COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare #covid-manipolazione-dati.primit.it

COLPO DI STATO IN ITALIA: GOVERNISSIMO DI INCAPACI ESCLUDE IL PARLAMENTO DEMOCRATICO AUTOCONFERENDOSI PIENI POTERI PER LA COSIDETTA EMERGENZA COVID-19 FINO AL 2021* http://covid.primit.it
*[vedremo solo a fine luglio se, e quanto, l'intervento del presidente Mattarella (del 21mag2020) risulterà essere stato veramente bloccante o un edulcorato rimando]
sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

FAKE~PHOTO: una foto mente più di 1000 parole

Messaggioda sandropascucci » 10 mag 2020, 9:45

PURTROPPO HO TARDATO A COMPLETARE L'ARTICOLO, NEL FRATTEMPO HANNO AGGIORNATO LA PUBBLICAZIONE, CON FOTO "VERE".

FORSE LO RIPRENDERO' PIU' IN LA', PERCHE' C'E' ANCORA DA DISCUTERE SULLE DATE DI PUBBLICAZIONE E INOLTRE SONO FIDUCIOSO CHE NON SAPRANNO CAMBIARE MODUS OPERANDI, PER CUI OFFRIRANNO NUOVI SPUNTI IN FUTURO.

DOVRO' AGIRE PIU' CELERMENTE, QUESTO SI'.

P

R

I

M

I

T

[>>]

FAKE~PHOTO: una immagine mente più di 1000 parole
[di sandropascucci: 10052020 : signoraggio.com - primit.it]

Se una immagine dice più di 1.000 parole allora una foto falsa mente più di 1.000 parole.
Si usa il titolo di un articolo per condensare l'argomento ivi trattato.
Questo nella teorica accademica modalità di scrittura.

Nella realtà, oggi come oggi, il titolo serve per accalappiare lettori, ossia click sul pezzo pubblicato, ergo soldi. Perché?
Perché più click = più pubblicità = più soldi.

E' l'immagine, oggi come oggi, a far da esca, nel variopinto mondo-vetrina del WEB. Esattamente come l'immagine di copertina di un articolo da scaffale di supermercato. Salvo un fatto: lì ce lo scrivono che "l'immagine è puramente indicativa" (questo fino a qualche tempo fa: ora qualche avvocato avrà suggerito la più asettica: "l'immagine riproduce un suggerimento del prodotto").

E perché? Perché questa attenzione legale ad una semplice foto stampata su una scatola? Perché qualcuno avrà fatto loro causa (o pensano ci sia una forte possibilità che accada) in tribunale. Una denuncia verso chi ha provato a vendere una pizza congelata con una foto accattivante da chi poi se l'è vista uscire dal forno di casa come una merda di vacca fumante (la merda non la vacca), e questo nonostante aver seguito tutte le fasi istruttive sulla scatola riportate, prima tra tutte "togliere il prodotto dal cartone" e il mai sottovalutante "togliere la pellicola di plastica protettiva" (che devo sinceramente dire ho scoperto da poco, con discreto miglioramento delle cene del sabato sera).

Oggi come oggi devi tutelarti da tutto, perché il CONSUMATORE si è fatto figlio di puttana. Un po' come il vino DOC: ora c'è il famoso consumatore-FDP.

Infatti, se esco da un parcheggio provocando un incidente..
..perché la vettura che [presso la mia] sopraggiungeva, l'ho creduta lontana, più lontana di quello che poi la botta e gli schizzi di sangue mi hanno convinto [veramente convinto] che in effetti era prossima al mio sportello e non, invece, così lontana, così lontana perché la vedevo così piccola nello specchietto esterno..
..ebbene: io consumatore-FDP ti faccio causa!

A meno che tu non scriva, sullo specchietto retrovisore: "gli oggetti nello specchio sono più vicini di quanto appaiano" (objects in mirror are closer than they appear)**.

Quindi l'uso di una immagine è già sottoposta ad avvertenze e certificazioni e dichiarazioni ufficiali. Dai film al cibo, ovvero tutto ciò "che buttiamo dentro", dentro la testa, dentro lo stomaco. Perché inserire cose dentro è pericoloso, se fatto con superficialità.

Allora perché, di grazia, un quotidiano può scrivere (pubblicare) er cazzo che vuole e nel modo che vuole?
Senza avvertenze, senza responsabilità, di fatto manipolando il consumatore del momento, alias IL LETTORE?

Oggi-come-oggi in testa al corpo dell'articolo inseriscono il TEMPO DI LETTURA. Come dire: occhio che stai impegnando 1 o 2 o anche 3 minuti della tua vita semmai vorrai sobbarcarti questo specifico pezzo giornalistico.. come per le ricette "tempo di preparazione 10 minuti". E' un modo per TRANQUILLIZZARE il lettore, che così potrà impegnarsi all'arduo compito di leggere, se ha 3 minuti da star lontano da.. cosa? Da altre cazzate pubblicate, ovvio. Vieni qui, Vieni da me, solo 3 minuti, no, vieni di qua, il mio pezzo solo 2 minuti e 40 secondi (ci sono anche i secondi in effetti!). Avranno paura che se un lettore viene colto da ictus possa poi denunciarli perché non messo in guardia dell'impegno psicofisico che la lettura dell'articolo pretendeva. Impegno "quantitativo", non "qualitativo", ossia: un articolo breve pieno di cazzate non produrrà mai reclami di rimborso, purtroppo.


IL CASO [barrato]fake news
FAKE~PHOTO.

photofake001-repubblica-mondello.PNG

Questa la foto, la doppia foto, di richiamo sul noto giornale La Repubblica.

E' una doppia foto molto manipolatrice, perché vuol contrapporre, ancor prima che il lettore legga una sola parola, dei concetti morali di bassa levatura, dei campanilismi inutili, specie in questo momento di sofferenza COLLETTIVA, indipendente da latitudini e zone specifiche. Da una occhiata immediata (da qui il termine "occhiata") si evince che:

a Palermo c'è la GNOCCA, ribelle alle regole, allegramente menefreghista mentre a Genova c'è la giusta TRISTEZZA, tristezza che il Sistema vuole, pretende dalla cittadinanza tutta [e poi vedremo e capiremo il perché], con due individui - non identificati/identificabili - alla giusta distanza, ligi alle REGOLE, UBBIDIENTI, come rimarca il titolo truffaldino (e vedremo perché truffaldino).

La GNOCCA, specie in un Paese che invecchia sempre più e dato che il target di un giornale, seppur online, non sono certo i ragazzetti (sì, donne e uomini di domani.. ma di domani.. non di oggi) ma sono i più maturi benpensanti.. la gnocca, dicevamo, fa sempre un po' rabbia (come l'irraggiungibile uva all'incapace volpe, per capirci) ed è ovvio come occorra, da parte dei giornalettari, ricorrere ad una manipolazione fin dal primo approccio della "lettura", in modo da fomentare un giusto (per il Sistema) livello di ODIO. Non importa l'obbiettivo dell'odio, l'importante è schiumare. E vedremo perché. In questo caso c'è una foto (falsa, come vedremo) con della gnocca in primo piano. Perché non c'è una foto anonima, da lontano, non meglio definita o meglio impersonale? Perché non c'è una foto professionale? Perché non c'è una foto ATTUALE, neanche nel corpo dell'articolo, come vedremo?

La scenetta sulla destra, con tanto di nastro rosso e bianco (già da solo bastevole ad allarmare il lettore, sembra la scena di un delitto o di un incidente!) richiama uno stato di tristezza, di annichilimento, di RESA. Davvero in tutta la meravigliosa costa ligure NON C'E' uno stracazzo tratto di spiaggia con 4 ragazzi che ivi giocano e sorridono?

continua..

__________________________________________________________________
*Fonte: Toy Story 2*, che si rifa' a Jurassic Park, e siamo già ad un altissimo livello scientifico accademico rispetto a quanto ci dicono gli espertoni della task force medica che ha ingabbiando l'Italia.

Toy-story-2-31.jpg

[^]

F

O

R

U

M



attenzione: nota del 11.05.2020
in fase di stesura di questo pezzo scopro che:
photofake004-repubblica-mondello.PNG
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

LA FOTO SUI NAVIGLI È FALSA! CI ACCUSANO PER RIMETTERCI PRESTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI - Fusaro

Messaggioda sandropascucci » 12 mag 2020, 9:37

Codice: Seleziona tutto

da: https://www.youtube.com/watch?v=IScNf8EeDI4




Correlati:

https://www.lantidiplomatico.it/dettnew ... /82_34816/

https://www.lantidiplomatico.it/dettnew ... /82_34796/

Immagine
046dcd9ea0fe654c2284378a1d10e024.jpg
046dcd9ea0fe654c2284378a1d10e024.jpg (26.43 KiB) Visto 2984 volte


Immagine

Immagine
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Il video con la folla ai Navigli è falsato. Ecco la verità nel filmato di un residente

Messaggioda sandropascucci » 14 mag 2020, 18:51

Il video con la folla ai Navigli è falsato. Ecco la verità nel filmato di un residente

https://www.tpi.it/cronaca/coronavirus- ... 512601058/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare #covid-manipolazione-dati.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 17 mag 2020, 9:13

>

Codice: Seleziona tutto

da: https://corrieredellumbria.corr.it/news/perugia/1612490/umbria-ministero-salute-rt-claudio-dario-osservazione-cluster-coronavirus-.html


Coronavirus, Umbria sotto osservazione per l'Rt a 1,23
16.05.2020 - 23:03

In Umbria, secondo il report del ministero della salute,“la classificazione settimanale dell’Rt è passata da bassa a moderata per un aumento nel numero di casi e un Rt maggiore di 1, ma in un contesto ancora con una ridotta numerosità di casi segnalati e che, dunque, non desta una particolare allerta”. Il dato sulla velocità di trasmissione del virus, è emerso dalle “pagelle” che il ministero ha dato alle regioni in virtù dell’analisi dei 21 parametri individuati dall’ISS. A spiegare il perché l’Umbria abbia un Rt a 1,23 è il direttore regionale alla sanità, Claudio Dario: “Questo dato, che è stato calcolato sulla settimana precedente, risente dei casi positivi che abbiamo riscontrato a Terni in ospedale grazie allo screening a tappeto, ma l’Rt è poco attendibile quando non siamo in una situazione epidemica di incremento, come siamo noi. E questo perché, lo stesso incremento di una unità in mezzo alla pandemia lombarda non modifica niente, dove ce n’è uno solo invece, il secondo è il raddoppio e questo fa crescere il parametro. Il monitoraggio del ministero mette insieme una serie di indicatori che devono essere valutati insieme e in modo integrato, quindi un singolo dato non è significativo in una fase non epidemica come questa. Essendo noi in una fase a bassa prevalenza, il singolo dato ha poco significato, va letto in un panel complessivo così come il ministero ha previsto per avere il monitoraggio degli andamenti”. E il panel complessivo umbro, spiega il direttore Dario, è molto più che il suo Rt: “ Nella stessa tabella in cui si dice che la nostra situazione è in evoluzione e c’è rischio moderato, che è comunque dovuto al cluster ternano che abbiamo messo sotto controllo, ci sono altri parametri che vanno considerati. Quindi che vengano messe insieme Lombardia e Umbria è assurdo. E per carpirlo, basta guardare l’indicatore dell’incidenza settimanale per 100 mila abitanti: la Lombardia ha 37.11, mentre l’Umbria ha 2.72. Questo è quello che deve essere messo in evidenza”. E di fatti, l’incidenza settimanale ogni 100 mila abitanti per l’Umbria, nella tabella viene definita “bassa”. Mentre per quanto riguarda la classe di indicatori raggruppati nella dicitura “resilienza dei servizi sanitari territoriali”, in Umbria ci sono 0 allerte segnalate.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Coronavirus, Umbria sotto osservazione per l'Rt a 1,23

Messaggioda sandropascucci » 17 mag 2020, 9:49

2020 covid rt 001.png
2020 covid rt 001.png (41.28 KiB) Visto 4310 volte
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Luca Mencaroni
Messaggi: 801
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: [DOSSIER COVID19] Coronavirus

Messaggioda Luca Mencaroni » 17 mag 2020, 20:04

Nun te ce vojono armannà a casa :? :lol:
Luca Mencaroni - Perugia

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Coronavirus, Umbria sotto osservazione per l'Rt a 1,23

Messaggioda sandropascucci » 18 mag 2020, 14:59

sandropascucci ha scritto:
2020 covid rt 001.png



da: https://tuttoggi.info/coronavirus-listi ... ia/576618/

Coronavirus, l’Istituto superiore sanità aggiusta il tiro sull’Umbria
Dopo il dossier contestato, gli esperti: i casi di contagio restano contenuti e si useranno anche altri parametri

Redazione |Dom, 17/05/2020 - 20:01

Coronavirus, l’Istituto superiore sanità aggiusta il tiro sull’Umbria

Al termine di una domenica di polemiche, dopo la pubblicazione del dossier in cui Ministero della Salute e Istituto superiore di sanità collocano l’Umbria tra le regioni a maggior rischio Coronavirus a causa dell’indice Rt calcolato nella settimana dal 4 al 10 maggio, lo stesso Iss aggiusta il tiro.

Gli esperti dell’Istituto superiore di sanità chiariscono infatti che in Umbria e Molise la situazione dei contagi è contenuta. E che comunque il monitoraggio dal quale da lunedì, con la riapertura di molte attività, potrebbero arrivare misure restrittive per alcune zone, terrà conto anche di altri parametri.

La governatrice dell’Umbria, Donatella Tesei, aveva scritto al Ministero chiedendo la revisione dei parametri del monitoraggio perché quelli utilizzati per il dossier pubblicato sabato sera finiscono per penalizzare le regioni dove i casi di contagio sono stati sempre molto contenuti.

L’Istituto superiore di sanità ha confermato che l’indice Rt non sarà il solo utilizzato per il monitoraggio quotidiano del Ministero della Salute. Il presidente Giuseppe Conte aveva parlato di un monitoraggio molto sofisticato.

La nota dell’Istituto superiore di sanità
In una nota, dunque, l’Istituto Superiore di Sanità precisa:

“Relativamente ai valori di Rt in regioni come Umbria e Molise, che restano aree del Paese a bassa incidenza di infezioni da Covid-19, anche piccole oscillazioni nei numeri, dovute verosimilmente ad un aumento dei tamponi eseguiti, possono comportare variazioni in singoli parametri particolarmente sensibili quali appunto l’Rt. Tali variazioni possono, paradossalmente, essere la conseguenza di un miglioramento della copertura dei sistemi di sorveglianza e pertanto segnalano la capacità dei Sistemi Sanitari Regionali di intercettare i casi e di adottare le misure adeguate per limitare la trasmissione del contagio.In particolare, quando il numero di casi è molto piccolo, alcune regioni possono andare temporaneamente sopra soglia (Rt maggiore di 1) a causa di piccoli focolai locali che finiscono per incidere sul totale regionale, senza che questo rappresenti un elemento preoccupante. In questo senso vanno lette le informazioni ed eventuali situazioni analoghe che potrebbero verificarsi nelle prossime settimane in altri contesti regionali. Pertanto, il movimento di un singolo indicatore è un segnale che va interpretato con cautela in regioni comunque caratterizzate da un basso numero complessivo di casi. I dati riportati, perciò, non possono e non debbono essere interpretati come una pagella e soprattutto vanno letti nel loro insieme come una fotografia della situazione e della capacità di risposta. Il modello di monitoraggio e valutazione del rischio COVID-19 in Fase 2 si basa su una serie di indicatori in grado di rilevare con elevata sensibilità modificazioni sia pur piccole negli andamenti epidemiologici nonché il livello di resilienza dei sistemi sanitari delle diverse regioni italiane. Si tratta di uno strumento importante, in quanto è necessario garantire la sicurezza dei cittadini in questa necessaria fase di rilancio delle attività economiche del Paese”.

(aggiornato alle ore 9 del 18 maggio)


::
TRADOTTO:

non capiamo un cazzo, nella foga di far apparire tutto una fogna abbiamo preso una cantonata perché non capiamo un cazzo (come già detto) ma ora, non potendo dire che non capiamo un cazzo dobbiamo arrampicarci sugli specchi per le puttanate dette al mondo intero
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [DOSSIER COVID19] Coronavirus

Messaggioda sandropascucci » 20 mag 2020, 7:49

Codice: Seleziona tutto

da: https://www.perugiatoday.it/cronaca/coronavirus-umbria-mappa-contagio-19-maggio-2020-casi-positivi-guariti-decessi-ricoveri-terapia-intensiva-comuni-ospedali.html


> Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

Una correzione rispetto al bollettino mattutino della Regione anche nel numero dei deceduti, che da 74 nella 'dashboard' scende di nuovo a 73 (lo stesso di ieri): ad essere inizialmente considerato ed evidentemente poi scorporato dal conteggio dovrebbe essere il decesso di un paziente originario di Città di Castello, morto però all'ospedale di Siena.“


Ecco il giochino dei numeri. Ognuno si sbraccia per tenere le proprie tabelle pulite e immacolate da eventuali variazione in AUMENTO di quei parametri che porterebbero conseguenze su decisioni politiche. Chissà se "Siena" ha corretto le sue, di tabelle. Altrimenti "c'è scappato un morto".
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

L'Inps svela i veri numeri dei morti: la cifra choc sul Coronavirus

Messaggioda sandropascucci » 21 mag 2020, 17:10

>

Codice: Seleziona tutto

da: https://www.ilgiornale.it/news/cronache/linps-svela-i-veri-numeri-dei-morti-cifra-choc-sul-1864627.html


L'Inps svela i veri numeri dei morti: la cifra choc sul Coronavirus

I veri numeri del Coronavirus: mancano oltre 20mila morti all'appello, l'Inps cerca di definire con precisione l'andamento della curva dei decessi dall'inizio del 2020

Federico Garau - Gio, 21/05/2020 - 14:34

L'Istituto nazionale di previdenza sociale (Inps) torna sul numero complessivo di vittime del Coronavirus, denunciando una sottostima del totale da parte della Protezione civile.

Mancherebbero almeno 20mila morti, facendo riferimento come parametro di valutazione all'analisi della mortalità registrata durante i mesi di diffusione della pandemia. "La quantificazione dei decessi per Coronavirus, condotta utilizzando il numero di pazienti deceduti positivi fornito su base giornaliera dal dipartimento della Protezione civile, è considerata poco attendibile" rivela l'ente in un comunicato riportato da AdnKronos, "in quanto influenzata non solo dalla modalità di classificazione della causa di morte, ma anche dall'esecuzione di un test di positività al virus".

Non solo, anche il luogo in cui un decesso si è verificato può divenire un elemento fondamentale su base statistica in grado di alterare i numeri complessivi. "Mentre è molto probabile che il test venga effettuato in ambito ospedaliero, è molto difficile che questo venga effettuato se il decesso avviene in casa", si legge ancora nel documento.

"Il periodo dal 1° gennaio al 28 febbraio 2020 registra un numero di decessi inferiore di 10.148 rispetto ai 124.662 attesi dalla baseline. Il periodo dal 1° marzo al 30 aprile 2020 registra un aumento di 46.909 decessi rispetto ai 109.520 attesi. Il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo è stato di 27.938. A questo punto ci si può chiedere: quali sono i motivi di un ulteriore aumento di decessi pari a 18.971, di cui 18.412 tutti al Nord?", si domanda l'Inps, cercando poi di trovare una risposta plausibile per il quesito. "Tenuto conto che il numero di decessi è piuttosto stabile nel tempo, con le dovute cautele, possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all'epidemia in atto".

Una mortalità, in effetti, incrementatasi nettamente nei mesi dell'epidemia, dato che l'inizio del 2020 era stato caratterizzato da un calo del parametro in questione. "Il 2020, tra gennaio e febbraio, si avviava ad essere un anno con una mortalità inferiore a quella attesa, considerando la media tracciata dalla 'baselinè statistica: -8% in media, -7% per gli uomini e -9% per le donne, di cui -9% al Nord, -9% al Centro e -7% al Sud. Quanto alle classi d'età, la diminuzione più forte si era registrata fra 0 e 49 anni (-13%), poi 60-69 anni (-12%), 70-79 anni (-10%), 80-89 anni (-9%), 50-59 anni e da 90 anni in su (-4%)". Un calo registrato in tutte le province italiane, fatta eccezione per Matera, Vibo Valentia e Teramo.

Da marzo e aprile, invece, "emerge immediatamente un cambio di segno per quanto riguarda la differenza del numero dei decessi rilevati rispetto a quelli attesi". Le cause possono essere molteplici, come riferisce ancora l'Inps. "L'andamento dei decessi, nel periodo considerato, è stato condizionato sia dall'epidemia che dalle conseguenze del lockdown. Sia in negativo, ad esempio per le persone morte per altre malattie perché non sono riuscite a trovare un letto d'ospedale o perché non vi si sono recate per paura del contagio. Sia in positivo, pensando alla riduzione delle vittime della strada o degli infortuni sul lavoro per lo smartworking e il blocco dell'Italia. Per comprendere al meglio le vere conseguenze dell'epidemia", ribadisce l'ente nel documento, "si dovrà aspettare di debellare completamente il virus, il che avverrà presumibilmente tramite un vaccino o una terapia antivirale efficace", conclude.


Ho scritto ad una persona che stimo, per vedere se puo' darmi una mano..

Ciao,
sto facendo una riflessione su questo fatto, di per se' assurdo, parlando di morti come di figurine di calcio (cel'homemancacel'homemanca..). Secondo me non manca nessun morto. In primis la baseline dell'INPS, ossia quanto si "aspettavano" è una proiezione statistica, quindi fallibile.. poi, in verità, il conteggio dei morti è fallato di suo, visto che se cadevi dalle scale ed emettevi un singhiozzo in punto di morte ti scrivevano "COVID" sulla riga "causa del decesso" sul certificato di morte.. e per finire, a voler stare al "loro gioco": tanto peggio! Vuol dire che per ogni morto COVID (ripeto, a stare al tuo gioco di medico-politik-manipolatore) ci sono stati DUE morti per LOCKDOWN! Quindi: ogni morto per COVID è costato altri DUE morti per NON-COVID-MA-DA-DCPM. Sto cercando di fare 4 conti ragionati.. spero tu vorrai analizzare di tuo la Faccenda affaccendata..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Enrico Mentana, l'errore che non sfugge a Heather Parisi: "Morti di Covid negli Usa? Ma quelli in foto sono liceali dipl

Messaggioda sandropascucci » 23 mag 2020, 18:55

> https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/22795183/enrico-mentana-errore-foto-heather-parisi-morti-covid-scambiati-liceali-diplomati.html

Enrico Mentana, l'errore che non sfugge a Heather Parisi: "Morti di Covid negli Usa? Ma quelli in foto sono liceali diplomati"

fotofake001.JPG
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Come le Regioni riducono i tamponi nella Fase 2 (e la Lombardia ne fa quanti la Basilicata)

Messaggioda sandropascucci » 24 mag 2020, 8:01

> Come le Regioni riducono i tamponi nella Fase 2 (e la Lombardia ne fa quanti la Basilicata)
@Alessandro D'Amato | 22 Maggio 2020

La Lombardia fa lo stesso numero di tamponi per abitante della Basilicata anche nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus SARS-COV-2 e COVID-19, quella che avrebbe dovuto essere caratterizzata dall’aumento dei test per comprendere l’incidenza della pandemia sulla popolazione. Di più: nella Regione che si offende se le si fa notare che ha gestito in modo disastroso l’epidemia il lavoro sui tracciamenti e sui contatti resta al palo, con una media di 13mila tamponi al giorno e nuovi casi positivi in Lombardia che, ieri, sono stati 316 (con un rapporto tra tamponi fatti e positivi intercettati del 2,1%, il più basso da aprile).

Come le Regioni riducono i tamponi nella Fase 2 (e la Lombardia ne fa quanti la Basilicata)
Una serie di numeri piuttosto curiosi per un’emergenza e che dovrebbero far preoccupare i cittadini lombardi molto di più delle parole dette in Parlamento da gente che «è stata bombata», come ha detto l’esponente della Lega Giancarlo Giorgetti, quello che diceva che i medici di base non servono ormai più. Soprattutto perché a parlarne oggi è il Sole 24 Ore, che prima di tutto spiega che degli oltre 3,2 milioni eseguiti e sbandierati dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in realtà quelli “diagnostici” (cioè casi nuovi testati e non secondi o terzi tamponi per verificare la guarigione) sono 2 milioni.

continua su: https://www.nextquotidiano.it/tamponi-f ... asilicata/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [DOSSIER COVID19] Coronavirus - l'orrore che ci aspetta..

Messaggioda sandropascucci » 24 mag 2020, 8:35

_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: POST-IT

Messaggioda sandropascucci » 24 mag 2020, 19:00

2020covid-lombardia-zeromorti.png
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Pasticcio sui numeri L’Iss “sbianchetta” 1.390 morti da virus

Messaggioda sandropascucci » 25 mag 2020, 10:05

> da: https://www.inprime.it/2020/05/pasticci ... -da-virus/

Pasticcio sui numeri L’Iss “sbianchetta” 1.390 morti da virus
Andrea Cuomo

Dati diversi dalla Protezione civile, le anomalie sul Piemonte. E vogliono dare le pagelle alle Regioni?

La mano destra usa una calcolatrice, quella sinistra un’altra. E i numeri non tornano. Peccato che sarà proprio con la calcolatrice in mano che verranno prese le prossime decisioni che influiranno sulla nostra vita. Soprattutto quella più importante, il via libera agli spostamenti tra regioni che dovrebbe arrivare il 3 giugno ma solo per quelle con una «buona» pagella epidemiologica. Per questo colpisce la sensibile differenza tra i numeri forniti dal ministero della Salute e resi noti dalla protezione civile il 21 maggio e quelli contenuti nel report intitolato «Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all’infezione da SARS-CoV-2 in Italia» diffuso dall’Istituto superiore di sanità e scaricabile dal sito dello stesso ministero della Salute, attraverso un link all’Epicentro dell’Iss, relativi allo stesso giorno.

L’errore da matita blu in artimetica riguarda il numero di morti. Ne spariscono 1.390 (da 32.486 a 31.096). E già questa è una stranezza anche se va detto che nel report dell’Iss si parla di «campione». Ma che campione è il 95,72 per cento dell’universo? C’è qualcosa che non va, è chiaro.

Il sospetto di qualche pasticcio cresce quando si comparano i dati delle due liste regione per regione. Si scopre in questo caso che la gran parte degli scomparsi due volte sono del Piemonte, che passa da 3.742 a 2.616 deceduti. In questa regione, insomma, viene sbianchettato quasi un morto su tre, il 30,09 per cento. Nelle altre regioni la dscrasia tra i dati è molto inferiore, in qualche caso quasi trascurabile. Mancano 83 morti nelle Marche, 65 in Lombardia, 50 in Puglia, 49 in Campania, 31 nel Lazio e altri qua e là. Ci sono anche regioni che nel reporto dell’Iss hanno più morti che nel bollettino della Protezione civile: il Veneto, la provincia autonoma di Trento, il Friuli-Venezia Giulia, la Sicilia, la Valle d’Aosta, la Sardegna e la Basilicata. In pratica solo in quattro casi (Puglia, provincia autonoma di Bolzano, Umbria e Molise) i conti tornano. Non proprio rassicurante, visto che si tratta di morti. O forse dovremmo dire di zombie.

Fonti dell’Iss da noi consultate trovano tutto assolutamente normale e ci spiegano che «i morti riportati nel bollettino settimanale sono basati sul flusso sorveglianza integrata Covid-19 dell’Iss. Questo raccoglie per ciascuna persona diagnosticata con Covid-19 varie informazioni tra cui la data di decesso. Tali informazioni individuali hanno un ritardo rispetto a quelle comunicate tempestivamente alla protezione civile. La differenza è quindi attesa e in linea tra i due sistemi di raccolta dati». Una spiegazione che sarebbe accettabile se gli scostamenti fossero distribuiti in maniera uniforme tra le regioni. Il fatto che invece la gran parte della differenza sia concentrata in una sola regione rende la spiegazione dell’Iss abbastanza zoppicante. Non è questione di tempi ma di luoghi, non di quando ma di dove.

Anche perché lo strano fenomeno di resurrezione collettiva altera in modo decisivo alcuni degli altri numeri del report. Il Piemonte passa dall’11,5 all’8,4 della percentuale di morti sul totale nazionale e la Lombardia supera il 50 per cento del totale, passando dal 48,4 dei dati del ministero della Salute e della Protezione civile al 50,4 dell’Iss. Una soglia psicologica piuttosto importante.

Gli altri dati del report Iss segnalano che l’età media dei pazienti deceduti e positivi al Covid-19 è di 80 anni, di quasi vent’anni superiore rispetto all’età media dei contagiati, che le donne sono il 40,6 per cento, che la maggiore percentuale di comorbilità dei morti riguarda la pressione arteriosa (68,3 per cento) e il diabete di tipo 2 (30,1), che il 59,6 per cento dei deceduti aveva almeno altre tre patologie, che solo il 7,7 per cento dei casi la diagnosi di ricovero non riferiva di condizioni o sintomi compatibili con il Covid-19, che i sintomi più comuni nei pazienti deceduti erano la febbre (76 per cento), la dispnea (74) e la tosse (38), che la complicanza più comune è stata l’insufficienza respiratoria (96,9 per cento dei casi), che la terapia antiiotica è stata la più utilizzata (86 per cento), davanti a quella antivirale (59) e che il tempo mediano trascorso dall’insorgenza dei sintomi al decesso è di 11 giorni.

Tutti numeri importanti. Ma ci fideremmo di più se capissimo che fine hanno fatto quei 1.390 morti cancellati, quasi tutti piemontesi.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Domenica tre persone hanno perso la vita, smentito il dato "zero decessi"

Messaggioda sandropascucci » 26 mag 2020, 18:22

CVD


> [code="sandropascucci"]
2020covid-lombardia-zeromorti.png
[/code]

Coronavirus, in Lombardia diminuiscono i contagi, oggi 22 morti
(ansa)
Meno pazienti in terapia intensiva. Domenica tre persone hanno perso la vita, smentito il dato "zero decessi"
26 maggio 2020
[..]
Coronavirus, tre morti domenica in Lombardia
Dopo due giorni e dopo la conferma di ieri della Regione Lombardia, si apprende che in realtà domenica tre persone sono morte a causa del coronavirus: due a Brescia, una in provincia di Lecco. Non si è verificato, dunque, lo "zero decessi" che pure era stato annunciato dall'amministrazione lombarda. La trasmissione dei dati, specie quando arriva dagli uffici anagrafici comunali, può avere dei rallentamenti. E' quello che è accaduto.


Certo, come no.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

COVID19 - Manipolazione mediatica, falsi video, foto ritoccate et similia

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 8:58

...
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

La RAI lo mostra a Torino... ma lui è in Spagna da anni

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 8:59

La RAI lo mostra a Torino... ma lui è in Spagna da anni

Codice: Seleziona tutto

https://www.youtube.com/watch?v=ihdDppYjvvQ

_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Gimbe denuncia: la Lombardia sottostima i dati, “falsato” indice Rt

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 14:00

> Gimbe denuncia: la Lombardia sottostima i dati, “falsato” indice Rt

Le regioni e la Lombardia ‘aggiustano' i dati per paura di un altro stop? "C'è il ragionevole sospetto che sia così, anche perché in Lombardia si sono verificate troppe stranezze sui dati nel corso di questi tre mesi: soggetti dimessi che venivano comunicati come guariti andando ad alimentare il cosiddetto silos dei guariti; alternanze e ritardi nella comunicazione dei dati, cosa che poteva essere giustificata nella fase dell'emergenza quando c'erano moltissimi casi ma molto meno ora, eppure i riconteggi sono molto più frequenti in questa fase 2. E' come se ci fosse una sorta di necessità di mantenere sotto un certo livello quello che è il numero dei casi diagnosticati". Così Nino Cartabellotta, presidente Fondazione Gimbe, ospite di 24 Mattino su Radio 24.

continua su: https://www.fanpage.it/live/coronavirus ... 28-maggio/
https://www.fanpage.it/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

COVID19 - Quando manipolano senza vergogna le foto e i video

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 17:51

...
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

La Regione Lombardia querela Gimbe: “I nostri dati certificati dall’Iss”

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 18:01

Codice: Seleziona tutto

da: https://www.fanpage.it/live/coronavirus-ultime-notizie-28-maggio/


> La Regione Lombardia querela Gimbe: “I nostri dati certificati dall’Iss”

La Regione Lombardia ha deciso di presentare una querela contro la fondazione Gimbe e il suo presidente Nino Cartabellotta. Lo comunica la Regione in una nota. "Un atto inevitabile, il nostro – si legge – dopo quanto affermato dal presidente della fondazione che, parlando dei dati sanitari della Lombardia, ha dichiarato, fra l'altro, che ‘si combinano anche dei magheggi sui numeri'. Accuse intollerabili e prive di ogni fondamento per le quali il presidente di Gimbe dovrà risponderne personalmente. I nostri dati, come da protocollo condiviso da tutte le Regioni, vengono trasmessi quotidianamente e con la massima trasparenza all'Istituto Superiore Sanità".

continua su: https://www.fanpage.it/live/coronavirus ... 28-maggio/
https://www.fanpage.it/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 19:30

> A Mosca cambiano i conteggi dei decessi: aggiunte 756 vittime

A Mosca cambiano i conteggi dei decessi per Covid e al totale si aggiungono ulteriori 756 vittime. I funzionari sanitari di Mosca hanno deciso di aggiornare i loro dati sulle morti inserendo nel conteggio totale anche le persone morte per altre cause ma che avevano contratto il coronavirus. La scelta dopo le critiche sul numero relativamente basso di morti Covid-19 in Russia. Oltre ai 636 decessi di aprile causati direttamente da Covid-19,  il dipartimento della salute di Mosca ha aggiunto la morte di 756 persone risultate positive al virus ma decedute per altre cause. In questi casi il coronavirus ha aggravato le condizioni dei pazienti contribuendo alla loro morte.

continua su: https://www.fanpage.it/live/coronavirus ... 28-maggio/
https://www.fanpage.it/


 I funzionari sanitari di Mosca hanno deciso di aggiornare i loro dati sulle morti inserendo nel conteggio totale anche le persone morte per altre cause ma che avevano contratto il coronavirus.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Russia - Mr. Covid russo, 'una stupidaggine, virus ha bassa mortalità'

Messaggioda sandropascucci » 28 mag 2020, 20:36

Codice: Seleziona tutto

da: https://www.ansa.it/sito/notizie/speciali/2020/05/28/russia-mr.-covid-russo-una-stupidaggine-virus-ha-bassa-mortalita_b8e1222d-544e-4c5f-9681-987d82985b9b.html


> Russia - Mr. Covid russo, 'una stupidaggine, virus ha bassa mortalità'
29 maggio

Di Mattia Bernardo Bagnoli MOSCA
28 maggio 2020 15:55

"Il coronavirus? È tutta una stupidaggine". Praticamente un'allucinazione collettiva.
Insomma, la solita influenza. Forse anche anche meno. Il ritornello non è nuovo, specie a farsi un giro per i siti complottisti. Ma se a dirlo è Alexander Myasnikov, ovvero il Mr.
Covid russo, chiamato dal governo a "informare correttamente" i cittadini sull'epidemia e (davvero) a "combattere le fake news", beh, la musica si ferma di botto.
"È tutta una stupidaggine, un'esagerazione. Siamo davanti a una malattia respiratoria acuta con una mortalità minima", ha detto Myasnikov intervistato da Ksenia Sobchak - già candidata alle presidenziali del 2018 - per il suo progetto su YouTube.
"Perché il mondo intero è stato distrutto? Non lo so", ha notato Myasnikov aggiungendo di essere più preoccupato per la seconda ondata del virus per la quale, secondo lui, "non siamo preparati". Myasnikov, medico e presentatore televisivo, non è nuovo alle sparate. Come ricorda il Moscow Times, in precedenza aveva stimato la probabilità che il coronavirus si diffondesse in Russia allo "0,0%" e poi aveva definito il basso tasso di mortalità del Paese un "miracolo russo". Per finire ha adottato un approccio fatalista.
"L'infezione farà il suo corso e tutti noi lo prenderemo", ha sentenziato ospite del programma televisivo di Vladimir Solovyov, il capo della propaganda del Cremlino. "Quelli destinati a morire moriranno: tutti d'altra parte sono destinati a morire". A questo punto non sorprenderà se un sondaggio - pubblicato da Vedomosti e condotto su internet in cinque fasi, dal 18 marzo al 26 maggio, al quale hanno partecipato più di 30.000 - indica che "più del 20% dei russi ritiene che l'epidemia sia un'invenzione".
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Una piccola azienda americana, Surgisphere, è alla base di dati errati che hanno portato i governi e l'organizzazione mo

Messaggioda sandropascucci » 3 giu 2020, 15:55

> da: https://www.theguardian.com/world/2020/ ... hloroquine

I governi e l'OMS hanno cambiato la politica di Covid-19 in base ai dati sospetti di una piccola società statunitense

Surgisphere, i cui dipendenti sembrano includere uno scrittore di fantascienza e un modello di contenuto per adulti, ha fornito un database dietro gli studi sull'idrossiclorochina di Lancet e del New England Journal of Medicine

Melissa Davey a Melbourne e Stephanie Kirchgaessner a Washington e Sarah Boseley a Londra
Mer 3 giu 2020 11.54 BSTUltima modifica mer 3 giu 2020 14.12 BST


Una piccola azienda americana, Surgisphere, è alla base di dati errati che hanno portato i governi e l'organizzazione mondiale della sanità a cambiare la politica sanitaria

L' Organizzazione Mondiale della Sanità e un certo numero di governi nazionali hanno modificato le loro politiche e trattamenti Covid-19 sulla base di dati imperfetti di una nota società americana di analisi sanitaria, mettendo anche in discussione l'integrità degli studi chiave pubblicati in alcuni paesi del mondo le più prestigiose riviste mediche.

Un'indagine di Guardian può rivelare che la società statunitense Surgisphere, la cui manciata di dipendenti sembra includere uno scrittore di fantascienza e un modello di contenuti per adulti, ha fornito dati per studi multipli su Covid-19 co-scritto dal suo amministratore delegato, ma ha finora non è riuscito a spiegare adeguatamente i suoi dati o la sua metodologia.

I dati che afferma di aver ottenuto legittimamente da oltre un migliaio di ospedali in tutto il mondo hanno costituito la base di articoli scientifici che hanno portato a cambiamenti nelle politiche di trattamento di Covid-19 nei paesi dell'America Latina. Fu anche alla base della decisione dell'OMS e degli istituti di ricerca di tutto il mondo di sospendere i processi contro la controversa idrossiclorochina .

Due delle principali riviste mediche del mondo - la Lancet e il New England Journal of Medicine - hanno pubblicato studi basati sui dati di Surgisphere. Gli studi sono stati scritti dall'amministratore delegato dell'azienda, Sapan Desai.

Martedì, dopo essere stato avvicinato dal Guardian, Lancet ha rilasciato una "espressione di preoccupazione" per il suo studio pubblicato. Anche il New England Journal of Medicine ha emesso un avviso simile.

Un controllo indipendente della provenienza e della validità dei dati è stato ora commissionato dagli autori non affiliati a Surgisphere a causa di "preoccupazioni che sono state sollevate sull'affidabilità del database".

L'indagine del Guardian ha rilevato:

- Una ricerca di materiale pubblicamente disponibile suggerisce che molti dipendenti di Surgisphere hanno pochi o nessun dato o background scientifico. Un dipendente elencato come editore scientifico sembra essere un autore di fantascienza e un artista fantasy. Un altro dipendente elencato come dirigente di marketing è un modello per adulti e hostess per eventi.
- La pagina LinkedIn dell'azienda ha meno di 100 follower e la scorsa settimana ha elencato solo sei dipendenti. Questo è stato cambiato in tre dipendenti a partire da mercoledì.
- Mentre Surgisphere afferma di gestire uno dei database ospedalieri più grandi e veloci al mondo, non ha quasi alcuna presenza online. Il suo handle di Twitter ha meno di 170 follower, senza post tra ottobre 2017 e marzo 2020.
- Fino a Lunedi, il “collegamento entrare in contatto” sulla homepage di Surgisphere reindirizzato a un modello di WordPress per un sito web criptovaluta, sollevando dubbi su come gli ospedali potrebbero facilmente contattare la società da inserire nel proprio database.
- Desai è stato nominato in tre cause di negligenza medica, estranee al database Surgisphere. In un'intervista con lo scienziato, Desai aveva precedentemente descritto le accuse come "infondate ".
- Nel 2008, Desai ha lanciato una campagna di crowdfunding sul sito Web indiegogo promuovendo un "dispositivo di aumento umano di nuova generazione che può aiutarti a raggiungere ciò che non avresti mai pensato fosse possibile". Il dispositivo non è mai stato realizzato.
- La pagina Wikipedia di Desai è stata cancellata a seguito di domande su Surgisphere e la sua storia.

Sapan Desai
FacebookcinguettioPinterest
Sapan Desai, amministratore delegato di Surgisphere. Fotografia: Gore Medical

Dubbi sullo studio di Lancet

Le domande relative a Surgisphere sono cresciute nella comunità medica nelle ultime settimane.

Il 22 maggio il Lancet ha pubblicato uno studio peer-reviewed recensito che ha scoperto che il farmaco antimalarico idrossiclorochina, che è stato promosso da Donald Trump , è stato associato con un tasso di mortalità più elevato nei pazienti Covid-19 e un aumento dei problemi cardiaci.

Trump, con grande disappunto della comunità scientifica, aveva pubblicamente pubblicizzato l'idrossiclorochina come un "farmaco miracoloso" nonostante nessuna prova della sua efficacia nel trattamento di Covid-19.

Lo studio Lancet, che ha elencato Desai come uno dei coautori, ha affermato di aver analizzato i dati di Surgisphere raccolti da quasi 15.000 pazienti con Covid-19, ricoverato in 1.200 ospedali in tutto il mondo, che hanno ricevuto idrossiclorochina da solo o in combinazione con antibiotici.

Le scoperte negative hanno fatto notizia a livello mondiale e hanno spinto l'OMS a fermare il braccio idrossiclorochina delle sue prove globali.

Ma solo pochi giorni dopo Guardian Australia ha rivelato errori evidenti nei dati australiani inclusi nello studio. Lo studio afferma che i ricercatori hanno ottenuto l'accesso ai dati attraverso Surgisphere da cinque ospedali, registrando 600 pazienti australiani Covid-19 e 73 decessi australiani al 21 aprile.

Ma i dati della Johns Hopkins University mostrano che solo 67 morti per Covid-19 erano stati registrati in Australia entro il 21 aprile. Il numero non è salito a 73 fino al 23 aprile. Desai ha detto che un ospedale asiatico è stato accidentalmente incluso nei dati australiani, portando a una sopravvalutazione dei casi lì. The Lancet ha pubblicato una piccola ritrattazione relativa alle scoperte australiane dopo la storia del Guardian, finora l'unica modifica allo studio.

Da allora, The Guardian ha contattato cinque ospedali a Melbourne e due a Sydney, la cui collaborazione sarebbe stata essenziale per raggiungere il numero di pazienti australiani nel database. Tutti hanno negato qualsiasi ruolo in tale database e hanno affermato di non aver mai sentito parlare di Surgisphere. Desai non ha risposto alle richieste di commento sulle loro dichiarazioni.

Un altro studio che utilizzava il database Surgisphere, di nuovo scritto da Desai, ha scoperto che l'ivermectina, un farmaco antiparassitario, riduceva i tassi di mortalità nei pazienti gravemente malati di Covid-19. È stato pubblicato online nella e-biblioteca della Social Science Research Network, prima della peer review o della pubblicazione in una rivista medica, e ha spinto il governo peruviano ad aggiungere ivermectina alle sue linee guida terapeutiche nazionali di Covid-19 .

Richard Horton
FacebookcinguettioPinterest Richard Horton, l'editore di Lancet. Fotografia: Richard Saker / The Observer

Il New England Journal of Medicine ha anche pubblicato uno studio Desai con revisione paritaria basato sui dati di Surgisphere , che includeva i dati di pazienti Covid-19 di 169 ospedali in 11 paesi in Asia, Europa e Nord America. È emerso che i comuni farmaci per il cuore noti come inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina e bloccanti del recettore dell'angiotensina non erano associati a un rischio più elevato di danno nei pazienti con Covid-19.

Mercoledì, il NEJM e la Lancet hanno pubblicato un'espressione di preoccupazione per lo studio sull'idrossiclorochina, che ha elencato il rispettato chirurgo vascolare Mandeep Mehra come autore principale e Desai come coautore.

L'editore di Lancet Richard Horton ha detto al Guardian: “Date le domande sollevate sull'affidabilità dei dati raccolti da Surgisphere, oggi abbiamo emesso un'espressione di preoccupazione, in attesa di ulteriori indagini.

"È attualmente in corso un controllo indipendente dei dati e confidiamo che questa revisione, che dovrebbe essere completata entro la prossima settimana, ci dirà di più sullo stato dei risultati riportati nel documento di Mandeep Mehra e colleghi."

Surgisphere 'è venuto fuori dal nulla'

Una delle domande che ha maggiormente sconcertato la comunità scientifica è come Surgisphere, fondata da Desai nel 2008 come società di educazione medica che ha pubblicato libri di testo, è diventata proprietaria di un potente database internazionale. Quel database, nonostante sia stato recentemente annunciato da Surgisphere, vanta l'accesso ai dati di 96.000 pazienti in 1.200 ospedali in tutto il mondo.

Non ha senso. Richiederebbe molti più ricercatori di quelli che afferma di avere
Dr James Todaro, MedecineUncensored

Quando contattato dal Guardian, Desai disse che la sua compagnia impiegava solo 11 persone. I dipendenti elencati su LinkedIn sono stati registrati sul sito come iscritti a Surgisphere solo due mesi fa. Molti non sembravano avere un background scientifico o statistico, ma menzionano competenze in strategia, copywriting, leadership e acquisizione.

Il dott. James Todaro, che gestisce MedicineUncensored, un sito Web che pubblica i risultati degli studi sull'idrossiclorochina, ha dichiarato: “La chirurgia è uscita dal nulla per condurre forse lo studio globale più influente in questa pandemia nel giro di poche settimane.

"Non ha senso", ha detto. "Richiederebbe molti più ricercatori di quelli che afferma di avere per rendere possibile questo espediente e questa dimensione di studio multinazionale".

Desai ha dichiarato al Guardian: “Surgisphere è in attività dal 2008. I nostri servizi di analisi dei dati sanitari sono iniziati nello stesso periodo e hanno continuato a crescere da quel momento. Usiamo una grande quantità di intelligenza artificiale e machine learning per automatizzare questo processo il più possibile, il che è l'unico modo in cui un compito come questo è persino possibile. "

Non è chiaro dalla metodologia negli studi che hanno utilizzato i dati di Surgisphere, o dal sito web Surgisphere stesso, come la società è stata in grado di mettere in atto accordi di condivisione dei dati da così tanti ospedali in tutto il mondo, compresi quelli con tecnologia limitata, e di riconciliarsi lingue e sistemi di codifica diversi, il tutto rispettando le normative, la protezione dei dati e le norme etiche di ciascun paese.

Desai ha affermato che Surgisphere e il suo sistema di gestione dei contenuti QuartzClinical fanno parte di una collaborazione di ricerca avviata "diversi anni fa", sebbene non abbia specificato quando.

Trump dice che sta prendendo idrossiclorochina contro Covid-19 nonostante gli avvertimenti della FDA
Leggi di più

"Surgisphere funge da aggregatore di dati ed esegue analisi dei dati su questi dati", ha affermato. “Noi non siamo responsabili per i dati di origine, così il compito di manodopera necessaria per l'esportazione dei dati da un sistema elettronico di salute Records, convertendolo in formato richiesto dal nostro dizionario dei dati, e completamente deidentifying dei dati viene effettuata dal partner di assistenza sanitaria.”

Ciò sembra contraddire l'affermazione sul sito Web QuartzClinical secondo cui svolge tutto il lavoro e "integra con successo la cartella clinica elettronica, il sistema finanziario, la catena di approvvigionamento e i programmi di qualità in un'unica piattaforma". Desai non ha spiegato questa apparente contraddizione quando il Guardian glielo ha messo.

Desai ha affermato che il modo in cui Surgisphere ha ottenuto i dati è stato “sempre fatto in conformità con le leggi e le normative locali. Non riceviamo mai informazioni sanitarie protette o informazioni identificabili individualmente. "

Peter Ellis, il capo scienziato di dati di Nous Group, una società di consulenza internazionale di gestione che fa progetti di integrazione dei dati per dipartimenti governativi, ha espresso preoccupazione per il fatto che il database di Surgisphere era "quasi certamente una truffa".

"Non è qualcosa che qualsiasi ospedale potrebbe realisticamente fare", ha detto. “La de-identificazione non è solo una questione di cancellare i nomi dei pazienti, è un processo grande e difficile. Dubito che gli ospedali abbiano persino la capacità di farlo in modo appropriato. È il genere di cose su cui le agenzie nazionali di statistica hanno lavorato per anni intere squadre ”.

"Non ci sono prove online di [Surgisphere] con software analitico prima di un anno fa. Ci vogliono mesi per convincere le persone a guardare anche a unirsi a questi database, coinvolge commissioni di revisione della rete, persone della sicurezza e gestione. Semplicemente non succede con un modulo di iscrizione e una conversazione. "

Vi è ancora un malinteso fondamentale su cosa sia il nostro sistema e su come funziona
Sapan Desai

Nessuna delle informazioni del database Desai è stata ancora resa pubblica, compresi i nomi di nessuno degli ospedali, nonostante Lancet sia tra i molti firmatari di una dichiarazione sulla condivisione dei dati per gli studi Covid-19 . Lo studio Lancet è ora contestato da 120 medici .

Quando il Guardian ha messo a Desai un elenco dettagliato delle preoccupazioni riguardo al database, i risultati dello studio e il suo background, ha risposto: "Continua a esserci un fondamentale fraintendimento su cosa sia il nostro sistema e come funziona".

"Ci sono anche una serie di inesattezze e connessioni non correlate che stai cercando di fare con una chiara propensione al tentativo di screditare chi siamo e cosa facciamo", ha detto. "Non siamo d'accordo con la tua premessa o la natura di ciò che hai messo insieme, e sono triste vedere che quella che avrebbe dovuto essere una discussione scientifica è stata denigrata in questo tipo di discussione."

'Il picco dell'evoluzione umana'
Un esame del background di Desai ha rilevato che il chirurgo vascolare è stato nominato in tre cause di negligenza medica negli Stati Uniti, due delle quali presentate nel novembre 2019. In un caso, una causa intentata da un paziente, Joseph Vitagliano, ha accusato Desai e Northwest Community Hospital nell'Illinois, dove ha lavorato fino a poco tempo fa, di essere "negligente e negligente", causando danni permanenti a seguito di un intervento chirurgico.

Il Northwest Community Hospital ha confermato che Desai era stato assunto lì da giugno 2016 ma si era dimesso volontariamente il 10 febbraio 2020 "per motivi personali".

"I privilegi clinici del dott. Desai con NCH non sono stati sospesi, revocati o altrimenti limitati da NCH", ha detto una portavoce. L'ospedale ha rifiutato di commentare le cause per negligenza. Desai ha dichiarato nell'intervista allo scienziato che ha ritenuto "infondata" qualsiasi causa contro di lui.


Idrossiclorochina e coronavirus: una guida agli studi scientifici finora
Leggi di più

Brigham and Women's Hospital, l'istituzione affiliata allo studio sull'idrossiclorochina e il suo autore principale, Mandeep Mehra, hanno dichiarato in una nota: “Indipendente di Surgisphere, i restanti coautori dei recenti studi pubblicati su The Lancet e sul New England Journal of Medicine hanno avviato revisioni indipendenti dei dati utilizzati in entrambi i documenti dopo aver appreso delle preoccupazioni sollevate sull'affidabilità del database ”.

Mehra ha affermato di aver regolarmente sottolineato l'importanza e il valore degli studi clinici randomizzati e che tali studi erano necessari prima di poter trarre conclusioni. "Attendo con impazienza notizie dagli audit indipendenti, i cui risultati informeranno qualsiasi ulteriore azione", ha affermato.

La pagina Wikipedia ora cancellata di Desai ha dichiarato di aver conseguito un dottorato in giurisprudenza e un dottorato in anatomia e biologia cellulare, nonché le sue qualifiche mediche. Una biografia di Desai su un opuscolo per una conferenza medica internazionale afferma che ha ricoperto diversi ruoli di leadership medica nella pratica clinica e che è "una cintura nera master certificata Six Sigma".

Non è la prima volta che Desai lancia progetti con affermazioni ambiziose. Nel 2008, ha lanciato una campagna di crowdfunding sul sito Web indiegogo promuovendo un "dispositivo di aumento umano di prossima generazione" chiamato Neurodynamics Flow, che ha affermato che "può aiutarti a raggiungere ciò che non avresti mai pensato fosse possibile".

"Con la sua sofisticata programmazione, i punti di induzione neurale ottimali e risultati provati e veri, Neurodynamics Flow ti consente di raggiungere il picco dell'evoluzione umana", ha detto la descrizione. Il dispositivo ha raccolto qualche centinaio di dollari e non si è mai verificato.

Ellis, il capo scienziato di dati di Nous Group, ha affermato che non è chiaro il motivo per cui Desai abbia fatto affermazioni così audaci sui suoi prodotti, data la probabilità che la comunità di ricerca globale li avrebbe esaminati.

"La mia prima reazione è stata quella di attirare l'attenzione sulla sua azienda, ha detto Ellis. "Ma sembra davvero ovvio che questo sarebbe controproducente."

Oggi il professor Peter Horby, professore di malattie infettive emergenti e salute globale nel dipartimento di medicina di Nuffield, Università di Oxford, ha dichiarato: “Accolgo con favore la dichiarazione della Lancet, che segue una dichiarazione simile del NEJM in merito a uno studio dello stesso gruppo su farmaci cardiovascolari e COVID-19.

“Le preoccupazioni molto serie sollevate sulla validità dei documenti da Mehra et al. Devono essere riconosciute e messe in atto con urgenza e dovrebbero portare a una seria riflessione sull'adeguatezza della qualità della revisione editoriale e dei peer review durante la pandemia. La pubblicazione scientifica deve essere soprattutto rigorosa e onesta. In caso di emergenza, questi valori sono necessari più che mai. "



>

Codice: Seleziona tutto

estratto da: https://www.startmag.it/innovazione/guerra-tra-scienziati-sullidrossiclorochina/

È stata negata una richiesta agli autori di informazioni sui centri che hanno contribuito. I dati provenienti dall’Australia non sono compatibili con i rapporti del governo. Surgisphere ha dichiarato che si è trattato di un errore di classificazione di un ospedale in Asia. Ciò indica la necessità di un ulteriore controllo degli errori in tutto il database”. La lettera afferma anche che i dati provenienti dall’Africa nello studio indicano che quasi il 25% di tutti i casi di Covid-19 e il 40% di tutti i decessi nel continente si sono verificati negli ospedali associati a Surgisphere che avevano una sofisticata registrazione elettronica dei dati dei pazienti, e il monitoraggio dei pazienti. “Sia il numero dei casi e dei decessi, sia la raccolta dettagliata dei dati sembrano improbabili”, dice la lettera.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Coronavirus, il sindaco di Bergamo Gori contro la Regione Lombardia: «Hanno secretato i dati dei morti per provincia»

Messaggioda sandropascucci » 11 giu 2020, 11:03

> Coronavirus, il sindaco di Bergamo Gori contro la Regione Lombardia: «Hanno secretato i dati dei morti per provincia»
11 GIUGNO 2020 - 10:15
di Olga Bibus

Anche il presidente della Fondazione Gimbe interviene a sostegno delle dichiarazioni di Gori

Coronavirus in Italia: ultime notizie in diretta

«Leggo che in Lombardia ieri ci sono stati 32 decessi per Coronavirus. Non si sa però dove, in quale provincia, perché la Regione non comunica più i dati divisi». Scrive su Twitter Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, una delle città più colpite dall’epidemia Coronavirus. Gori accusa la Regione Lombardia di aver secretato i dati e chiede maggiore trasparenza.

«Da quando abbiamo segnalato che i decessi reali erano molti di più di quelli ufficiali, hanno secretato i dati per provincia», scrive il sindaco. E aggiunge in un altro tweet: «Neppure i dati sui guariti vengono più comunicati, e sì che sarebbero importanti per capire che oggi le persone ammalate sono poche. Spero che il nuovo Dg della Sanità Marco Trivelli parta da qui, dai dati e dalla trasparenza».


Codice: Seleziona tutto

Giorgio Gori

@giorgio_gori
Leggo che in #Lombardia ieri ci sono stati 32 decessi per #Covid. Non si sa però dove, in quale provincia, perché la Regione non comunica + i dati divisi.
Da quando abbiamo segnalato che i decessi reali erano molti di + di quelli “ufficiali”, hanno secretato i dati per provincia.

2.112 08:10 - 11 giu 2020
766 utenti ne stanno parlando


Non è la prima volta che la Regione Lombardia viene attaccata per la gestione dei dati dell’emergenza. Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, aveva dichiarato qualche settimana fa che «in Lombardia si combinano magheggi sui numeri». La Fondazione e il presidente sono stati querelati da Fontana per questa dichiarazione. Cartabellotta che a sostegno delle accuse di Gori ha twittato: «Comunicazione decessi in forma aggregata (senza distinzione Province) e mix dimessi/guariti sono due fenomeni di gaming in Lombardia rilevati da Gimbe»


Codice: Seleziona tutto

Nino Cartabellotta
@Cartabellotta
@giorgio_gori: comunicazione decessi in forma aggregata (senza distinzione Province) e mix "Dimessi/Guariti" sono due fenomeni di gaming in #Lombardia rilevati da @GIMBE. #iostocongimbe  #COVID

69 09:26 - 11 giu 2020
Informazioni e privacy per gli annunci di Twitter
29 utenti ne stanno parlando

https://pbs.twimg.com/media/EaNtmWTWkAA ... name=small

Oltre la gestione dei dati, c’è un’altra polemica che ha investito la Regione: la mancata istituzione delle zone rosse ad Alzano e Nembro, indagine nell’ambito della quale verranno sentiti anche esponenti del governo, tra cui il premier Giuseppe Conte.

da: https://www.open.online/2020/06/11/coro ... secretati/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Coronavirus, calo dei tamponi nelle ultime due settimane. Denuncia della Fondazione Gimbe

Messaggioda sandropascucci » 11 giu 2020, 13:58

> da: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/ ... -258932852

Coronavirus, calo dei tamponi nelle ultime due settimane. Denuncia della Fondazione Gimbe

I test sono diminuiti del 12,6% in coincidenza con le riaperture e soprattutto in Lombardia. Il presidente della Fondazione, Nino Cartabellotta: "Strategia inadeguata proprio dove il virus non sta dando tregua"

11 giugno 2020

Nelle ultime due settimane è diminuito considerevolmente il numero dei tamponi effettuati dalle Regioni per il Covid-19. Lo segnala la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale. "Esaminando il periodo dal 23 aprile al 10 giugno, si legge nel rapporto, il trend dei tamponi totali risulta in consistente calo nelle ultime 2 settimane (complessivamente -12,6%). Il trend dei tamponi diagnostici è crollato del 20,7% in prossimità delle riaperture del 4 maggio, per poi risalire e precipitare nuovamente del 18,1% in vista delle riaperture del 3 giugno. Nell'ultima settimana si assiste a un lieve rialzo (+4,6%)".

"Da queste analisi - sostiene la Fondazione Gimbe - emergono tre ragionevoli certezze: innanzitutto il numero dei tamponi diagnostici, finalizzati all'identificazione di nuovi casi, è calato drasticamente alla vigilia delle due riaperture del Paese del 4 maggio e del 3 giugno; in secondo luogo, dopo il crollo nella settimana 28 maggio-3 giugno, complice la doppia festività, nell'ultima settimana poco più della metà delle Regioni hanno aumentato il numero dei tamponi diagnostici rispetto alla precedente; infine, proprio le Regioni con una circolazione del virus ancora sostenuta nell'ultima settimana hanno ulteriormente ridotto i tamponi diagnostici invece di potenziarli".

Nel periodo dal 4 al 10 giugno, scrive ancora la Fondazione, 12 Regioni e Province Autonome fanno registrare un incremento assoluto dei tamponi diagnostici, mentre nelle rimanenti 9 si attesta una ulteriore riduzione. In particolare Lombardia, Veneto e Campania hanno registrato ognuna un calo superiore ai duemila tamponi, mentre l'Emilia Romagna ha visto un balzo in avanti di oltre 5mila in più, con Friuli, Molise e provincia di Bolzano che hanno avuto aumenti superiori alle duemila unità.

"L'attività di testing - afferma Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione - finalizzata all'identificazione dei nuovi casi, alla tracciatura dei contatti e a loro isolamento continua a non essere una priorità per molte Regioni: purtroppo, nella gestione di questa fase dell'epidemia, in particolare dove la diffusione del virus non sembra dare tregua, la strategia delle 3T non è adeguata".
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

brutto segno di inversione di rotta.

Messaggioda sandropascucci » 18 giu 2020, 18:28

> ROMA - Per la prima volta dal 7 aprile, tornano a salire i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Un piccolo aumento, solo 5 unità, ma che è un brutto segno di inversione di rotta. E oggi torna a salire anche il numero di morti di pazienti ricoverati con coronavirus (sono 66 oggi) e restano in numero sostenuto i nuovi contagi, sullo stesso livello di ieri, ma in aumento rispetto ai livelli più bassi raggiunti nelle ultime settimane. Sono questi i due dati principali del bollettino odierno della protezione civile.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare

Messaggioda sandropascucci » 25 giu 2020, 16:17

DIEGO FUSARO: Scoperta sconvolgente! Provate a cercare su google tre numeri a caso e "new cases"...
25 giu 2020

Codice: Seleziona tutto

https://www.youtube.com/watch?v=KxaglgJ_n44



Cattura109.PNG
Cattura109.PNG (18.18 KiB) Visto 3156 volte
Cattura110.PNG
Cattura111.PNG
Cattura112.PNG
Cattura113.PNG
Cattura114.PNG
Cattura115.PNG
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando c'è da denunciarli per truffa medica

Messaggioda sandropascucci » 27 giu 2020, 20:30

 SE NON E' TRUFFA QUESTA 
C’è il 79esimo decesso, ma era negativo da tempo al Covid-1

I dati della Regione Umbria parlano di un nuovo decesso positivo al Covid-19, il morto numero 79 in Umbria. In realtà la persona in questione, residente ad Arrone, era da tempo ormai negativa al Coronavirus, come aveva più volte spiegato anche il sindaco, Fabio Di Gioia.

Una situazione simile era già avvenuta nelle ultime settimane con gli ultimi due decessi, una persona di Guardea ed una di Porano. “Esprimo la mia vicinanza alla famiglia del nostro concittadino – evidenzia il primo cittadino di Arrone – ma allo stesso tempo chiedo chiarezza e rispetto”. Chiarezza che comunque arriva anche dall’ospedale di Terni, che fa piena luce sul decesso.

La nota dell’ospedale di Terni
La mattina del 24 giugno un uomo di 78 anni di Arrone – evidenzia l’azienda ospedaliera Santa Maria – è deceduto all’ospedale di Terni, dove era stato ricoverato la prima volta lo scorso 23 aprile con positività al Covid-19. Una volta dimesso dal reparto di rianimazione, il paziente era stato trasferito al Covid hospital di Pantalla e l’11 giugno, già negativo a due tamponi, era rientrato all’ospedale di Terni per essere sottoposto a ulteriori trattamenti di tipo chirurgico. Il caso è stato classificato dalla Regione come decesso Covid.



ADD 28.06.2020

> Terni, 27 giugno 2020. Salgono a 80 in Umbria le vittime attribuite al Covid. L'ultima è un uomo di 72 anni residente a Narni, che si è spento all'ospedale Santa Maria ma che già venti giorni fa era risultato negativo al virus. “Il 26 giugno all'ospedale di Terni – fa sapere il nosocomio ternano - è deceduto un uomo di 72 anni residente a Narni, che era stato ricoverato in medicina d’urgenza lo scorso 10 aprile e che, essendo risultato positivo al tampone per la ricerca del Covid, era stato trasferito prima nel reparto di malattie infettive e poi in terapia intensiva. L'uomo, che si era negativizzato già da venti giorni, è deceduto nel reparto di Rianimazione”. “Sebbene il paziente risultasse guarito da Covid in base ai tamponi negativi – continua l'ospedale _ , per le regole di registrazione della casistica il caso è stato classificato dalla Regione come decesso Covid in quanto paziente che aveva contratto la malattia da Covid”. E' il terzo decesso all'ospedale Santa Maria, attribuito dalle casistiche della Regione al Covid, di pazienti negativi agli ultimi tamponi effettuati. In un caso, con la morte di un anziano di Guardea, la questione era stata anche oggetto di velata polemica tra il sindaco Giampiero Lattanzi, e lo stesso nosocomio, che segue però le direttive regionali.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

covid19: fakenews infermieristica su nuovi contagi a Cremona: mi hanno PROCURATO un ALLARME dannoso

Messaggioda sandropascucci » 11 lug 2020, 19:25

covid19: FAKENEWS infermieristica su nuovi contagi a Cremona: mi hanno PROCURATO un ALLARME dannoso

Codice: Seleziona tutto

https://youtu.be/011sGbYvRnU



#covid #nominimask #coronavirus #tso #signoraggio #canalesandropascucci #manipolazionedati #procurato #allarme
Questo è un video di backup e diffusione. Ringrazio Matteo Gracis per "La bufala del giorno: nuovi contagi a Cremona. Figuraccia di Corriere e Repubblica" su https://youtu.be/x5XdDdsipBc. Mi ha fornito nuovi dati alla raccolta: "COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare" presente su http://covid-manipolazione-dati.primit.it
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando c'è da denunciarli per truffa medica #covid-malasanita.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 20 lug 2020, 9:01

*>> COVID19 - Narrazione falsata a tavolino, da subito. Hanno SFRUTTATO persone malate in modo grave e le hanno comunque INTUBATE, finendo di UCCIDERLE, dando poi colpa piena, prioritaria al COVID19 -* Dai giornali: _"Oggi (19.7.2020) morte 3 persone. Il numero più basso dal 22 febbraio 2020, quando morì la 77enne Giovanna Carminati, seconda vittima italiana, prima lombarda"._
::
Ai tempi si notò subito come la donna era già malata e anche piuttosto gravemente. I giornali dell'epoca: _"MILANO. Aumentano i casi di contagio da Coronavirus in Lombardia: nella mattina, come annunciato dal capo della Protezione Civile e commissario per l’emergenza per il virus che arriva dalla Cina Angelo Borrelli, i casi sono passati a 212. In più, ci sono sei morti nella regione: il 62 enne deceduto ieri, residente a Castiglione d’Adda, in provincia di Lodi, che aveva *patologie croniche pregresse e era dializzato,* contagiatosi all’ospedale di Codogno *[nessuna prova scientifica, nda]* e poi trasportato al Sant’Anna di Como; la signora Giovanna Carminati, morta venerdì, pensionata di 77 anni di Casalpusterlengo, uno dei dieci comuni della «zona rossa»; Angela Denti Tarzi, di 68 anni, residente a Trescore cremasco, deceduta sabato all’ospedale di Crema, dove era *ricoverata per un tumore,* per il quale era stata *anche operata* quando era al nosocomio di Cremona."_
::
Ancora: _"Era residente a Casalpusterlengo, uno dei comuni della zona rossa del Lodigiano, la seconda vittima del Coronavirus in Italia. Si tratta di Giovanna Carminati, pensionata di 77 anni. Nei giorni precedenti al decesso era stata al pronto soccorso dell'ospedale di Codogno dove si era recato anche il 38enne "paziente uno", l'uomo da cui sarebbe partito il focolaio proprio nel lodigiano *[evento reale ma senza nessuna prova scientifica sulle modalità di contagio, nda]*. Era da alcuni giorni *a casa malata in condizioni gravi*. Aveva una *polmonite* e il tampone che ha confermato la positività è stato eseguito post mortem."_
::
L'altra donna, Angela Denti Tarzi: _"..aveva 68 anni la donna di Trescore Cremasco terza vittima accertata del Coronavirus in Italia. La donna è deceduta domenica 23 febbraio all'ospedale di Crema, dove era ricoverata da cinque giorni. *Anche il suo era quadro clinico molto compromesso:* si trovava nel reparto di oncologia con una *diagnosi di tumore* e poco prima della morte aveva avuto un *attacco cardiaco.* In seguito a una crisi respiratoria, era stata trovata *positiva anche* al Coronavirus._
::
Sul primo decesso: _"La prima vittima del Coronavirus in Italia è Adriano Trevisan, 78 anni di Vo’ Euganeo, in provincia di Padova, morto il 21 febbraio scorso. L'uomo, muratore e padre dell'ex sindaco del paesino sui Colli Euganei, era ricoverato da una decina di giorni all’ospedale di Schiavonia con una diagnosi di polmonite. Poiché non era mai stato in Cina, solo pochi giorni prima del decesso gli era stato effettuato il test sul Coronavirus , risultato poi positivo. L'unica certezza è che il paziente frequentava un bar del suo paese assieme a un amico a sua volta trovato positivo. Tutto il Comune è stato poi messo in quarantena, considerato una delle due zone rosse dell'epidemia del nuovo virus in tutta Italia."_
::
_«Tutte queste persone – ha precisato ieri l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera – sono risultate positive al test per il Coronavirus ma avevano già tutte la salute compromessa»._
::
Via via tutti i primi casi: _"Il quarto contagiato in Italia da Coronavirus è deceduto all'ospedale di Bergamo. Si tratta di un 84enne di Villa di Serio, che era stato trasferito all'Ospedale Papa Giovanni XXIII da Alzano Lombardo con un *quadro clinico già compromesso* e positivo al nuovo virus."_
::
_"Risiedeva a Codogno, ancora un comune della zona rossa del Lodigiano, la quinta vittima italiana del Coronavirus. L'88enne, originario di Caselle Landi, viveva da circa 60 anni proprio a Codogno, dove è stato ricoverato il 38enne considerato "paziente 1" dell'emergenza in Italia. Di Codogno era anche l'83enne, ottava vittima dell'emergenza Coronavirus in Italia."_
::
_"La sesta vittima del Coronavirus in Italia è uomo di 80 anni, residente a Castiglione d’Adda, altro paese della zona rossa lombarda, morto all'ospedale Sacco di Milano. Giovedì scorso era stato *ricoverato per un infarto* all'ospedale di Lodi. Inizialmente era stato trasferito in rianimazione ma una volta risultato positivo al test, era stato trasferito nel capoluogo."_
::
_"Anche la settima vittima è un 62enne residente a Castiglione d’Adda, deceduto lunedì pomeriggio all'ospedale di Como. Anche in questo caso si tratta di un paziente che *soffriva già di altre di patologie cardiache e doveva sottoporsi a dialisi."*_
::
_"È un uomo di 84 anni, residente a Bergamo nella zona dello stadio (alla Conca Fiorita), la seconda vittima del Coronavirus in provincia di Bergamo, ottava in Italia. Si chiamava Aldo Caprini ed era ricoverato all'ospedale Papa Giovanni, dove domenica era risultato positivo al tampone per l’infezione. Un'altra vittima registrata è un uomo di 91 anni di San Fiorano, ancora una volta comune della zona rossa"._
::
_"Una donna di 76 anni, a cui era stato diagnosticato il Coronavirus, è morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Treviso, dove era ricoverata nel reparto di rianimazione, martedì 25 febbraio. *"Aveva altre gravi patologie"* ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli"._
::
_"La dodicesima vittima del Coronavirus in Italia è un uomo del Lodigiano che però è morto all'ospedale di Parma, in Emilia Romagna. Prima era stato ricoverato a Piacenza. *Anche quest'ultimo soffriva di altre gravi malattie".*_
::
Le ultime due idiosincrasie: Il paziente 1, Mattia Maestri: _"Dopo essersi occupata delle procedure burocratiche ha chiamato il suo collega, il medico rianimatore di Dovera, di turno con lei, Luca Mugnaga, per *intubare Mattia Maestri*. E quando Mugnaga ha finito il turno è arrivato Pier Giorgio Villani, che si è occupato delle manovre di pronazione. Le condizioni di *Mattia Maestri* erano gravi, il 38enne era preoccupato di non farcela. Sua moglie era in attesa della loro prima bambina e lui aveva paura di non riuscire a vederla mai. Non ti preoccupare - le ha detto la dottoressa - vedrai a tua bambina-. Le cure dei medici dell'equipe di terapia intensiva guidata da Storti hanno fatto la differenza. Sono servite, infatti, per stabilizzare il paziente e consentirgli il trasferimento all'ospedale di Pavia dove sono continuate le cure, fino al trasferimento del primo paziente con diagnosi da Covid d'Europa"._
Ma Mattia non ha 90 anni e sopravvive alle cure.
::
L'ultima analisi riguarda il paziente "2", amico del signor Trevisan, la vittima-covid numero 1: _"Morto per Coronavirus *Renato Turetta* : amico di Adriano Trevisan e paziente due a Vo’. Renato Turetta è morto nel pomeriggio di lunedì nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Padova dove era *ricoverato da oltre un mese a causa del nuovo coronavirus.* Turetta era amico di Adriano Trevisan, primo deceduto in Italia per Covid-19. L’ipotesi è che i due siano stati contagiati nel bar di Vo’ dove trascorrevano molto tempo assieme. [..] Turetta era finito in ospedale a Schiavonia a inizio febbraio per l’aggravarsi di quella che sembrava una banale influenza ma poi nel tempo si è rivelata ben altro. Era stato trasferito in terapia intensiva a Padova ma ogni sforzo per salvarlo si è rivelato inutile. Le cure in un primo momento sembravano aver avuto effetto e si era registrato anche un miglioramento seppur piccolo poi la situazione è precipitata. Il virus ha aggravato il suo stato di salute fino a portarlo alla morte nel pomeriggio di lunedì."_ Più precisamente: _"In un primo momento il suo quadro clinico sembrava in miglioramento ma nell'ultima settimana le sue condizioni di salute sono precipitate. I medici lo avevano sedato e *intubato una seconda volta.* Il coma è durato fino al drammatico epilogo di ieri pomeriggio, martedì 10 marzo."_
prosegue..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

FOX 35 INCHIESTA: il Dipartimento della Salute della Florida afferma che alcuni laboratori non hanno riportato..

Messaggioda sandropascucci » 21 lug 2020, 21:38

> FOX 35 INCHIESTA: il Dipartimento della Salute della Florida afferma che alcuni laboratori non hanno riportato risultati COVID-19 negativi

Di Robert Guaderrama
Pubblicato 13 luglio
Aggiornato 3 giorni fa
Coronavirus
FOX 35 Orlando

Alcuni laboratori della Florida riportano tassi di positività del 100%
Il Dipartimento della Salute della Florida ha pubblicato il suo rapporto quotidiano sui test del coronavirus che mostra un tasso di positività a livello statale dell'11%, ma FOX 35 ha notato rapidamente alcuni tassi di positività scioccanti.

ORLANDO, Fla. - Dopo che FOX 35 News ha notato errori nel rapporto dello stato sui tassi di positività, il Dipartimento della Salute della Florida ha dichiarato che alcuni laboratori non hanno riportato allo stato dati negativi sui risultati dei test.

Innumerevoli laboratori hanno riportato un tasso di positività del 100%, il che significa che ogni singola persona testata è stata positiva. Altri laboratori avevano tassi di positività molto elevati. FOX 35 News ha scoperto che siti di test come un Centra Care locale hanno riferito che 83 persone sono state testate e tutte sono risultate positive. Quindi, NCF Diagnostics ad Alachua ha riportato che l'88% dei test era positivo.

Come potrebbe essere? FOX 35 News ha studiato questi numeri astronomici, contattando tutte le località locali menzionate nel rapporto.

Il rapporto ha mostrato che Orlando Health aveva un tasso di positività del 98%. Tuttavia, quando FOX 35 News ha contattato l'ospedale, hanno confermato gli errori nel rapporto. Il tasso di positività di Orlando Health è solo del 9,4 per cento, non del 98 per cento come nel rapporto.

ALTRE NOVITÀ: La Florida ha ancora il più grande salto di un giorno nelle morti COVID-19, con altre 132 segnalate

Il rapporto ha anche mostrato che il Medical Center di Orlando Veteran aveva un tasso di positività del 76%. Un portavoce del VA ha detto a FOX 35 News martedì che questo non riflette i loro numeri e che il tasso di positività per il centro è in realtà del 6 percento.

Per seguire questa indagine scarica l'app FOX 35 News .

La FOX 35 News ha continuato a parlare con il Dipartimento della Salute della Florida martedì. Hanno confermato che sebbene i laboratori privati ​​e pubblici siano tenuti a comunicare immediatamente allo stato risultati positivi e negativi, alcuni non lo hanno fatto. In particolare, hanno affermato che alcuni piccoli laboratori privati ​​non stavano segnalando allo stato dati negativi sui risultati dei test.

"Il Dipartimento ha immediatamente iniziato a collaborare con questi laboratori per garantire che tutti i risultati fossero stati riportati al fine di fornire dati completi e trasparenti", ha affermato un portavoce del Dipartimento della Salute della Florida. "Mentre lo stato continua a ricevere risultati da vari laboratori, il Dipartimento continuerà a istruire questi laboratori sul protocollo adeguato per la comunicazione dei risultati dei test COVID-19".

ALTRE NOVITÀ: cosa significa davvero il numero record di test COVID-19 positivi in ​​Florida

La Florida sta attualmente vivendo un'impennata dei casi COVID-19, riferendo che i casi giornalieri segnalati dallo stato sono passati da circa 2.000 al giorno un mese fa a oltre 12.000. Quindi, martedì, i funzionari della sanità pubblica hanno riportato il più grande aumento di decessi in un solo giorno, dato che ne sono stati annunciati altri 132.

I medici avevano predetto che un aumento delle morti avrebbe seguito il salto della Florida nei casi segnalati quotidianamente. Il crescente carico di lavoro è in parte guidato da un aumento dei test, ma una percentuale maggiore di test sta tornando positiva, saltando dal 6 percento un mese fa a oltre il 18 percento.

Quasi tutte le persone infette da coronavirus sopravvivono, ma quelle che soccombono di solito muoiono due o più settimane dopo la prima diagnosi.

Mentre la Florida ha battuto i record nazionali per i salti nei casi, il bilancio delle vittime dello stato non è affatto vicino al record nazionale. Quando COVID-19 stava devastando New York tre mesi fa, ha registrato 799 decessi il 9 aprile e aveva una media di sette giorni superiore a 763 decessi il 14 aprile. New York ha ora uno dei tassi di mortalità pro capite più bassi della nazione, registrando 10 al giorno nell'ultima settimana.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Neanche più la leucemia ad una 73enne è causa di morte?! Il COVID vince su tutto?!

Messaggioda sandropascucci » 22 lug 2020, 14:17

> Palestinese scala il muro dell'ospedale per dire addio alla madre

La donna, di 73 anni, affetta da leucemia e poi da Covid, è morta subito dopo la visita inaspettata del figlio. L'immagine che ritrae il giovane Jihad al-Suwaiti sul davanzale dell'ospedale dove hanno ricoverata la madre, ha fatto il giro dei social, commuovendo il mondo. Il 30enne, di Beit Awa, città della Cisgiordania, ha scalato le mura dell'ospedale di Hebron, riuscendo ad affacciarsi alla stanza di terapia intensiva di Rasmi Suwaiti. La donna è morta giovedì sera. "Mi sono seduto, impotente, fuori dalla finestra, per vedere gli ultimi momenti di vita di mia mamma", ha detto al-Suwaiti all'Arabic Post. L'ospedale non aveva acconsentito a farlo entrare nel reparto per questioni di sicurezza.

da: https://www.repubblica.it/esteri/2020/0 ... 262578309/


Neanche più la leucemia ad una 73enne è causa di morte?! Il COVID vince su tutto?!
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

La verità sul conteggio morti #COVID19 - Ti cambia qualcosa o no?

Messaggioda sandropascucci » 22 lug 2020, 15:29

La verità sul conteggio morti #COVID19
Ti cambia qualcosa o no?
Un caso a caso: il caso dell'Illinois e dei conteggi manipolati sui morti per COVID19.

Codice: Seleziona tutto

https://youtu.be/ub0-LHMmNTU

_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

CONTE NASCONDE SEGRETI SUL COVID E NON LI RIVELA NEANCHE SU ORDINE DEL TAR

Messaggioda sandropascucci » 30 lug 2020, 9:12

*****CONTE NASCONDE SEGRETI SUL COVID E NON LI RIVELA NEANCHE SU ORDINE DEL TAR***** - _Covid, il governo tiene il segreto sui verbali del comitato scientifico_ - DUE SONO LE OPZIONI E UNA SOLA LA VERITA': (1) Nei verbali di riunione sono espresse cose assurde, che li farebbero crollare per *INCOMPETENZA* oppure (2) vi sono elencate informazioni di una *GRAVITA' MAGGIORE DI QUELLO CHE CI DICONO* e quindi stanno mettendo l'intera popolazione *IN PERICOLO,* non permettendo l'accesso alla *VERITA'* - In ogni caso *CONTE GIUSEPPE* si arroga una autorità despota, che danneggia l'Italia intera.

> Covid, il governo tiene il segreto sui verbali del comitato scientifico
Francesco Storace 29 luglio 2020

Senza vergogna. Stato d’emergenza al buio. Il governo Conte occulta ancora i documenti del Comitato tecnico scientifico alla base dei decreti solitari del premier durante il lockdown e ricorre al Consiglio di Stato.

Nei giorni scorsi il Tar del Lazio aveva dato ragione alla Fondazione Einaudi che si era vista negare l’accesso agli atti per capire su quali basi si era mosso il presidente del Consiglio nella sua raffica di Dpcm. Gli avvocati Rocco Mauro Todero, Andrea Pruiti Ciarello e Enzo Palumbo avevano convinto il Tar con motivazioni assolutamente pregnanti. Cinque i verbali sotto osservazione, ciascuno dei quali contenente le varie posizioni del Comitato tecnico scientifico che sono servite per i decreti. Le date di riunione dell’organismo tra il 28 febbraio e il 9 aprile.

E la richiesta di pubblicizzazione degli atti in questione atti serviva proprio a rendere chiari ed evidenti a tutti i cittadini i fondamenti di quell’attività «ampiamente discrezionale» più volte richiamata dal presidente Giuseppe Conte.
Scrivono gli avvocati che hanno vinto al Tar...
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Va a Careggi per un tumore, il coronavirus la uccide Firenze, 5 maggio 2020 – Si chiamava Elena Mariani, aveva 45 anni e

Messaggioda sandropascucci » 2 ago 2020, 14:01

> Va a Careggi per un tumore, il coronavirus la uccide
Firenze, 5 maggio 2020 – Si chiamava Elena Mariani, aveva 45 anni e da circa un mese aveva scoperto di essere affetta da un tumore, per questo era stata inviata a Careggi per fare la chemioterapia, ma al principale ospedale di Firenze è deceduta a causa del coronavirus Covid-19. La denuncia viene lanciata dai familiari che su quanto accaduto hanno presentato un esposto alla Procura fiorentina.

I familiari vogliono sapere come la giovane donna abbia potuto contrarre la malattia, dato che al suo ingresso in ospedale il tampone era negativo. La Procura fiorentina ha aperto un fascicolo contro ignoti e ha disposto l’autopsia, che si è svolta nella mattinata di oggi, martedì 5 maggio.

Elena si era sentita male e dal 20 marzo aveva iniziato a girare, suo malgrado, diversi ospedali e strutture sanitarie di Firenze e dintorni, da Ponte a Niccheri a Villa Ulivella, dall’ospedale di Figline Valdarno a Torregalli, fino al reparto di Ematologia di Careggi, dove era arrivata il 1° aprile per iniziare la chemio. Per otto volte il tampone a cui è stata sottoposta è risultato negativo. A Careggi, inoltre, Elena era stata ricoverata in una camera sterile, prima da sola e poi, dopo la metà di aprile, con un’altra paziente. Eppure, nonostante ciò, sono iniziati i sintomi, tosse e febbre alta, difficoltà respiratorie, per cui Elena è stata sedata ed intubata. Il tampone, nel frattempo, è risultato positivo.

La situazione è purtroppo precipitata nel giro di pochi giorni. Elena se n’è andata, senza più risvegliarsi, la mattina del 29 aprile, lasciando nello sgomento la sua famiglia, i molti amici ed i colleghi della Coop di Bagno a Ripoli dove lavorava.

da: http://www.costaovest.info/va-a-careggi ... la-uccide/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Ha un tumore e il Covid: si arrende a 35 anni

Messaggioda sandropascucci » 2 ago 2020, 14:05

> Ha un tumore e il Covid: si arrende a 35 anni
L’uomo, pakistano, stava a Cento. È la vittima più giovane da inizio pandemia in provincia: a Cona era entrato per la sua patologia .
Pubblicato il 31 luglio 2020

Lo straniero era asintomatico: la sua positività è emersa al momento del ricovero
di Silvia Giatti

FERRARA

Nella lista dei decessi di persone positive al Covid 19 c’è il nome di un 35enne. Si tratta della persona più giovane fino ad oggi registrata nel Ferrarese fra coloro che sono stati colpiti dalla Sars-Cov2. L’uomo era originario del Pakistan e risiedeva a Cento. È deceduto mercoledì, in un reparto covid dell’ospedale di Cona. Da tempo era affetto da un male incurabile ai polmoni ed è stato durante il suo ricovero al nuovo Sant’Anna, avvenuto lo scorso 17 giugno, che poi risultò positivo al Coronavirus, nonostante non presentasse i sintomi della malattia. Si tratta della 181 vittima registrata nel Ferrarese fra le persone che sono morte con il virus mentre è la ventunesima per Cento.

I dati dell’ultimo bollettino che fotografa l’andamento della pandemia a livello locale, invece sono confortanti. Nelle ultime 48 ore non si registrano nuovi ricoveri e su 247 tamponi che hanno ricevuto il referto diagnostico nessuno di questi è positivo. Altri 321 sono in attesa di una risposta. Il totale dei casi postivi delle ultime ore inoltre cala passando a 60 casi positivi rispetto agli 82 del 25 luglio. Dall’inizio della pandemia il territorio conta 1085 persone infettate di cui 38 residenti fuori provincia. I guariti, invece, sono complessivamente 234.

La Regione intanto ha stanziato 127mila euro per avviare alla formazione 800 medici specializzandi per gestire l’emergenza di un malato da Coronavirus, ma che sarà preparato anche per affrontare altre epidemie in generale oltre a situazioni catastrofiche. Il progetto nasce da un’iniziativa del preside della facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Modena e Reggio-Emilia Giovanni Pellacani che paragona questa formazione "un po’ come quella che si fa ai soldati quando devono andare in guerra" ha detto ieri, nella sede di Viale Aldo Moro, a fianco dell’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini. Un corso rivolto agli specializzandi dell’ultimo anno che coinvolgerà anche la facoltà di Medicina di Unife. Una nuova formazione che in parte si terrà a distanza, online, ma anche con simulazioni su manichino e tirocinio pratico sul campo che si completerà entro ottobre. Il progetto nasce da una proposta del professor Giovanni Pellacani, che è anche presidente dell’Osservatorio regionale per la formazione specialistica.

"Le esperienze maturate nella gestione dell’emergenza da Covid-19 hanno mostrato come medici di diverse specialità abbiano contribuito a sostenere i reparti interessati avendo comunque bisogno di una formazione specifica e di un affiancamento e pertanto riteniamo utile e necessario per il nostro servizio sanitario contribuire alla preparazione di questi medici" commenta Donini. Il percorso "consoliderà la preparazione dei medici specializzandi attraverso un gruppo di docenti che definirà i contenuti formativi e le modalità di apprendimento" ha infine spiegato Pellacani.

© Riproduzione riservata

da: https://www.ilrestodelcarlino.it/ferrar ... -1.5370966
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Domani mattina saranno pubblicati dalla Fondazione Einaudi

Messaggioda sandropascucci » 5 ago 2020, 22:23

> Domani mattina saranno pubblicati dalla Fondazione Einaudi

05 agosto 2020
Svolta clamorosa nel caso del segreto di Stato posto dal governo sulle relazioni del Comitato Tecnico Scientifico sull'edidema da Coronavirus. Palazzo Chigi ha infatti appena comunicato alla Fondazione Einaudi, che si era fatta carico della battaglia legale per rendere pubblico il contenuto della documentazione, la desecretazione dei dossier.

In questo senso era andata anche la sentenza del Tar che nelle scorse settimane aveva ordinato al governo di pubblicare tutto. La Presidenza del Consiglio, però, aveva fatto ricorso al Consiglio di Stato per bloccare tutto adducendo motivi di ordine pubblico. Nella giornata di oggi, poi, si era appreso che il Copasir aveva chiesto al governo di visionare le carte mentre in mattinata nell'Aula del Senato era andato in scena un pesantissimo intervento del capogruppo della Lega Massimiliano Romeo che aveva chiesto a muso duro cosa avesse da nascondere il governo.

A dare l'annuncio della svolta è stata, attraverso Twitter, la stessa Fondazione Einaudi: "Pochi minuti fa - ha cinguettato alle 21.45 - i nostri avvocati Rocco Todero, andrea pruitic ed Enzo Palumbo hanno hanno ricevuto la comunicazione da parte del Governo della desecretazione dei verbali del CTS. Ringraziamo per la sensibilità dimostrata la Presidenza del Consiglio".

Ora, naturalmente, aumenta la curiosità per il contenuto delle carte. Che dovrebbe essere soddisfatta domani mattina, quando - a quanto si apprende - al Fondazione Einaudi dovrebbe pubblicare tutti gli incartamenti.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in terapia intensiva. Locatelli: “Nessuno è davvero al riparo”

Messaggioda sandropascucci » 20 ago 2020, 21:15

> 17 AGO 2020 - 9:30
Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in terapia intensiva. Locatelli: “Nessuno è davvero al riparo”
Di Andrea Carlino

“I giovani possono infettarsi e non sono al riparo da manifestazioni gravi come dimostra la storia della bambina di 5 anni ricoverata a Padova con sindrome uremico emolitica in possibile relazione al Sars-CoV-2”. Così il presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli, in un’intervista al Corriere della Sera.

Le parole di Locatelli si riferiscono alla bambina di cinque anni ricoverata in terapia intensiva nell'azienda ospedaliera di Padova. La piccola, accolta pochi giorni fa al pronto soccorso pediatrico e residente con i genitori nel capoluogo veneto, è stata intubata. Il tampone ha confermato la positività al Covid, dopo che aveva manifestava seri sintomi respiratori dovuti ad un’infezione.

La paziente non soffrirebbe di patologie pregresse, tuttavia i medici parlano di una sindrome emolitico-uremica che avrebbe colpito sangue e reni. Tutta la famiglia è stata messa in isolamento e sottoposta al tampone. La sindrome emolitico-uremica potrebbe essere stata scatenata dall’infezione da Coronavirus. Il quadro clinico della piccola è ancora in fase di studio.


> Covid: bimba 5 anni grave a Padova, è intubata
Accolta inizialmente in pediatria con problemi respiratori

© ANSA
PADOVA
16 agosto 2020 19:18

(ANSA) - PADOVA, 16 AGO - C'è anche una bambina di 5 anni, ricoverata in terapia intensiva nell''azienda ospedaliera di Padova, tra i pazienti Covid che destano preoccupazione in Veneto, dopo la ripresa dei contagi nelle ultime settimane. La piccola è attualmente intubata, come spiega una nota dell'ospedale, riferendosi genericamente ad "un minore" tra i 4 pazienti in terapia intensiva nel nosocomio patavino. Tra essi, uno è in fase di dimissione in reparto. Accolta pochi giorni fa al pronto soccorso pediatrico, la bambina, che vive con i genitori in città, manifestava seri sintomi respiratori dovuti ad una infezione non ancora del tutto confermata. Sottoposta a tampone, è risultata positiva al Covid 19. (ANSA).
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Padova, bimba di 5 anni grave. Luca Zaia: “Per un’altra patologia, non per il Covid”

Messaggioda sandropascucci » 20 ago 2020, 21:18

> Padova, bimba di 5 anni grave. Luca Zaia: “Per un’altra patologia, non per il Covid

"La patologia che l’ha portata in terapia intensiva è di tutt'altra origine, ci sono tre casi in Italia, ci ha riferito l'ospedale Spallanzani" ha detto in conferenza stampa il governatore del Veneto

di F. Q. | 20 AGOSTO 2020

La bambina di 5 anni ricoverata da giorni in terapia intensiva all’ospedale di Padova ha un quadro clinico grave, “ma per un’altra patologia, non per il Covid”. La precisazione dopo giorni di dubbi e domande è arrivata dal presidente del Venento, Luca Zaia, nella consueta conferenza stampa sulla situazione del virus. “La bimba è positiva – ha spiegata il governatore – ma la diagnosi differenziale è stata fatta, e non è in questa situazione per il coronaviirus. La patologia che l’ha portata in terapia intensiva è di tutt’altra origine, ci sono tre casi in Italia, ci ha riferito l’ospedale Spallanzani”.

“Io dico che abbiamo una bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Padova positiva al coronavirus Sars Cov 2. Il resto è da accertare” spiegava un paio di giorni fa all’Adnkronos Salute il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Padova Luciano Flor. La piccola “non aveva patologie pregresse. È arrivata in pronto soccorso e stava male. Le abbiamo fatto il tampone, come facciamo a tutti, per ricoverarla ed è stata trovata positiva. Ma il problema ora è capire se il coronavirus è la causa della grave sindrome che l’ha colpita o se la bambina ha questa sindrome e il coronavirus”. La paziente ha “una sindrome emolitico-uremica, ne vediamo pochi casi l’anno. Un quadro grave, ma i bimbi di solito rispondono. Vanno escluse tutta una serie di altre cause. Se fosse accertato che è il coronavirus sarebbe la prima volta. Siamo cauti, perché un nesso non è ancora stato stabilito”. Invece a diagnosi differenziale effettuata l’ipotesi coronavirus è stata esclusa.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Sicilia, tanti giovani in terapia intensiva? E’ tutto una menzogna. Scatta la denuncia

Messaggioda sandropascucci » 24 ago 2020, 8:59

> 21 Agosto 2020

Sicilia, tanti giovani in terapia intensiva? E’ tutto una menzogna. Scatta la denuncia
L’assessore regionale alla sanità Razza avvia azione legale contro un giornale online

Alimentare terrorismo mediatico è un atto criminale. Fioccano le prime denunce. L’assessore regionale alla sanità della Regione Sicilia, Ruggero Razza ha deciso di attivare azioni legali contro un giornale online “meteo.it” per la diffusione di una notizia falsa: l’affollamento di giovani siciliani in terapia intensiva. “Una menzogna, non è vero. Avvieremo un’azione legale. Sono criminali” – sottolinea l’assessore Razza. Da quale fonte il meteo.it abbia preso questa informazione non è chiaro e i dati ufficiali non evidenziano per nulla questa criticità. Emergene l’ennesima campagna mediatica allarmistica su un tema che genera migliaia e migliaia di clic confondendo strumentalmente i contagi con i ricoveri in terapia intensiva creando paura e terrore.
da: https://www.ildesk.it/attualita/sicilia ... -denuncia/
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

#fakenews a 360 gradi per il #COVID, dalle foto ai numeri: https://youtu.be/OTNT2UjKhF4

Messaggioda sandropascucci » 24 ago 2020, 9:01

#fakenews a 360 gradi per il #COVID, dalle foto ai numeri: https://youtu.be/OTNT2UjKhF4
*>> COVID19 - Quando c'è da denunciarli per truffa medica* _covid-malasanita.primit.it_
*17 AGOSTO 2020* - Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in terapia intensiva. Locatelli: "Nessuno è davvero al riparo"
*20 AGOSTO 2020* - Padova, bimba di 5 anni grave. Luca Zaia: “Per un’altra patologia, non per il Covid”



_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

La bufala del 17enne bergamasco in terapia intensiva per il coronavirus: la festa in piscina a Ferragosto poi il malore

Messaggioda sandropascucci » 24 ago 2020, 9:31

> 17enne bergamasco in terapia intensiva per il coronavirus: la festa in piscina a Ferragosto poi il malore
Lo studente è intubato al Policlinico di Milano: I genitori hanno collaborato con l’ Ats di Bergamo per risalire all’ identità degli amici presenti alla festa
di Fabio Paravisi

17enne bergamasco in terapia intensiva per il coronavirus: la festa in piscina a Ferragosto poi il malore

Ventun ragazzi a una festa in piscina: Ferragosto, sole, caldo e voglia di dimenticare i brutti pensieri che hanno avuto per mesi. Sei giorni dopo, uno di loro è in terapia intensiva per il coronavirus e gli altri si sono messi in fila all’ ambulatorio per fare il tampone e scoprire se il Covid-19 ha colpito anche loro. È stata forse proprio una festa attorno a una piscina privata, sabato scorso, a far arrivare il virus nell’organismo di un ragazzo di 17 anni di Albano Sant’ Alessandro, paesone di ottomila abitanti non lontano da Bergamo.
da: https://www.corriere.it/cronache/20_ago ... 6519.shtml


> Coronavirus: 17enne bergamasco ancora in Terapia intensiva, ma il tampone è negativo
Le condizioni del 17enne di Albano sono gravi ma stabili

Articolo Coronavirus, 17enne in Terapia intensiva a Milano: positivo dopo festa di Ferragosto

Albano Sant'Alessandro (Bergamo), 23 agosto 2020 - Le condizioni del 17enne di Albano ricoverato nel reparto di terapia intensiva Covid del Policlinico di Milano sono gravi ma stabili e questa mattina il tampone effettuato dai medici è risultato negativo così come successo ai 23 l parenti e amici del ragazzo e anche loro sono risultati tutti negativi. Ats Bergamo ha individuato tutte le persone entrate in contatto recentemente con il diciassettenne isolando il possibile focolaio.
da: https://www.ilgiorno.it/bergamo/cronaca ... -1.5440093
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

COVID19 - LA TRUFFA DEI FALSI CONTAGI - latruffadeifalsicontagi.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 24 ago 2020, 9:50

..
..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Spagna: dottore risponde ai giornalisti e demolisce il loro terrorismo mediatico

Messaggioda sandropascucci » 24 ago 2020, 13:38

Codice: Seleziona tutto

https://www.youtube.com/watch?v=8aSOnpPA3Lo


Gracis - Spagna: dottore risponde ai giornalisti e demolisce il loro terrorismo mediatico (BACKUP)


ORIGINALE: Spagna: dottore risponde ai giornalisti e demolisce il loro terrorismo mediatico
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

La #malafede dei #giornalisti sul #COVID - Manipolazione dei dati su dimessi e guariti ed ennesima #coercizione verso VI

Messaggioda sandropascucci » 26 ago 2020, 15:36

La #malafede dei #giornalisti sul #COVID - Manipolazione dei dati su dimessi e guariti ed ennesima #coercizione verso VIP riottoso. Oggi tocca a #Briatore
https://youtu.be/PKncICH2ckE


_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Morti anziani veneti negativi al COVID ma contati COVID

Messaggioda sandropascucci » 27 ago 2020, 9:30

Siamo sotto scacco ma non matto

https://www.youtube.com/watch?v=k7HIR2YKeXw



mercoledì 26 agosto 2020 morti COVID in Italia: 13 però..
(in Veneto) L'alto numero di decessi, 11, registrati nel bollettino Covid odierno della Regione Veneto comprende soggetti, quasi tutti anziani, morti sul territorio (non in ospedale) negli ultimi giorni, e conteggiati solo oggi. Si tratta in gran parte inoltre - viene precisato - di pazienti contagiati dal virus nei mesi scorsi, nel frattempo negativizzatisi, ma che su indicazione del Ministero della Sanità vanno registrati comunque come soggetti con infezione da Covid.

da:https://www.repubblica.it/cronaca/2020/08/26/news/coronavirus_il_bollettino_di_oggi_26_agosto_-265504998/?ref=RHPPTP-BH-I265483598-C12-P7-S3.4-F4
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Luca Mencaroni
Messaggi: 801
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: COVID19 - Quando manipolano i dati e si offendono pure se lo fai notare #covid-manipolazione-dati.primit.it

Messaggioda Luca Mencaroni » 27 ago 2020, 15:15

Un covid è come un diamante: é per sempre.
Luca Mencaroni - Perugia

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

«Mio padre morto di morte naturale, ma è stato classificato come Covid»

Messaggioda sandropascucci » 30 ago 2020, 20:05

 SE NON E' TRUFFA QUESTA 
«Mio padre morto di morte naturale, ma è stato classificato come Covid»

La denuncia di un dirigente bancario del Pavese, Alberto Stelluti Scala: «È mancato per consunzione e per altre patologie cardiache e renali, ma non ha mai avuto il Coronavirus. Nè gli è stato fatto il tampone»
di Ferruccio Pinotti

«Mio padre morto di morte naturale, ma è stato classificato come Covid»
Da sinistra Alberto Stelluti Scala e il padre Giuseppe, mancato il 24 agosto

Suo padre è molto anziano ed è morto di morte naturale, senza alcun sintomo di Coronavirus, ma il suo decesso è stato classificato come Covid. La vicenda viene denunciata da un professionista genovese residente nel Pavese, Alberto Stelluti Scala, 60 anni, già dirigente bancario presso la banca Ubs, il quale nei giorni scorsi ha assistito il padre Giuseppe, che a 88 anni è venuto a mancare a Casarza Ligure (Genova) il 24 agosto scorso. Nonostante nei mesi precedenti alla morte non abbia mai esibito i sintomi tipici del coronavirus (febbre, polmonite, perdita dell’olfatto, difficoltà respiratorie) il suo decesso è stato però classificato come dovuto al Covid. Va precisato che nella sua drammaticità la vicenda non è emblematica: numeri alla mano, storie di questo tipo non inficiano le statistiche sui decessi per coronavirus.

Il documento
Stelluti Scala ha messo a disposizione del Corriere tutta la documentazione e chiede risposte rispetto ad una procedura che, a suo dire, solleva molti quesiti. «Mio padre si è spento a casa nel suo letto, amorevolmente confortato dai suoi cari, in maniera del tutto naturale e per effetto di un numero consistente di patologie pregresse — spiega Stelluti —. Aveva infatti una situazione cardiaca compromessa che ne aveva determinato l’invalidità al 100%, era un paziente con problemi renali e dializzato e soffriva di altre patologie. Tuttavia non si è mai ammalato di Covid, non ha mai registrato i sintomi tipici ne ha dovuto essere ricoverato per alcuna patologia connessa al coronavirus».

documentoCorriere-Web-Sezioni.jpg

«Mio padre morto di morte naturale, ma è stato classificato come Covid»

Nessun tampone effettuato
Giuseppe Scala infatti non è mai stato sottoposto — nemmeno nella fase più aggressiva del Coronavirus e nonostante l’età avanzata — al test del tampone: «Né il medico di base né altri professionisti che a vario titolo lo seguivano hanno ritenuto necessario praticargli il tampone in quanto mio padre viveva in una situazione controllata, non era esposto al virus e non presentava alcun sintomo di Covid. Aveva semplicemente un cuore che non funzionava più a dovere, al 25% della funzionalità; ed era dializzato». E allora perché quando è morto il suo decesso è stato classificato come dovuto al Covid? «Perché, come recita l‘attestazione della ASL4 (Distretto sociosanitario 16 Liguria, ndr), la cosiddetta Attestazione Covid Salme (ovvero, le Indicazioni emergenziali connesse all’epidemia Covid19 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e di cremazione, ndr), nonostante mio padre non avesse sintomi e non sia stato sottoposto a tampone, la sua morte va considerata di default da attribuirsi al Covid».


da: https://www.corriere.it/cronache/20_ago ... b572.shtml
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

#Zaia, quando un #COVID è per sempre

Messaggioda sandropascucci » 31 ago 2020, 17:50

#Zaia, quando un #COVID è per sempre

Codice: Seleziona tutto

https://www.youtube.com/watch?v=UfZPf5JDlW4


_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 13466
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

#COLPODISTATO : fermiamo lo folle conta-bile - PARTE I

Messaggioda sandropascucci » 1 set 2020, 12:43

#COLPODISTATO : fermiamo lo folle conta-bile - PARTE I

Codice: Seleziona tutto

https://www.youtube.com/watch?v=GLi21BgXTfM

_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “COVID19 - ALIAS COLPODISTATO.PRIMIT.IT”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".