dubbi sul signoraggio

Tutto quello che hai da dire sul signoraggio..
ps: tu parleresti mai seriamente con un tizio che indossa un passamontagna? Ecco perché devi essere iscritto al Forum per.. (no piangina, tnks)
Avatar utente
Marco Lerda

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Marco Lerda » 14 nov 2010, 12:59

1) oro perché segue le leggi di mercato ed ha un indubbio valore ad oggi. Se si scoprisse un procedimento che trasforma il piombo in oro, perderebbe sicuramente valore
2) titoli di debito perché a fronte di quelli qualcuno ti deve qualcosa
3) ipoteche perché gli immobili su cui sono poggiate hanno un indubbo valore

Non so come speigarlo meglio. Mi sembra ovvio che queste 3 cose hanno valore.

Avatar utente
sergioloy

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda sergioloy » 14 nov 2010, 13:29

non hai detto nulla che non sapessi, ma comunque vedila da un punto di vista più filosofico. hanno valore in quanto s'è deciso così,
l'oro non ha nessuna caratteristica che lo rende di valore, se non la rarità. ma anche qui, per convenzione, per una decisione umana.
di per sé non ti sazi né respiri grazie all'oro. ad ogni modo, la storia insegna, dunque leggiti un po' come avvenivano le transazioni tempo fa,
e nessuno metteva in dubbio la cosa, in quanto era una convenzione (come ad esempio le sigarette in carcere).

comunque, ha ragione alessandro, stammi bene.

Avatar utente
Marco Lerda

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Marco Lerda » 14 nov 2010, 15:12

E' il metallo che ha caratteristiche chimico-fisiche migliori quindi oggettivamente ha valore, la rarità accresce ulteriormente questo valore.
Le sigarette in carcere non hanno un valore simbolico ma un valore reale, siccome con il denaro non puoi fare nulla (non ci sono negozi), invece le sigarette le puoi fumare.
Non mi hai detto nulla riguardo ai debiti e alle ipoteche che sono la maggioranza delle contropartite della moneta emessa.

Valentino
Messaggi: 229
Iscritto il: 6 ago 2009, 0:12
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: costruzione di tamburi in legno(di agave) o ceramica ,legatura dei tamburi,riproduzioni musicali (tamburo e voce)di opere folkloristiche della lucania e della sicilia del 1800/1900,pagamento quota
Località: monaco di baviera

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Valentino » 14 nov 2010, 20:07

le sigarette hanno un valore solo per chi fuma e chi non ha mai imparato a farne a meno quindi schiavo allo stato semplice
in carcere(ma ci sei mai stato per parlare di carcere tu?)conta il rispetto e il valore che dai alla parola data
se sei un uomo di merda campi due minuti e mangi simile

l oro e la stessa cosa
a prescindere che il suo valore e gonfiato virtualmente
il suo valore lo ha in alcuni campi in altri ci sono altri metalli/minerali che hanno proprieta ben migliori dell oro

quindi l oro come le sigarette vale solo per chi non ne puo fare a meno di farsi intortare che cio sia necessario
ASSOLUTAMENTE NECESSARIO(anzi mo mi faccio una pagliuzza d or...no famo de tabacco va)
valentino longhitano

Valentino
Messaggi: 229
Iscritto il: 6 ago 2009, 0:12
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: costruzione di tamburi in legno(di agave) o ceramica ,legatura dei tamburi,riproduzioni musicali (tamburo e voce)di opere folkloristiche della lucania e della sicilia del 1800/1900,pagamento quota
Località: monaco di baviera

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Valentino » 14 nov 2010, 20:10

a proposito
non e per niente raro
non e davanti casa tua
ma l oro non e raro

e quindi come per le sigarette
solo a chi serve a tutti i costi adesso e subito il mercato propone un furto
ti da cio che tu lambisci ma a costi che tu non puoi permettere
ne tu ne i tuoi figli e nipoti
e li che sta la truffa
farti sapere che
e raro
ne hai bisogno
ne sei dipendente
valentino longhitano

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13568
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda sandropascucci » 14 nov 2010, 22:44

> E' il metallo che ha caratteristiche chimico-fisiche migliori quindi oggettivamente ha valore, la rarità accresce ulteriormente questo valore.

"migliori" de-che? gente usava le conchiglie o i bastoncini segnati o le cortecce d'albero.. migliori de-che?
perché non il platino, allora? o i diamanti? ma ancora parliamo di oro?? questo vuol dire che non VUOI capire.

non vuoi, non "non puoi". cos'è tuo fratello non ti parlava più e tu hai detto: "ora gli demolisco i suoi nuovi amichetti così torna a fare il fratellino buono" ??

continui a dire cazzate. chi parla di oro è uno stupido. punto. come come? non è corretto esprimersi così in uno scambio di opinioni? ma non è corretto parlare di ORO nel 2010 in un discorso di economia, piuttosto! è come parlare della supremazia dell'uomo sulla donna perché "l'uomo è più forte". identica cosa. una puttanata. identica.

> Le sigarette in carcere non hanno un valore simbolico ma un valore reale, siccome con il denaro non puoi fare nulla (non ci sono negozi), invece le sigarette le puoi fumare.

hai visto troppi film. le sigarette in carcere non valgono un cazzo. te le compri come e quando vuoi e al prezzo poco superiore che al tabacchino.

> Non mi hai detto nulla riguardo ai debiti e alle ipoteche che sono la maggioranza delle contropartite della moneta emessa.

e ritorni a parlare di moneta-debito senza LEGGERTI.

andiamo avanti..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Valerio Raiola

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Valerio Raiola » 15 nov 2010, 18:35

Ciao Marco, se non sbaglio sei il fratello di Michele, presente alla conferenza di Busca.
Secondo me eri distratto alla conferenza perchè continui a giustificare la moneta-debito. Eppure nessuna contestazione alla fine della conferenza a parte il dogma del lavoro: "Se tutti avessero il reddito di cittadinanza, nessuno andrebbe a lavorare." Poi all'improvviso vieni sul forum e inizi a scrivere senza prima aver letto la folta documentazione sul signoraggio. Ok ci vuole del tempo. Ma iniziare a scrivere così affrettatamente, è da....non mi viene il termine. Prima di parlare pensa, o meglio prima di scrivere.

Avatar utente
Christian Tambasco

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Christian Tambasco » 16 nov 2010, 8:28

Al signor Marco non interessa minimamente far luce sul signoraggio, vero o non vero a lui non interessa. E' più intento a dimostrare al fratello che è il caso di mollarla questa battaglia perché molto probabilmente, a suo pensare, non gli porterà nulla di buono

Di questi signori ne è piena la storia, hanno sempre costituito le resistenze passive che hanno rallentato l'evoluzione in consapevolezza, in coscienza, dell'essere umano

di quelli che non toccati direttamente da determinati atti o fatti se ne sbattono e fanno il loro compitino pur di vivere la propria esistenza per breve che possa essere

di quelli che al tempo degli egizi, dei romani, dei greci o delle successive e più recenti società mercantili, non si impicciavano della schiavitù (non erano loro ad essere fatti e trattati come schiavi) e se qualcuno gli faceva notare che c'era una battaglia da combattere, si sarebbero sbracciati a citare aristotele o uno o più giusristi/filosofi/sociologi/antropologi/etnologi del tempo quale giustificativo di tale sistema

di quelli che al tempo in cui la donna era considerata un essere inferiore avrebbero citato gli studi di quegli scienziati intenti a dare scientificità a quell'assurdità attraverso la misurazione del cervello (ricordo che è roba del '900 non del medioevo), certo lui NON E' una donna

di quelli che abbracciano pienamente il "è giusto ciò che conviene" figli rappresentativi della società contemporanea

di quelli che giustificano che uno strumento che libera dai debiti pubblici e privati nasca come...debito (cioè della stessa fattispecie da cui dovrebbe liberare)

d'altronde lo ha detto lui stesso quando gli è stato prospettato uno scenario ideale di partenza in cui lo Stato potesse scegliere tra ricorrere a un debito o emettere moneta proprietà in un tempo 0, per lui è la stessa cosa e non avrebbe problemi a ricorrere al debito con i banchieri privati

qui la discussione/confronto finisce lui ha votato il banchiere privato.

Non ha minimamente considerato la questione sotto il profilo politico, giuridico e sociale ovvero l'impatto su queste realtà di una gestione monetaria in mano privata tant'è che ha dovuto ignorare l'osservazione di Alessandro circa il condizionamento degli investimenti di una società e della società TUTTA che questa situazione comporta

vuole essere scientifico, ma esclude l'osservazione (primo elemento di chi vuole approcciare con metodo scientifico)

Il signor Marco se ne sbatte del signoraggio e se sia più o meno giusto, il signor Marco lo si fornisce di un contesto dato e lui tira avanti lo metti su una ruota e lui comincia a correre, questo trova questo fa

l'unico elemento di disturbo è arrivato dal fratellino che è incappato in una di quelle problematiche a cui si sente di dare un perché del suo disinteresse

per me stai bene così, personalmente ti consiglio di lasciar perdere e tornare sulla tua ruota non stai facendo un figurone

non aggiungerò altro ho già buttato troppo del mio tempo per chi è manifestatamente dall'altra parte della barricata

(che poi, tra i culi toccati c'è pure il tuo è che non lo vuoi sapere e finché lo ritieni indolore passi...)

Francesco Fata
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda Francesco Fata » 16 nov 2010, 11:05

Marco, come dice Sandro, siamo utopisti.
Quindi voglio provarci anch'io:
viewtopic.php?f=9&t=1311

mo'....vedi tu!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

mr.spyder
Messaggi: 2442
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: dubbi sul signoraggio

Messaggioda mr.spyder » 17 nov 2010, 18:54

x michele:
anche io non riesco a far capire il signoraggio a mio fratello...forse perché lui è troppo intelligente!
io non conosco termini abbastanza comprensibili per essere matematicamente certo di aver raggiunto il suo grado di evoluzione mentale....e quindi ho rinunciato.

...però...che strano,....pur non essendo un ginecologo sono riuscito a fargli capire che
è meglio la retta via che la via del retto©

...a volte la vita è così.

viewtopic.php?p=21169#p21169
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.


Torna a “Libero scambio di opinioni sul SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".