Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

..ovvero le puttanate ufficiali propagandate dal Sistema Mediatico di IGB
Avatar utente
Karlrex

Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

Messaggioda Karlrex » 7 ott 2009, 7:38

Porello sto governatore,candidato per la sua etica :mrgreen: ,a successore di Trichet, in quest'intervista rassicura le banche che le nuove regole non le danneggeranno !Parola di uomo... della Godman Sucks(Leggi Sachs): qui il link sono 2 pagine
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero

Avatar utente
Umiltao

Re: Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

Messaggioda Umiltao » 8 ott 2009, 14:19

Più che una rassicurazione alle banche questa intervista a Draghi pare una lezione di signoraggio bancario rivolta a noi... e conferma su molti punti quello che abbiamo discusso serratamente in questi ultimi mesi. Si parla esplicitamente di:

- patrimonio delle banche come garanzia, il Core Tier 1;
- tetto alla leva finanziaria, ovvero un limite al moltiplicatore dei prestiti, non si sa bene però tecnicamente in che senso: tempo fa ho letto che qualcuno proponeva un fattore 15 come massimo;
- prestiti DELLE banche AGLI Stati, tanto per confermare quanto è stato già detto sul vecchio forum riguardo per esempio gli operatori abilitati alle aste dei titoli di Stato, su tutti gli Specialisti in titoli di Stato che sono ESCLUSIVAMENTE le note grandi banche commerciali e d' affari.

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

Messaggioda sandropascucci » 8 ott 2009, 16:07

Umiltao ha scritto:Più che una rassicurazione alle banche questa intervista a Draghi pare una lezione di signoraggio bancario rivolta a noi... e conferma su molti punti quello che abbiamo discusso serratamente in questi ultimi mesi. Si parla esplicitamente di:

- patrimonio delle banche come garanzia, il Core Tier 1;
- tetto alla leva finanziaria, ovvero un limite al moltiplicatore dei prestiti, non si sa bene però tecnicamente in che senso: tempo fa ho letto che qualcuno proponeva un fattore 15 come massimo;
- prestiti DELLE banche AGLI Stati, tanto per confermare quanto è stato già detto sul vecchio forum riguardo per esempio gli operatori abilitati alle aste dei titoli di Stato, su tutti gli Specialisti in titoli di Stato che sono ESCLUSIVAMENTE le note grandi banche commerciali e d' affari.


E S A T T A M E N T E !
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
piccolainfiltrata

Re: Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

Messaggioda piccolainfiltrata » 14 ott 2009, 13:01

Tanto per rimanere in tema Dragon leggevo proprio stamattina sul Sole che il caro governatore della Banca d'Italia INVITA ad elevare l'età di pensionamento effettiva. Il "numero UNO" di bankitalia ha messo in luce che per i futuri pensionati il tasso di copertura assicurato dal sistema previdenziale sarà cmq più basso di quanto il sistema ha garantito sinora, a parità di età di pensionamento. Per assicurare PERO' prestazioni di importo adeguato a un numero crescente di pensionati (magari le famose LABO/botulino oltre che a tenere le righe tengono anche più in vita) qual'è quindi la soluzione???? Innalzare l'età media di pensionamento (cosi magari ci schiattano pure al lavoro). Conclude dicendo che tale aumento inoltre sarebbe un ottimo rimedio per contribuire a SOSTENERE IL POTENZIALE DI CRESCITA ECONOMICA...in altre parole lavoriamo di piu', per piu anni, aiutiamo la ripresa dell'economia, ma aspettiamoci una pensione da fame....

sandropascucci
Messaggi: 12979
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: Draghi e le regole per non danneggiare le banche!Ma va??

Messaggioda sandropascucci » 14 ott 2009, 14:22

Vi invito a leggere: I motivi dell’assicurazione sociale di Mario Draghi
http://www.bancaditalia.it/interventi/i ... _10_09.pdf

quest'uomo è un cervello! notate che stile discorsivo, che tempi, che limpidità!
(e l'uso ripetuto de "l'azzardo morale")
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “Era scritto sul giornale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".