Se sei un "signoraggista"!

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
wallace
Messaggi: 30
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: scrittura articoli, interventi sul WEB

Se sei un "signoraggista"!

Messaggioda wallace » 1 mar 2013, 7:18

Quante volte ti è capitato di schiantarti contro un muro quando cerchi di spiegare la "catena invisibile", la spirale d'usura che nel bene e nel male accomuna quasi tutti noi. Chissà, semmai si riuscisse per assurdo a mettere insieme le giuste "fonti" e si certificasse che il valore monetario reale sottratto dalle banche centrali alla fine dell'intero ciclo economico sia il 50%, dato tra l'altro corrispondente al numero di persone che vivono in povertà nel mondo secondo la stessa Banca Mondiale (che avrà presumibilmente giocato al ribasso nella percentuale, non considerando probabilmente gli indebitati, che teoricamente sono piu' poveri di chi è povero ma non si trova in situazione debitoria....se non hai debiti sei ricco diceva il mio caro nonno.).

Eppure il valore monetario è creato da ogni singolo Essere Umano VIVENTE del pianeta poiché è colui che ne crea il presupposto fondamentale per la "creazione/emissione/stampa"; allora, sempre ragionando per assurdo, risulta chiaro che lo stesso valore Umano di quel 50% di poveri viene usurpato dal sistema bancario, attraverso una moneta che in realtà non perviene quasi mai al suo legittimo proprietario, che ne aveva creato il presupposto di stampa con la sua "semplice" esistenza.

Continuando nell'assurdità, un'altro 35%40 per cento riuscirebbe a vivere abbastanza decentemente e con sacrifici (e mutui trentennali) a comprarsi pure una casa, lavorando per 35 anni per oltre 300 giorni all'anno per almeno otto ore al giorno. Questi vivrebbero quasi la metà della loro esistenza indebitati fino al collo...con il futuro!!..come in maniera comunque geniale mi disse un operatore finanziario quando cercavo di farlo riflettere sul DOVE prendessero i soldi le banche e su quali basi di economia produttiva reale (o PIL)..."son soldi che lo stato prende in prestito dal FUTURO!!!!!...mi disse lasciandomi sconcertato. Un 10 per cento o giù di li di "nababbi": piccoli banchieri con o senza grembiule, politici con o senza grembiule e milionari da strapazzo vari, anch'essi con o senza grembiule. Infine un 5% o giù di li di imperatori, i "grandi" azionisti delle "grandi" (e piccole) banche centrali: I Rothschild, Rockefeller,i Morgan, ....e giù di li'.

Bene, a questo punto avremmo descritto "solo" la distribuzione del valore monetario reale e "originale", nella maniera più assurda possibile. Fine della storia? chiaro che no.Abbiamo parlato di chi soffre la povertà perché non ha soldi, degli indebitati, del 10% di privilegiati, che comunque lavorano per percepire i loro piu' che lauti stipendi, e di quel 5 per cento, o meno, che si appropria del denaro senza lavorare già alla fonte, lo presta e ci percepisce un'interesse....sempre senza lavorare...si parla di un'interesse sull'intera massa monetaria distribuito tra una percentuale di individui ristrettissima, parliamo di cifre che farebbero sentire Berlusconi un....Berluschino (sempre tenendo a mente che lui deve lavorare...e farsi tanti lifting per non perdere il lavoro di mis/comunicatore che rende al sistema).

Siamo quindi arrivati al 100 per cento di valore, ed è proprio qui che inizia il bello. Andando a leggere nel bilancio della BCE ci rendiamo conto che questo 100% è stato riportato nelle passività, e pertanto il costo del denaro è (per noi comuni mortali) stato caricato di un ulteriore 100% (tot 200%) che dovremo restituire insieme ad un'interesse. Ovviamente il denaro circolante in questo modo subisce una spinta inflativa costante, ed attraverso gli interessi composti arriviamo alla fine di un "ciclo economico" ad avere un costo del denaro caricato del 250%, come sosteneva tra l'altro il Professor Giacinto Auriti e lo stesso Maurice Allais, meno direttamente, quando dice che "il meccanismo e le ripercussioni dell' emissione di moneta attuale sono simili alla creazione di moneta da parte di falsari, l'unica differenza sono coloro che ne traggono beneficio" ....e che l'attività di falsario è ancora almeno formalmente punita per legge. E come arriviamo a sto 250%? quello che doveva essere accreditato è stato addebitato (100%+100%= 200%). All'inizio la liquidità (seppur a debito) c'è, nel breve periodo l'interesse si mantiene relativamente basso e c'è una crescita dell'economia costante; poi si compone e ricompone su se stesso per raggiungere nel lungo periodo un 40/50% che ti porta dritto in Grecia, ma non per fare le vacanze.

Perchè vai in bancarotta? perchè la monete "circolante" non basta piu' neanche per corrispondere l'interesse (pluri) composto sul debito. In parole povere, ma ricche di significato, come lo spieghi questo se non fermandoti a respirare profondamente per capire che I SOLDI NON SONO TUOI e non lo sono mai stati. Lo puoi spiegare anche in un'altro modo, proponendo una riflessione del genere: abbiamo 2000 di debito pubblico, se dividiamo questo numero per i residenti in Italia, considerando anche neonati e vecchietti in pensione abbiamo circa 30.000 euro di debito a testa; ogni mese lasciamo allo stato il 50% circa di ciò che guadagnano!!! ci aggiungi le accise su carburanti (l'80% del prezzo), sigarette (idem), IVA, multe, ticket vari, trasporti pubblici e via dicendo arriviamo, tenendoci ottimisti, ad un 75% di soldi "spesi" in tasse. Cioè, lavori tutto il mese, lasci allo stato il 75% dei "tuoi" (chiaramente non sono mai stati tuoi) soldi, e nonostante ciò ti ritrovi un debito di 30.000 euro che tra le altre cose non hai mai deciso di "contrarre in libertà" e quindi emerge un'ulteriore elemento di illegittimità!!

Bene (per nulla ovviamente). Se parli in questi termini ti dicono che sei un signoraggista... che per i piu' sprovveduti potrebbe anche voler dire che sei a favore del signoraggio e che ne stai traendo beneficio. E va bhè!, ti dicono. Nella peggiore delle ipotesi ti guardano con gli occhi spalancati perchè dentro di loro lo sentono che si tratta di parole liberatorie, ma vogliono continuare a dormire sonni tranquilli. Allora ti chiamano complottista; motivo per il quale, sebbene sia CERTO che la massoneria internazionale (per il modello organizzativo, le capacità strategiche e la sacralità della segretezza ancor prima dei rituali) giochi un ruolo centrale determinante e complementare al sistema bancario, me ne guardo bene dal parlare di massoneria mentre parlo di signoraggio...quando si parla di massoneria tutt'al piu' arrivo a parlare di signoraggio, ma quando si parla di signoraggio non arrivo alla massoneria proprio per non alimentare le fantasie di chi infila il signoraggio dentro un calderone di MISTICISMO e complotti vari quasi fosse il preambolo di un giallo di Stephen King, o spesso andando ben oltre fino ad incontrare alieni, rettiliani e via discorrendo...che si incontrano con Obama, Merkel e Sarkozy nell'Area 51 coi banchieri centrali di Marte che vogliono prestarci i loro soldi!!!.

Dire che il signoraggio è frutto di un complottismo è inaccettabile! ma tanti, troppi purtroppo, sono coloro che in buona fede rimangono anestetizzati e preferiscono credere che in realtà il signoraggio sia l'ennesima discorso idealista fine a se stesso (quelli in cattiva fede non li considero neanche perché sono talmente meschini che non meritano alcuna replica alle balle che sparano quotidianamente...la loro punizione è ciò che dicono consapevoli di mentire).

Pertanto lancio un'appello a tutti coloro che cercano la verità e la disseminano nelle loro giornate:
Non arrendiamoci, e andiamo avanti ogni giorno a testa alta. Perché, come disse qualcuno che fu tra i primi a denunciare e combattere il sistema per decenni:
"QUESTA BATTAGLIA,PRIMA O POI, VERRA' VINTA. IL SUO DESTINO E' GIA' SCRITTO, E' SOLO UNA QUESTIONE DI TEMPO.

Domenico O.

Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".