La Via, la Verità, la Vita. Le elezioni il giorno dopo

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
wallace
Messaggi: 30
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: scrittura articoli, interventi sul WEB

La Via, la Verità, la Vita. Le elezioni il giorno dopo

Messaggioda wallace » 28 feb 2013, 19:46

Carissimi utenti e lettori,

E' la prima volta che scrivo sul forum del PRIMIT cercherò di poter dare un piccolo contributo, seppur nel limitatissimo tempo che avrò a disposizione da qui al prossimo giugno. Spero di riconoscermi nel movimento ed eventualmente, in un futuro prossimo, di poterne diventare membro attivo a tutti gli effetti, abbracciando la vostra battaglia non solo ideologicamente ma anche partecipando attivamente alle vostre iniziative.

Per dovere di cronaca, ho avuto un'acceso scambio di opinioni con il gestore del sito qualche settimana fa. Non intendo ritornare sull'argomento perché in fondo, col passare dei giorni, mi sono convinto che discostarsi dal tema principale (la DIVULGAZIONE) ed entrare in polemiche personali non serva a nessuno. Pertanto riconosco che, sebbene quanto proponevo fosse legittimo, è altrettanto legittimo che dall'altra parte venga sottolineato l'esclusivo interesse alla lotta in maniera impersonale, e pertanto reputo sacrosanto sottrarsi ad un confronto con uno sconosciuto che tra l'altro potrebbe essere l'ennesimo perditempo. Certo si potevano utilizzare modi e parole diverse, in quanto credo che il rispetto debba essere reciproco a prescindere....a maggior ragione se si arriva a sparare a zero su persone che non si conoscono neanche. Questo vale per me in primis, ma credo dovrebbe valere per tutti. Ma anche nelle situazioni più avverse cerco di concentrarmi sul lato positivo delle cose e in fondo essere criticato aspramente rappresenta, paradossalmente, uno stimolo a fare e dare di piu', superando i nostri stessi limiti magari tutti insieme.

Detto questo, vorrei scrivere in merito alla speculazione finanziaria appena iniziata ai danni dell' Italia all'indomani delle elezioni. Secondo i portavoce ufficiale del sistema bancario (i mass media), l'ingovernabilità sarebbe la causa dell' ennesimo aumento del famigerato spread (differenziale tra l'interesse sui titoli del debito pubblico tedeschi ed italiani); questo, a detta dei "grandi opinionisti", renderebbe per l'Italia altamente rischioso rispettare le usurarie politiche di austerità, in particolare il MES, esponendola a distanza di poco più di un anno ad un nuovo rischio default. Ad alimentare questo rischio ci ha pensato il candidato alla cancelleria tedesca Peer Steinbrueck, dichiarando di essere inorridito dalla vittoria di due clown in Italia (Grillo e Berlusconi); sebbene Berlusconi lo conosciamo tutti e Grillo raccolga a mio parere il malcontento di un basso populismo che potrebbe rivelarsi molto pericoloso laddove i sospetti su lui e Casaleggio si rivelassero fondati, è importante capire come queste parole possano, in questa logica perversa, attirare un speculazione internazionale sul nostro Paese che porterebbe ad un'austerità ancor piu' esasperata, nuove ondate di disperazione e suicidi.

Oggi il candidato cancelliere tedesco, ieri le agenzie di rating Moody's, Standard and Poor's, Fitch e compagnia bella (anch'esse succursali dell'alta finanza che vivono di capitali privati servendo interessi privati). Quello che mi preoccupa è che la gente comune prenda tali agenzie come delle "istituzioni" super-partes, pertanto arrendendosi alle logiche dell'alta finanza e delegando totalmente quei pochi brandelli di sovranità, se non altro la consapevolezza del nostro popolo di capire chi in realmente ci stia governando e cosa si nasconda dietro queste teorie e meccanismi che sono ormai diventati dei dogmi che i nostri politici, a stipendio dei banchieri,
si impegnano a rinforzare con le loro dichiarazioni vergognose : "chi è contro l'euro è un terrorista", "se usciamo dall'euro finiamo come l'Argentina e la Grecia", "ce lo chiede l' Europa (cioè gli azionisti della BCE)...e mi tocca sopportare dichiarazioni scioccanti perfino dai miei cari recentemente, basate sul nulla: "L'euro ci ha salvati, meglio che siano aumentate le tasse e diminuito il potere d'acquisto piuttosto che morire di fame". Riescono a creare consenso, ci impoveriscono, ci truffano e riescono nell'intento di farci gioire del fatto che le cose vadano di merda....ma per lo meno mangiamo!!!

Il popolo non riesce a capire che dietro questi meccanismi di austerità, dietro i derivati e la speculazione, dietro l'usura dei mutui trentennali e il sistema creditizio in genere, si celi la grande truffa secolare dell'emissione di moneta a debito, cioè il signoraggio e la riserva frazionaria.
Credo che a tale consapevolezza ci arrivi solo chi, spinto da sete di verità e giustizia, inizi un percorso individuale di ricerca. Per esperienza personale, le persone che ho "convinto" (piccola minoranza) le ho convinte alla prima discussione, poichè avendo già iniziato sulla base della propria spinta personale il percorso di ricerca erano "fertili". Chi invece no sta cercando alcuna risposta, non si porrà mai la domanda giusta.

Gli sforzi dovrebbero essere rivolti ad unire le persone consapevoli, poichè a mio parere chi non afferra al volo non afferrerà mai. Ma se quelli che veramente ci credono si uniscono tra di loro a prescindere, coordinando la loro attività, sostenendosi a vicenda e incondizionatamente....allora diventerà soltanto una questione di tempo.

Cordiali saluti

Domenico Olivo

ivanopino
Messaggi: 1412
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: La Via, la Verità, la Vita. Le elezioni il giorno dopo

Messaggioda ivanopino » 1 mar 2013, 22:23

quoto in massima parte.
anziché "convincere" io la pongo col "far vedere le cose come stanno", ma non è una differenza sostanziale.
sul fatto che chi non afferra al volo non afferrerà mai...e chi può dirlo? sicuramente è inutile continuare a sbattere la testa contro lo stesso muro, ma la verità fa il suo corso e il nostro tempo è limitato e non possiamo spenderlo inutilmente con le stesse persone.
Ivano Pino

mr.spyder
Messaggi: 2429
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: La Via, la Verità, la Vita. Le elezioni il giorno dopo

Messaggioda mr.spyder » 21 feb 2014, 20:14

meno di un anno dopo abbiamo un nuovo governo...il governo Renzi
ministro dell'economia lui: http://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Carlo_Padoan

ora sì che cambierà tutto...
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".