.
Luca Mencaroni - Perugia


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".