"Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

"Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 23 ott 2011, 12:26

Volevo segnalare:
http://www.paolobarnard.info/docs/ilpiu ... ne2011.pdf

Nel saggio Barnard:
1. fa distinzione fra Stati a moneta sovrana (Usa, GB e Giappone ecc. ma anche Italia fino al 2002) e Stati a moneta non sovrana (Eurozona).
2. del Signoraggio (sintetizzo) l'unico profitto per le Bbanche sono gli interessi e nessuna Bbanca presta moneta allo Stato ma, in quelli a moneta sovrana, lo stato genera denaro spendendolo, inventandoselo dal nulla e contraendo un debito verso se stesso, mentre nell'Eurozona lo stato deve generare moneta come i privati, guadagnandosela e/o facendosela prestare da privati e quindi contraendo un debito verso gli altri.
3. cita Primit e indirettamente Pascucci smentendoli: "i grassi banchieri padroni del mondo" sono oggi fra gli imprenditori più fallimentari....
4. (allacciandomi al punto 3) sposta l'attenzione dalle Bbanche agli Illuminati (li chiama l'elite)

In generale:
l'ho letto ma ancora non l'ho studiato e non ho verificato le fonti ma sembra coerente a ben strutturato a parte il fatto che smentisca alcune cose che davo per "certe" evidenziate dal prof. Auriti e dal Dott. Tarquini nel Suo libro "La banca, la moneta e l'usura" e riportate spesso nel Vs. forum.

Sandro Franchini

Luca Mencaroni
Messaggi: 785
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Luca Mencaroni » 23 ott 2011, 13:11

abbiamo già analizzato e risposto a barnard:
viewtopic.php?p=24483#p24483
Luca Mencaroni - Perugia

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 23 ott 2011, 14:17

Il solito copjone. Non ho letto non ho studiato ma mi sembra che..

Al primo post neanche si presenta ma è pronto a..

Addio.

PS: pare mi abbia scritto una mail,
Ma ora non posso leggerla..
Sospendo l'utenza fino alla lettura..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 23 ott 2011, 19:10

dalla mail mi pare in buona fede..
gli ho risposto:

:

:

ciao sandro,
dall'intervento sul Forum (che ho letto prima di questa mail) sembri uno dei tanti fake che girano nel Web, di quelli che sembrano postare una innocua domanda mentre in realtà fanno spam dei pezzi del loro beniamino (barnard, in questo caso).

credo che tu debba avere un'altra opportunità, dato che sei una persona reale, per cui ho riabilitato la tua utenza, da me sospesa temporaneamente al momento della lettura.

nel post troverai altre info.
ciao,
sandro

:

:

 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 23 ott 2011, 19:14

quindi leggi il link proposto da Luca e rileggi bene Auriti..

ma in soldoni: la moneta sovrana NON ESISTE.
e non basta dire che esiste e costruirci su tutto un castello "coerente e ben strutturato", capisci?

alla prossima.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 23 ott 2011, 20:35

Non sono un Fake,
non mi sono presentato perchè pensavo non ce ne fosse bisogno e sul mio sito visionato da Sandro Pascucci c'è tutto.
Me ne scuso e rimedio subito:
Sandro Franchini
Via Di Caselli, 3 - 52026 Piandiscò (AR) -
Tel. 3356542625 - p.iva 01951660511 - FRN SDR 63E03 D612U
info@servizicommerciali.net
Ho 48 anni, moglie e tre figlie, una di queste mi ha fatto nonno di una nipotina.
Sono un coglione qualsiasi.

Mi sono imbattuto ad Agosto di quest'anno in un video in italiano tratto da "zeitgeist addendum" è ho iniziato, quando potevo, a fare ricerca sul signoraggio.
Mi sono imbattuto, cercando su Google, nel sito signoraggio.com e poi in primit.it e in altri

Barnard non è un mio idolo. In verità ora come ora non riesco a pensare a nessuno come idolo.
Tempo fa mi imbatto in un video dove si chiede alla Gabanelli di parlare del signoraggio a Report e da lì mi imbatto nella vicenda Barnard - Gabanelli, Rai - punto
Tre giorni fa qualcuno posta su FB quel documento e io lo scarico e me lo leggo.
Siccome c'erano alcune cose che non corrispondevano con quello che avevo raccolto io, ho cercato da Voi la Vostra opinione - punto
Ringrazio della segnalazione del file da parte di Luca che ho scaricato e che leggerò appena possibile!
Per il resto ritengo l'opportunità di partecipare a questo Forum paritetica all'opportunità del Forum di vedermi come partecipante.
Anche l'opinione di un coglione qualche volta (di rado in verità) può essere illuminante!

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 23 ott 2011, 20:56

benvenuto sul Forum, allora.

e vediamo queste partecipazioni in soldoni.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

ivanopino
Messaggi: 1412
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda ivanopino » 25 ott 2011, 17:37

benvenuto Sandro. Fin troppo esaustiva la presentazione, io toglierei alcune informazioni personali, è pur sempre un'area pubblica...
Ivano Pino

Avatar utente
enricogrosso
Messaggi: 1435
Iscritto il: 9 ago 2009, 8:38
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Abruzzo Marche Italy
azioni: manovalanza di piazza, volantinaggio in proprio, testimonianze videoriprese, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda enricogrosso » 25 ott 2011, 17:47

Ciao Sandro Franchini che cosa è in particolare che non condividi del Manifesto e/o dello Statuto del Primit? Potrebbe essere utile anche a noi saperlo per rifletterci su e magari modificarlo/i laddove la maggioranza lo ritenga opportuno...
“Il mondo non ricompensa onestà e indipendenza,bensì obbedienza e servilismo”
Enrico Grosso

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 29 ott 2011, 15:12

Ho letto la risposta di primit.it a Barnard.
Il documento dei primitivi si basa sulla logica in contrapposizione a un esercito di esperti citati dal freelance!
E' indirizzato quindi a chi abbia già una certa conoscenza del problema e personalmente fa emergere un dato di fatto:
Barnard vuole meriti per sé!
Basta vedere come spiega il valore indotto della moneta senza citare minimante il prof. Auriti mettendoci in più che le Bbanche la riaccettano quando gli ritorna dai privati (sennò il giochino si romperebbe subito -questo non lo dice- )
CONCLUSIONE MIA:
l'obbiettivo è la sovranità monetaria da parte dello/gli stato/i... Se raggiunto questo obbiettivo Barnard vuole ragione per me se la può prendere (anzi come Stato io sarei per stampare 1.000 Simec e consegnarglieli - e siamo pari-)
UNA CRITICA PER PRIMIT:
io eviterei le conclusioni inutili e controproducenti tipo "Barnard vuole farsi pubblicità" oppure "Grillo servo di IGB (Sandro Pascucci è inutile che mi chiedi i diritti, non ho un'euro!)" chi ci vuole arrivare ci arriva da solo!

Per Enrico Grosso
Non ci casco!! E ti rispondo cha ancora non ho letto nè l'uno nè l'altro (se poi li condivido mi tocca iscrivermi e, per ora, mi fa fatica - Sandro Pascucci è inutile... Non tutti siamo come te disposti DA SUBITO a dare la vita per un giusto ideale o per un amico. Io ho bisogno di tempo per l'ideale e di amici non ne ho!)

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 29 ott 2011, 18:43

> UNA CRITICA PER PRIMIT:
io eviterei le conclusioni inutili e controproducenti tipo "Barnard vuole farsi pubblicità" oppure "Grillo servo di IGB (Sandro Pascucci è inutile che mi chiedi i diritti, non ho un'euro!)" chi ci vuole arrivare ci arriva da solo!


1. perché inutili? sono verità e vanno dette
2. perché controproducenti? quale produzione abbiamo smesso dal momento che le diciamo?
3. no. non ci arrivano da soli se non gli indichi (a) l'accusa e (b) le prove. io faccio questo [contro grill0] da anni, con molte soddisfazioni.

> Per Enrico Grosso
Non ci casco!! E ti rispondo cha ancora non ho letto nè l'uno nè l'altro (se poi li condivido mi tocca iscrivermi e, per ora, mi fa fatica - Sandro Pascucci è inutile... Non tutti siamo come te disposti DA SUBITO a dare la vita per un giusto ideale o per un amico. Io ho bisogno di tempo per l'ideale e di amici non ne ho!)


1. hai capto perfettamente, nel senso che accettare lo statuto e il manifesto "obbliga" poi all'iscrizione, pena una imbarazzante spiegazione!
2. non c'entra essere pronti "da subito" o da più tardi.. ciò che conta è che ci arrivi. certo.. magari ci arrivi tardi e quando scenderai le scale di corsa per tuffarti nella lotta.. potresti trovare le camionette della Nuova Polizia Centrale fuori dal portone..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 29 ott 2011, 22:13

Se parlo con l'adoratore di Tizio e gli dico "la verità è questa e il tuo adorato Tizio non te la racconta perché c'è dentro fino al collo" di solito mi tocca, dopo, un battibecco di 3 giorni (controproducente).
E il mio interlocutore non si informa adeguatamente (inutile) perché pensa che il mio obbiettivo sia screditare Tizio.

Allora parlo con Caio e gli dico "la verità è questa" e i 3 giorni successivi li passo a parlare con altri 3 cai caios soggetti. Al 4° giorno di solito almeno un paio si chiedono come mai Tizio non gliene ha mai parlato e sono di solito quelli che vanno fino in fondo.

Probabilmente mi sbaglio!

Secondo te davvero in un mondo con Stati a Moneta Sovrana ci sarà bisogno ancora della Polizia?

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 30 ott 2011, 7:22

sì, ti sbagli. come prevedibile per chi parte prevenuto. tu, ad es, sei uno prevenuto. perché pensi che noi PRIMITivi siamo partiti dicendo "la verità è questa e il tuo adorato Tizio non te la racconta perché c'è dentro fino al collo", cosa che non è mai accaduto. sic et simpliciter.

quando tu, o' sapiente, andrai da uno a dirgli "la verità è questa" quello ti risponderà, in ordine sparso, dipende dalla giornata climatica, umidità, se ha scopato, se ha fame, se gli fa male il pancino, se sei vestito TU di blu o LUI di blu ecc.. insomma ti dirà:

1. eh sì! sono 22 secoli che tutti dicono che è il Sole che gira intorno, mò arrivi te a dire questa stronzata..
2. hai la verità in tasca?
3. e come mai Tizio non ne parla? se fosse come dici tu allora anche Lui-Tizio ne parlerebbe..

inoltre non mischiare gli atteggiamenti. ossia non dire che vestirsi di rosso è sbagliato perché TU devi attraversare un prato tutte le mattine per andare al bar e un toro incazzato ti insegue.. vestirsi di rosso sarà sbagliato nel TUO caso. punto.

sempre per logica: "di solito mi tocca, dopo, un battibecco di 3 giorni (controproducente)." sei TU e solo TU che passi a battibeccare col tipo per 3 giorni. non io, non noi del PRIMIT.

vedi di assimilare bene questo punto, ti sarà utile sempre, anche fuori di qui: non accusare mai gli atteggiamenti di una persona perché quando TU hai quegli atteggiament le cose non risultano positive. abbi i TUOI atteggiamenti, senza dar giudizi su altri.

io, ad es, non battibecco manco per un secondo ma me ne vado sorridendo, lasciando l'altro con i pugni chiusi e la bavetta alla bocca..
stile: "Non è affar mio, signori.."

> E il mio interlocutore non si informa adeguatamente (inutile) perché pensa che il mio obbiettivo sia screditare Tizio.

e questi son CAZZI SUOI ai quali dovrà rispondere LUI E SOLO LUI

«A chi mi chiede soluzioni: "aò! dormivi e t'ho svegliato, mo' vòi pure li sòrdi pe' la colazione?"» [sandro pascucci, 2008]

noi più di dire la verità non ci spetta. se ti rode il culo che grill0 è invischiato SON CAZZI TUOI.

invece, molto probabilmente, il tuo interlocutore, per sbugiardarti e difendere Tizio-Suo, andrà ad approfondire..

> Allora parlo con Caio e gli dico "la verità è questa" e..

CVD: vedi sopra.

> .. i 3 giorni successivi li passo a parlare con altri 3 cai caios soggetti. Al 4° giorno di solito almeno un paio si chiedono come mai Tizio non gliene ha mai parlato e sono di solito quelli che vanno fino in fondo.

forse, ma forse no. e cmq gli dovrai dire, al 4° giorno, quel che avresti dovuto dirgli al 1°.
così avrai vissuto TU 3 giorni con l'illusione di aver trovato 4 persone degne e invece finirai per cospargerti di benzina e rotolarti nella farina per la delusione di aver contato su 4 idioti (due sicuro)..

> Probabilmente mi sbaglio!

ora no. ora hai ragione.. a dire che ti sbagli.

> Secondo te davvero in un mondo con Stati a Moneta Sovrana ci sarà bisogno ancora della Polizia?

che domanda è?
gli stupri ci saranno ancora (probabilmente aumenteranno nei primi mesi di Nuovo Mondo, a causa di tutti questi culi succulenti di banchieri a spasso indifesi..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 30 ott 2011, 19:29

Sì, hai ragione Sandro, parto sempre prevenuto; ma con tutti.
Per il resto, va bene.

mr.spyder
Messaggi: 2429
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda mr.spyder » 31 ott 2011, 12:57

ma questo è sempre lui o un altro idiota?
CHIARIRE UN MALINTESO: IL ‘COMPLOTTO DEL SIGNORAGGIO’. (di Paolo Barnard)
pubblicata da Libero Pensiero il giorno lunedì 24 ottobre 2011 alle ore 14.16

I signoraggisti sostengono un’equazione semplicistica e del tutto sbagliata che recita: la moneta viene

emessa dalle Banche Centrali (di seguito BC) a debito, cioè gli Stati se vogliono spendere, e quindi avere

moneta, devono letteralmente comprarla dalle BC pagandola dollaro su dollaro, euro su euro, yen su

yen ecc. con debito pubblico, cioè con titoli di Stato. Il film Zeitgeist addirittura fa vedere un cartone

animato dove la manina dello Stato consegna i titoli alla BC americana (la FED) e la FED gli consegna i

soldini. I signoraggisti ci dicono che se, ad esempio, lo Stato ha bisogno di 1 miliardo di moneta, deve

indebitarsi di 1 miliardo esatto con la BC che crea quella moneta dal nulla. Quindi, dicono, il debito

pubblico va alle stelle anno dopo anno, e le Banche Centrali incassano cifre inimmaginabili per aver

fatto sostanzialmente niente di che, cioè stampato pezzi di carta (banconote) o premuto tasti sui

computer (moneta elettronica). Sarebbe questo l’affare del millennio, anzi, la truffa del millennio, che

loro chiamano signoraggio. E noi poveri cittadini alla fine dovremo ripianare quell’insensato debitotruffa

con le nostre tasse, in eterno. Veniamo tenuti all’oscuro di tutto ciò, sostengono i signoraggisti,

da un complotto ferocemente ordito da parte di banchieri e politici, con la complicità di giornalisti e

accademici, al punto che parlarne significa rischiare la vita.



Questa storia è tutta, ma proprio tutta sbagliata. Nulla di quanto detto sopra accade, e molto di ciò che

circola in rete come il ‘complotto del signoraggio’ è, come vedrete ampiamente di seguito, frutto di una

catastrofica incomprensione di come funziona la moneta moderna. Ma c’è di peggio: è frutto anche di

altri due elementi inquietanti, che sono, in ordine, l’esplosione mondiale del genere Fantasy di Rete, e il

subdolo dilagare dell’ideologia Libertaria di matrice austriaca. In breve: la prodigiosa forza della Rete ha

però permesso a milioni di persone delle generazioni anni ’70-’80 di replicare in essa gli affetti fantastici

della propria infanzia, che erano le epiche di Tolkien o di Guerre Stellari, di Harry Potter e soci, fatte

cioè di mondi fantasiosi popolati da imperi del male e cattivi onnipotenti, dove ogni sortilegio e

congiura è possibile, dove i buoni lottano contro il maligno ecc., ma soprattutto dove la ragione cede

sempre il posto all’emozione della fantasia. Ed ecco che anche nell’affrontare la politica o l’economia,

migliaia di persone in Rete si lasciano andare a congiure scalcinate, a credenze che non hanno alcun

appiglio nella realtà, la quale, purtroppo per loro, è sempre un po’ più banale e meno emozionante dei

mondi fatati che immaginano. I signoraggisti sostengono l’esistenza di una cabala di perfidi banchieri

padroni del mondo che tutto possono e tutto fanno, di masse di denaro immani che spariscono nel

nulla, di sicari pronti a uccidere, e chi più ne ha più ne metta. A ciò si aggiunge l’influenza della scuola

economica austriaca estrema dei Libertari, il cui nome più noto fu Ludwig Von Mises, che sono dei

perniciosi lobbisti che mirano in sostanza a un mondo di estremismo nel Libero Mercato caratterizzato

dalla sostanziale scomparsa di tutto ciò che è regola dello Stato, e soprattutto delle tasse. Essi soffiano

sul fuoco di paglia del signoraggio proprio per arrivare a questo fine, e infatti i signoraggisti finiscono

invariabilmente con lo sbraitare la storia (falsa, si veda in seguito) che noi cittadini dobbiamo ripianare

l’enorme debito del signoraggio con le nostre tasse. Questo mi preoccupa molto.



Non varrebbe la pena fermarsi troppo sul ‘complotto del signoraggio’, ma poiché, come ho scritto

sopra, esso rischia di coprire un crimine economico immensamente peggiore che va fermato, e che è il

reale oggetto della mia inchiesta, diventa essenziale chiarire il capitolo ‘complotto del signoraggio’.



A dir la verità, tutto il teorema signoraggio potrebbe essere smontato semplicemente dicendovi questo:

la spesa a debito degli Stati a moneta sovrana (com’era l’Italia fino al 2002), e che finisce indirettamente

nelle casse delle Banche Centrali sotto forma di buoni del Tesoro, non è mai il debito dei cittadini, ma

al contrario è la loro ricchezza. I cittadini degli Stati a moneta sovrana non sono mai chiamati a ripagare

alcun debito pubblico, e le tasse non sono mai servite a ciò. Gli Stati a moneta sovrana, poi, non

devono mai onorare quel debito, neppure quando è detenuto dalle Banche Centrali, nulla li costringe a

farlo, anzi, proprio non lo fanno, per cui s’infrange il teorema secondo cui essi sarebbero oggi schiavi

delle Banche Centrali, e noi assieme ad essi. Incredibile? No, tutto vero.



1) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che la moneta sovrana non è più di proprietà degli Stati, ma delle BC che la

emettono/stampano. Falso. La moneta sovrana è sempre emessa PRIMA dagli Stati nell’ambito delle loro

attività di SPESA. Lo Stato a moneta sovrana se la inventa dal nulla, e spende per PRIMO, è cioè

l’unico soggetto esistente che ‘monetizza’ per primo i beni e i servizi acquistandoli con la sua moneta;

dopo possono farlo anche i cittadini, ma solo una volta che lo Stato ha speso per primo originando la

moneta che essi usano. La BC assiste lo Stato nel processo di spesa o fornisce liquidità al pubblico (su

sua richiesta) attraverso il sistema bancario commerciale. Anche la BC può originare la moneta dello

Stato, inventandola dal nulla, e ciò accade quando presta denaro alle riserve bancarie o quando assiste lo

Stato nella sua spesa, ma solo dopo che lo Stato l’abbia imposta spendendo per primo ed essendone

proprietario esclusivo. Gli Stati a moneta sovrana non devono affatto bussare alle BC per avere la

moneta, meno che meno pagare queste ultime. I signoraggisti credono che le monete sovrane siano

oggi monopolio delle BC unicamente perché non comprendono i meccanismi di spesa degli Stati, come

dire, li osservano a distanza e ne sono ingannati. Non comprendono neppure il significato delle tasse, e

da qui generano una gran confusione.



2) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che lo Stato si indebita all’infinito con le BC perché esse gli vendono il denaro a

prezzo pieno in cambio di titoli di Stato. Ciò non accade, oltre che per il motivo al punto 1), anche perché di

fatto ciò viene proibito dai meccanismi legali di spesa dello Stato, sia negli USA che in Europa.

Semplicemente non può succedere che un governo venda direttamente i suoi titoli alla BC, punto. Chi

ha seguito la cronaca dell’attuale crisi greca in Europa, ha potuto verificare l’ostinato rifiuto che la

Banca Centrale Europea opponeva alla richiesta di Francia e Germania di monetizzare i titoli di Stato

greci. La BCE vi è stata infine costretta recalcitrante.



3) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che il debito pubblico e il deficit di bilancio degli Stati a moneta sovrana è causato

dall’indebitamento con le BC, e che rappresenta un giogo che schiaccia i cittadini che lo devono poi ripagare. Secondo

questo teorema, le BC e le banche commerciali acquisirebbero i titoli di Stato, che poi venderebbero ai privati incassando

denaro, o che terrebbero fino a maturazione. In entrambi i casi, tutti quei titoli di Stato rappresenterebbero un immane

debito che il pubblico dovrà poi ripianare. Sbagliato, è esattamente il contrario: cioè, la spesa a debito dello

Stato a moneta sovrana attraverso l’emissione di titoli di Stato è sempre l’attivo dei cittadini, cioè il loro

risparmio. Nel caso dei titoli di Stato, ciò che accade è che essi trasferiscono di fatto il denaro del

cittadino che li compra dal suo conto corrente a bassissimo interesse a un ‘libretto di risparmio’ a

interessi superiori (il titolo), cioè un suo attivo, non un debito. Inoltre, il debito dello Stato a moneta

sovrana non è mai un problema economico rilevante, infatti esso non viene mai ripagato, cioè i titoli di

Stato a livello generale (aggregato) non giungono mai a maturazione. Infine, come si vedrà più avanti, il

debito dello Stato a moneta sovrana arricchisce al netto la società per cui automaticamente quel debito

si auto-riduce e l’inflazione si limita. I signoraggisti commettono l’errore di credere che gli Stati

spendano e s’indebitino come i cittadini, come i negozi o come le aziende, che poi devono ripagare i

propri debiti, ma questo è del tutto sbagliato. Sono due meccanismi di spesa/debito completamente

diversi.



4) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che i cittadini saranno tassati per ripianare il deficit di bilancio dello Stato e il

debito pubblico causati dalla BC che gli vende il denaro. Sbagliato, gli Stati a moneta sovrana non tassano mai

per ripagare alcunché. In altre parole, le tasse non servono mai, né mai sono servite, a pagare alcunché

nei bilanci degli Stati a moneta sovrana (più avanti delucidazioni). Per cui, anche se esistesse un

‘complotto del signoraggio’, esso non inciderebbe sui cittadini affatto. I cittadini degli Stati a moneta

sovrana non devono ripagare i titoli di Stato emessi dallo Stato, che rimangono sempre un loro attivo.



5) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che anche le banche commerciali operano il signoraggio inventandosi la moneta col

meccanismo della riserva frazionaria. Le banche si inventano soldi e tu devi lavorare per restituirglieli. Non accade in

questi termini semplicistici. E’ vero che le banche commerciali s’inventano il denaro in alcune loro

operazioni di cassa (prestiti o mutui), ma esso si auto cancella, interessi esclusi: infatti, quando il Sig.

Bianchi spende il prestito ottenuto dalla Banca A e compra un’auto da Rossi, questi versa l’assegno

nella Banca B, che lo deve accettare come buono anche se sono soldi inventati dal nulla dalla Banca A.

Banca B iscrive quell’assegno come proprio debito verso Rossi (glielo deve), e chiederà alla Banca A di

onorarlo. Alla fine del gioco, a livello di sistema bancario, abbiamo un credito e un debito che si

annullano a vicenda: il prestito della Banca A è un credito del sistema bancario verso un cittadino che li

deve restituire, e il deposito di quegli stessi soldi nella Banca B sono un debito del sistema bancario

verso un altro cittadino che li deve avere. Il saldo va a zero. Si obietterà che quel credito va poi

ripagato, e i signoraggisti dicono che viene ripagato con “denaro vero”, mentre la banca se l’era inventato.

Sbagliato di nuovo e ciò appare evidente quando si considera cosa sia il pagamento di una rata di un

prestito/mutuo: Bianchi ripaga alla fine del mese 100 euro del suo prestito. Cosa accade? Semplice, 100

euro spariscono dal suo conto corrente, che è il suo attivo, ma spariscono contemporaneamente dal suo

debito verso la banca, che è il suo passivo. Pari. Va assolutamente capito questo: la banca si era

inventata numeri su un computer (il prestito a Bianchi) e si riprende indietro gli stessi numeri di

computer (la rata di Bianchi), Bianchi però ha in mano il bene concreto che ha acquistato (l’auto) e che

sta pagando col suo lavoro, cioè il lavoro di Bianchi non dà affatto “denaro vero” alla banca, lo dà alla sua

auto. La banca ha solo creato e cancellato numeri elettronici dai suoi conti e ha in mano, di extra, solo

gli interessi. Punto.



Ne consegue, e va ripetuto, che il Sig. Bianchi non lavorerà un anno per pagare la banca, lo farà per

pagare l’auto che gli rimane come bene tangibile. Non paga la banca che se ne sta lì a lucrare, paga

l’auto. La banca gli dà solo un ‘codice’ (denaro) per pagarla, da cui entrambi ricavano interessi (si legga su

questo il capitolo COS’E’ LA MONETA.). Infine, se fosse un privato a prestare a Bianchi i soldi che ha

guadagnato col lavoro reale, e non una banca che se li è inventati, nulla cambierebbe per Bianchi:

dovrebbe comunque lavorare un anno per ripagarlo e dargli gli interessi. E’ anche scontato che

l’immagine signoraggista della banca che non fa nulla e inventa denaro con cui si arricchisce è

fantasiosa. Sarebbe vera se i banchieri se ne stessero in spiaggia alle Maldive e pigiassero bottoni con cui

creano denaro per pagarsi lo yacht; ma nella realtà chi lavora in banca sgobba esattamente come tutti

noi, ogni giorno. Il loro stipendio si chiama interessi, il nostro paga mensile, nessuna differenza, se non

nella quantità, ma questo vale anche per il dentista e per l’operaio, ed è un altro discorso.



Talvolta poi, il denaro bancario è denaro nuovo che viene creato dalla BC se la richiesta dei cittadini

(contante + prestiti) supera le riserve disponibili delle banche commerciali. Dunque, per concludere, le

banche non possono mai direttamente creare denaro nuovo, e fra l’altro la riserva frazionaria in sé non

esiste. Essa fu un errore di teoria economica della fine degli anni ’60, che è rimasto per inerzia su

qualche libro di testo, ma che oggi è saldamente riconosciuto come pratica bancaria inesistente.



6) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che le BC, quando producono moneta di carta o elettronica, segnano quelle enormi

cifre come proprio passivo, mentre, dicono i signoraggisti, esse non lo sono, poiché quel denaro è costato quasi nulla alle

BC. In questo modo ci trufferebbero. Inoltre, dicono, il denaro prodotto dalle BC non sarà mai una passività come lo è per

il cittadino quando usa il denaro (cioè spende), poiché il cittadino deve sudare lavoro per emetterlo, mentre le BC pigiano

solo tasti. Sbagliato. Il denaro prodotto dalle BC è a tutti gli effetti un passivo, perché le stesse banche si

impegnano poi a riconoscerlo come valido ogni volta che gli torna indietro dai cittadini (ad esempio il

contante). Quindi per ogni centesimo che producono, devono riconoscerci lo stesso valore nel

momento in cui noi usiamo quel denaro per saldare i nostri bisogni. Cioè: ci danno carta straccia e

numeri elettronici, ma noi li ripaghiamo con la stessa carta straccia e numeri elettronici, e loro

l’accettano indietro. Sarebbe truffa vera se le BC producessero moneta e però pretendessero da noi il

saldo delle nostre spese non più con quella stessa moneta, ma in beni reali come case, bistecche, abiti,

metalli preziosi ecc. Infine, anche la seconda argomentazione è fasulla, perché, in virtù di quanto già

spiegato al punto 5), il cittadino non suda lavoro per emettere il suo denaro né per guadagnarlo, ma

solo per acquisire beni concreti. Il denaro è solo un ‘codice’ neutro che facilità quella acquisizione.



7) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che esiste una truffa delle BC che si inventano false passività emettendo denaro (si legga sopra), che poi trasferiscono a cascata (le passività) alle banche private che talvolta posseggono le BC. Questo per celare i profitti. Sbagliato. Non è possibile per le BC trasferire passività così come si trasferisce una cariola

di sabbia da casa mia a casa tua. Le banche private che partecipano nella BC vi hanno investito

pacchetti azionari, che non possono risentire per definizione degli eventuali debiti dell’istituto a cui

partecipano. E’ come il signor Bianchi che possiede azioni in Fiat: se la Fiat ha passività, il signor

Bianchi non può reclamarne un pezzetto. Inoltre i signoraggisti dimostrano di non aver capito nulla del

funzionamento delle riserve bancarie. In realtà quando la BC emette contante o moneta elettronica

(propria passività), essa trasferisce quel contante/m. elettronica nelle riserve delle banche, e tale

trasferimento sarà sia un attivo delle banche che un loro passivo, ma non accade un trasferimento di

sola passività a pioggia. Nel caso del contante, accade che quando la BC dà alla banca ad es. 1000 in

banconote, gli sottrae 1000 dalle sue riserve, conto pari; la banca poi dà i 1000 al cittadino che li ha

richiesti e glieli sottrae dal suo conto corrente. Ancora conto pari per la banca.



Sulla questione della proprietà privata delle BC, che è una realtà per molte di esse, Banca d’Italia inclusa,

è certamente giusto osservare che ciò contrasta col dettato costituzionale sia italiano che di altri Paesi,

ma il cosiddetto conflitto d’interessi che ne deriverebbe secondo i signoraggisti è immaginario, perché è

immaginario tutto il ‘complotto del signoraggio’. Ribadisco che le banche private che partecipano alla

proprietà di una BC vi investono pacchetti di azioni, o meglio quote, sulle quali ricevono utili pari a una

percentuale (6% o 10% ecc.) del valore di quel pacchetto originario, e non sul valore degli utili netti

della BC che variano di anno in anno e spesso crescono. Infine una percentuale molto alta (in media

dal 60% in su) degli utili netti della BC torna ogni anno nella casse dei ministeri del Tesoro per legge. Si

pensi che negli USA, meno dell ’1% degli utili lordi della FED viene pagato annualmente in profitti alle

banche private che la posseggono. In realtà il conflitto d’interessi esiste, ma non nel reame

immaginario del signoraggio, bensì nel trattamento di favore che poi le banche private avranno da parte

della BC in caso di crisi finanziaria, come si è visto scandalosamente nel corso della crisi 2008-2010, e in

decisioni di politica monetaria che favoriscono direttamente i banchieri.



8) Il ‘complotto del signoraggio’ afferma che la moneta emessa dalle BC è carta straccia o impulsi elettronici di nessun

valore, a fronte dei quali lo Stato emette titoli di debito che equivalgono a denaro reale. Sbagliato. I titoli di Stato

nello Stato a moneta sovrana sono altrettanto pezzi di carta di nessun valore, che il Tesoro si inventa a

costo zero esattamente come fa la BC con banconote e moneta elettronica, e che non deve ripagare

praticamente mai, né li devono ripagare i cittadini (come si è visto quei titoli di Stato saranno il

risparmio dei cittadini). Per cui il bratto è carta straccia per carta altrettanto straccia, e non, come

immaginano i signoraggisti fantasiosamente, carta straccia per denaro vero.

http://it-it.facebook.com/notes/libero- ... 076?ref=nf
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 31 ott 2011, 17:01

quando avrai un dubbio su dio quoterai la bibbia?
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Francesco Fata
Messaggi: 894
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Francesco Fata » 31 ott 2011, 18:10

No,.....e....che si è fatto 'na bbira de troppo oggi!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

mr.spyder
Messaggi: 2429
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda mr.spyder » 31 ott 2011, 18:16

sandropascucci ha scritto:quando avrai un dubbio su dio quoterai la bibbia?

perché c'è un nesso tra i due?...no. quindi perché dovrei farlo?...semmai comprerò uno specchio...
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 23 nov 2011, 12:22

http://domenicods.wordpress.com/2011/11 ... omment-926

>
>
a barnard non si risponde non perché non c'è da dire ma perché ce n'è TROPPO. E' come discutere con chi crede a dio o a babbo natale.. nun jaafai! E non facendolo sembrerebbe che andare in giro a pregare una nuvola bianca e/o a scrivere letterine vicino al camino sia giusto..

Quindi capisco il De Simone e il tedio che ha dovuto affrontare-per..

a me De Simone piaceva, ne ri-pubblicavo i libri [da lui esposti in modo gratuiti - PDF- che sono ancora online sul mio sito], poi non è piaciuto più per le "compagnie" che frequentava [vedi quelli delle monete complementari e l'altro giorno con grillO], poi l'ho visto in compagnia dell'ottimo Borruso e mi sono un po' ricreduto.. insomma.. un pò sì e un pò no..

oggi è SI'. :)
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Sandro Franchini » 6 gen 2012, 22:11

Un economista relatore del summit MMT organizzato da Barnard sarà Marshall Auerback.
Di lui trovo:

http://www.economonitor.com/blog/author/mauerback/

Traduco con google il trafiletto:
Marshall Auerback ha 27 anni di esperienza nel settore della gestione degli investimenti, che servono come stratega portafoglio globale di RAB Capital Plc, una sede nel Regno Unito gruppo di gestione del fondo con 2 miliardi dollari in gestione, dal 2003. E 'anche co-gestore del Fondo Oro RAB. Egli funge da consulente economico di PIMCO, il più grande del mondo fondo obbligazionario del gruppo di gestione, e come borsista degli economisti per la pace e la sicurezza.

cerco allora RAB Capital e trovo:
Norman Lamont, Baron Lamont of Lerwick
http://en.wikipedia.org/wiki/Norman_Lamont,_Baron_Lamont_of_Lerwick

Traduco sempre con Google
Norman Lamont Hughson Stewart, Barone Lamont di Lerwick, PC (nato l'8 maggio 1942) è un politico britannico ed ex deputato conservatore per Kingston-upon-Thames. Egli è più noto per il suo periodo di servizio come Cancelliere dello Scacchiere, dal 1990 fino al 1993. E 'stato creato un pari vita nel 1998.

Prima di entrare in Parlamento ha lavorato per NM Rothschild & Sons, la banca d'investimento, e divenne

direttore della Gestione Rothschild Asset [2].

Lamont attualmente, oltre al suo ruolo di un peer di lavoro, è un regista e di un consulente per diverse aziende del settore finanziario.
Lui è un direttore della società di hedge fund

RAB Capital,

Balli Group plc (casa di commercio di materie prime), ed è un consulente di Rotch Property Group. E 'anche direttore di un certo numero di fondi di investimento. Nel dicembre 2008 entra a far parte del consiglio di Phorm, una società di pubblicità online comportamentale, [3] ed è un direttore non esecutivo di Balli Group PLC e il presidente onorario della Camera di Commercio britannica rumeno, e presidente della Camera britannica iraniano di Commercio. [4]


PIMCO:
http://it.wikipedia.org/wiki/PIMCO
Pacific Investment Management Company, LLC (comunemente Chiamata PIMCO), e un'azienda di Gestione Globale degli Investimenti fondata NEL 1971 uno con sede a Newport Beach, California.
PIMCO e guidata Dal Co-Fondatore William H. Gross, (comunemente noto venire Bill Gross), Che servire venire Co-Chief Investment Officer, e Mohamed A. El-Erian, l'altro Co-Chief Investment Amministratore Delegato dell'Azienda nonche . La Società gestisce circa 70 Fondi Comuni (fondo comune di investimento) e DiChiara, NEL Suo sito, di gestire nel Complesso delle Nazioni Unite nel 2011 patrimonio di 925 miliardi di euro.
Lordo TRA L'altro Guida il Fondo Total Return, il Più grande fondo Comune del mondo (240,7 miliardi di Dollari), almeno sino al 2010. [Senza fonte]
NEL 2000, PIMCO e Stata acquisita da Allianz SE, Una grande Società di Servizi Finanziari con sede in Germania, ma l'azienda continua ad operare venire Struttura autonoma RISPETTO ad Allianz.

Bill Gross:
http://en.wikipedia.org/wiki/Bill_Gross
Gross è nato a Middletown, Ohio, figlio di Shirley, una casalinga, e Sewell M. Gross, un responsabile vendite per AK Steel Holding. [2] [3] È stato alzato un presbiteriano. [4] La sua famiglia si trasferì a San Francisco nel 1954. [3] lordo è laureato alla Duke University nel 1966 con una laurea in psicologia. [5] al duca è entrato a far Phi Kappa Psi. [6] Ha poi servito nella Marina Militare e ha conseguito un MBA presso la UCLA Anderson School of gestione nel 1971. Lordo brevemente giocato professionalmente blackjack a Las Vegas, e ha detto che vale molti dei suoi metodi di gioco per la diffusione del rischio e calcolo delle probabilità alle sue decisioni di investimento. Nel 1990 ha scritto due popolari-mercato dei libri sugli investimenti, Bill Gross Investire e tutto quello che hai sentito parlare Investire è sbagliato.
Lordo gestisce uno dei più grandi fondi comuni di investimento al mondo, concentrandosi soprattutto sulle obbligazioni. Chiamato "investitore in obbligazioni più importanti della nazione" dal New York Times [7], ha co-fondato Pacific Investment Management (PIMCO) e attualmente gestisce fondo Total Return di PIMCO (fondo più grande del mondo obbligazionario e il quinto più grande fondo comune di investimento) e parecchi più piccoli quelle. [8]
Nel settembre 2008, tenendo grandi posizioni in obbligazioni ipotecarie agenzia sostenuto di Fannie Mae e Freddie Mac, Gross fruttato 1,7 miliardi di dollari dopo l'acquisizione federale di Fannie Mae e Freddie Mac [9] per la quale aveva fatto pressioni [citazione necessaria].
Secondo Forbes, nel 2011, egli è la persona più ricca del mondo 564, con un patrimonio netto di $ 2,1 miliardi. [10]

ANDIAMO BENE!

ivanopino
Messaggi: 1412
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda ivanopino » 7 gen 2012, 11:02

barnard...il pupazzetto dei banchieri
Ivano Pino

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 28 feb 2012, 19:22

Buona sera a tutti sono nuovo del forum, non sono ne un infiltrato ne un fake, ad ogni modo condivido in pieno le critiche mosse verso MMT e Barnard (oltre ai fanatici dei suoi seguaci) da parte di Sandro Pascucci che trovo GIUSTISSIME per una serie di ragioni, ho anche avuto modo di conoscerli sul loro gruppo facebook, quindi so come si comportano e per quale motivo attualmente riescono a mietere così tanti seguaci, attirati da soluzioni tanto comode quanto insensate. E' proprio questa la loro forza, chi è disperato (ma non per forza tale) VUOLE credere che la spesa a deficit illimitata sia fattibile.

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 28 feb 2012, 19:27

né e non ne
"né questo né quello"

grazie del contributo
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 28 feb 2012, 20:30

prego, linko anche questo articolo per ulteriori riflessioni in proposito http://www.sollevazione.blogspot.com/20 ... a-mmt.html

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 28 feb 2012, 20:45

Inoltre pongo una domanda: perchè al loro stesso summit di Rimini un loro invitato parla male della sacra spesa a deficit pre-euro? (al minuto 10) Ma non dovrebbe essere la panacea di tutti i mali con uno stato a moneta ancora sovrana? http://www.youtube.com/watch?v=6e23Gaz-Jb4 Forse non sapeva di essere finito nella "tana del lupo" anche se penso che sia passata inosservata tale incoerenza, pur giustificabile con una scusa qualsiasi, che non faticano a procurarsi, i Barnardiani....

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 28 feb 2012, 20:50

sì.. ce lo chiediamo anche qui: viewtopic.php?p=37809#p37809
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 28 feb 2012, 23:53

immaginavo fosse uno dei pochi "barlumi di ragione" la dentro, poveri schiavi disperati davvero, peccato che non se ne rendano conto...

Luca Mencaroni
Messaggi: 785
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Luca Mencaroni » 29 feb 2012, 15:42

Testo1988 ha scritto:prego, linko anche questo articolo per ulteriori riflessioni in proposito http://www.sollevazione.blogspot.com/20 ... a-mmt.html
circa un mese fa ho parlato personalmente con M.Pasquinelli (l'autore di questo articolo) e, dopo avergli fatto constatare che TUTTA LA MONETA VIENE CREATA COME UN DEBITO ( e già questo dovrebbe bastare ad una persona mediamente intelligente e non autolesionista per capire COSA NON VA... ), mi ha risposto dicendo che, una volta riconquistata la sovranità monetaria (che vorrà dire!?..), lo Stato deve emettere moneta a debito altrimenti non saprebbe come controllarla/gestirla...

personaggi così...la libertà dell'essere umano non sanno nemmeno dove sta di casa..
Luca Mencaroni - Perugia

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 29 feb 2012, 17:57

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Distruttore, o schiavo modello?

sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda sandropascucci » 29 feb 2012, 18:06

devi capire che ora sono (si sentono) intoccabili, unti dal signore (rossi)
ogni tentativo di dialogo era già inutile prima, ora è solo deleterio per te stesso che ci perdi tempo.
ma questo non vuol dire che non puoi divertirticisivimi..

tra un mese saranno la metà e questa estate uscirà una nuova farsa..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 29 feb 2012, 18:39

Non so se sarà così rapido il loro declino, vista la demenza italiana. Belle le cartoline del summit.

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 29 feb 2012, 18:58

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Andranno in Grecia con Rossi

Avatar utente
Testo1988
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 feb 2012, 1:16
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: "Il più grande crimine" di Paolo Barnard

Messaggioda Testo1988 » 3 mar 2012, 22:31

Sandro Pascucci, quante risate che mi sto facendo leggendo le perle della MMT che riporti e commenti, sei anche su facebook? Se si ti chiedo l'amicizia.


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".