COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

COLPO DI STATO IN ITALIA: GOVERNISSIMO DI INCAPACI ESCLUDE IL PARLAMENTO DEMOCRATICO AUTOCONFERENDOSI PIENI POTERI PER LA COSIDETTA EMERGENZA COVID-19 FINO AL 2021* http://covid.primit.it
*[vedremo solo a fine luglio se, e quanto, l'intervento del presidente Mattarella (del 21mag2020) risulterà essere stato veramente bloccante o un edulcorato rimando]
Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 2 dic 2020, 10:39

Ho saputo che il video della CNN è stato fatto prima delle elezioni! Anche se in sovraimpressione è comparsa la scritta 27/11 ma penso sia stata aggiunta da chi ha messo il video in rete.
In effetti dal discorso del presentatore si capisce che fa un discorso ipotetico su uno scenario post elezioni! Ma guarda caso ci ha azzeccato in pieno su quello che sarebbe potuto succedere! Fosse che fosse che sapevano già dei brogli e che quindi si sarebbe potuto innescare uno scenario del genere?!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 2 dic 2020, 10:47

Cmq dagli ultimi aggiornamenti pare che la strada migliore e più breve sia quella descritta nel video.
Infatti ieri in Pennsylvania il parlamento statale ha votato per non rendere validi i voti delle urne ma per decidere in autonomia i grandi elettori che andranno a votare il 14/12 e che quindi sicuramente voteranno Trump. Il governatore che è democratico invece darà anche lui i suoi elettori che voterebbe Biden e quindi a quel punto il 14/12 ci saranno più elettori di quelli che la Costituzione permette (538) e si innescherà la situazione di confusione che permetterebbe di invalidare tutto il processo elettorale facendo eleggere il Presidente con un conteggio completamente diverso e cioè un elettore per ogni Stato (quindi 26 a 23 per Trump).
Oggi inoltre è previsto il voto del Parlamento in Arizona che probabilmente si allineerà con quello della Pennsylvania di ieri.
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 2 dic 2020, 11:01

Qualcuno ha letto sui media che Trump ha espulso dal Consiglio di Difesa nientepopopodimeno che Kissinger e la Albright?
Cosa farà ora Kissinger dopo 80 anni di onorato e duro lavoro?! Consigli di tattica geopolitica e militare ai nipotini che combattono sul prato della sua villa!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 2 dic 2020, 11:05

..o al primo psicodittatore che necessita di cotanta esperienza! magari con Zoom.. (essendo persona fragile)
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 2 dic 2020, 11:52

sandropascucci ha scritto:..o al primo psicodittatore che necessita di cotanta esperienza! magari con Zoom.. (essendo persona fragile)


Parli di Biden? Per il fatto che è uno psicodittatore? Penso di no, visto che di psiche non c'ha molto (spiattella in diretta che durante l'era Obama ha impiantato la più grande frode elettorale della storia americana!). Invece puoi aver ragione sulla "persona fragile" visto che si rompe la gamba giocando col cane! :P
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

..e il castoro intanto incarta il cioccolato..

Messaggioda sandropascucci » 2 dic 2020, 16:13

:) :) :)
..e il castoro intanto incarta il cioccolato..

> Usa, il New York Times: "Trump pensa a una grazia per i figli e per Giuliani". Poi l'annuncio: "Mi ricandiderò"
Eric, Donald Jr, Ivanka e Donald Trump in uno scatto del 2014 (reuters)

Il presidente teme che il prossimo ministro della Giustizia di Biden prenda di mira i suoi familiari. Si indaga su tangenti in cambio di una grazia presidenziale da parte di Trump, lo rivela la Cnn

02 DICEMBRE 2020

Donald Trump ha discusso con i suoi consiglieri se concedere una grazia preventiva ai suoi tre figli adulti, Donald Trump Jr., Eric Trump e Ivanka, e a suo genero Jared Kushner, oltre che al suo avvocato personale Rudy Giuliani, nel timore che il dipartimento di giustizia della futura amministrazione Biden si vendichi contro di lui colpendo loro. Lo scrive il New York Times, confermando una notizia che era stata in un primo tempo diffusa da Abc News.

Trump avrebbe manifestato la sua preoccupazione che un ministro della Giustizia sotto il presidente Joe Biden potrebbe prendere di mira tre dei suoi figli, oltre al genero. Eppure nessuno di loro è stato incriminato.

Donald Trump Jr. è stato indagato nel Russiagate per i contatti con i russi incontrati alla Trump Tower che offrivano materiale compromettente su Hillary Clinton ma non è mai stato incriminato. Kushner fornì false informazioni alle autorità federali sui suoi contatti con autorità straniere per il suo nullaosta di sicurezza, ma il presidente glielo garantì lo stesso. Le preoccupazioni del presidente per Eric e Ivanka potrebbero invece essere legate all'inchiesta della procura di New York sulle presunte frodi ed evasioni fiscali della Trump Organization. La grazia presidenziale, tuttavia, non copre i reati statali o locali.

I timori per Giuliani, avvocato che guida la fallimentare offensiva legale sui ricorsi elettorali e su cui al momento non ci sono accuse specifiche, riguarderebbero invece il suo coinvolgimento nell'inchiesta della procura di New York sui maneggi del legale in Ucraina contro i Biden e sul suo ruolo nella cacciata dell'ambasciatrice americana a Kiev, episodi al centro del processo di impeachment contro Trump.

"Sono stati quattro anni fantastici. Stiamo cercando di farne altri quattro. Altrimenti, ci vediamo tra quattro anni". Sono le parole usate dal presidente americano Donald Trump per annunciare la sua candidatura alle elezioni del 2024 durante la festa di Natale che si è svolta alla Casa Bianca. Come scrive Politico, i membri del Comitato Nazionale Repubblicano presenti all'evento hanno accolto l'annuncio con un lungo applauso. Durante il suo intervento, Trump ha ribadito che le elezioni presidenziali di quest'anno sono state "truccate".
Indagini sulle tangenti
Tangenti in cambio di una grazia presidenziale da parte di Donald Trump. È l'ipotesi su cui sta indagando il dipartimento di giustizia. Lo scrive la Cnn citando documenti giudiziari, da cui emerge che il giudice della corte distrettuale della capitale Beryl Howell ha autorizzato alcuni procuratori ad avere accesso ai documenti contenuti in apparecchiature informatiche sequestrate nei mesi scorsi in un'indagine che ruota intorno a questa ipotesi. Secca la replica del tycoon, che su Twitter scrive: "L'indagine sulla grazia è una fake News!"


I documenti sono stati resi pubblici dal tribunale distrettuale di Washington e mostrano l'esame da parte del giudice capo Beryl Howell, in agosto, di una richiesta dei pubblici ministeri di accedere a documenti ottenuti in una perquisizione nell'ambito di un'indagine per corruzione in cambio di grazia. Gli archivi non rivelano i nomi delle persone potenzialmente coinvolte e nessuno sembra essere stato pubblicamente incriminato per la vicenda.

Gli inquirenti ritengono che le apparecchiature (iPhone, iPad, laptop, pc) possano rivelare email su una presunta attività criminale, compreso uno "schema segreto di lobbying" e una cospirazione corruttiva che offre "un contributo politico sostanziale in cambio di una grazia presidenziale o di una sospensione della pena" per un imputato condannato il cui nome è omesso. Nelle ultime settimane Donald Trump sta valutando una serie di provvedimenti di clemenza. Nella lista ci sono vari amici ed alleati, dall'ex capo della campagna elettorale Paul Manafort all'ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon sino al suo avvocato personale Rudy Giuliani.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

L’accusa (clamorosa) del team legale di Trump: “Italia coinvolta nei brogli”

Messaggioda sandropascucci » 3 dic 2020, 10:46

> L’accusa (clamorosa) del team legale di Trump: “Italia coinvolta nei brogli”
POLITICA /
Roberto Vivaldelli
2 DICEMBRE 2020


L’accusa del team legale del Presidente Usa Donald Trump è pesantissima: anche Roma sarebbe potenzialmente coinvolta nei presunti brogli denunciati dal partito repubblicano che avrebbero consentito a Joe Biden di vincere le ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Ricordiamo che l’avvocato dell’ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, Sidney Powell, ha intentato nei giorni scorsi una causa per annullare i risultati delle elezioni nel Michigan denunciando “centinaia di migliaia di schede illegali, non ammissibili, duplicate o puramente fittizie”, rese possibili dalla “massiccia frode elettorale”. Al centro della battaglia legale della Powell c’è il sistema di voto Dominion voting systems, società fondata in Canada, le cui apparecchiature e software sono utilizzati in oltre 20 Stati americani. Secondo il team legale del Presidente Usa, attraverso questo sistema il voto sarebbe facilmente manipolabile.

Possibili brogli Usa, l’accusa del team legale di Donald Trump
Come spiega La Verità, l’ultima pista investigativa che riguarderebbe il nostro Paese sarebbe concernente parte del presunto switch elettorale, cioè del meccanismo per spostare voti manipolando i risultati, che sarebbe stata pensata (forse sin dalla primavera scorsa) e poi realizzata anche dall’Italia, attraverso una triangolazione tra un officiale statunitense operante presso l’ambasciata Usa a Roma (ipotesi che, se confermata, non rimarrebbe ovviamente priva di conseguenze), figure militari di altissimo livello, e la collaborazione tecnica di una società italiana nel settore della difesa. Tutto sarebbe avvenuto attraverso quella che viene chiamata una military encryption, quindi codici e crittografie militari per proteggere certe operazioni e renderle difficilmente decodificabilii.

Ricordiamo inoltre che, a detta dei repubblicani, il nostro Paese è al centro della controinchiesta sul Russiagate e di una possibile cospirazione ai danni del Presidente Donald Trump e della sua Campagna sulla quale sta indagando il procuratore John Durham. Quest’ultimo, a seguito della conclusione delle indagini del procuratore speciale Robert Mueller che ha sgonfiato l’ipotesi della “collusione” fra lo staff di Trump e la Russia, è stato incaricato da William Barr di determinare se il Dipartimento di Giustizia, l’Fbi e le autorità dell’intelligence hanno agito in maniera impropria e “cospirato” contro Donald Trump nel 2016.

Donald Trump: “Ci sono stati importanti brogli”
Nei giorni scorsi The Donald è stato ospite della giornalista Maria Bartiromo e del suo programma Sunday Mroning Futures in onda su Fox News dove si è scagliato contro il sistema giudiziario americano e ha fatto il punto sulla lunga battaglia legale che lui e il suo team, guidato dall’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, hanno avviato denunciando presunti brogli in molti degli stati contesi. Il Presidente Usa ha spiegato che “hanno buttato via molte schede di Trump. Questo è il modo più semplice per imbrogliare. Abbiamo ottenuto 74 milioni di voti” ha rimarcato. Maria Bartiromo ha chiesto al tycoon se riuscirà a dimostrare l’esistenza di brogli: “Userò il 125% della mia energia per farlo – ha replicato Trump -. Ho bisogno di un giudice che sia disposto ad ascoltare. C’è bisogno di una Corte Suprema disposta a prendere una decisione davvero importante”.

Su Youtube, l’avvocato di Trump ed ex sindaco di New York Rudy Giuliani ha illustrato – a suo dire – il funzionamento di Dominion. Quest’ultima società, afferma Giuliani, “ha un contratto con una compagnia chiamata Smartmatic, che ha sede a Francoforte, in Germania e a Barcelona, Spagna. E quando i voti vengono conteggiati vengono dunque inviati, la maggior parte di essi, a Francoforte. Questi software sono particolarmente vulnerabili agli hacker aggi ed estremamente vulnerabili da manipolare”. Smartmatic, afferma l’ex primo cittadino della Grande Mela, “è una compagnia che ha le sue origini intorno al 2004 circa, 2005. È stata fondata da due venezuelani molto vicini al dittatore Chavez. Ed è stata fondata con l’obiettivo specifico di essere in grado di commettere brogli nelle elezioni”. Quanto ci sia di vero o falso in queste affermazioni spetta ora al team legale di Trump dimostrarlo.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

SCHEDE USA VOTO 2020 STAMPATE IN CHINA! ooppss..

Messaggioda sandropascucci » 9 dic 2020, 7:50

SCHEDE USA VOTO 2020 STAMPATE IN CHINA! ooppss..

USA voto CHINA 01.JPG
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 9 dic 2020, 12:26

Mettetevi comodi e godetevi lo spettacolo:
https://www.breitbart.com/politics/2020 ... ion-rules/

Lo stato del Texas presenta a mezzanotte del 7/12 (12 ore prima della scadenza) il ricorso alla corte suprema per irregolarità nella procedura di voto nelle elezioni 2020 in altri 4 stati. E l'eventuale contro ricorso doveva essere presentato entro mezzogiorno del 8/12. Non penso siano riusciti a presentarlo. Questo riscorso non c'entra con i brogli ma riguarda la legge elettorale che questi 4 stati hanno cambiato poco prima delle elezioni (ma l'hanno fatto o tramite giudici o tramite il governatore contrariamente alla legge federale che prevede questi cambiamenti solo tramite il parlamento dei singoli stati).
Sono cazzi amari adesso per i dem!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Hunter Biden sotto inchiesta federale per possibile frode fiscale

Messaggioda sandropascucci » 10 dic 2020, 11:59

> Hunter Biden sotto inchiesta federale per possibile frode fiscale
Di Steven Nelson e Bruce Golding9 dicembre 2020 | 16:17 | Aggiornato
Hunter Biden tax fraud

Il figlio del presidente eletto Joe Biden ha rivelato mercoledì che è sotto inchiesta federale per possibile frode fiscale , con un rapporto che dice che il Dipartimento di Giustizia sta esaminando i suoi affari all'estero.

Secondo quanto riferito, l'indagine coinvolge anche un laptop appartenuto a Hunter Biden, la cui esistenza è stata segnalata per la prima volta da The Post, e che contiene comunicazioni e documenti che dettagliano alcuni dei suoi affari in Cina e Ucraina.

Hunter Biden, 50 anni, ha rivelato l'indagine in una dichiarazione rilasciata dall'ufficio di transizione presidenziale di suo padre.

"Ho appreso ieri per la prima volta che l'ufficio del procuratore degli Stati Uniti in Delaware ha consigliato al mio consulente legale, anche ieri, che stanno indagando sui miei affari fiscali", ha detto Hunter Biden nella dichiarazione.

"Prendo la questione molto seriamente, ma sono fiducioso che una revisione professionale e obiettiva di queste questioni dimostrerà che ho gestito i miei affari legalmente e in modo appropriato, anche con il vantaggio di consulenti fiscali professionisti."

Una dichiarazione attribuita alla "transizione Biden-Harris" diceva: "Il presidente eletto Biden è profondamente orgoglioso di suo figlio, che ha combattuto attraverso sfide difficili, inclusi i feroci attacchi personali degli ultimi mesi, solo per emergere più forte".

L'indagine è iniziata nel 2018, hanno detto fonti a Fox News e CNN.

Gli investigatori stanno esaminando se Hunter e i suoi soci in affari abbiano violato varie leggi fiscali e sul riciclaggio di denaro, ha detto la CNN .

L'indagine si concentra sui rapporti d'affari di Hunter in Cina e in altri paesi e invoca transazioni con persone che hanno sollevato preoccupazioni di controspionaggio, ha detto la CNN.

L'indagine è stata sospesa durante la corsa alle elezioni di novembre a causa delle linee guida del Dipartimento di Giustizia che vietano attività che potrebbero influenzare una corsa politica, ha detto la CNN.

Ma da allora è ripreso e sta entrando in una nuova fase, con l'FBI e l'IRS che emettono citazioni in giudizio e cercano interviste, ha detto la CNN.

Fox News ha riferito che l'indagine include l'esame del laptop Hunter Biden esposto da The Post, citando due fonti che hanno familiarità con l'indagine.

L'indagine è davanti a un grand jury e coinvolge i cosiddetti "rapporti di attività sospette" da parte delle banche che segnalano trasferimenti di fondi dalla Cina e da altre nazioni, ha detto anche Fox News.

A settembre, i senatori repubblicani hanno pubblicato un rapporto sugli affari economici di Hunter in cui affermava che "e la sua famiglia erano coinvolti in una vasta rete finanziaria che li collegava a cittadini stranieri e governi stranieri in tutto il mondo".

Alcuni di questi legami "sollevano preoccupazioni finanziarie criminali, controspionaggio ed estorsione", afferma il rapporto.

La rivelazione a sorpresa di mercoledì dell'indagine federale è arrivata esattamente un anno dopo che gli agenti dell'FBI hanno sequestrato un laptop da un negozio di computer del Delaware il cui proprietario sostiene che sia stato lasciato lì da Hunter e non è mai stato recuperato.

A ottobre, The Post ha rivelato in esclusiva che una copia del disco rigido del computer conteneva un'e-mail del 2015 che mostrava che Hunter presentava suo padre, allora vicepresidente, a un alto dirigente di Burisma, una compagnia energetica ucraina di cui era un membro del consiglio e guadagnava un $ 83.000 al mese.

Meno di un anno dopo, l'anziano Biden fece pressioni sui funzionari ucraini affinché licenziassero un importante procuratore che stava indagando su Burisma.

Joe Biden ha affermato di aver utilizzato una garanzia di prestito da 1 miliardo di dollari USA come leva per far licenziare il procuratore generale Viktor Shokin a causa delle preoccupazioni di corruzione condivise dall'Unione europea.

Altre e-mail hanno mostrato che Hunter ha perseguito accordi commerciali redditizi che coinvolgono la più grande compagnia energetica privata cinese, inclusa una che ha descritto come "interessante per me e la mia famiglia".

Un'e-mail correlata del 2017 , dopo che Joe Biden ha lasciato la Casa Bianca, descriveva un "accordo provvisorio" per dividere la proprietà in una nuova società che includeva una quota del 10% "detenuta da H per il pezzo grosso?"

Un partecipante a quell'accordo, Tony Bobulinski, in seguito ha confermato che "H" stava per Hunter e suo padre era "il ragazzo grande".

Durante il secondo e ultimo dibattito presidenziale di ottobre, Joe Biden ha dichiarato: "Non ho mai preso un centesimo da nessuna fonte straniera in vita mia".

Oltre alle e-mail e ai relativi documenti aziendali, il laptop conteneva numerose immagini sessualmente esplicite, tra cui un video di 12 minuti che sembra mostrare Hunter - che ha riconosciuto ripetute lotte con le dipendenze da droghe e alcol - fumare crack mentre era impegnato in un atto sessuale con un donna non identificata.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 15 dic 2020, 19:10

Stanno già estromettendo il grande Joe, qualora (ma lo ritengo poco probabile) dovesse essere eletto! Essendo palesemente incapace di intendere e volere, stanno preparando il campo per far svolgere le funzioni di Presidente a Kamala Harris (la sua badante)!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Francesco Fata
Messaggi: 906
Iscritto il: 10 ago 2009, 16:35
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roseto degli Abruzzi
azioni: scrittura articoli, studio aspetti tecnico-filosofici, studio idee di riforma monetaria, quota associativa, volantinaggio mirato, interventi sul web
Località: Roseto degli Abruzzi

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda Francesco Fata » 15 dic 2020, 19:13

Del resto l'indagine è stata insabbiata per due anni dal ministro della giustizia W. Barr (che sotto pressione oggi si è dimesso)! E proprio ora, guarda caso, è uscito fuori tutto! Ormai forse pensano che è tutto fatto e Bidè è il nuovo Presidente!
Voglio troppo bene al popolo per pensare di votare gente che vuole particolarmente bene a se stessa.
Francesco Fata

----Francesco Fata (ex aggiocampà) ----

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 16 dic 2020, 9:50

Francesco Fata ha scritto:Stanno già estromettendo il grande Joe, qualora (ma lo ritengo poco probabile) dovesse essere eletto! Essendo palesemente incapace di intendere e volere, stanno preparando il campo per far svolgere le funzioni di Presidente a Kamala Harris (la sua badante)!

E la Pelosi a supporto..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Usa, Luttwak entra nel Consiglio di Difesa del Pentagono

Messaggioda sandropascucci » 20 dic 2020, 18:33

> Usa, Luttwak entra nel Consiglio di Difesa del Pentagono
ESTERI

Usa, Luttwak entra nel Consiglio di Difesa del Pentagono
Pubblicato il: 15/12/2020 09:56

Il Pentagono ha annunciato la nomina di otto nuovi membri del Consiglio della Difesa, tra i quali vi sono Edward Luttwak e l'ex speaker della Camera Newt Gingrich. "Questi nuovi membri porteranno una vasta esperienza di difesa e sicurezza nazionale acquisita negli anni al Congresso, al dipartimento di Stato, nelle Forze Armate ed in altre sedi", ha dichiarato Chris Miller, il ministro della Difesa facente funzioni nominato da Donald Trump a seguito del licenziamento, subito dopo le elezioni, Mark Esper.

Dall'allontanamento di Esper, Trump ha avviato una serie di cambiamenti ed avvicendamenti al Pentagono, con l'uscita dal Consiglio di una decina di esperti, tra i quali gli ex segretari di Stato Henry Kissinger e Madeleine Albright e l'ex leader della maggioranza al Senato Eric Cantor.

La scorsa settimana poi è arrivata la nomina di un esperto delle relazioni con la Cina, Michael Pillsbury, come nuovo presidente del Defence Policy Board, che ha al compito di assistere il capo del Pentagono fornendo consigli e raccomandazioni sui dossier della Difesa.

All'inizio del mese sono stati nominati due alleati di Trump, Corey Lewandowski e David Bossie, nel Defence Business Board, altro organismo consultivo del Pentagono. La nomina dei nuovi membri del Defence Policy Board è arrivata nel giorno in cui il Collegio Elettorale ha ratificato la vittoria di Joe Biden e quindi a poco più di un mese dall'insediamento del presidente e della nuova amministrazione democratica.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: COVID19 - Quando pensi che ci sia da scommettere su TRUMP #covid-trump.primit.it

Messaggioda sandropascucci » 1 gen 2021, 21:37

Il senatore del GOP Josh Hawley per contestare la certificazione dei voti elettorali
DI MELISSA QUINN

30 DICEMBRE 2020/11: 45 / CBS NEWS


Washington - Il senatore repubblicano Josh Hawley del Missouri ha annunciato mercoledì che intende opporsi alla certificazione del voto elettorale quando il Congresso si riunirà il 6 gennaio per contare i voti elettorali di ogni stato e riaffermare la vittoria del presidente eletto Joe Biden.

Hawley è il primo - e finora l'unico - senatore repubblicano a impegnarsi a sfidare i voti elettorali quando i legislatori si incontrano per la sessione congiunta per contare i voti di ogni stato, sebbene diversi membri conservatori della Camera abbiano promesso di farlo. Il presidente Trump ha suggerito che il Congresso dovrebbe intervenire, con speranze profonde che gli consegnino un secondo mandato dopo che i precedenti tentativi di contestare i risultati delle elezioni sono falliti.

"Non posso votare per certificare i risultati del collegio elettorale il 6 gennaio senza sollevare il fatto che alcuni stati, in particolare la Pennsylvania, non hanno rispettato le proprie leggi elettorali statali . E non posso votare per certificare senza sottolineare lo sforzo senza precedenti delle mega corporazioni, tra cui Facebook e Twitter, per interferire in queste elezioni, a sostegno di Joe Biden ", ha detto in un comunicato il repubblicano del Missouri. "Per lo meno, il Congresso dovrebbe indagare sulle accuse di frode degli elettori e adottare misure per garantire l'integrità delle nostre elezioni. Ma il Congresso finora non ha agito".


Impegnandosi a sollevare un'obiezione ai voti del collegio elettorale, Hawley si oppone al leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, che ha chiesto ai senatori repubblicani questo mese di non obiettare quando si riunisce la sessione congiunta. Altri senatori del GOP, compresi quelli vicini a Trump, hanno suggerito che una tale mossa sarebbe stata inutile.

"Al Senato, sarebbe andato giù come un cane da caccia", ha detto ai giornalisti questo mese il senatore John Thune, il repubblicano n. 2 nella camera alta.

Il senatore Lindsey Graham, un repubblicano della Carolina del Sud, ha detto che sfidare i voti "probabilmente farebbe più male che bene".

È improbabile che gli sforzi di Hawley e dei membri conservatori della Camera di sfidare i voti elettorali abbiano successo, ma prolungheranno il processo per affermare la vittoria di Biden. Anche se il Senato ha votato per sostenere un'obiezione, i Democratici controllano la Camera, quindi è probabile che qualsiasi obiezione venga votata laggiù.

La presidente della Camera Nancy Pelosi ha detto mercoledì che "non ha dubbi che mercoledì prossimo, a una settimana da oggi, Joe Biden sarà confermato dall'accettazione del voto del Collegio elettorale come 46 ° presidente degli Stati Uniti".

Richiesto dalla Costituzione, la Camera e la Sessione si riuniranno per la sessione congiunta del 6 gennaio per conteggiare i voti elettorali di ogni stato e del Distretto di Columbia. Il presidente del Senato - il vicepresidente - presiede la sessione.

I legislatori possono sollevare un'obiezione ai voti elettorali di uno stato, come hanno intenzione di fare Hawley e diversi conservatori della Camera. L'obiezione deve essere presentata per iscritto e firmata da almeno un membro di ciascuna camera e viene presentata dopo che il presidente ha chiesto obiezioni dopo la lettura della certificazione di uno stato.

Se l'obiezione viene fatta correttamente, la sessione congiunta viene sospesa e ciascuna camera si riunisce separatamente per esaminarla. Durante le loro riunioni separate, il dibattito è limitato a non più di due ore e ogni membro può parlare una sola volta e per un massimo di cinque minuti.

Dopo il dibattito, il Senato e la Camera votano separatamente se accettare o meno l'obiezione, con la maggioranza semplice necessaria per affermarla. Ma se la maggioranza semplice non sostiene l'obiezione, vengono contati i voti elettorali dello Stato.

Un'obiezione ai voti di uno stato è stata presa in considerazione l'ultima volta nel 2005, quando la senatrice Barbara Boxer della California e la deputata Stephanie Tubbs Jones dell'Ohio, entrambi democratici, si opposero ai voti elettorali espressi in Ohio, citando irregolarità di voto . Entrambe le camere, tuttavia, hanno respinto in modo schiacciante la loro obiezione e sono stati contati i voti elettorali dell'Ohio per il presidente George W. Bush e il vicepresidente Dick Cheney.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Il padre di Nancy Pelosi, Thomas D'Alesandro Jr., era storto come vengono

Messaggioda sandropascucci » 11 gen 2021, 12:00

Il padre di Nancy Pelosi, Thomas D'Alesandro Jr., era storto come vengono
Phillip Crawford Jr.
Amici dei nostri
sab, 4 luglio 2015 18:42 U T C
Thomas D'Alasandro Jr.Il padre di Nancy Pelosi, Thomas D'Alesandro Jr., sarebbe stato un "compagno costante" del famigerato mafioso Benjamin "Benny Trotta" Magliano e di altre figure della malavita durante i suoi anni politici a Baltimora, MD. D'Alesandro è stato membro del Congresso per cinque mandati dal 1938 al 1947 e sindaco di Baltimora per tre mandati dal 1947 al 1959. Magliano è stato identificato dall'FBI come uno dei "migliori teppisti" di Baltimora, ed è stato ampiamente riconosciuto come rappresentante del New Frankie Carbo di York che si è fatto le ossa con Murder, Inc. e in seguito è diventato un ragazzo affermato nella famiglia Lucchese. Le accuse sono incluse nei file dell'FBI di D'Alesandro recentemente pubblicati che Friends of Ours ha ottenuto ai sensi del Freedom of Information Act.

Nel 1947 l'FBI indagò su Magliano per essersi assicurato una bozza di esenzione dal servizio selettivo per se stesso e per i combattenti da lui controllati, dichiarando falsamente che avevano un impiego essenziale presso la American Ship Cleaning Company che era gestita da John Cataneo. In effetti, Magliano ei suoi pugili non avevano un tale impiego e furono condannati con Cataneo in tribunale federale per la loro truffa anti-patriottica. Peter Galiano, uno dei pugili condannati, disse all'FBI nel gennaio 1947 che "Thomas D'Alesandro era un compagno costante di John Cataneo; Benjamin Magliano ... e [redatto]":
È stato riferito che queste persone avevano lavorato duramente per la rielezione di Thomas D'Alesandro al Congresso e per la sua campagna in quel momento per diventare sindaco di Baltimora. È stato affermato che John Cataneo e Magliano durante il periodo di questa campagna erano sotto accusa federale per violazione della legge sul servizio selettivo e per frode contro il governo e sono stati successivamente condannati in tribunale federale. Cataneo avrebbe ammesso di aver dato ingenti somme di denaro per la campagna democratica e ha dichiarato che avrebbe ricevuto i contratti di igiene per Baltimora se il signor D'Alesandro fosse stato eletto sindaco.
A quel tempo l'FBI non ha mai indagato su D'Alesandro in merito a questa o numerose altre accuse riguardanti associazioni di criminali e corruzione pubblica. Naturalmente, mentre era al Congresso D'Alesandro sedeva nel comitato per gli stanziamenti ed era amico del direttore J. Edgar Hoover. Ad esempio, un promemoria dell'FBI datato 27 marzo 1946 da EG Fitch a DM Ladd fornisce:
Il supervisore Orrin H. Bartlett mi informò che mentre parlava con il membro del Congresso Thomas D'Alesandro, Jr. (D., Md.) Il 26 marzo 1946, il membro del Congresso informò l'agente Bartlett che si sarebbe candidato di nuovo al Congresso nelle elezioni dell'autunno 1946 e che nel 1947 era candidato alla carica di sindaco di Baltimora. Il membro del Congresso D'Alesandro ha informato l'agente Bartlett che, da quando faceva parte della commissione per gli stanziamenti, è tornato al cento per cento del direttore e dell'Ufficio di presidenza e, inoltre, che era estremamente interessato e completamente soddisfatto dei risultati del lavoro dell'Ufficio di presidenza. .
Hoover inviò calorose congratulazioni a D'Alesandro per la sua rielezione alla Camera del novembre 1946 e poi per la sua elezione nel maggio 1947 a sindaco di Baltimora, e dopo aver lasciato il Congresso per il municipio D'Alesandro scrisse a Hoover con lettera del 14 maggio 1947:
Grazie mille per il messaggio che si congratula con me per la mia elezione a sindaco della città di Baltimora. Mi ha fatto molto piacere ricevere i vostri auguri e assicurarvi che farò del mio meglio per dare alla gente di Baltimora un'amministrazione efficiente ed eccezionale. Anche a me mancherete voi e molti altri amici a Washington, ma sono grato per la vicinanza delle nostre due città che offriranno l'opportunità di visite frequenti quando e se il tempo lo permetterà. Ogni volta che sei a Baltimora, ti prego di farmi visita al municipio.
Intanto continuano ad accumularsi le accuse contro D'Alesandro. Infine, nel gennaio 1961 il presidente John F. Kennedy chiese ai G-men di affrontare "le accuse di coinvolgimento di D'Alesando con i delinquenti di Baltimora; favoritismi nell'assegnazione di appalti cittadini; [e] protezione per i contributori politici e il perseguimento di casi locali".Il presidente Kennedy voleva nominare D'Alesandro nel Consiglio di rinegoziazione degli Stati Uniti che era un cane da guardia del governo contro la truffa di profitti da parte degli appaltatori della difesa. Un promemoria del 6 febbraio 1961 da Hoover agli uffici di Baltimora e Washington Field avvisa con cautela: "La Casa Bianca ha richiesto che si proceda con un'indagine speciale, ma che se fossero state sviluppate informazioni dispregiative sostanziali, dovremmo segnalarlo e interrompere qualsiasi ulteriore inchiesta. perché la fondatezza di una qualsiasi delle accuse eliminerebbe D'Alesandro ".

L'indagine dell'FBI è stata un esercizio superficiale con pochi scavi che ha tentato invano di affrontare due decenni di accuse in meno di due mesi, e ovviamente alcuni testimoni avevano perso la memoria e altri erano morti o altrimenti scomparsi.

Ad esempio, Peter Galiano, il pugile condannato coinvolto nello schema di schivata della leva di Magliano che disse all'agente speciale James V. Sullivan nel gennaio 1947 che D'Alesandro era un "compagno costante" sia di Magliano che di Cataneo, più di un decennio dopo quando pressato. L'FBI disse l'8 febbraio 1961 che la sua dichiarazione era "solo dicerie e dicerie" e "non riusciva a ricordare chi gli avesse fornito queste informazioni o se ci fosse o meno del vero in queste accuse". Tuttavia, c'era una conferma indipendente per almeno alcune delle precedenti accuse di Galiano. L'FBI rileva che "durante le indagini" del caso di frode del servizio selettivo "SA JAMES V.Inoltre, l'agente speciale Sullivan nel 1947 aveva ricevuto da un altro informatore "informazioni simili" sui legami di D'Alesandro con Cataneo e Magliano, e questo informatore inoltre avvisò che "anche CATANEO era presumibilmente ben considerato da D'ALESANDRO perché aveva il controllo di un grande voto italiano a Baltimora ".

D'Alesandro è stato anche accusato da agenti di polizia altamente credibili di fornire protezione ai teppisti di Baltimora. Ad esempio, "nel 1945, il capitano JOHN R. ROLLMAN, distretto occidentale, dipartimento di polizia di Baltimora, Baltimora, Maryland, fornì informazioni all'Ufficio di Baltimora del Federal Bureau of Investigation riguardo a un certo CHARLES F. CAMMARATA, che fino a poco tempo prima aveva gestiva una taverna al 641 West Baltimore Street. " Secondo il capitano Rollman"CAMMARATA era riuscita a farla franca con tutti i tipi di attività criminali nel distretto occidentale grazie alla protezione del rappresentante degli Stati Uniti del Maryland THOMAS D'ALESANDRO", e "CAMMARATA è stato accusato di giocare d'azzardo in varie schifezze e giochi di carte a Baltimora". Ancora una volta, l'FBI non ha mai fatto nulla riguardo a queste accuse al momento in cui furono fatte, e nel 1961, quando i G-men finalmente riuscirono a dare un'occhiata a loro, il Capitano Rollman era morto e "l'attuale posizione di CAMMARATA è sconosciuta".Un memo dell'FBI del 15 marzo 1961 riporta che Cammarata potrebbe essere stato visto l'ultima volta a L'Avana, Cuba, a metà degli anni '50, dove presumibilmente "aveva qualche legame con il Tropicana Night Club di Clark", e potrebbe ora risiedere a Miami, FL, dove lui " secondo quanto riferito, condomini di proprietà "; tuttavia, forse contento di far mentire i cani che dormono, l'FBI non ha mai dato seguito a questi suggerimenti nel tentativo di raggiungere Cammarata sulla presunta protezione ricevuta da D'Alesandro mentre operava a Baltimora negli anni '40.

Un'altra grave accusa contro D'Alesandro era di aver ricevuto tangenti dall'imprenditore edile Dominic Piracci sui contratti comunali. Il libro mastro di Piracci includeva diversi pagamenti per un totale di $ 11.000 a D'Alesandro che in seguito ha cancellato per mantenere le informazioni agli investigatori.Lo sviluppatore ha poi spiegato che i pagamenti erano prestiti legittimi alla signora D'Alesandro per finanziare la sua attività di cosmetici che da allora era stata completamente rimborsata, e ha falsificato i documenti solo "per salvare" la famiglia D'Alesandro "dall'imbarazzo e da ulteriori guai "dopo un'indagine penale sulle sue pratiche commerciali. Nell'aprile del 1954 Piracci "fu dichiarato colpevole di cospirazione per frodare la città di $ 42.996 in relazione alla costruzione di un parcheggio fuori strada a Baltimora", e anche ritenuto colpevole per "ostruzione alla giustizia in quanto si sottomise a un Baltimore City Grand Giuria un libro mastro "completamente falso" per nascondere 35.000 dollari in pagamenti settimanali alla Peoples Holding Corporation "i cui funzionari"La signora D'Alesandro ha testimoniato per conto di Piracci al suo processo penale, e sebbene abbia insistito che i "prestiti" di Piracci fossero rimborsati non c'erano prove documentali a corroborare quella testimonianza. I presunti rimborsi sono stati effettuati in contanti anziché tramite assegno. La testimonianza della signora D'Alesandro potrebbe aver salvato il triste culo di suo marito dalla responsabilità penale, ma non ha potuto salvare la sua offerta di diventare il governatore del Maryland. Il figlio del D'Alesandro, Tommaso III, sposò in seguito Margherita, la figlia di Piracci.

Il processo Piracci in cui la signora D'Alesandro ha subito testimoniato è stato seguito da un processo per stupro di gruppo di minori contro il figlio ventenne del sindaco Franklin Roosevelt D'Alesandro. L'FBI descrive il brutto caso in un promemoria del 30 gennaio 1961 come segue:
Durante l'estate del 1953, il figlio del sindaco D'Alesandro, Franklin Roosevelt D'Alesandro, di vent'anni, era uno dei quattordici giovani accusati di aver commesso stupri o pratiche perverse su due ragazze, di undici e tredici anni, nel luglio di quell'anno. È stato riferito che Franklin Roosevelt D'Alesandro era l'unico dei dodici processati in quel momento che riuscì a ottenere un'assoluzione . A seguito di questa assoluzione, a Baltimora, nel Maryland, il Grand Jury ha incriminato Franklin Roosevelt D'Alesandro con l'accusa di aver commesso spergiuro in quanto aveva mentito durante il suddetto processo con l'accusa di stupro.Inoltre, James H. Pollack, capo politico di Baltimora City, sarebbe stato anche incriminato con l'accusa di ostruzione alla giustizia in quanto aveva tentato di influenzare la testimonianza di molti dei giovani imputati che erano stati processati con Franklin Roosevelt D'Alesandro. È stato riferito che Franklin Roosevelt D'Alesandro fu processato con l'accusa di spergiuro di cui sopra a Salisbury, nel Maryland, nel 1954, a seguito di un cambio di sede, e fu dichiarato non colpevole.
Un promemoria dell'FBI del 27 febbraio 1961 afferma che secondo un informatore "il consenso di opinione tra le persone legate alle forze dell'ordine che il figlio dell'incaricato [D'Alesandro] è stato assolto dallo stupro a causa di un caso di moda brillante gestito dall'avvocato difensore". Franklin Roosevelt D'Alesandro era rappresentato da Joseph Sherbow che è riuscito a separare il suo cliente dagli altri imputati e ha assicurato che il suo processo andasse per primo in modo che qualsiasi condanna contro gli altri non lo avrebbe pregiudicato. A quanto pare D'Alesandro credeva che suo figlio fosse colpevole dell'accusa, e prima del processo lo aveva esortato a dichiararsi colpevole e "prendere le sue medicine".

Le accuse di corruzione e il processo per stupro di suo figlio erano diventati più di quanto il sindaco D'Alesandro potesse sopportare, e lui ebbe un esaurimento nervoso. D'Alesandro fu ricoverato al Bon Secours Hospital nel Maryland dove riposò dal 10 marzo al 12 luglio 1954. Durante questo periodo secondo un promemoria dell'FBI "il dipartimento di polizia della città di Balitimore aveva due uomini assegnati a proteggere l'incaricato [D'Alesandro ] e aveva anche due uomini a guardia della sua casa "al 245 di Albemarle Street per ragioni sconosciute e" un giornale locale portava una sua foto nella sua stanza d'ospedale seduto davanti a un televisore, vestito con una vestaglia ".

La maggior parte della "inchiesta speciale" dell'FBI su D'Alesandro ha coinvolto brevi interviste con i suoi amici politici, amici personali e familiari che hanno insistito sul fatto che il sindaco fosse un bravo ragazzo. Le accuse contro D'Alesandro riguardanti associazioni pubbliche di sfruttamento e teppisti furono convenientemente ignorate o spiegate gratuitamente, e il 28 marzo 1961 prestò giuramento come membro del Consiglio di rinegoziazione degli Stati Uniti dal presidente Kennedy. La moglie di D'Alesandro e la figlia di 21 anni Nancy erano al suo fianco.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

TWITTER vs PARLER

Messaggioda sandropascucci » 11 gen 2021, 18:42

https://telegra.ph/TWITTER-vs-PARLER-01-11

:

:

TWITTER vs PARLER
sandropascucci January 11, 2021
Il caso della censura sulla piattaforma Twitter dell'utente @realDonaldTrump, noto anche come Presidente degli Stati Uniti, è molto grave, gravissimo. Non sto qui a spiegarlo perché chi è intelligente già lo sa e gli altri dicono bravo a Gassman (il cognome non te lo scegli, ma se sei fortunato puoi dire di essere "attore" come papà.. brr!).

Ma il caso di Parler è il cartello "il lavoro rende liberi" sulla soglia del nuovo millennio (nuovo.. diciamo maggiorenne ormai).

A te, Twitter:

è già brutto di per sé comportarsi verso un iscritto come fossi un editore, ossia censurarlo (pure a torto, oltretutto, con buona pace della comparsa d.c.s.) mentre sei solo il gestore della piattaforma (ma questo lo sai, dato che il nostro voleva segarti via i privilegi fin qui goduti riprendendo in esame l'articoletto 230, sì, quello che ti salvava la pellaccia dall'essere responsabile di ciò che pubblicano gli iscritti).

Insomma: sei una piattaforma e non sei perseguibile delle puttanate che i milioni di utenti scrivono tramite le tue paginette online.. NON MALE, direi!

Ma se non sei EDITORE non comportarti da EDITORE. Non puoi avere due piedi in due staffe. Eppure hai cominciato a tingere di blu ogni cosa che Trump scriveva, per segnalare che erano falsità.. e quando ha cominciato a dire al mondo che la sezione 230* del "Communications Decency Act" sarebbe stata eliminata, dato l'uso furbesco che ne facevi.. ecco che alla prima occasione l'hai fatto fuori.

*“Nessun fornitore e nessun utilizzatore di servizi Internet può essere considerato responsabile, come editore o autore, di una qualsiasi informazione fornita da terzi”
Da 1 a 100, dove 100 è Hitler in persona che vernicia la scritta famosa sui cancelli famosi.. diciamo che hai fatto 98.

Chi ha fatto di più è stato il connubio degli altri Big Tech come Apple, Google e Amazon. Apple e Google han tolto dalla loro vetrina/magazzino (store) la possibilità di scaricarsi il prodotto rivale noto come Parler (certamente un miliardo di volte più piccolo numericamente ma il problema delle dimensioni è solo per chi non può crescere.. tutti i social partono da zero, giusto?).

Una mossa vile e strategicamente imbarazzante, immatura. Ma siamo in guerra e ci sta accoltellare alle spalle un avversario e bruciargli casa e ammazzargli il bestiame.

Il peggio dei peggio l'ha fatto Amazon: ha tirato giù NON un utente scomodo.. non ha mandato un sicario a far fuori un inarrestabile nemico.. HA TIRATO GIU' un aeroplano per colpire un singolo passeggero che sedeva nella poltrona 23F.

Sti cazzi!

Ha chiuso fisicamente una intera piattaforma, con centinaia di utenti ignari, innocenti (magari pure contro Trump!). Giù tutto! Come se il possessore della linea elettrica di un paese mettesse tutti al buio perché nel condominio dove dorme il figlio c'è una festa al piano di sopra! STUNK! Tutti al buio!

Ha fatto 99, appunto.

:

:

_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Il giudice MI ordina alla Sez di Stato Dem di rilasciare tutte le comunic con Dominion, Facebook, Apple, Amazon e Google

Messaggioda sandropascucci » 14 gen 2021, 11:34

> Il giudice MI ordina alla Sezione di Stato Democratica di rilasciare tutte le comunicazioni con Dominion, Facebook, Apple, Amazon e Google

DiJack pubblicato su 14 gennaio 2021

La lotta in Michigan per smascherare ciò che è realmente accaduto nelle elezioni del novembre 2020 è tutt'altro che finita.

MI Democrat Secretary of State Jocelyn Benson

La mattina dopo le elezioni , in una contea completamente rossa nel Michigan settentrionale, dove striscioni, bandiere e cartelli di Trump si possono trovare in quasi ogni cortile, gli elettori si sono svegliati per scoprire che Joe Biden aveva sconfitto il presidente Trump nelle elezioni generali del 3 novembre. Dopo un ulteriore esame, si è scoperto che 6.000 voti tabulati dalle macchine per il voto di Dominion sono stati girati da Donald J. Trump a Joe Biden. I media lo hanno definito un "problema tecnico" e lo hanno incolpato di un errore umano: il pubblico americano è rimasto sbalordito e ha chiesto ai legislatori di esaminare questa e altre irregolarità degli elettori che si sono verificate in più stati critici.

Oltre alle migliaia di voti che sono stati girati dal presidente Trump al candidato democratico Joe Biden, il residente di Central Lake, MI (situato nella contea di Antrim) William Bailey era preoccupato per le schede elettorali che sono state rieseguite attraverso la macchina del tabulatore Dominion dopo un 262-262 legare al voto un'iniziativa di scrutinio che consentirebbe di collocare uno stabilimento di marijuana all'interno del villaggio di Central Lake.

Mentre le schede venivano inserite nella macchina, 3 di esse sono state distrutte e non sono state collocate attraverso il tabulatore. Al termine del riconteggio da parte della tabulatrice e con tre voti in meno, il risultato fu 262-261, e l'iniziativa passò. Naturalmente, questo risultato potrebbe essere possibile solo dopo che 3 delle schede sono state distrutte.

marijuana-count-antrim.jpg


L'eroe americano e avvocato costituzionale Matthew DePerno ha coraggiosamente accettato di prendere il caso di Bailey.

Alle 17:30 di venerdì 4 dicembre, il giudice del tribunale del 13 ° circuito Kevin A. Elsenheimer ha concesso a William Bailey e al suo team di esperti IT il permesso di condurre uno studio forense delle 16 macchine per il voto del Dominio, tabulatori, chiavette USB, software correlato, e il "tabulatore principale" del cancelliere.

Il 14 dicembre 2020, Kevin A Elsenheimer, giudice del tribunale del 13 ° circuito del Michigan, ha accettato di consentire al cliente del signor DePerno, William Bailey, ea un team altamente qualificato di esperti IT di eseguire un esame forense su 16 delle macchine per il voto del Dominion nella contea di Antrim, MI . Lunedì, contro le obiezioni del Segretario di Stato della MI Benson, il giudice Elsenheimer ha accettato di consentire la divulgazione al pubblico dei risultati dell'esame forense. I risultati sono stati schiaccianti.

Dopo l' esame forense di 16 macchine per il voto del Dominio ad Antrim, Co. MI, Allied Security Operations Group ha concluso che alle macchine per il voto del dominio è stato assegnato un tasso di errore del 68,05%. DePerno ha spiegato che quando le schede vengono trasmesse alla macchina, un enorme tasso di errore del 68,05% significa che il 68,05% delle schede viene inviato per l'aggiudicazione in blocco, il che significa che raccolgono le schede in una cartella. "Le schede vengono inviate da qualche parte, dove le persone in un altro luogo possono cambiare il voto", ha spiegato DePerno. Il tasso di errore elettorale consentito stabilito dalle linee guida della Commissione elettorale federale è di 1 su 250.000 schede o dello 0,0008%.

Il 15 dicembre, il Comitato di supervisione del Senato dell'MI ha interrogato l'amministratore delegato di Dominion John Poulos sulle macchine per il voto Dominion utilizzate nel Michigan nelle elezioni di novembre.

Poulos.jpg
Poulos.jpg (17.34 KiB) Visto 43 volte

John Poulos, CEO di Dominion Voting Systems

Il senatore dell'MI Pete Lucido (R) ha chiesto al signor Poulos: "Come faccio a sapere, in qualità di elettore, signor Poulos, di non avere alcuna irregolarità del software manipolato? Come posso esserne sicuro? " L'amministratore delegato di Dominion ha risposto dicendo al senatore Lucido: "Alla fine della giornata, devi ricordare che l'urna era sicura e vuota all'inizio della giornata", aggiungendo: "E alla fine della giornata, c'era un numero di schede che ogni elettore ha depositato in quell'urna sigillata e chiusa a chiave. " Poulos ha aggiunto: "Quelle schede non sono andate da nessuna parte", assicurando il Comitato, "Sono state sotto il controllo sicuro dei lavoratori".

Il signor DePerno ha contattato 100 Percent Fed Up per spiegare che il CEO di Dominion John Poulos ha fatto questa dichiarazione sul fatto che le scatole sono state messe in sicurezza senza alcuna prova della sua affermazione.

L'avvocato costituzionale che ha rappresentato William Bailey nel suo caso contro la contea di Antrim ha spiegato che il 27 novembre 2020, lui e il signor Bailey, insieme a cinque esperti IT che facevano parte del suo team, sono stati "autorizzati da quattro distretti a eseguire un'ispezione dei loro tabulatori e tabulatori stampano su rotoli. " Il signor DePerno spiega che almeno 2 delle 4 macchine Dominion che hanno ispezionato avevano i sigilli rotti sui lati della macchina. Uno dei sigilli rotti è stato scoperto sulla macchina per il voto del Dominio a Mancelona Twp. e il secondo sigillo rotto è stato trovato a Central Lake, MI .; inoltre, la macchina per il voto del Dominio a Central Lake non aveva un blocco di sicurezza laterale sul lato.

Precinct-1-right-side-image-740x572.jpg


Il racconto a mano ad Antrim Co., MI, che molti consideravano inutile, non è la fine della storia.
L'11 gennaio, MI, il giudice Elsenheimer ha nuovamente annullato il Segretario di Stato del Michigan di estrema sinistra e ha ordinato il rilascio di grandi quantità di dati sulle elezioni del 2020.
Secondo i documenti del tribunale forniti dal procuratore costituzionale Matthew DePerno, il segretario di Stato dell'MI Jocelyn Benson è stato ordinato di fornirgli le seguenti informazioni entro il 2 febbraio 2021.

Il Segretario di Stato del MI è stato ordinato di produrre qualsiasi corrispondenza, comunicazione e documento tra lo Stato del Michigan (incluso ma non limitato all'ufficio del Segretario di Stato e / o Jocelyn Benson):
- (a) Contea di Antrim, (b) la Camera dei rappresentanti del Michigan ( inclusi ma non limitati a tutti i membri o uffici) e (c) il Senato del Michigan (inclusi ma non limitati a membri o uffici) per quanto riguarda le elezioni del 2020.

- (a) il governo federale. (b) la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti (inclusi ma non limitati a tutti i membri o uffici) e (c) il Senato degli Stati Uniti (inclusi ma non limitati a membri o uffici) per quanto riguarda le elezioni del 2020.

- Sistemi di voto Dominion riguardanti le elezioni del 2020.

- Amazon (o qualsiasi dipendente, funzionario o direttore) riguardo alle elezioni del 2020.

- Apple (o qualsiasi dipendente, funzionario o direttore) riguardo alle elezioni del 2020.

- Google (o qualsiasi dipendente, funzionario o direttore) in merito alle elezioni del 2020.

- Facebook (o qualsiasi dipendente, funzionario o direttore) riguardo alle elezioni del 2020.

L'ordine del tribunale per il Segretario di Stato dell'MI Benson di consegnare le prove relative alle elezioni di novembre dovrebbe essere una grande notizia, ma invece, scelgono di elogiare Dirty Dana Nessel, il procuratore generale del Michigan, mentre continuano a fare muro di pietra e minacciare persone come DePerno per aver resistito alla tirannia:

DePerno ha inviato una serie di tweet sul caso:

1. Ieri nella contea di Antrim, il giudice Elsenheimer ha ampiamente respinto le obiezioni di SoS Benson alla scoperta e ha ordinato a lei e al suo ufficio di fornire grandi quantità di informazioni sulle elezioni del 2020.

2. I media statali del Michigan hanno ignorato questa parte dell'udienza ma hanno invece dichiarato la vittoria di Dana Nessel. Avendo ora contattato diversi giornalisti, ho appreso che la questione della produzione di documenti non era considerata degna di nota (cioè deve essere nascosta alla vista del pubblico).

twt01.JPG


DePerno ha continuato:

“Una forma di governo che proibisce e limita l'opposizione ed esercita un alto grado di controllo sulla vita pubblica / privata. Il potere politico è detenuto da autocrati che impiegano campagne onnicomprensive in cui la propaganda viene trasmessa dai media controllati dallo stato ".

twt02.JPG


Il signor DePerno ha continuato a spiegare la natura totalitaria dei media e delle azioni del governo in Michigan e in America, oggi:

twt03.JPG


È curioso quanto i Democratici siano disposti a fare per impedire che quelle che dovrebbero essere informazioni pubbliche relative alle elezioni del novembre 2020 vengano rivelate al pubblico.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13636
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

L'attivista dello Utah John Sullivan è stato arrestato per coinvolgimento nella rivolta del Campidoglio

Messaggioda sandropascucci » 15 gen 2021, 9:06

> L'attivista dello Utah John Sullivan è stato arrestato per coinvolgimento nella rivolta del Campidoglio

L'attivista dello Utah John Sullivan è stato arrestato per coinvolgimento nella rivolta del Campidoglio
Di: Erin CoxPostato alle 15:45, 14 gennaio 2021 e ultimo aggiornamento 3:23 AM, 15 gennaio 2021
CONTEA DI TOOELE, Utah - L'attivista dello Utah John Sullivan è stato arrestato a Provo giovedì, più di una settimana dopo aver condiviso il video di se stesso all'interno del Campidoglio degli Stati Uniti mentre i manifestanti violavano la sicurezza.

Sullivan, 26 anni, è stato accusato in un tribunale federale di:

Un conteggio di entrare o rimanere consapevolmente in qualsiasi edificio o terreno soggetto a restrizioni senza autorizzazione legale
Un conteggio di ingresso violento e condotta disordinata sul terreno del Campidoglio
Un conteggio di interferenze con le forze dell'ordine impegnate nello svolgimento legale dei loro doveri ufficiali durante e durante la commissione di disordini civili
Il documento di arresto afferma che Sullivan può essere visto fuori dal Campidoglio usando un microfono mentre diceva alla folla "stiamo per bruciare questa merda", "dobbiamo strappare Trump dall'ufficio ... f_______ tirarlo fuori da quella merda. .. non stiamo aspettando fino alle prossime elezioni ... stiamo per andare a prendere quel m__________. "

Mentre era in Campidoglio, Sullivan indossava un giubbotto balistico e una maschera antigas.

In un video pubblicato sui social media la scorsa settimana , Sullivan ha detto di essersi imbattuto nel Campidoglio con gli altri per documentare ciò che stava accadendo.

"Ero lì per registrare", ha detto Sullivan in un video pubblicato su Periscope venerdì. "Ero lì per far vedere alle persone quella situazione nel miglior modo possibile".

Sullivan è il fondatore di Insurgence USA, un gruppo di attivisti formato dopo l'uccisione di George Floyd nell'estate del 2020. Dice di aver intervistato volontariamente l'FBI a Washington, DC il 7 gennaio.

Nel video sui social media, Sullivan ha aggiunto che i suoi video hanno dimostrato che le rivolte erano composte da sostenitori di Trump e non da membri antifa.

A giugno Sullivan è stato arrestato per aver organizzato una protesta a Provo dove una persona è stata colpita.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “COVID19 - ALIAS COLPODISTATO.PRIMIT.IT”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".