direttamente da studio aperto..

..ovvero le puttanate ufficiali propagandate dal Sistema Mediatico di IGB
Avatar utente
DanieleDiLuciano

direttamente da studio aperto..

Messaggioda DanieleDiLuciano » 24 set 2009, 21:37


Avatar utente
Karlrex

Re: direttamente da studio aperto..

Messaggioda Karlrex » 24 set 2009, 21:55

e direttamente da Londra:
http://brixtonpound.wordpress.com/
e per farvi n'idea:
http://www.site.transitiontownbrixton.org/
cmq ne parlavano sandro ed ersà in un altro post e la clausa:"It’s a complementary currency, working alongside (not replacing) pounds sterling, for use by independent local shops and traders."la dice tutta.

Ps: questo commento me fa godè:

The Birxton pound is a form of free market money, one that has been created by a cummunity in order to be a medium of exchange to boost local trade and development. Not to mention that it will be entirely debt free with no unstable credit creation in the form of fractional reserve banking.

Whether or not it is practicle to have a local currency in a London Borough is questionable as other schemes like this isuch as Lewis (Sussex) and Totnes (Devon) are small isolated towns in the middle of the countryside. However if these currencies were to take off and the Brixton pound became widely used as a medium of exchange, then there's no reason why this money couldn't be used elswhere.

Our current GBP is deeply flawed and is forced upon us by the British Government through the quasi state owned/private central bank (Bank of England). It is not a free market money beacuse the law forces us to use it and the central bank has a monopoly like any other state enforced monetary unit.

For supporters of free banking and free market money we should be excited about these local currencies springing up, because they are a form of free banking at full reserve.
In grassetto le parti interessanti


Torna a “Era scritto sul giornale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".