Barnard e la moneta sovrana americana??

..ovvero le puttanate ufficiali propagandate dal Sistema Mediatico di IGB
Avatar utente
Alberto Prandini

Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda Alberto Prandini » 20 apr 2010, 9:48

linko questo articolo

http://www.comedonchisciotte.org/site/m ... e&sid=6968

dove Barnard dimostra, a proposito della crisi greca, un'ignoranza spaventosa sul tema signoraggio....cito il passo incriminato


[...]La Grecia potrebbe ribellarsi, stracciare i lacci ai polsi e alle gambe, mettere in fuga i torturatori, salvarsi. Come? Creando moneta in quantità sufficiente per pagare tutti gli stipendi, per sanare i debiti di tutte le aziende, rilanciare l’economia alla grande.

Non avete letto male, non sono pazzo, anzi, sono informato piuttosto bene. Tenete presente: la Grecia disprezzata dal mondo è colpevole oggi di avere un deficit di bilancio del 12,7% del Prodotto Interno Lordo (PIL). Nel 1946 gli Stati Uniti erano nelle medesime condizioni, anzi molto peggio. Il deficit di bilancio era del 25% del PIL. No, non c’è un errore di battitura, non era il 2,5%, era il ven-ti-cin-que per cento, quello cioè che oggi sarebbe considerato dagli inquisitori di Brussell come la raffigurazione del demonio in persona. Gli USA di Roosevelt e Truman crearono moneta a profusione, lo Stato si indebitò col settore privato fino al paradosso, e questo permise all’economia privata di espandersi magicamente senza doversi indebitare. Fu l’inizio del più lungo e stabile periodo di prosperità economica della Storia moderna, il famoso boom economico che poi salverà anche l’Europa del dopoguerra. Ma c’è un ma…

Gli USA allora, come oggi, erano sovrani, creavano moneta sovrana, e poterono fare quello che fecero. La Grecia potrebbe… ma ha ratificato i trattati europei e oggi, fate attenzione, la Grecia, come Italia, Francia ecc., non è più uno Stato sovrano, non può creare la propria moneta. Oggi la Grecia può solo USARE una moneta non sua, l’euro. Quindi essa rimane orribilmente legata al patibolo, e a noi, i prossimi forse di turno sotto tortura, tocca udire i suoi gemiti impotenti.
Quando vi raccontano che i problemi capitali degli Stati, di noi persone che li abitiamo, sono le magagnucce dei poteri locali, ricordate queste righe.

...già...ce le ricorderemo :shock:

Avatar utente
Alberto Prandini

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda Alberto Prandini » 20 apr 2010, 9:50

il passaggio che più mi piace è

gli USA crearono moneta -----> e si indebitarono col settore privato fino al paradosso -----> espansione magica senza indebitamento

?!?!?

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 20 apr 2010, 11:44

io mi ricordo pure che 'sta primadonna (ma forse più seconda se non terza - su tre) rideva del signoraggio..

ora ha annussato la pista della nuova mangiatoia?
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
volahercules

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda volahercules » 20 apr 2010, 12:06

no sandro è che barnard ha solo scoperto l'acqua calda :lol:

Avatar utente
MrDrago88

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda MrDrago88 » 20 apr 2010, 12:49

volahercules ha scritto:no sandro è che barnard ha solo scoperto l'acqua calda :lol:



Quoto... mi hai tolto le parole di bocca. Dai che forse pian piano ci arriva anche lui..... :lol:

Avatar utente
domenico.damico

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda domenico.damico » 20 apr 2010, 16:32

Come link meglio ancora il suo sito: http://www.paolobarnard.info/intervento ... php?id=179

Grazie Alberto ,sarà uno spunto per scrivergli una bella mail, visto che diceva che si sarebbe informato prima di parlare di moneta.
Dopo questo articolo è chiaro che (1) si è informato e (2) che ha capito da che parte tira il vento (dalla parte di IGB).

Certo che IGB sta facendo un gran recruiting di questi neo-informatori...

Avatar utente
sergioloy

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sergioloy » 23 apr 2010, 14:34

mancano un bel pò di rapporti causa effetto in questo articolo.

Avatar utente
Umiltao

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda Umiltao » 23 apr 2010, 14:41

Infatti. Per fortuna che questo cazzaro ha scritto «sono informato piuttosto bene» anzichè «sono informato abbastanza bene»...

Avatar utente
LorenzoLenzi

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda LorenzoLenzi » 3 mag 2011, 11:23

!
SITO CHIUSO.

RIMANE ONLINE PER CONSULTAZIONE.

NON RISPONDO A EMAIL DEI LETTORI.

NON ACCETTO INVITI A SERATE.

PER QUESTO PAESE HO SACRIFICATO UNA CARRIERA CHE ERA ARRIVATA IN ALTO, TUTTO IL MIO REDDITO, E HO SUBITO PENE CHE NEPPURE IMMAGINATE. PER NULLA. LE SCONFITTE ESISTONO. VANNO ACCETTATE.

PAOLO BARNARD

28 APRILE 2011

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 3 mag 2011, 11:44

ok, questo lo avevamo già letto sulla sua calotta cranica..

sul sito web, invece? ha lasciato scritto qualcosa?
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


mr.spyder
Messaggi: 2442
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda mr.spyder » 3 mag 2011, 13:59

c'è questo dal 28 aprile 2011 :
barbapabarnard.jpg


poi l'ultimo aggiornamento (n. 16...) 26aprile 2011

!
[Alcune considerazioni su...]

Il Patto (suicida) per l’Euro.

A conclusione di quanto ho scritto e pubblicamente detto sul Più Grande Crimine, ecco l’ultima.

Il 24/25 Marzo scorso il Consiglio Europeo ha approvato la proposta della Commissione Europea per un Patto per l’Euro, la cosa più scellerata finora voluta da coloro che sono decisi a rovinare milioni di vite umane per l’interesse di pochi. Ecco i punti decisi:
- La Grecia completi pienamente e velocemente il programma di privatizzazioni da 50 miliardi di euro che le è richiesto.
- La Commissione Europea sarà al centro di ogni controllo sull’applicazione delle seguenti decisioni da parte dei governi dell’Eurozona.
- La competitività sarà giudicata sulla base degli aggiustamenti dei salari e della produttività, sarà monitorato il costo del lavoro. Si afferma che l’aumento del reddito di lunga durata può erodere la competitività. In sintesi: meno paghe e lavorare di più.
- Sul costo del lavoro: rivedere i meccanismi di contrattazione salariale a livello centrale, riconsiderare gli aumenti legati al costo della vita, non permettere agli stipendi pubblici di minare la competitività degli stipendi nel settore privato.
- Sulla occupazione: promuovere la “Flessicurezza” (!!), flessibilità e sicurezza dell’impiego, come dire di aumentare le vendite di auto e migliorare la respirabilità dell’aria.
- Le pensioni si dovranno calcolare sulla base della loro sostenibilità da deficit, cioè: il deficit dello Stato sarà giudicato in base a quanto esso spende per pensioni, sanità e ammortizzatori sociali, e non, guarda caso, per le spese militari, per le parcelle alle megabanche che mediano sulle privatizzazioni, per il salvataggio dei banchieri con soldi pubblici, o per gli sgravi fiscali per i ricchi.
- Le pensioni future andranno calcolate in base all’aspettativa di vita del lavoratore, indipendentemente dal tipo di lavoro. No comment.
- E, GRAN FINALE, gli Stati aderenti dovranno passare leggi in Parlamento per dichiarare illegale il deficit di bilancio che supera il 3% del PIL come stabilito dal micidiale Patto di Stabilità, quello che sta distruggendo l’Europa. Cioè: la spesa a deficit dello Stato, unico mezzo legittimo nello Stato per arricchire i cittadini creando piena occupazione e pieno Stato Sociale (spiegato ne Il Più Grande Crimine), sarà un reato punibile per legge. Cioè ancora: essere Stato sarà reato.
- La quasi totalità di queste misure furono suggerite alla Commissione dalla lobby industriale e finanziaria Business Europe prima che giungessero l’11 di Marzo 2011 ai capi di Stato e di governo dell’Eurozona.
Con questo vi lascio, e chiudo la mia presenza di giornalista in questo sito e altrove in Italia. Non rispondo a mail di lettori.

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=223

era sbroccato poco prima... il 20 aprile 2011

!
[Alcune considerazioni su...]
(versione stampabile)



Pre-ci-sa-men-te voi



Sono a casa del giudice Clementina Forleo, una sera di tempo fa, e la vedo che legge un sms. Mi fa “E’ Travaglio, ancora insulti”. Chi è la Forleo? Semplice: un giudice che aveva messo le mani su D’Alema e compagni, e dopo un attimo l’hanno bruciata viva, schiacciata sotto cento procedimenti disciplinari del CSM, insultata, le hanno dato della pazza, trasferita da Milano a un buco in provincia, cioè: da La Torre a giudicare ladri di telefonini. E non è escluso che abbiano tentato di ammazzarla, una sera di tempo fa mentre rientrava a casa in auto un tizio l’ha letteralmente buttata fuori strada. Sopravvissuta per un miracolo, con la faccia distrutta. L’altra che aveva messo le mani sul centrosinistra e Goldman Sachs, la giudice Giuseppa Geremia, altrettanto massacrata, minacce di morte alla madre, terrore totale per mesi, ha scelto di mollare e ora da Roma sta in Sardegna. Avete mai sentito di un giudice che indaga su Berlusconi e che abbia rischiato la vita o sia stato minacciato di morte? Eh? Mai sentito? No. Mai. Chi tocca centrosinistra-Sachs sta peggio che i giudici puliti sotto Pinochet in Cile. Chi tocca Berlusconi va da Fazio e vende 200.000 copie di libri con l’altro Fazio, quello di Chiarelettere. Chiamarsi Fazio porta fortuna, il resto porta sfiga. Svegliatevi tonti!

E De Magistris? Toghe Lucane, Why Not, sì, esatto caro Luigi, why not, perché no? Perché non ne parli più di quelle inchieste? Zitto, di colpo non parli più di inchieste, stai in politica ed esalti l’Europa dei mostri neoliberisti che ci stanno ammazzando. E anche per te la Forleo è un’appestata. Luigi che hai fatto? Non lo so. Però oggi stai zitto, col tuo amico Genchi, sul perché un intero capitolo molto scomodo del libro di quest’ultimo è di colpo sparito dall’edizione che è nelle librerie. Travaglio sa tutto? Ma certo. Borsellino sa tutto? Chi lo sa. La Forleo non li ha più sentiti, nessuno dei due.

Ma… non sarà mica che sta gente oltre a essere gli uscieri di Goldman Sachs in Italia sono anche poco trasparenti nelle loro battaglie per la giustizia? L’unico modo per dissipare i dubbi è che Michele Santoro ospiti Clementina Forleo e Giuseppa Geremia ad Annozero, assieme a Marco Travaglio, Antonio Di Pietro, Luigi De Magistris, Giacchino Genchi, Romano Prodi, Mario Draghi e compagnia cantante. Una bella serata per dirsi le cose come stanno, eh? Che ne dite?

No, pessima idea, e sapete perché? Perché il CSM ha tutti i mezzi per massacrare chiunque osi dire la verità, perché nessuno stipendiato dallo Stato può permettersi di sostenere centomila euro di spese legali solo per difendersi dal CSM come accade alla Forleo.

Senti Gherardo Colombo del pool di Manipulite, tu ti sei dimesso dalla magistratura per disgusto della magistratura, perdonami, me lo hai detto tu, ma queste cose sono di pubblico ed estremo interesse e io le dico, e tu oltre a insegnare la legalità ai tredicenni devi dire chi è la magistratura veramente, perché se no li prendi in giro quei tredicenni. E tu Carlo Vulpio, oltre a sghignazzare di fianco a Travaglio quando mi dava del “delirante amico di Hamas” a Putignano, oltre a fare combriccola con quell’infame personaggio di Sgarbi (che te lo metterà nel c… anche lui e te lo meriti, dopo averla presa nel c… da Travaglio e Di Pietro che erano i tuoi amichetti), tu Vulpio scrivilo bene chi sono questi ‘paladini’ che distraggono milioni di deficienti italiani mentre il Vero Potere li fotte. Riscattati.

Ok, ora voi inutili lettori state a guardare dopo esservi solleticati per dieci minuti mentre ci fanno a pezzi o ci ignorano, tanto domani c’è un altro Arrigoni massacrato per cui emozionarsi, tanto sono cazzi di Clementina Forleo dover tacere su quello che vorrebbe dire, se no oggi, che ha una figlia neonata, la riducono ancora più a pezzi mentre voi inutili lettori vi andate a emozionare da un’altra parte. Perché è questo che siete, inutili farse che vi fate le seghe a leggere le gesta di altri, ma quando si tratta di farvi sentire per difendere chi è massacrato non esistete più. Questa è la verità, solo Taxi Libero, al secolo Andrea di Milano si prende la briga di impapinarsi di emozione ma di avere il coraggio di sfidare il falsario di tutti i falsari e gridargli in pubblico, NON VIA MAIL, MA IN PUBBLICO: “Chi tiene il tuo guinzaglio Travaglio?”.

Vergognatevi inutili lettori, pochi decenni fa dei ragazzi di 19 anni si facevano torturare a morte a Villa Triste a Bologna per combattere i fascisti. Avevano 19 anni, si chiamavano Lupo, Aquila, comandante Sario. Sono morti per nulla, per nulla, e Vik Arrigoni è morto per nulla. Oggi tutti sti emozionati che vogliono spaccare il mondo come Vik!, sì, certo, ma mentre lui stava a Gaza a rispondere al disgustoso Saviano qualcuno di voi ha mai pensato di metterci il corpo e inseguire quello scatolone di insulso nulla autore di Gomorra per obbligarlo a rispondere IN PUBBLICO alle parole di Vik? Eh? Nooooooo, nessuno. Che combattenti, che coraggio. Sono cazzi miei in tribunale contro la Gabanelli e la RAI senza più reddito e sepolto vivo, o contro le querele che mi beccherò, sono cazzi della Forleo contro il CSM a suon di centomila euro e minacce di morte, sono cazzi ancora più orrendi di Vik contro una vita che non avrà più, e di Mariarca Terracciano, già, chi se l’è filata quell’immensa eroina, eh?… Voi: due ore di emozione al pc, in piazza al sabato e poi? Eh? Eh? Poi?

Il cancro dell’Italia siete pre-ci-sa-men-te voi, cagasotto inutili lettori di questa rete patetica. Berlusconi, la Mafia, D’Alema, Wall Street, Israele meritano almeno il rispetto di chi ci mette il corpo e la faccia. Ogni tanto gli sparano, o vanno in galera, almeno quello. Voi? Canne, birre, il pc, facebook, e tutti alla prossima festa di Grillo. Oppure a scrivere a Paolo Barnard quanto vi sono utile... Yesss

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=222


... e dire che bastava accogliere l'invito del PRIMIT oppure scoprire come sarebbe andata a finire da qui: http://www.signoraggio.com/index_aforismi.html
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 3 mag 2011, 20:04

questo ha appena appena STUSCIATO, AL BUIO, CON GLI OCCHI CHIUSI, DI LATO, DE SGUINCIO© il signoraggio ed è ito..

a paolé.. meno male che non hai capito un cazzo di signoraggio!!

col tuo caratterino-ino-ino ora ti vedevamo penzolare i piedi..

stattiti 'la casa, che nun tieni epall per sta roba qua'..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 3 mag 2011, 20:05

LorenzoLenzi ha scritto::arrow: viewtopic.php?p=29532#p29532

era sarcasmo, loré... S A R C A S M O..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 3 mag 2011, 20:06

comunque io gli scrivo a pb..
una decina di mail al giorno..
inizio col dirgli "QUANTO SEI UTILE!!"
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
MrDrago88

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda MrDrago88 » 3 mag 2011, 21:47

Ha sacrificato tutto il suo reddito lui.... poverino....

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 4 mag 2011, 9:39

easymoney (from mammarai)
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sergioloy

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sergioloy » 4 mag 2011, 14:08

Non è improbabile che Barnard su certi aspetti della moneta sovrana come la chiama lui, abbia ragione. io non la considero sovrana del tutto, ma gli aspetti contabili che lui cita, esistono in effetti. esistono negli Stati che non prendono a prestito da un'istituzione esterna come invece è nell'Eurozona.

Australia, Usa, Giappone ecc invece hanno aspetti contabili che potrebbero far pensare a una moneta sovrana. Ad esempio, quando dice, ma in realtà non lo dice lui, lo dicono gli economisti della Modern Money Theory, che mi son preso la briga di leggere in queste settimane, e si limitano a spiegare come un sistema fiat money (dopo il 71) funziona, e i differenti errori di interpretazione degli economisti classici, degli austriaci (o libertari del mio cazzo), dei greenbackers alla Ellen Brown ecc. e alla fin fine condivido quel che dicono, anche perché non hanno proposte particolari ma spiegano tecnicamente come funziona il processo di spesa, cos'è la tassazione, la BC ecc (negli Stati "sovrani") e dunque sono alla lunga incontrovertibili.

questo è un libro, con la prefazione del figlio di Galbraith (non come galloni, che c'ha la prefazione di grillo). è in inglese:
http://moslereconomics.com/wp-content/p ... s/7DIF.pdf
interessante il racconto dell'incontro con Luigi Spaventa, e un breve accenno al quasi default italiano.

qua un articolo sul moltiplicatore monetario che non esiste:
http://bilbo.economicoutlook.net/blog/?p=1623
non dice troppe cose diverse dal documento di Francesco.

Dunque, parlando degli USA, e considerando Tesoro e BC tecnicamente un unico organismo:

1) Le tasse non servono ad ottenere fondi per spendere da parte dello Stato, ma per regolare la domanda aggregata, cioè per intenderci a togliere moneta dalla circolazione.

Nel libro di Mosler, lui spiega come in realtà ogni qual volta lo Stato spende e decide di spendere semplicemente accredita sui conti correnti. prendiamo a esempio una pensione d'invalidità da accreditare a chi ne fa richiesta, semplicemente lo Stato accredita nel conto del beneficiario. Ma non ciò che ha ottenuto dalle tasse, semplicemente accredita. il processo di tassazione è successivo, e infatti tale Mosler racconta di come quando vanno a pagare le tasse, semplicemente vengono distrutte, non accumulate né utilizzate per la spesa, servono solo a drenare l'eccesso di moneta dalla circolazione. E dunque la lotta politica è contro gli economisti accademia per dirgli che dicono cazzate e che non esiste un problema di deficit, perché lo Stato spende quanto gli pare, e dopo, tramite tassazione aggiusta l'eccesso di moneta. La fobia da costrizioni finanziarie è la principale causa delle difficoltà economiche. (niente di diverso da ciò che diciamo noi)

2) Il debito pubblico in uno Stato così è tecnicamente inesigibile, perché è un debito con se stessi. Infatti Mosler chiede a un senatore che si preoccupava del fatto che dovessero diminuire la spesa per non aumentare il deficit di bilancio:

"Quando i nostri figli costruiranno 15 milioni di macchine all'anno per 20 anni da adesso, ce le rispediranno indietro nel 2008 per pagare i loro debiti? Stiamo ancora spedendo beni reali e servizi indietro nel 1945 per ripagare il debito contratto durante la secondo guerra mondiale?"

Spiega anche cos'è un titolo di Stato, che non è altro, secondo Mosler che un conto di risparmio alla FED. Quando acquisti un Titolo semplicemente spedisci i tuoi soldi alla FED e loro te li restituiranno con gli interessi in futuro, idem quando gli acquisti di Titoli li fanno le Banche Commerciali. Si tratta solo di un semplice spostamento di fondi da un conto all'altro. e quando il debito dev'essere ripagato la FED sposta i fondi dai conti di risparmio al conto corrente appropriato. ed è sempre stato così, dice Mosler.
Al che, spiega l'annosa questione Cina che tiene per le palle l'America per via dei titoli di Stato e sostiene che: semplicemente la Cina ha un conto di risparmio alla FED. Quindi, quando andranno a maturazione i titoli e sarà tempo di pagare, si sposteranno i fondi dal conto di risparmio al conto corrente, sempre presso la FED, come per un normale cittadino. la Cina sa che gli Stati Uniti non ne hanno bisogno per "finanziare il deficit" o semplicemente avere soldi per la spesa pubblica, è l'amministrazione che non capisce un cazzo.
Insomma la fobia del debito, è un falso problema, perché lo Stato non ha costrizioni finanziarie, perché lui definisce questi trasferimenti come "non eventi per l'economia reale". ma solo costrizioni autoimposte da chi crede di essere nell'era del gold standard. Dunque cosa succede se la Cina non acquista i titoli? un cazzo. Tanto che questi economisti della MMT sostengono che emettere titoli non sia necessario, anzi, sia una forzatura ingombrante.

3) La spesa a deficit aumenta i risparmi dei cittadini, o meglio, è un asset netto per i cittadini.

Mosler sostiene che non sia filosofia o teoria, ma è una questione di contabilità. Se un governo, ad esempio è in deficit di un miliardo, si avrà un attivo netto di un miliardo per il settore non governativo. Per attivo netto s'intende denaro, titoli di stato e i depositi in BC delle banche commerciali associate. Si tratta di una semplice identità contabile. Quando lo Stato va in deficit di un tot, esattamente dello stesso tanto sarà aumentato il conto di qualcuno. Dunque un surplus leva soldi al settore non governativo, per intenderci.
E dunque gli investimenti creano risparmio,e non viceversa. Non bisogna prima risparmiare poi spendere, ma i due processi sono, nel caso, inversi.

qui:

http://moslereconomics.com/mandatory-re ... economics/

ne traduco solo un pezzo, ma è tutto interessante:

IL MITO DELLA MONETIZZAZIONE DEL DEBITO

[..] La monetizzazione del debito è solitamente considerata come un processo tramite il quale la FED acquista titoli di Stato direttamente dal Tesoro. In altre parole, il governo prende a prestito denaro dalla BC piuttosto che dai cittadini. La monetizzazione del debito è il processo che avviene solitamente quando si dice che il governo sta stampando moneta. La monetizzazione del debito, per tutti allo stesso modo, ha come conseguenza l'aumento dell'offerta monetaria e può portare a una pesante inflazione. Ad ogni modo, la paura della monetizzazione del debito è infondata, perché la FED non ha la possibilità di monetizzare alcun debito in scadenza/scaduto né nessun nuovo debito emesso dal governo. Finché la FED ha il mandato di controllare il tasso d'interesse a cui le banche effettuano operazioni di rifinanziamento overnight, il quantitativo di acquisti e vendite di debito federale non è discrezionale. Una volta stabilito tale tasso, il portafoglio della FED per quanto riguarda i titoli di Stato cambia solo in funzione delle transazioni richieste per supportare quel tasso d'interesse. La mancata possibilità da parte della FED di controllare la quantità di riserve evidenzia l'impossibilità di monetizzazione del debito. La FED non è in grado di monetizzare il debito federale tramite acquisto di titoli di stato a volontà, perché questo causerebbe il crollo del tasso d'interesse a zero. Se la FED acquista titoli direttamente dal Tesoro e il Tesoro spende, tali spese accrescerebbero le riserve nel sistema bancario. La FED sarebbe forzata a vendere un uguale ammontare di titoli per supportare il tasso d'interesse delle operazioni overnight. La FED agirebbe solo come intermediario. La FED starebbe acquistando titoli dal Tesoro per venderli al pubblico. Non ci sarebbe nessuna monetizzazione del debito. Monetizzare significa convertire in moneta. L'oro si poteva monetizzare quando il governo emetteva certificati per acquistare l'oro. In altro modo, il debito federale è moneta e la spesa a deficit è il processo di monetizzazione qualsiasi siano gli acquisti del governo. La monetizzazione avviene quando la FED acquista valuta straniera. Acquistare valuta straniera converte, o monetizza, tale valuta in dollari. [...]

---

In sostanza, gli aspetti contabili son da approfondire, anche se appaiono essere incontrovertibili, quindi da un punto di vista didattico, noi probabilmente diciamo diverse inesattezze, spesso basate proprio sul fatto che ci basiamo sul sistema europeo post 2002 che è differente.

lo stesso discorso sul sistema bancario pre 2002 in Italia, forse è da rivedere.

però in linea generale non condivido molto l'idea di moneta sovrana, se esiste un sistema bancario privato che crea moneta dal nulla. non che la creazione dal nulla sia sbagliata, solo che se lo fanno i privati la cosa diventa quantomeno controproducente, anche se a livello aggregato la somma attivo/passivo è zero, non è mai zero, in quanto gli interessi vengono percepiti. In più lo stesso fatto che a livello aggregato sia zero, è solo una visione prettamente contabile, ma si perde il fulcro del discorso, che è più giuridico che altro. Se non che, l'evidenza vuole che il sistema bancario commerciale non sia controllabile nella sua creazione, come loro stessi ammettono, quindi la sovranità è quantomeno dimezzata.

Detto questo, barnard è un egomaniaco che voleva l'esclusiva e basta.

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 4 mag 2011, 15:18

io non credo che le figlie di Schumacher diverranno un giorno campioni del mondo - x 7 volte, poi.
e il figlio di maradona mi dicono giri con gli infradito perché pare non sappia manco allaccirsi le scarpe..

se questo è un lavoro di Warren Mosler..


>
>
Mito 6: I deficit e il debito pubblico sottraggono risparmio.

Realtà: I deficit si aggiungono al reddito e al risparmio.

La verità è che i deficit si aggiungono al risparmio monetario totale detenuto al di fuori del governo. Al centesimo. Proprio così, se il disavanzo pubblico ammontava a mille miliardi di dollari l'anno scorso, allora il risparmio totale netto di tutti al di fuori del governo è salito di 1.000 miliardi. Non un centesimo di più né un centesimo di meno.

Diamo un'occhiata a una semplice transazione in cui il disavanzo pubblico ammonta a 100 dollari. Diciamo che il governo vende 100 dollari di nuovi titoli del Tesoro. Noi li compriamo e il nostro conto in banca quando paghiamo scende di 100 $, ma noi abbiamo i $ 100 di titoli di stato che abbiamo comprato. Siamo tutti più poveri? Certo che no! In effetti, dato che abbiamo comprato i titoli volontariamente, probabilmente lo abbiamo fatto perché pensiamo che l'acquisto ci ha reso più ricchi. Tutto quello che abbiamo fatto è scambiare i 100 $ che erano nel nostro conto corrente con un titolo di 100 dollari del Tesoro.

Dopo che abbiamo pagato i 100 $ per i titoli del Tesoro, la prossima cosa che succede è che il governo poi spende i 100 dollari per acquistare qualcosa da noi. Così ora abbiamo entrambi i 100 $ che il governo ha appena speso e i 100 dollari di titoli del Tesoro che abbiamo appena comprato.

Quindi, a causa dei 100 dollari di deficit spending, abbiamo di nuovo i 100 $ nel nostro conto corrente, e abbiamo anche 100 dollari in titoli del Tesoro. La nostra ricchezza monetaria ora è di 100 dollari superiore a prima.

La spesa in disavanzo di 100 $ ha aggiunto 100 $ ai nostri risparmi. Eppure tutti i nostri leaders insistono sul fatto che i deficit sottraggono risparmi.

Ora è possibile capire il motivo per cui il nostro risparmio è salito così tanto l'anno scorso. E' successo perché il disavanzo pubblico è stato molto più elevato. Ora ne sapete più di chiunque altro in TV.


..allora..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 4 mag 2011, 15:31

data l'inattendibilità della fonte [del pezzo sopra],
riporto quello che dovrebbe essere l'originale (o equivalente)
da un fonte certa (il PDF di Mosler presente in Rete):
http://moslereconomics.com/wp-content/p ... s/7DIF.pdf

>
>
Deadly Innocent Fraud #3: Federal Government budget deficits take away savings.
Fact: Federal Government budget deficits ADD to savings.

Lawrence Summers

Several years ago I had a meeting with Senator Tom Daschle and then-Assistant Treasury Secretary Lawrence Summers. I had been discussing these innocent frauds with the Senator, and explaining how they were working against the well-being of those who voted for him. So he set up this meeting with the Assistant Treasury Secretary, who is also a former Harvard economics professor and has two uncles who have won Nobel prizes in economics, to get his response and hopefully confirm what I was saying. I opened with a question: “Larry, what’s wrong with the budget deficit?” He replied: “It takes away savings that could be used for investment.” I then objected: “No it doesn’t, all Treasury securities do is offset operating factors at the Fed. It has nothing to do with savings and investment.” To which he retorted: “Well, I really don’t understand reserve accounting, so I can’t discuss it at that level.” Senator Daschle was looking on at all this in disbelief. This Harvard professor of economics, Assistant Treasury Secretary Lawrence Summers didn’t understand reserve accounting? Sad but true.

So I spent the next twenty minutes explaining the “paradox of thrift” (more detail on this innocent fraud #6 later) step by step, which he sort of got right when he finally responded: “…so we need more investment which will show up as savings?” I responded with a friendly “yes,” after giving this first year economics lesson to the good Harvard professor, and ended the meeting. The next day, I saw him on a podium with the Concord Coalition - a band of deficit terrorists - talking about the grave dangers of the budget deficit.

This third deadly innocent fraud is alive and well at the very highest levels. So here’s how it really works, and it could not be simpler: Any $U.S. government deficit exactly EQUALS the total net increase in the holdings ($U.S. financial assets) of the rest of us - businesses and households, residents and non residents - what is called the “non government” sector.

In other words, government deficits equal increased “monetary savings” for the rest of us, to the penny.

Simply put, government deficits ADD to our savings (to the penny). This is an accounting fact, not theory or philosophy. There is no dispute. It is basic national income accounting. For example, if the government deficit last year was $1 trillion, it means that the net increase in savings of financial assets for everyone else combined was exactly, to the penny, $1 trillion. (For those who took some economics courses, you might remember that net savings of financial assets is held as some combination of actual cash, Treasury securities and member bank deposits at the Federal Reserve.) This is Economics 101 and first year money banking. It is beyond dispute. It’s an accounting identity. Yet it’s misrepresented continuously, and at the highest levels of political authority. They are just plain wrong.

Just ask anyone at the CBO (Congressional Budget Office), as I have, and they will tell you they must “balance the checkbook” and make sure the government deficit equals our new savings, or they would have to stay late and find their accounting mistake.

As before, it’s just a bunch of spreadsheet entries on the government’s own spreadsheet. When the accountants debit (subtract from) the account called “government” when government spends, they also credit (add to) the accounts of whoever gets those funds. When the government account goes down, some other account goes up, by exactly the same amount.

Next is an example of how, operationally, government deficits add to savings. This also puts to rest a ridiculous new take on this innocent fraud that’s popped up recently:

“Deficit spending means the government borrows from one person and gives it to another, so nothing new is added - it’s just a shift of money from one person to another.” In other words, they are saying that deficits don’t add to our savings, but just shift savings around. This could not be more wrong! So let’s demonstrate how deficits do ADD to savings, and not just shift savings:

1. Start with the government selling $100 billion in Treasury securities. (Note: this sale is voluntary, which means that the buyer buys the securities because he wants to. Presumably, he believes that he is better off buying them than not buying them. No one is ever forced to buy government securities. They get sold at auction to the highest bidder who is willing to accept the lowest yield.)

2. When the buyers of these securities pay for them, checking accounts at the Fed are reduced by $100 billion to make the payment. In other words, money in checking accounts at the Fed is exchanged for the new Treasury securities, which are savings accounts at the Fed. At this point, non-government savings is unchanged. The buyers now have their new Treasury securities as savings, rather than the money that was in their checking accounts before they bought the Treasury securities.

3. Now the Treasury spends $100 billion after the sale of the $100 billion of new Treasury securities, on the usual things government spends its money on.

4. This Treasury spending adds back $100 billion to someone’s checking accounts.

5. The non-government sector now has its $100 billion of checking accounts back AND it has the $100 billion of new Treasury securities.

Bottom line: the deficit spending of $100 billion directly added $100 billion of savings in the form of new Treasury securities to non-government savings (non-government means everyone but the government).

The savings of the buyer of the $100 billion of new Treasury securities shifted from money in his checking account to his holdings of the Treasury securities (savings
accounts). Then when the Treasury spent $100 billion after selling the Treasury securities, the savings of recipients of that $100 billion of spending saw their checking accounts increase by that amount.

So, to the original point, deficit spending doesn’t just shift financial assets (U.S. dollars and Treasury securities) outside of the government. Instead, deficit spending directly adds exactly that amount of savings of financial assets to the non-government sector. And likewise, a federal budget surplus directly subtracts exactly that much from our savings. And the media and politicians and even top economists all have it BACKWARDS!

In July 1999, the front page of the Wall Street Journal had two headlines. Towards the left was a headline praising President Clinton and the record government budget surplus, and explaining how well fiscal policy was working. On the right margin was a headline stating that Americans weren’t saving enough and we would have to work harder to save more. Then a few pages later, there was a graph with one line showing the surplus going up, and another line showing savings going down. They were nearly identical, but going in opposite directions, and clearly showing the gains in the government surplus roughly equaled the losses in private savings.

There can’t be a budget surplus with private savings increasing (including non-resident savings of $U.S. financial assets). There is no such thing, yet not a single mainstream economist or government official had it right.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sergioloy

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sergioloy » 4 mag 2011, 17:08

si il primo che hai messo non era proprio lo stesso.
comunque la cosa ha molta logica in realtà, se consideri il deficit come solo contabile (ovvero, nessuno ti romperà i coglioni), è la stessa cosa
dell'accreditare che diciamo noi nelle riforme monetarie. dunque alla fin fine negarlo è come negare ciò che diciamo noi.

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sandropascucci » 4 mag 2011, 17:34

ci sono delle vere e proprie gaffe in queste loro ottiche, pur così blasonate..
ora sto preparando una cosa.. come al solito non vedrà la luce prima di averla sperimentata dal vivo a qualche Fiera..
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
sergioloy

Re: Barnard e la moneta sovrana americana??

Messaggioda sergioloy » 4 mag 2011, 20:12

fammi degli esempi, magari son io che non colgo l'evidenza.


Torna a “Era scritto sul giornale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".