17. Auriti

http://controbufaladelsignoraggio.primit.it

• in soldoni: le vere bufale che girano in Rete riguardo alla «Bufala del signoraggio»©, ovvero come IGB disinforma tramite giornalisti, giornalai, blogghettini-ini-ini TUTTI insieme appassionatamente intenti al «..E ABBIAMO DIMOSTRATO CHE IL SIGNORAGGIO NON ESISTE/E' UNA BUFALA..»®
• della serie: ridere per restare sani. perché senza negazionisti del signoraggio.. ammettiamolo.. di che ca.zo ridevamo ora noandri?! :)
sandropascucci
Messaggi: 12901
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

17. Auriti

Messaggioda sandropascucci » 3 dic 2013, 8:41

da: http://www.cobraf.com/forum/topic.php?topic_id=3291


Pascucci
12 Dicembre 2013 11:38

Tanto questo non mi risponde perché non vuole aumentare la mia (bassa) conoscenza della materia (parole sue!).. ma devo dire che:

"Viceversa, nel caso della moneta endogena frutto ,non mi stancherò mai di scriverlo dell'attività bancaria, ogni lira CREATA tramite un prestito ha una validazione economica STRUTTURALE perché ,se il prestito non rientra, la banca ci perde."

è come sentire dal ladro che lui COMUNQUE ha rischiato e se entra in casa e non trova nulla è come un minatore che scende in miniera e la trova allagata o esaurita. entrambi subiscono un danno! si sono IMPEGNATI in una attività che non viene ricompensata, una FATICA che non trova corrispettivo! sicuramente è così ECONOMICAMENTE. lo so. ma so anche che uno è UN LADRO e l'altro un LAVORATORE.

per me c'è (ancora) differenza.

allora ha ragione il politico che dice che 14.000 euro al mese sono POCHI, eh! voglio dire.. per GUIDARE un intero Paese.. non sono forse pochi COMMERCIALMENTE 14.000 euro al mese? il mio dentista ne guadagna il doppio! e ha a che fare con meno di 100 persone. se riconosciamo all'attività bancaria il corrispettivo REALE che si chiama NOSTRO-DEBITO-QUOTIDIANO allora è FINITA!

se l'attività bancaria prevede la mia sofferenza allora NO all'attività bancaria, mi pare il minimo. si troveranno 4 scimmie che sanno pigiare dei tasti? io credo di sì.

forse.. e dico forse.. anche lo STATO (!)


Pascucci
12 Dicembre 2013 10:53

Io di certo NON VOGLIO le "regole del mercato". un mercato DEPRAVATO, in mano a loschi figuri arrivisti e antidemocratico.

non si sta parlando del mercato del pesce che, se non ti piace o quel giorno non ti va il pesce allora NON CI VAI e amen.

qui si sta parlando di TUTTO. tutto è mercato, per lor signori. anche il TEMPIO (e non sono cristiano, badate bene!). anche gli alberi sono mercato ovvero sono dei tavolini non ancora fabbricati e venduti.

se c'è gente per le strade è perché IL MERCATO ha FALLITO.

e amen.


Antitrader
12 Dicembre 2013 10:51

Hobi,

negli anni 70 fu elaborata, dai rivoluzionari dell'epoca, la dottrina del salario come variabile indipendente. Ai tempi poteva anche avere un senso in quanto il lavoro era scandito dalla catena di montaggio e quindi difficilmente aggirabile.

i "rivoluzionari" moderni (mica solo Zibo!) hanno invece elaborato la dottrina della separazione tra i soldi e la fatica (la zappa).

In realta' questa dottrina e' gia' stata messa in pratica in modo proficuo e a largo spettro da quelli che, tanto per fare un es., si comprano le mutande verdi con la carta di credito di quelli che lavorano per davvero.


Pascucci
12 Dicembre 2013 10:44

Sempre @moderatore (e altri curiosi):

ho scritto questo: http://www.primit.it per il prestito di moneta creato dal nulla e quest'altro: http://www.primit.it per il primo caso (versamento in contanti per "rimpinguare" le riserve necessarie alla richiesta di requisiti di riserva frazionaria, in EU, dato che in UK, ad esempio, neanche servono)

poi farò le altre schede per gli altri casi (in cui ci sono le cose che hai detto sulla BC e sulle BCOM che prestano le "loro" riserve in eccesso)


Hobi50
12 Dicembre 2013 10:36

Vincenzo ,leggendo quello che ha scritto,ho capito che Lei ha centrato il problema ma non è chiarissimo .
Mi permetto di riesporre il tema .
Ci sono due tipi di moneta ( la moneta esogena di creazione della Banca Centrale e la moneta endogena di creazione del sistema bancario).
Entrambe hanno la stessa funzione e cioè servono per comprare beni e servizi sia a scopo consumo che investimento.
La differenza tra le due monete è solo la validazione economica del loro uso.
Il Dott. Zibordi vuole usare la moneta esogena di creazione della Banca Centrale ,braccio armato del Governo, per fare ciò che il comitato politico Angelino "Jolie" Alfano ,Letta e Renzi hanno deciso.
Se Quagliariello dice che c'è la gente incazzata per le strade ,i tre chiamano il Visco di turno e gli ordinano di stampare un tot di lire affinché la gente in strada possa comprarsi pane e ...brioche.
Validazione economica ....ZERO.
Viceversa, nel caso della moneta endogena frutto ,non mi stancherò mai di scriverlo dell'attività bancaria, ogni lira CREATA tramite un prestito ha una validazione economica STRUTTURALE perché ,se il prestito non rientra, la banca ci perde.
In altre parole ogni lira creata ha una logica economica.
Anche per questo ,chi ha un pò di scienza e sale in zucca ,sa che ,se l'avido banchiere, non presta soldi è un indice che il sistema non funziona e non si risolve correttamente il problema per decreto ...
In conclusione mi pare abbia poco senso contrabbandare le teorie di Zibordi come politica monetaria.
Domandiamoci : vogliamo ancora i soviet e le poste del mitico Anti, od un sistema che funzioni secondo le regole del mercato ?

Hobi


Pascucci
12 Dicembre 2013 10:34

@moderatore: quindi mi pare siamo d'accordo.. no?



Pascucci
12 Dicembre 2013 10:33

>> Ma perché A accetti tale pezzo di carta, o bit elettronico, in pagamento del bene che ha ceduto, occorre che la banca ne garantisca in qualche modo il valore tramite capitale (beni) propri.

• naaaa! ancora?! :D la banca non garantisce un bel nulla! per farlo dovrebbe "coprire" il 100% di un bene e quindi che scambio (compravendita) sarebbe? compro una penna con un "mezzo di pagamento" che ha il valore commerciale della penna? così torniamo indietro di 2000 anni, al tempo che per una pecora occorreva dare una moneta d'oro (fermo restando che l'oro è un valore PSICOLOGICO ma vabbè.. non mi va di andare contro una MALATTIA MENTALE dell'uomo millenaria). la moneta è stata una EVOLUZIONE TECNOLOGICA nei metodi di pagamento (che le banche commerciali hanno IMperfezionato fino ai subprime - le stronze!) e dobbiamo tenerne conto e usufruirne al meglio.

>> Non dovrà necessariamente garantire il 100%, d'accordo,

• eh, no! essere d'accordo con una copertura non al 100% vuol dire andare contro quello che hai appena detto sul dover avere (un valore di) una moneta pari al bene e non solo: vuol dire ammettere una certa percentuale di TRUFFA! se la copertura è al 66% vuol dire che c'è una truffa al 34%, eh! e non solo (II), dato che un vaso non è che può essere rotto al 9 o 19 o 99% così la VERITA' o c'è o non c'è! se ti affido la mia macchina in parcheggio non è che puoi ridarmela al 75% (ti tieni due sportelli e un sedile, famme capì).


>> ma non potrà mai e poi mai emettere moneta sul nulla.

• troppa enfasi. mi pari spaventato dalla portata della consapevolezza che t ista per cogliere?! :D


>> E per lo stesso motivo uno stato non potrà mai emettere moneta sul nulla, la dovrà "coprire" con i propri beni.

• idem come sopra. lo Stato non ha beni. E' una struttura sociale, una organizzazione democratica (sto facendo TEORIA, sia chiaro!).. lo Stato è una INVENZIONE GIURIDICA (brr..). Non ha beni per coprire una moneta (di nuovo: vorrebbe dire abbandonare l'EVOLUZIONE TECNOLOGICA che ci ha slegato dall'oro). Noi siamo lo Stato e siamo BASTEVOLI per accettare che un pezzo di carta, che non ha costo e non ha valore intrinseco, sia "mezzo di pagamento" per scambiare una mucca, un telefonino, una giornata di fatica, ecc..

>> Altrimenti la moneta non vale niente.

• l'unico valore che ha la moneta è VALORE INTRINSECO (ma già conoscerai i lavori di Auriti, per cui non ti tedio oltre..)



Pana
12 Dicembre 2013 07:33

Ma nel Monopoli il numero di banconote da 50,100,5 ,10 etctera e' in numero FINITO
(non si creano banconote nuove)
mica infinito, un poco come le risore fisiche gas petrolio e carbone,e non e' che magari un bel pezzetto della crisi e' dovuto ai prezzi alti di queste commodities ?


VincenzoS
12 Dicembre 2013 07:31

X Moderatore

Ma resta che i soldi li inventa, per cui il denaro nell'economia è una quantità ELASTICA.


Certo che la quantità di moneta è elastica, ma i soldi non vengono "inventati" dal nulla o per meglio dire sul nulla.

Se due soggetti A e B si vogliono scambiare dei beni possono nel modo più semplice barattarli. Nel momento in cui tale scambio non è più contemporaneo o avviene in maniera circolare coinvolgendo altri soggetti, C, D, E, F, G e via discorrendo, la banca (intendo il sistema bancario nel suo complesso) interviene come soggetto intermediario-garante emetto la moneta che viene usata come mezzo per completare il pagamento.
Ma perché A accetti tale pezzo di carta, o bit elettronico, in pagamento del bene che ha ceduto, occorre che la banca ne garantisca in qualche modo il valore tramite capitale (beni) propri. Non dovrà necessariamente garantire il 100 %, d'accordo, ma non potrà mai e poi mai emettere moneta sul nulla. E per lo stesso motivo uno stato non potrà mai emettere moneta sul nulla, la dovrà "coprire" con i propri beni. Altrimenti la moneta non vale niente.
Sembra che Lei non abbia mai messo il naso nei paesi oltre-cortina all'epoca dell'URSS.

P.S. Ciò non toglie che il sistema bancario, colluso con la politica sia marcio fino al midollo. Ma la ragione è che di credito, per gli amici degli amici, ne hanno emesso pure troppo, e ora stanno chiamando i contribuenti a tappare i buchi



Moderatore
11 Dicembre 2013 23:15
argomento: Banche Centrali e Moneta, Moneta Moderna (MMT), Tagliare 150 mld di tasse e Bot fiscali

Eh,pascucci...non bisogna stancarsi di ripetere perchè nessuno sembra lo comprenda per ora. Oggi c'era l'economista nominato da Matteo Renzi,(a sorpresa) come suo esperto economico, Filippo Taddei, che dichiara che coi soldi dell'IMU ridurrà l'IRPEF "Le tasse seguono la spesa pubblica. Se vogliamo tagliarle dobbiamo tagliare le spese di ecc..".

Per Taddei solo se tagli una spesa di 5 miliardi puoi ridurre una tassa di 5 miliardi, ragiona come una casalinga anche se ha il PHD, come se il totale della moneta fosse 1,000 miliardi, quantità fissa e non modificabile se non da Dio. Per Monti, Letta e Renzi/Taddei se vuoi 1 miliardo da una parte devi ridurre di 1 miliardo dall'altra perchè il totale resta sempre 1,000. Fanno il PHD come alla Columbia, scrivono dieci papers su liquidità e mercati finanziari come questo Taddei e non capiscono la nozione basilare, COME SI CREA LA MONETA.

Se giochi a Monopoli, che è un gioco in cui si simula come funziona l'economia, la moneta la si crea all'inizio di ogni gioco giusto ? (e durante il gioco la si può aumentare). Basta capire Monopoli, non devi fare neanche il PHD.

Prova a pensare Taddei.... quando un azienda si indebita per comprare qualcosa il suo bilancio cosa fa ?..aumenta.... Quando crei passività in un bilancio, quando ti indebiti aumenta... ma anche quando una banca presta soldi a qualcuno il suo bilancio... aumenta.... Quando ci si indebita con la banca... il suo bilancio aumenta giusto, siamo d'accordo Taddei ? E di cosa è fatto il bilancio di una banca ? Risposta: di depositi bancari, per lo più. Benissimo. Se allora aumentano i depositi bancari non aumenta forse anche la MONETA, visto che se ho un deposito con una saldo di 10 mila euro ci pago tante cose ? Ma questo significa che le banche, prestando, aumentano i depositi e quindi....CREANO... LA MONETA perlamadonna. Esiste un altro modo per creare moneta che tu sappia ? No, a parte ottenere valuta estera vendendo più di quello che si spende...(che comunque non basta)

Bisogna rendersi conto che la moneta è (quasi tutta) una passività di bilancio, viene creata tramite la contabilità, la "partita doppia", che sarebbe poi solo semplicemente un passivo a cui corrisponde sempre un attivo e viceversa. Questa NON E' UNA TEORIA, E' UN FATTO. Ma questo fatto implica che puoi aumentarla o diminuirla a fisarmonica, è ELASTICA.

Se lo stato, che può se vuole dettare alla banca centrale e alle banche cosa fare, gli dice di aumentare i bilanci aumenta la moneta, invece di 1,000 miliardi ne avreai 1,100 miliardi, che 'azzo c'è bisogno di aumentare l'IMU per ridurre l'IVA !?

Il processo di creazione di moneta da parte delle banche è semplice da capire se uno fa lo schema contabile. Il concetto difficile da comprendere è che quando ti presta denaro la banca crea una passività anche lei! Come mai ? Perchè sta inventandosi i soldi, creandoli dal niente e però deve consentire di farci dei pagamenti, per cui la banca nel momento in cui tu di indebiti si è indebitata anche lei. Se tu questi soldi li sposti, la banca deve trovare un modo di eseguirti i pagamenti, anche se tecnicamente la banca non li ha, li ha appena inventati. Normalmente non è un problema perchè: a) i soldi circolano tra banche nazionali e b) la Banca Centrale presta quelli che mancano. Ma resta che i soldi li inventa, per cui il denaro nell'economia è una quantità ELASTICA.

Ci sono tre passaggi logici:

i) quello base e fondamentale che prestare denaro per la banca è IDENTICO a ricevere denaro, tutti e due appaiono come "depositi" bancari, ma uno è attivo e l'altro passivo e tutti e due sono una passività.

ii) il caso in cui i soldi prestati vengono usati per pagare qualcuno presso un altra banca e quindi escono dalla banca, ma restano nel circuito bancario

iii) il caso in cui i soldi prestati escono dal circuito bancario (sono prelevati come contanti, spediti all'estero o comprano dei BTP)

una contabilità fatta bene la trovi qui su Nick Edmonds che è un economista sofisticato che sta dietro a quelli di Positive MOney "Ledger Accounting for the Monetary Circuit" e ti mostra bene che quando tu paghi qualcuno che ha un conto su un altra banca il denaro non si sposta, si fa solo finta

Clicca sull'immagine per ingrandirla
R_123542755_1.jpg


Clicca sull'immagine per ingrandirla
R_123542755_2.jpg



Clicca sull'immagine per ingrandirla
R_123542755_3.jpg


Pascucci
09 Dicembre 2013 16:37

Volevo sottoporvi un quesito/richiedervi un consiglio su dei cartelloni che devo preparare per una semi-lezione in una scuola (istituto commerciale, classi miste (I, II), tempo due ore).

questa è la bozza (per facilitare la lettura metto qui il testo più leggibile).

"• La banca commerciale (Banca_A, mutuante) concede il mutuo anche se non dispone di moneta. Infatti non ha pre-raccolto "risparmio dal pubblico" e non ha somme pre-esistenti da "convogliare" come prestito nel conto del Cliente_A (mutuatario). Quindi CREA DAL NULLA (ex-nihilo) la cifra da inserire nel bilancio (Stato Partimoniale, SP) e rendere "a norma di legge" il prestito. Questa cifra è un semplice numero ma la Banca_A la chiama "moneta-bancaria" (che è differente dalla "moneta legale" - vedi box "TERMINI IMPORTANTI"). In modo arbitrario, inoltre, la considera una spesa, un costo, un debito, dato che dovrà garantire che il Cliente_A possa spendere presso terzi l'intero importo (cosa che farà acquistando casa), quindi la iscrive al "passivo", come "DEPOSITO" appena creato e intestato al Cliente_A. Ecco perché possiamo dire che I PRESTITI CREANO I DEPOSITI. La stessa cifra, però, dal lato BCOM, viene vista come un "attivo", ossia una cosa di sua proprietà, che ritornerà portando profitto (quota-parte delle "rate del mutuo"). Al rientro, infatti, la BCOM distruggerà (come vedremo), la quota-capitale lasciando contabilmente solo "gli interessi" (quota-interessi) come guadagno netto dell'operazione."
test01_temp.jpg


Pascucci
08 Dicembre 2013 09:52

>> Vedi, ti tradisci usando la maiuscola,

• detto così sembrerebbe che io voglia nascondere qualcosa.. invece.. mi sembro molto chiaro, no?

>> affermando quindi che lo Stato sta sopra ai cittadini.

• Non hai notato i due logos qui a sx? Quello rosso e quello verde? dove deve stare chi è palese. lo Stato siamo noi e quindi non ha senso il sopra e sotto.

>> Per me lo stato sta sotto ai cittadini, è una istituzione che svolge un servizio per i cittadini. Inoltre una comunità prevede una libera adesione.

• Possiamo mettere al voto, quando hai 18 anni, se vuoi stare nello Stato (dei tuoi padri) o andare in un posto senza Stato ma dove c’è una grossa comunità formata da tutti gli apolidi del mondo..

>> Ho escluso lo Stato, non lo stato che svolge un servizio, raccogliere i soldi necessari al funzionamento e basta.

• E chi decide quanto raccogliere e per chi raccogliere? :D :D

>> Lo Stato non solo fa quello, ma gestisce anche direttamente la scuola, assumendo gli insegnanti e poi chi se ne frega se sono capaci oppure no.

• Non mandare tuo figlio a scuola di insegnanti cani. Scegli un’altra scuola. Fai una cooperativa. Fonda un partito per cambiare le cose. Insegna tu stesso qualcosa ai tuoi figli. Mandalo a ripetizione da un genitore dotto in una materia e fai ripetizione ad altri bambini. Stiamo un po’ uscendo dal topic, non credi? Il tuo odio per lo Stato ti spinge a vederlo DISTRUTTO anche se sai bene che rimarrebbe IGB a fare da sceriffo. I libertari credono davvero alla vita col cinturone e il sacchettino d’oro nel taschino?

>> Chi ha mai scritto niente tasse?

• Io, non tu. Io ti dico che non pagherò tasse per stare in una comunità che non vorrei, che non mi garba.

>> Ho scritto che le tasse vengono redistribuite ad ogni singolo istituto in proporzione agli studenti.

• Allora mettiamo tutte scuole private, no? Ma io boh.. qual è il problema?

>> Se una certa scuola non ti piace puoi sempre mandare tuo figlio in un'altra senza che ciò ti costi nulla.

• Non esistono pasti gratis, non sei tu a insegnarmelo?

>> Comunque mica è detto che [..] altrimenti no.

• Ripeto: per me sei e siamo un po’ OT. Ora affronterai anche il discorso esercito, polizia? E l'acqua? Non puo' gestirla una coop liberamente costituita? E la moneta? Non puo' gestirla un ente autonomo e onesto.. oopps!!

Cmq, per dimostrarti che non sono in cattiva fede.. io sono più avanti di te:

viewtopic.php?p=39061#p39061

:D

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca qui per ingrandire

Clicca sull'immagine per ingrandirla


VincenzoS
08 Dicembre 2013 06:48

X Pascucci

per me se parli di comunità parli di Stato..


Vedi, ti tradisci usando la maiuscola, affermando quindi che lo Stato sta sopra ai cittadini. Per me lo stato sta sotto ai cittadini, è una istituzione che svolge un servizio per i cittadini. Inoltre una comunità prevede una libera adesione.

--
qualcosa non torna. non hai escluso lo Stato/stato dall'equazione?

-

Ho escluso lo Stato, non lo stato che svolge un servizio, raccogliere i soldi necessari al funzionamento e basta. Lo Stato non solo fa quello, ma gestisce anche direttamente la scuola, assumendo gli insegnanti e poi chi se ne frega se sono capaci oppure no.

-
quindi niente tasse e allora io perché dovrei darti i miei soldi per mandare mio figlio a scuola con tuo figlio "sotto" un insegnante che non mi piace?

--

Chi ha mai scritto niente tasse? Ho scritto che le tasse vengono redistribuite ad ogni singolo istituto in proporzione agli studenti. Se una certa scuola non ti piace puoi sempre mandare tuo figlio in un'altra senza che ciò ti costi nulla.
Comunque mica è detto che si debba fare per forza come propongo. La cosa fondamentale è fare uscire gli insegnanti dal perimetro dei dipendenti pubblici, farli diventare dei professionisti (d'altra parte hanno una laurea) che si conquistano lo stipendio con le loro capacità e non in virtù di un concorso vinto decenni prima. Che succede, d'altronde, ai calciatori (non pensare solo a quelli di Serie A strapagati, pensa anche a quelli delle serie inferiori numericamente molto di più) o a qualsiasi altro sportivo professionista? Fa un contratto per un certo numero di anni e dopo, alla scadenza, il contratto viene rinnovato se è ancora in gamba, altrimenti no.


Pascucci
07 Dicembre 2013 14:38

>> Certo che lo sono liberista e non voglio demolire solo il collegamento Stato-banche, ma proprio tutta la struttura "Stato"

per me se parli di comunità parli di Stato..

>> E' la comunità dei cittadini, la cittadinanza, che è l'istituzione naturale, lo Stato è una sovrastruttura.

dipende. oggi, forse, o meglio: ancora fino ad oggi.
ma, come ho detto, per me "comunità" è "Stato".

>> Sai per esempio come intenderei l'istruzione pubblica? Lo stato (togliamo la maiuscola) raccoglie i fondi con le tasse e poi li distribuisce in parti uguali, proporzionali al numero di studenti, a ogni singolo istituto che viene gestito direttamente dai genitori (ergo, ogni 5 anni al massimo cambiano i gestori). Gli insegnanti vengono scelti direttamente dai genitori e se non vanno bene cacciati a calci nel posteriore.

qualcosa non torna. non hai escluso lo Stato/stato dall'equazione?
quindi niente tasse e allora io perché dovrei darti i miei soldi per mandare mio figlio a scuola con tuo figlio "sotto" un insegnante che non mi piace? allora investo i miei soldi per un tutore, magari trovo pure qualcuno per dividere le spese (ci sarà uno che non la pensa come te ma come me e che quindi manderà suo figlio con il mio nella "nostra" aulettinainaina, no?)

ma sono tutte chiacchiere da bar, tipo sai io chi avrei messo in attacco e chi come ala ecc..

FINO A CHE LA MITRAGLIA DI IGB SPARA COLPI SU COLPI E' INUTILE DISCUTERE DI COSA VORREMMO FARE UNA VOLTA LIBERI AL DEBITO.


Pascucci
07 Dicembre 2013 14:33

>> Pascucci se ti metti a spiegarlo a quello perdi tempo...!

il fatto è che siamo tutti sulla stessa barca,
per cui non perdi mai tempo a confrontarti e cercare di capire,
per quanto meglio puoi, le idee del tuo collega di remo..


VincenzoS
07 Dicembre 2013 12:34

X Pascucci

Mi sembri un liberista. Sbaglio? Se così fosse dovresti essere il primo a voler demolire il collegamento Stato-IGB e sottrarti così ad esse tutelato da due padri-padroni.


Certo che lo sono liberista e non voglio demolire solo il collegamento Stato-banche, ma proprio tutta la struttura "Stato"



Già d’accordo, come sopra. Però le garanzie possiamo autogestirle, come comunità ergo Stato. IGB non è TITOLATO (democrazia?) a fare da PAPA’.
-

E' la comunità dei cittadini, la cittadinanza, che è l'istituzione naturale, lo Stato è una sovrastruttura.
Sai per esempio come intenderei l'istruzione pubblica? Lo stato (togliamo la maiuscola) raccoglie i fondi con le tasse e poi li distribuisce in parti uguali, proporzionali al numero di studenti, a ogni singolo istituto che viene gestito direttamente dai genitori (ergo, ogni 5 anni al massimo cambiano i gestori). Gli insegnanti vengono scelti direttamente dai genitori e se non vanno bene cacciati a calci nel posteriore.


Acmen
07 Dicembre 2013 10:47

Pascucci se ti metti a spiegarlo a quello perdi tempo...!

quello stramaledice Keines....

eheheh..!

difende Apple che produce a prezzi ridicoli tramite lo sfruttamento del Lavoro attraverso la riduzione in schiavitù delle Maestranze, non paga tasse, perchè sposta nei Paradisi Fiscali e vende nei Mercati protetti ad alto welfare a prezzi Lunari facendo Dumping.


Pascucci
07 Dicembre 2013 10:25

>> Già, ma chissà perché quando.. ..battuto ciglio

• nessuno ha battuto ciglio perché (le perdite per salvare ecc..) rientravano PERFETTAMENTE nel piano dei banchieri, ovvero sottrarre al popolo ignorante pezzi di ricchezza REALI tramite moneta FUFFA creata dal niente ma fondamentale per generare DEBITO, da ripagare in “NATURA”.

>> Si può essere o meno.. .. persone responsabili.

• Va bene. Eccomi. Famolo.. Però.. però.. se lasci lo Stato ad un angolo con pennello in mano col solo compitino di rifare le facciate delle case.. e lasci AL SIGNOR-BANCHIERE la creazione di moneta.. eh!.. non lamentarti che questi voglia, poi, decidere ANCHE il colore della casa, prezzolando lo Stato affinché gli lasci POTERE. No?

>> Forse dimentichi che per fare credito le banche devono avere capitale di rischio. Ripeto che il problema è di collusione con il potere politico favorito da coloro che pensano che il mitico Stato debba provvedere a tutto.

• La banca non ha rischio. A che servono altrimenti le garanzie? Il ladro ha il rischio che si stacchi la grondaia mentre si arrampica al terzo piano, vuoi mettere?!

>> Personalmente sono.. ..delle aziende?)

• ESATTO! La LOTTA contro il signoraggio è proprio una EVOLUZIONE del cittadino. Come in Islam dove “co-operi” all’impresa, assumendotene, tu prestatore, anche i rischi.
Mi sembri un liberista. Sbaglio? Se così fosse dovresti essere il primo a voler demolire il collegamento Stato-IGB e sottrarti così ad esse tutelato da due padri-padroni. Che, senza pudore, si scaricano le colpe a vicenda quando le cose vanno male: c’è crisi? Colpa del politico arraffone.. no.. colpa delle banche che non danno i soldi.. no.. colpa del popolino che non spende e non riavvia la ripresa.. ecc.. MA ANCHE BASTA!!

>> Portami la dimostrazione

• è nelle altre risposte. Abbi la pazienza di leggerle, magari di nuovo se l’hai già lette. E’ dove parlo del passivo e dello spennamento degli utili e le briciole ecc..

>> Nessuno ti obbliga a usare la moneta per gli scambi; il baratto non è mai stato abolito.

• no, così non va bene. Mi sei sembrato con sale in zucca fino ad ora. Portami rispetto. Queste ragazzinate no.

Allora ti dico: nessuno ti obbliga a vivere in questo Stato che trovi così ladro. Vattene a vivere sulle montagne mangiando bacche. Non è vietato.

>> Certo che se poi vogliamo tutte le garanzie possibili e immaginabili, di nuovo una questione di responsabilità, chi ce le fornisce pretende il suo prezzo.

• Già d’accordo, come sopra. Però le garanzie possiamo autogestirle, come comunità ergo Stato. IGB non è TITOLATO (democrazia?) a fare da PAPA’.

>> Comunque se pensi che io abbia scritto tutto questo per difendere le banche ti sbagli di grosso.

• non preoccuparti di ciò che penso. Lo troverai scritto sempre, senza bisogno di voli pindarici.

>> Ho voluto solo sottolineare che certe cose sono solo conseguenza di un modo di pensare sballato da parte di persone, purtroppo la maggioranza, che non sono capaci di essere adulti responsabili ma hanno sempre bisogno di una mamma e di un papà che li guidino.

• Qui discutiamo der nonno der nonno der nonno de mi nonno: IGB. Colui che crea moneta dal nulla e con questa moneta ci compra Stato, Nazioni e Uomini.


Pascucci
07 Dicembre 2013 10:06

E con che soldi la BCE comprerebbe il 25% di.. ??

come diceva la Thatcher: "non esistono soldi pubblici, quando qualche politico parla di soldi pubblici sta parlando dei soldi che sfila al contribuente.."

tutto ciò che compra una BC sono "debiti" e li paga con una "moneta debito". e non si annulla debito con debito ma lo si moltiplica!


VincenzoS
07 Dicembre 2013 08:54

X Pascucci

e non è quello che denunciamo socialmente?


Già, ma chissà perché quando si sono privatizzati i profitti e socializzate le perdite per salvare FIAT, Alitalia, municipalizzate e quant'altro nel nome della mitica difesa dei "posti di lavoro", cioè degli stipendifici, nessuno ha battuto ciglio



idem, già risposto. si chiama, appunto, SIGNORAGGIO, l'AGGIO DEL SIGNORE!
TUTTO COMPRESO = ALL INCLUSIVE


Si può essere o meno d'accordo sull'esistenza del SIGNORE, io per esempio non lo sono, ma fintanto che c'è qualcuno che ritiene che ci debba essere una qualche istituzione sopra le nostre teste, il mitico Stato, ci beccheremo esattamente questo. Lasciamo allo stato, minuscolo, il compito di provvedere a difesa, ordine pubblico e giustizia e per il resto impariamo a cavarcela da soli da persone responsabili.

---

quindi lo spacciatore è giusto che guadagni? così come lo strozzino, er cravattaro, il contrabbandiere.. IL FALSARIO.


Forse dimentichi che per fare credito le banche devono avere capitale di rischio. Ripeto che il problema è di collusione con il potere politico favorito da coloro che pensano che il mitico Stato debba provvedere a tutto. Personalmente sono d'accordissimo con il concetto di "free banking". Ma a quel punto, nell'ottica della responsabilità, se metti i tuoi soldi nella banca sbagliata te ne assumi tutte le conseguenze così come ti dovresti assumere la responsabilità di essere andato a lavorare in un'azienda gestita da lestofanti (già, ma perché i sindacati invece di blaterare del nulla non offrono ai loro iscritti un servizio di valutazione delle aziende?)



BALLA STRATOSFERICA, più volte dimostrata.
-

Portami la dimostrazione



la Apple è forse (A) monopolista nel mondo dei cellulari? e (B): siamo forse COSTRETTI a usare SOLO i cellulari Apple?
-

Nessuno ti obbliga a usare la moneta per gli scambi; il baratto non è mai stato abolito.
Certo che se poi vogliamo tutte le garanzie possibili e immaginabili, di nuovo una questione di responsabilità, chi ce le fornisce pretende il suo prezzo.

Comunque se pensi che io abbia scritto tutto questo per difendere le banche ti sbagli di grosso. Ho voluto solo sottolineare che certe cose sono solo conseguenza di un modo di pensare sballato da parte di persone, purtroppo la maggioranza, che non sono capaci di essere adulti responsabili ma hanno sempre bisogno di una mamma e di un papà che li guidino.


Trucco
07 Dicembre 2013 07:37

In realtà si dovrebbe insistere perché la BCE comprasse il 25% dei debiti nazionali pro-quota, come fanno FED e BOE e si sarebbe risolto il problema dei debiti pubblici nell'eurozona. Poi dovremmo uscire ugualmente dall'euro per il problema dei debiti privati però intanto si darebbe ossigeno ai maialini.


Pascucci
06 Dicembre 2013 21:45

Non importa se gli interessi vengono girati al Tesoro né se valga anche per la BCE (sì, in teoria vale, poiché la BCE si trattiene l'8% e gira il resto alle BCN che lo girano al Tesoro-locale ecc..)

quello che dobbiamo capire è che IL DEBITO è ORMAI sul groppone del popolino.
che venga distrutta la moneta legale e/o la moneta bancaria rientrante da un prestito e quindi da una CREAZIONE DAL NULLA.. beh, signori miei: E' ORMAI TARDI!!

è come un falsario che distruggesse le sue banconote FALSE dopo aver GUADAGNATO da un prestito.

che forse NON commette reato? che forse non è IMMORALE? che forse, rullo di tamburi, il mutuatario NON è schiavo dell'INTERO IMPORTO IMPRESTATOGLI?!


Trucco
06 Dicembre 2013 21:27

GZ: quando la banca centrale compra titoli di stato gira gli interessi al Tesoro.

-

Ma vale anche per la BCE?


Pascucci
06 Dicembre 2013 21:11

> Non volevo rispondere ma non mi sono riuscito a trattenere.

non sono neanche il destinatario (GZ) ma idem: non sono riuscito a trattenermi!

>> 1) Le banche, se non ricevono i soldi indietro FALLISCONO così come qualsiasi altra azienda. Il fatto che siano colluse con il potere politico che le salva con i soldi dei contribuenti non c'entra niente con l'attività bancaria ma è un problema etico.

e non è quello che denunciamo socialmente? se fosse ILLEGALE il SistemaIGB io per primo lo avrei già denunciato alla magistratura, eh!!

E' (da sempre, secoli) una questione di ETICA.

>> E comunque non mi sembra, visto i corsi azionari, che le banche godano di florida salute.

minkia!! :D :D :D

>> Che poi i mega manager si intaschino milioni e milioni è di nuovo questione di etica e di collusione con il potere politico.

idem, già risposto. si chiama, appunto, SIGNORAGGIO, l'AGGIO DEL SIGNORE!
TUTTO COMPRESO = ALL INCLUSIVE, potere, bella vita, rispetto, strafottenza, super partes, milionari bonus a go-gò, immunità, esci gratis di prigione (anzi: non ci vai proprio!) ecc.. = SIGNORAGGIO!

>> 2) E' giusto che chiunque svolga un servizio di qualsiasi tipo, fornire credito nello specifico, è giusto che venga retribuito.

quindi lo spacciatore è giusto che guadagni? così come lo strozzino, er cravattaro, il contrabbandiere.. IL FALSARIO..

>> Altrimenti se la stampi Lei la moneta, vediamo chi la accetta

chiunque, se non ci fosse IL CORSO FORZOSO!

>> 3) I profitti delle Banche Centrali vanno a finire quasi tutti, tranne una porzione marginale, allo Stato.

BALLA STRATOSFERICA, più volte dimostrata.

>> Che poi adesso il nostro governo di lestofanti voglia rivalutare le quote della Banca d'Italia in mano alle banche private è di nuovo un problema di etica da lestofanti e non c'entra nulla con tutto il resto.

idem: chiamasi SIGNORAGGIO.

>> Le pongo poi alcune domande; quanto costa produrre un i-Phone? e quanti profitti ci fa la Apple? perché è considerato normale che la Apple guadagni uno sproposito e altri no?

la Apple è forse (A) monopolista nel mondo dei cellulari? e (B): siamo forse COSTRETTI a usare SOLO i cellulari Apple?

COLLEGATE IL CERVELLO? grazie!

vi fa così SBROCCARE che il banchiere si sia RITAGLIATO un posto IN VETTA ALLA CATENA ALIMENTARE e che "noi" (io di sicuro) si cerchi di defenestrarlo?


Moderatore
06 Dicembre 2013 21:01

Bisogna che mi metta a intervenire anche io nei forum dove si parla di problemi chimica industriale o di elettronica o di commercialisti sparando minkiate a caso....

persino in contabilità, che non è tanto difficile, se ti metti a sproloquiare di crediti e debiti senza sapere come si bilanciano ti mandano a quel paese
R_123542331_1.jpg


VincenzoS
06 Dicembre 2013 19:59

X GZ

Il nocciolo della storia è che il 90 o 95% della moneta viene creata dalle BANCHE, non dalla Banca Centrale e queste guadagnano creando debito, non moneta.


Non volevo rispondere ma non mi sono riuscito a trattenere.

1) Le banche, se non ricevono i soldi indietro FALLISCONO così come qualsiasi altra azienda. Il fatto che siano colluse con il potere politico che le salva con i soldi dei contribuenti non c'entra niente con l'attività bancaria ma è un problema etico. E comunque non mi sembra, visto i corsi azionari, che le banche godano di florida salute. Che poi i mega manager si intaschino milioni e milioni è di nuovo questione di etica e di collusione con il potere politico.

2) E' giusto che chiunque svolga un servizio di qualsiasi tipo, fornire credito nello specifico, è giusto che venga retribuito. Altrimenti se la stampi Lei la moneta, vediamo chi la accetta

3) I profitti delle Banche Centrali vanno a finire quasi tutti, tranne una porzione marginale, allo Stato. Che poi adesso il nostro governo di lestofanti voglia rivalutare le quote della Banca d'Italia in mano alle banche private è di nuovo un problema di etica da lestofanti e non c'entra nulla con tutto il resto.

Le pongo poi alcune domande; quanto costa produrre un i-Phone? e quanti profitti ci fa la Apple? perché è considerato normale che la Apple guadagni uno sproposito e altri no?


Pascucci
05 Dicembre 2013 20:39

>> Il signoraggio esiste eccome e chi lo nega ha problemi di funzionamento del suo cervello, perchè se la moneta è una convenzione, numeri scritti su carta o numeri digitati su computer, è ovvio che chi la creare può guadagnare visto che crea qualcosa che vale anche miliardi a costo zero.

• E meno male và!

>> Tuttavvia il signoraggio in senso stretto si ha solo sulle banconote e sugli acquisti di debito delle banche centrali del "QE" e una parte viene rigirata allo stato (a seconda dei governi).

• Ecco.. questo è il classico caso in cui si inciampa sulle abitudini, tutte accademiche, di analizzare con il millimetro la definizione classica e vedere se tutti i micromillimetri ci stanno in quel millimetro, pena la morte per scioglimento nell’acido del poveretto che, sfidando vagonate di *** , porta avanti un discorso RIVOLUZIONARIO sulla libertà, sull’uguaglianza e il diritto civile di tutti gli esseri umani schiavizzati da IGB. Se uno o due micromillimetri escono dal bordo.. giù acido.. ma andiamo a vedere:

>> Non è vero che tutte le volte che la Banca Centrale crea riserve (la sua moneta) fa signoraggio e guadagna, perchè di solito accredita lo stato senza interessi.

• FALSO. Il signoraggio è il potere di emettere moneta, con tutto quello che ne consegue (e che in parte hai riconosciuto nel primo pezzo). Punto. Ora possiamo divertirci con definizioni da manuale e tabelle varie (ho intravisto in fondo all’articolo che ce ne sono, poi le guardo meglio) ma il fatto che si MISCHI.. no.. voglio dirlo meglio.. si ANNACQUI il MALE (rappresentato dal POTERE DIVINO DI CREARE MONETA – vedi punto iniziale) con BILANCI, stati patrimoniali, leggi (ah ah ah) e procedure “ortodosse”.. beh.. non è la via che ci porterà più vicini a una sana consapevolezza DEL TUTTO.

>> ==> Il nocciolo della storia è che il 90 o 95% della moneta viene creata dalle BANCHE, non dalla Banca Centrale e queste guadagnano creando debito, non moneta.

• VERISSIMO!! Ma è solo un dato tecnico statistico. Parlando di schiavitù è come dire che il 90/95% veniva dall’Africa e solo il resto dal resto dei paesi sottosviluppati e/o colonizzati e/o inesplorati. Se permetti io che sono stato portato via in catena dalla mia capanna in.. che so.. Sperdutistan (Asia) mi sento un po’ sminuito, sottovalutato, non credi?! E che la mia SCHIAVITU’ è meno schiavitù del classico abitante della costa nordovest dell’Africa?! Eh!

TUTTA LA MONETA E’ FIGLIA DI SIGNORAGGIO. TUTTA LA MONETA E’ DEBITO, infatti. Ma andiamo avanti..

>> i) Il Signoraggio esiste sulle banconote, perchè hanno un valore e non costa quasi niente a produrle. Quando c'erano le monete d'oro NON c'era signoraggio, perchpè battere moneta consisteva nel coniare dell'oro che costava. La carta non costa, l'oro costa per cui negare che emettere banconote crei signoraggio è un sintomo di demenza senile o di infantilismo o di aver militato in qualche formazione politica di sinistra...

• Beh qui sbagli di grosso, forse un refuso o una svista? E’ proprio nel medioevo che nasce il signoraggio in senso letterale, come opera di RUBERIA che il sovrano metteva in atto TOGLIENDO oro dalle monete lasciandole con valore nominale inalterato. Il nuovo signoraggio, ancora inteso formalmente e formulisticamente come valore nominale - valore intrinseco si AMPLIFICA con l’introduzione delle prime cartemonete (IGB!) non coperte da oro, in quanto il costo della carta era nullo e a fronte di 10 pezzi di carta con valore nominale X non erano presenti 10 pezzi di oro a riserva 100%.

Concordo sulle malattie psichiche di destrorsi e sinistrorsi.

>> ii) le banconote sono il 5% della moneta, il resto sono depositi bancari di vario genere su cui esiste una forma di "signoraggio" se la vuoi chiamare così, ma che non corrisponde alla definizione perchè le banche creano anche loro moneta senza costi, ma essendo credito/debito succede anche che possano perdere soldi quando un 10% di questa moneta non gli viene ripagata e poi devono anche loro pagare qualcosa per avere liquidità. Inoltre non possono usare la moneta che creano per pagarsi gli stipendi, mentre Banca d'Italia sì

• Mi piace quel “se la vuoi chiamare così”, perché in effetti non c’è nulla di più convenzionale di una definizione. Io smetterò di chiamare signoraggio il signoraggio quando tutto il mondo smetterà di pronunciare la parola SCHIAVITU’ a meno che non si sia in presenza di uomo-nero-e-catene-alla-caviglia. Se non possiamo più chiamare signoraggio il signoraggio perché è un termine antico o perché la moneta creata dal nulla dalle banche viene distrutta al rientro (ma io sono gravato da TUTTO il capitale, strano, no?) o perché c’è il signoraggio primario e il signoraggio secondario o perché signoraggio lo dicono i fascisti (o i comunisti) o perché *** altronesoio.. allora non si parli più di schiavitù del lavoro, schiavitù del tempo, schiavitù dell’ufficio, schiavitù tecnologica, e si neghi ufficialmente l’esistenza degli schiavi d’amore, schiavi dell’oro, schiavi delle abitudini, schiave del marito, schiavi in miniera.. a no.. ecco.. se mi parli di schiavi in miniera allora ti posso ascoltare senza attaccarti il pippone sull’errore di definizione. Però mi devi portare a far vedere LE CATENE, perché se senza moneta metallica non c’è signoraggio allora senza CATENA non c’è schiavitù. E deve essere INSANGUINATA altrimenti magari mi stai fregando mostrandomi dei semplici masochisti prezzolati.

>> Il privilegio delle banche di creare moneta dal niente fa guadagnare loro miliardi che non guadagnerebbero se invece prestassero soldi loro, ma non lo si indica come "signoraggio" perchè creano debito che devono poi farsi ripagare, non creano moneta che possono spendere direttamente loro.

• FALSO. Prima di tutto devi dire che “..miliardi che non guadagnerebbero MAI poiché MAI avrebbero quelle cifre [che hanno solo et esclusivamente grazie alla creazione dal nulla] del capitale” ma dovresti pure dire “..soldi loro dai quali si dovrebbero SEPARARE per il periodo X del prestito in essere, fino a restituzione”.

Se poi non viene ripagato il prestito.. ‘sti cazzi! Mica perdo di mio (io-IGB), poiché (1) ho le tue garanzie (casa?) e (2) sono solo numeri. Non ti presto i MIEI soldi ma soldi CREATI DAL NULLA.

Per finire: gli stipendi escono per TUTTI i banchieri commerciali grazie al signoraggio come escono per gli oltre 8000 lavoranti in BANKITALIA spa.

>> iii) Auriti sbaglia quando dice che la Banca Centrale presta sempre soldi a interesse allo stato, il fatto che la Banca Centrale sia in grado di creare moneta dal niente è vero, crea le "riserve" cioè può fare accrediti al Tesoro o alle banche anche di 1,000 miliardi di euro che a lei costano ZERO euro, ma al massimo fa pagare qualcosa sulle riserve alle banche come lo 0,1%. Fino al 2009 le riserve create dalla Banca Centrale erano pochi miliardi, adesso cono 9mila miliardi, ma quando compra titoli di stato gira gli interessi al Tesoro.

• Già fin troppo affrontato. E’ una visione veramente imbarazzante questa. La moneta è al passivo (ma la banca non ne sostiene il costo) e ciò che torna allo Stato è SPOLPATO fino all’osso: Auriti: http://www.primit.it

>> E' vero però che la FED guadagna miliardi di Signoraggio quando compra mortgage bonds, cioè obbligazioni cartolarizzate sul mercato, perchè usa soldi che crea dal niente per compare titoli che quotano 80 e che lei porta a 90 e incassa anche interessi e in America ha guadagnato forse 200 miliardi in questo modo. Questi sono soldi che si tiene. In Europa la BCE guadagna miliardi di Signoraggio quando compra BTP, perchè usa soldi che crea dal niente per compare titoli che quotano 80 e che lei porta a 90 e incassa anche interessi ecc.. Non so se poi li versi agli stati, credo che questi guadagni se li tenga

• Ripeto: sono visioni distorte a mio avviso. Dovrete correggere “la rotta”. 3 o 33 frustate sono umilianti come 333. E sono INUMANE. Sia le 3 che le 333.

Fatevobis.


Lutrom
05 Dicembre 2013 19:47

Bravissimo, Giorgio; in particolare ti capisco quando dici: "[...] Personalmente mi è capitato di riuscire a far capire l'arte a persone quasi analfabete, con maggiore facilità rispetto alle persone che hanno studiato ed hanno già la mente ingombra di fesserie. L'analfabeta non ha le limitazioni che hanno invece coloro la cui mente è ingombra di verità accettate e metabolizzate".


Pascucci
05 Dicembre 2013 19:33

Caro GZ, Giorgiofra e colleghi (nel senso di frequentatori) di codesto forum:

non fate l'errore di questo ragazzo: http://www.primit.it

la banconota è un MEZZO DIDATTICO. non state lì a pontificarvi sopra analisi matematiche. il signoraggio E' solo un problema PSICOLOGICO.
non è un credo ma neanche una cazzata da sottovalutare. è una VISIONE del mondo e "visione" non sta per alterazione da funghi messicani ma per MODO DI VISUALIZZARE un mondo, il mondo di IGB.

anche qui ora farò quello che ho fatto in altri posti perché UNA VOLTA E' DOVEROSO, supponendo la buonafede, spiegare le proprie idee.

quindi, con pazienza mia e vostra, affronterò una disamina dello scritto di GZ.

domani, però.


Giorgiofra
05 Dicembre 2013 19:01

Pascucci: la LORO moneta ha credibilità? la moneta attuale (euro, dollaro ecc..) ha la credibilità pari al CORSO FORZOSO! e al fatto che NON insegnano cos'è la moneta nelle scuole ai bambini, da piccoli!
..........................................................................................

Bravo Pascucci. In fondo la truffa funziona proprio perchè la gente non ha la minima idea di cosa sia la moneta, laureati compresi. Per quanto riguarda Hoby, non prendertela. In fondo è una brava persona, e crede davvero in quel che dice. Purtroppo, forse anche a causa dell'età, ha difficoltà a rinunciare ai dogmi sui quali ha costruito la sua esistenza, e si ostina a non riconoscere l'evidenza.

Personalmente mi è capitato di riuscire a far capire l'arte a persone quasi analfabete, con maggiore facilità rispetto alle persone che hanno studiato ed hanno già la mente ingombra di fesserie. L'analfabeta non ha le limitazioni che hanno invece coloro la cui mente è ingombra di verità accettate e metabolizzate.


Lutrom
05 Dicembre 2013 18:55

Le cose che dice Zibordi in quest'ultimo intervento sono di una chiarezza tale e di una logica (elementare) tale che veramente chi dice il contrario ha qualche problema psicologico-mentale (questo però neanche deve meravigliare perché siamo circondati da gente con problemi psicologici o mentali, tare e turbe caratteriali!!!): però vorrei fare un'osservazione su quando Zibordi dice che chi è contro il signoraggio deve aver militato in partiti di sinistra. E' vero che purtroppo oggi spesso è così, ma DOVREBBE essere il contrario (stranamente molti sinistri preferiscono invece puntare il dito contro il pizzicagnolo che evade 3 euro o contro l'operaio metalmeccanico che fa qualche lavoretto in nero per arrotondare lo stipendio misero, piuttosto che contro l'alta finanza ed i plurimiliardari -ma chi ragiona così ha anche problemi psicologici...-). Infatti ormai quando parli con disoccupati o "proletari" che non riescono ad arrivare alla fine del mese, spesso noti una mentalità che direi nazista, di estrema destra (odio per gli immigrati, pena di morte a destra ed a manca, ecc.); non per niente parliamo di sinistra e di radical chic.


GZ
05 Dicembre 2013 17:57 argomento: Banche Centrali e Moneta, Moneta Moderna (MMT)

Il signoraggio esiste eccome e chi lo nega ha problemi di funzionamento del suo cervello, perchè se la moneta è una convenzione, numeri scritti su carta o numeri digitati su computer, è ovvio che chi la creare può guadagnare visto che crea qualcosa che vale anche miliardi a costo zero.

Tuttavvia il signoraggio in senso stretto si ha solo sulle banconote e sugli acquisti di debito delle banche centrali del "QE" e una parte viene rigirata allo stato (a seconda dei governi). Non è vero che tutte le volte che la Banca Centrale crea riserve (la sua moneta) fa signoraggio e guadagna, perchè di solito accredita lo stato senza interessi.

==> Il nocciolo della storia è che il 90 o 95% della moneta viene creata dalle BANCHE, non dalla Banca Centrale e queste guadagnano creando debito, non moneta.

i) Il Signoraggio esiste sulle banconote, perchè hanno un valore e non costa quasi niente a produrle. Quando c'erano le monete d'oro NON c'era signoraggio, perchpè battere moneta consisteva nel coniare dell'oro che costava. La carta non costa, l'oro costa per cui negare che emettere banconote crei signoraggio è un sintomo di demenza senile o di infantilismo o di aver militato in qualche formazione politica di sinistra...

ii) le banconote sono il 5% della moneta, il resto sono depositi bancari di vario genere su cui esiste una forma di "signoraggio" se la vuoi chiamare così, ma che non corrisponde alla definizione perchè le banche creano anche loro moneta senza costi, ma essendo credito/debito succede anche che possano perdere soldi quando un 10% di questa moneta non gli viene ripagata e poi devono anche loro pagare qualcosa per avere liquidità. Inoltre non possono usare la moneta che creano per pagarsi gli stipendi, mentre Banca d'Italia sì

Il privilegio delle banche di creare moneta dal niente fa guadagnare loro miliardi che non guadagnerebbero se invece prestassero soldi loro, ma non lo si indica come "signoraggio" perchè creano debito che devono poi farsi ripagare, non creano moneta che possono spendere direttamente loro.

iii) Auriti sbaglia quando dice che la Banca Centrale presta sempre soldi a interesse allo stato, il fatto che la Banca Centrale sia in grado di creare moneta dal niente è vero, crea le "riserve" cioè può fare accrediti al Tesoro o alle banche anche di 1,000 miliardi di euro che a lei costano ZERO euro, ma al massimo fa pagare qualcosa sulle riserve alle banche come lo 0,1%. Fino al 2009 le riserve create dalla Banca Centrale erano pochi miliardi, adesso cono 9mila miliardi, ma quando compra titoli di stato gira gli interessi al Tesoro.

E' vero però che la FED guadagna miliardi di Signoraggio quando compra mortgage bonds, cioè obbligazioni cartolarizzate sul mercato, perchè usa soldi che crea dal niente per compare titoli che quotano 80 e che lei porta a 90 e incassa anche interessi e in America ha guadagnato forse 200 miliardi in questo modo. Questi sono soldi che si tiene. In Europa la BCE guadagna miliardi di Signoraggio quando compra BTP, perchè usa soldi che crea dal niente per compare titoli che quotano 80 e che lei porta a 90 e incassa anche interessi ecc.. Non so se poi li versi agli stati, credo che questi guadagni se li tenga

******
NOTA BENE
successivi commenti cretini in questo topic verranno cancellati

R_123542230_1.jpg
R_123542230_2.jpg


Pascucci
05 Dicembre 2013 12:51

Anche perché sei un tantinello OT..
e stammi male (eddammela'nasoddisfazioneno!)


Lmwillys
05 Dicembre 2013 12:45

Tranquillo, abbandono subito
stammi bene


Pascucci
05 Dicembre 2013 12:43

Mi starai attaccato ai polpacci per molto? mi scasserai la minkia per sempre? così mi regolo, grillino!


Lmwillys
05 Dicembre 2013 12:41

Quando ce sò le erezioni tu che kazzo fai ?
io e Anti abbiamo risposto alle tua richieste di chiarezza, tu no

:-)



Pascucci
05 Dicembre 2013 12:39

Che poretto, madonna! ma sei sotto cura, sì?


Lmwillys
05 Dicembre 2013 12:36

Quindi tu genio 'libero' non voti
o sbaglio ?
col 'politicamente' non intendevo mica partito ma filosofia, scienza, ecc. ecc. ... ah, vabbè non ne sai un kazzo come de moneta ... pazienza


Pascucci
05 Dicembre 2013 12:29

Solo un idiota come te può ANCORA chiedere la collocazione politica a una persona LIBERA. ma idiota è poco. chiamiamoci per nome. tu GRILLINO.


Lmwillys
05 Dicembre 2013 12:06

A Pascù, oltre che encefalitico, politicamente 'ndo te collochi ? sto ancora ad aspettà la risposta sul thread grillino ...
ah, pure io grillino


Pascucci
05 Dicembre 2013 12:05

Grazie della conferma,
non sottovaluto mai la chiarezza nei rapporti.


Antitrader
05 Dicembre 2013 12:02

"sei proprio un GRILLINO!"

Esatto.


Pascucci
05 Dicembre 2013 11:43

Quindi "talebano" è una parolaccia, un'offesa, giusto?
sei proprio un GRILLINO!


Antitrader
05 Dicembre 2013 11:20

"ha cambiato idea"

E te credo, solo un talebano (o un idiota) potrebbe non cambiare idea di fronte a simili boiate


Pascucci
05 Dicembre 2013 11:15

Questo parruccoso amico dei banchieri deve essere grato che "vive in Italia" (almeno vi pascola). in un paese di idioti sarebbe cacciato a calci nel *** .


Fr@ncesco
04 Dicembre 2013 21:42

Notare che nel frattempo Beppe Grillo, DOPO la morte di Giacinto Auriti, ha cambiato idea e ora si diverte a gettare fango sul caro estinto:

http://www.youtube.com/watch?v=Rb9qfndKL7s


Pascucci
03 Dicembre 2013 15:23

> Piccolo bignami sul signoraggio by Charlie (versione riveduta e corretta)

certo.. per parlare di ECONOMIA occorrono minimo tre lauree ma per il signoraggio basta una faq di 3 righe :D :D :D alla faccia dell’onestà intellettuale!

> Che cos'è il signoraggio bancario?

Già.. cosa sarà mai.. urge una definizione (una auto-definizione) ad hoc, autoreferenziale, comoda.. magari scritta da wikipedia che è A) gestita da due amministratori che lavorano uno per la Banca d’Italia, in una società esterna ma che opera in Bankitalia SpA e un altro che lavora proprio come dipendente della “nostra” Banca Centrale).

> http://it.wikipedia.org

Appunto!

> Reddito da signoraggio bancario: E' pari all'interesse percepito sui titoli che garantiscono l'emissione di moneta, detratte le spese di funzionamento della banca centrale (stipendi, costi di struttura, costi di stampa, ecc...)

Ari-appunto! Un bel pollo spiumato, spennato e poi spellato e scarnificato. Restano 4 ossa bone pe’ li cani (che sono pure pericolose!)
Risulta credibile che un tale DIRITTO SOCIALE, portatore di immenso POTERE POLITICO e pure, diciamolo, AGGIO ECONOMICO sia così depauperabile, tout court? Emettere una moneta senza averne SOSTENUTO i costi è già un potere quasi divino, in più viene posto al passivo dello stato patrimoniale della banca (nell’esempio della fattispecie chiamata banconota) il valore nominale. Bella la vita del banchiere, eh?!
Da tutto questo, che pur rende miliardi di euro (ripeto: dopo falsificato il bilancio!) da tutto questo togliamo pure LE SPESE DI GESTIONE! E’ come se un boia si facesse pagare la frusta (dal frustato). Ma ancora non basta!
Si sottrae ulteriore denaro per delle c.d. RISERVE. Poi, perché mica abbiamo finito(!), si divide tra gli azionisti (sic!) e solo allora ciò che rimane viene gettato allo Stato. Davvero pensate di essere CREDIBILI? Dai..
Se presto una banconota FALSA da €100 e la distruggo al rientro (ripagamento) e mi tengo i soli interessi (€5).. tu che hai chiesto il prestito.. di quanto sei “sotto”? 100, 5 o 105?

«Per essere più ricco di te non occorre che io abbia 1.000 e tu 50, basta che io abbia 0 (zero) e tu -20 (menoventi). Questo fa di me il tuo Signore. Il signoraggio è l'agio del «signore» e non il sacchettino di monete d'oro sotto al mantello del Re.» [sandro pascucci, 2006]

> Chi percepisce tale reddito?

Mhmm.. chi sarà mai? Mistero misterioso.. «è bbono ‘sto vino messer oste?» Che risposta darai mai l’oste?

> Lo Stato.

FALSO!

E pure STUPIDO, dato che, stando ai vostri giochi (falso in bilancio, auto definizioni ecc..) hai appena RICONOSCIUTO che GLI STIPENDI di 8000 persone che lavorano in Bankitalia vengono EROGATI tramite IL SIGNORAGGIO!! PAROLE TUE, NON MIE!! Leggi sopra! E stiamo parlando del reddito da signoraggio PER LE SOLE BANCONOTE DELLA BC! Non si sta minimamente affrontando il REDDITO di una qualsiasi banca commerciale che crea dal nulla il mutuo da € 200.000 non avendo neanche € 1 (euro UNO!) in cassa!
Il resto del bignami (ah! Ah! Ah!) manco lo leggo! Solo ‘sta parte, per evidenziare il mostro che alberga nei negazionisti:

> La moneta viene creata dal nulla?
> No, la banca centrale crea denaro solo dietro copertura di titoli

Bella magia! Un titolo è sudore della pelle dei cittadini e viene messo su una bilancia (stato patrimoniale) per equilibrare un pezzo di carta e/o un bit di computer!
E’ come dire: ti metto in catene ma ti do pane e acqua quindi non ti sto rubando la vita! Fiscalmente sei una partita di giro a zero!


Lmwillys
03 Dicembre 2013 09:41

Oh, meno male, dopo tanto girarci intorno siamo arrivati finalmente al signoraggio

il bignami dell'epoca del buon Charlie

http://www.finanzaonline.com

ce vò pazienza Hobi, tanta pazienza :-)


Pascucci
03 Dicembre 2013 08:33

a me l'esaltato sembri tu, hobi50. chissà quanti qui la pensano come me e non hanno cuore per dirtelo. sei un esagitato. basta leggerti in questo tuo ultimo post per capirlo. punto. e non venitemi a dire o parlare di offese, poiché una persona (?) che sta GIA' offendendo un morto (per altro è noto che i morti non possono dire la loro, ma forse.. chissà..) è di per sé una persona alla quale non va riservato rispetto. io non ne riservo.

ma non voglio fare campo di battaglia di questo bel luogo, dove sono venuto a studiare e ho appreso molto.

parliamo di TEMI, che sono più interessanti della persona (di hobi50).

parli di credibilità? la BCE ha credibilità? la FED ha credibilità? persone non elette che hanno rubato (molte fisicamente, proprio con il malloppo in un sacco di tela!) e che dirigono la vita di miliardi di altre persone hanno credibilità?

la LORO moneta ha credibilità? la moneta attuale (euro, dollaro ecc..) ha la credibilità pari al CORSO FORZOSO! e al fatto che NON insegnano cos'è la moneta nelle scuole ai bambini, da piccoli!

in un mondo NORMALE, non dico perfetto ma normale, il sistema attuale di IGB (il grasso banchiere) sarebbe IMPOSSIBILE, inimmaginabile. togli il corso forzoso, togli la riserva frazionaria, insegna ai bambini cos'è la moneta, come insegni il segno della croce (brr!!) fin da 6 anni e vedi che succede alla CREDIBILITA' di IGB.

se c'è una "stronzata" (complimenti ancora hobi!) è la MMT, con il suo "debito è bello perché è un numerico rinnovabile".

Auriti fece partire un VOLANO, forte, fortissimo, tanto che chiamarono 200 persone con i cani e i mitra per fermarlo. E fu fatto su pressioni di bankitalia, dietro denuncia di chi HA AVUTO PAURA, ovvero i 4 negozi(anti) che non vendevano più nulla, causa non aver appoggiato il SIMEC.

Auriti CREO' POTERE D'ACQUISTO (con i suoi "biglietti del tram") e questo fu vero POTERE per il popolo. E quindi terrore per IGB.

Finì condannato, l'Auriti, per "raccolta di risparmio", che, come tratto nella mia personalissima homepage (ma che il PRIMIT appoggia) è una delle ARMI di IGB. Ossia che solo alla "banca" è consentita la scure dal doppio taglio lato uno: "raccolta" e lato due "presta".

Auriti "raccolse" tramite il suo borsino e questo non si puo' fare, quale che siano le ragioni, i mezzi, gli scopi, i modi, i tempi.

Ma il SIMEC fu (ed è) una RIVOLUZIONE. Concettuale, ancor più che tecnica/monetaria.

Con il SIMEC comprendi TUTTO della/sulla moneta, senza schemi o lauree (chissà quante finte, false, non sudate, non capite!).

Qui si parla di DIRITTO, non di 4 fogli excel o stati patrimoniali FALSI.

Voi, chi in mala fede come questo hobi50 e chi in buona fede come "il moderatore", non comprendete la denuncia della "banconota". Il mio compito è quello di esprimere nella maniera più semplice possibile tali concetti, forse troppo puri per chi ha la mente "altrove", per chi vuole salvare il salvabile e magari guadagnarci pure qualcosa (Rothschild docet).

Ringrazio "il moderatore" per non aver accennato, parlando di Auriti, neanche alla lontana la politica e suoi schieramenti. E' una mossa di onestà intellettuale da vero studioso e quasi mi commuove.

"Il paese dell'utopia" : http://www.signoraggio.com/signoraggio_ ... topia.html

per il moderatore: non sottovaluti l'aspetto giuridico che Auriti dava alla MONETA nel suo aspetto generale parlando della BANCONOTA nello specifico.


ps: né questo né quello, si scrive e non quell'italiano approssimato che ho letto nel tuo post, hobi50.



Moderatore
03 Dicembre 2013 01:16argomento: Fondamentali, Moneta Moderna (MMT)

E' un peccato che Auriti sia morto nel 2006 appena prima che scoppiasse la Crisi Globale Finanziaria che ha costretto le Banche Centrale a mettere a nudo il meccanismo della moneta e del debito, perchè fino al 2008-2009 tutti questi discorsi risultavano esoterici e oggi sono discussi (a volte) anche sul Financial Times. Non stiamo però discutendo di scienza o filosofia, ma di un astuto sistema per fregare il prossimo, che può essere descritto, come logica, in alcune paginette e riassunto con tre schemi contabili.

Ho ascoltato alcuni discorsi di Auriti della durata di un ora, quando parlava in una TV locale, per farmi un idea anche della persona e se ho dei "pregiudizi" sono semmai a favore. L'impressione dall'esposizione che ho avuto sul Signoraggio della moneta in general è che Auriti sia l'esponente più serio e sofisticato, ma non sono invogliato a leggerne anche i libri per ora.

La moneta moderna come meccanismo non è una vera "teoria" e non richiede una profonda visione filosofica, storica e legale per essere compresa, è essenzialmente un fatto di contabilità tra banche centrali, banche e tesoro. Per scrivere un libro nell'ultimo anno mi sono messo a leggere a destra e sinistra, ma poi per per capirci veramente qualche cosa tra le diverse "teorie" alla fine mi sono fatto degli schemi contabili, che non sono alta matematica, solo aritmetica. Il discorso di Auriti ad esempio qui non è corretto sul funzionamento del sistema monetario moderno in termini di fatti contabili

(ho pubblicato centinaia di post qui per cui non devo ripetermi ogni volta. Il succo comunque è: il "signoraggio" esiste sulla moneta contante stampata dalla BCE, ma è solo il 5% della moneta)

Ho scavato un poco sulla questione della moneta, di chi la crea e come funzioni veramente e come la gente pensi di saperlo e invece si illuda (cosa che non impedisce ad alcuni di guadagnarne anche tanta nella vita pratica, ma come paese oggi in Italia è diventato il problema che schiaccia piano piano) e Auriti ha dedicato metà della sua vita a questo tema con un intento onesto e un impegno maniacale, per cui imparare quindi qualcosa su questo mini meccanismo monetario sperimentato per qualche mese in un paesino in Abruzzo nel 2000 è interessante e se ci sono altri riferimenti utili li leggo.

Conosco però abbastanza il dibattito sul funzionamento dei meccanismi monetari, sia come teoria che come storia che anche come contabilità e poi osservandoli nella pratica sui mercati finanziari. Non sono complicati come la fisica dei quanti o la fusione fredda e tra le persone qualificate, addetti ai lavori, insiders, economisti ecc... che criticano ora il funzionamento del sistema la teoria del Signoraggio di Auriti non è praticamente citata. Questo anche se il mondo è pieno oggi, a differenza di quando è morto, di persone qualificate e anche addetti ai lavori, insiders del Fondo Monetario o della Banca di Inghilterra o di Pimco che criticano radicalmente il funzionamento del sistema monetario, alcuni perchè onesti o idealisti, altri perchè preoccupati che la prossima crisi sia peggiore di quella del 2008-2009.

Anche se in apparenza la situazione si è normalizzata negli ultimi due anni molta gente ha mangiato la foglia e parlo del direttore capo dei modelli economici del Fondo Monetario, Michael Kumhof, che si è dedicato a dimostrare numericamente, usando lo stesso modello economico del FMI, che sarebbe meglio (per la società) impedire alla banche di creare quasi tutta la moneta, come debito.

Non stiamo parlando di oscuri siti sulla Maiella, ma discorsi che appaiono sul Financial Times e Reuters (Bloomberg, il Wall Street Journal, Barron's e i media italiani no.... quindi non esageriamo...). Da un paio di anni il mondo delle discussioni economiche si sta riempendo di nuovo di autori defunti che erano stati emarginati e seppelliti, come Frederick Soddy, Silvio Gesell, il maggiore Douglas, Maurice Allais, Fisher, Simon e gli altri del Chicago Plan, Minksy, Lerner e poi in realtà anche metà degli economisti veri incluso Keynes che era da decenni veniva insegnato eliminando in pratica la parte sulla moneta e fingendo che parlasse di aumentare i deficit e quindi il debito, quando la realtà è il contrario. Anche quelli della MMT da Mosler in giù sono parte di questo sommovimento...

Queste cose non devono apparire frutto di alcune sette o solo di due o tre oscuri pensatori su tutta la terra mentre il resto del mondo, il 99.8% dell'umanità vive nell'errore !

Anche però per il semplice motivo che la realtà è oggi il contrario, che invece la maggioranza del pensiero, da Aristotele a Bernard Litaier passando per Keynes, sul tema del denaro è dalla "nostra parte". Non si è parte di una setta, la setta è quella dei questi figli di buona donna della City e di Wall Street e degli economisti che hanno intorno ora....

Se invece dai l'impressione che tutti siano degli idioti da Mosler a Keynes e che solo un professore di diritto in un paesino abruzzese abbia capito tutto.... non vai lontano....


Hobi50
03 Dicembre 2013 00:19

Si ricorda Anti le interminabili discussioni sul signoraggio della Banca Centrale con il Dott. Zibordi ?
Dopo lunga e dolorosa malattia ha ammesso che non c'è :

..Quello che è successo dal 2008 in poi dovrebbe aver chiarito a tutti che non è così, le Banche Centrali hanno comprato 9mila miliardi di titoli di stato e altro debito, ma girano i proventi ai governi ....

Purtroppo il Dott.Zibordi ama le stramberie.
Ora ci propina la storia di questo Auriti.
Io mi rifiuto di leggere simili stronzate.
Non è la mia solita supponenza ma ho bene in mente quello che diceva H.Minsky :non è un problema battere moneta ma farsela accettare.
Auriti non è la Fed,nè la Bce .
Ne lui può spacciare i suoi biglietti del tram per denaro, ne noi dobbiamo perdere tempo a discutere di un esaltato.
Non ci sono tecnicismi dietro la moneta di una BC ma solo credibilità.
I tecnicismi ci sono solo sulla moneta endogena ( quella creata dalle banche ).
Qui anche famosi economisti prendono grandi topiche perché non conoscono a fondo il sistema dei pagamenti e il clearing delle transazioni.
Ed onestamente bisogna dare atto che gli economisti postkeynesiani ( cui si ispira il Dott. Zibordi) ne capiscono di più sull'argomento rispetto agli economisti della sintesi neoclassica del keynesianesimo.

Hobi



Pascucci
02 Dicembre 2013 23:18

Mhmm.. e di grazia.. come sapresti che noi tutti abbiamo studiato Auriti da youtube? perché l'hai fatto tu? un metro un paragone?

il meccanismo che hai descritto a quale moneta apparteneva? non di certo al SIMEC.

il signoraggio è l'aggio del signore, ovvero di colui che emette moneta. che sia banchiere centrale o commerciale e che emetta moneta cartacea o scritturale poco cambia, dato che aggio sta per POTERE e non certo 4 soldi che facilmente si possono far risultare come "utile" netto.

ci vuole apertura mentale per riconoscere l'ampiezza della truffa e la sua omnicomprensiva ed invasiva presenza nella società di oggi.

è come dire, a proposito di citazioni, che è schiavo solo colui che ha una catena al piede e chiunque parli e denunci una situazione di assoluta mancanza di libertà ma senza una visibile catena sonante e caviglia sanguinante è un "troll" o uno che non ha capito niente (magari perché non ha tre lauree in Diritto).

se vuoi possiamo parlare di come funzionava veramente il SIMEC e se sei curioso potrei raccontarti di cosa lo inceppo'. decidi tu. se vuoi puoi rimanere dell'idea che Auriti pensava a tutelarsi e magari che fossero solo 4 i negozi aderenti alla sua iniziativa..

fammi sapere.. io qua sto! a disposizione.


Moderatore
02 Dicembre 2013 15:22

Pascucci che coincidenza... ho appena postato una serie di tue citazioni

Per quanto riguarda il meccanismo geniale di Auriti per quello che ho compreso (non ho letto tantissimo e quando lo ha effettuato nel 2000 non ne sentii neanche parlare) lui ovviamnente ci rimetteva soldi nel fornire su richiesta 200mila a chi gli dava 100mila (in pratica un Simec da 100mila veniva cambiato a 100mila ma valeva nei negozi convenzionati 200mila)

Quindi come faceva a non rovinarsi Auriti ? Rischiava di rimanere ssnza soldi all'inizio, ma se il sistema prendeva piede e il pubblico prendeva fiducia poi poteva contare sul fatto che sempre meno gente venisse a cambiare i simec da 100mila in 200mila presso di lui e li tenesse anche in cassaforte e non li spendesse di continuo. Al momento in cui la magistratura gli sequestrò tutto (illegalmente, come poi fu riconosciuto in tribunale) il modo in cui funzionava era IDENTICO a quello di Gesell perchè la gente non tesaurizzava, ma spendeva subito al volo i 100mila Simec contenva che qualcuno glieli accettasse per comprare per 200mila lire, ma insicura di quanto la bazza potesse continuare. Appena QUALCUNO AVEVA IN MANO QUESTA MONETA LA SPENDEVA DOPO UN ORA, identico quindi alla moneta "che si autoriduce" di Silvio Gesell.

Dato che Auriti operava in un piccolo paese e solo alcuni negozi erano convenzionati, poteva permettersi di rimetterci forse 20 o 30 milioni di lire all'inizio, ma se la circolazione si allargava andava in rovina a meno che poi non potesse anche lui
a) prestarne
b) spenderne
e dato che queste banconote, come le lire o gli euro del resto, non erano di numero limitato e noto, ma potenzialmente illimitato Auriti poteva farlo ad un certo punto (stando attento però agli aspetti legali, perchè fu assolto in quanto non aveva tratto alcun guadagno)

Non so, c'è un altra spiegazione logica di come potesse evitare di rovinarsi ?


A proposito, Auriti sul signoraggio per quello che ho visto (non ho letto i libri, ma articoli e qualche video), come voi tutti, confondeva gli acquisti di titoli di stato da parte della banca centrale con le sue "riserve", denaro virtuale che crea dal nulla, con un indebitamento reale dello stato e quindi della nazione verso la Banca Centrale.

Quello che è successo dal 2008 in poi dovrebbe aver chiarito a tutti che non è così, le Banche Centrali hanno comprato 9mila miliardi di titoli di stato e altro debito, ma girano i proventi ai governi. Il Signoraggio esiste eccome, ma solo sulle banconote che sono un 3-5% del totale della moneta in circolazione, per cui il Signoraggio in senso stretto è un problema limitato e il fatto che vogliano eliminare il contante lo dimostra

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca qui per ingrandire

Clicca sull'immagine per ingrandirla


Pascucci
02 Dicembre 2013 13:54

>> (per evitare di infrangere le leggi Auriti lo aveva impostato in modo tale da rimetterci di tasca sua all'inizio, perchè per 100mila lire in pratica lui ti dava 200mila lire, ma dato che era lui l'emittente dei SIMEC poteva recuperare le perdite usandolo per comprare lui stesso e la sua famiglia una volta che fosse entrato in circolazione...Solo che non lo poteva dire apertamente, per cui la sua spiegazione sul punto cruciale qui sotto risulta poco chiara...

cosa vuol dire questo? dovresti essere più chiaro..


GZ
02 Dicembre 2013 02:53argomento: Moneta Moderna (MMT)

Dieci anni fa Grillo era amico e citava il professor Giacinto Auriti che appena prima dell'introduzione dell'Euro fece questo esperimento apparentemente folle nel suo paese in Abruzzo, in qualche modo simile a quello di Silvio Gesell in un paesino austriaco. Auriti aveva creato una moneta ("Simec") che valeva il doppio di quella corrente, cioè 100mila Simec valevano 200 mila lire e il cambio dei 100mila Simec in 200mila lire li faceva personalmente Auriti. Poi contava sulla velocità di circolazione... (per evitare di infrangere le leggi Auriti lo aveva impostato in modo tale da rimetterci di tasca sua all'inizio, perchè per 100mila lire in pratica lui ti dava 200mila lire, ma dato che era lui l'emittente dei SIMEC poteva recuperare le perdite usandolo per comprare lui stesso e la sua famiglia una volta che fosse entrato in circolazione...Solo che non lo poteva dire apertamente, per cui la sua spiegazione sul punto cruciale qui sotto risulta poco chiara...). I magistrati gli sequestrarono tutto e poi Auriti vinse il ricorso, ma non riprovò più ed è morto nel 2006.

Adesso che è morto Grillo sfotte Auriti dipingendolo come un esaltato, ma se senti Grillo che parla qui per dieci minuti di Auriti, della moneta creata dal nulla, delle banche dell'oro ecc.. vedi che si era immerso in queste cose e poi ha deciso di lasciarle perdere

** INTERVISTA AD AURITI SULLA MONETA "SIMEC" EMESSA IN ABRUZZO **

[Scusi professore, non vorrei entrare nel merito della sua teoria ma può spiegarci come funziona?]

Il cittadino viene e cambia il simec alla pari con la lira. Poniamolo cosi: uno deposita centomila lire e prende in cambio centomila simec. I centomila simec in mano alla persona che effettua il cambio diventano duecentomila cioè il doppio, perché il simec per convenzione vale il doppio della lira, e siccome lui l'accetta e accetta anche di partecipare alla convenzione nasce un valore convenzionale che non ha riserva. Il simec è senza riserva: come il francobollo d'antiquariato.

[Si spieghi meglio]·

Il cittadino va dal commerciante a fare la spesa e quest'ultimo accetta i simec per il doppio perché vale il doppio. Quando vengono da me a fare il cambio, io li cambio per il doppio, perché tutti quanti lo accettano per il doppio.

[E la differenza chi la paga?]

Qualcuno afferma che non ho i soldi per fare fronte poi al pagamento della differenza. Ma il simec non è una cambiale con la quale si estingue un pagamento. La cambiale si paga e poi si strappa, il simec invece resta in circolazione perché ha già un valore. Se io non pago la cambiale sono inadempiente. Invece io le monete le cambio, ma non è l'obbligo di un debitore, è solo l'obbligo di chi cura una convertibilità punto e basta. La stessa cosa potrebbe essere con i dollari: supponiamo un cheque, se io non ho le lire sufficienti, effettuo il cambio per metà in lire e per metà in dollari e la stessa cosa vale per i simec, perché i simec sono già un valore indotto, cioè ho in mano il valore monetario, cambio la parte che gradualmente posso cambiare. E allora cosa avviene, che per effetto della velocità di circolazione, che potremmo definire come una dinamo, arrivo a cambiare rapidamente al doppio. Cioè quanta è la velocità tanta e l'energia (valore) prodotta. Le banche funzionano cosi, solo che lo fanno col 10 e anche col 15 per cento. Io lo faccio al 50%.

[Che significa?]

Significa che la banca con il 10% 15% tiene fronte ad un'esposizione debitoria del cento per cento. A me quello che interessa è la convertibilità, cioè quello che è avvenuto qui a Guardiagrele.

Che differenza c'è tra valore indotto e valore creditizio?

Il valore indotto è creato dalla convenzione, il valore creditizio è commisurato al valore del bene oggetto del credito.

Avete stabilito dei giorni per la convertibilità? No, chi viene da noi lascia le lire e prende i simec, lascia i simec e ritira i soldi, e questo avviene continuamente, tutti i giorni.

Come reagisce la gente?

La gente è entusiasta perché qui è rinata Guardigrele. Quando è entrato sul mercato il valore indotto del simec è ritornato il sangue nell'economia.

E i commercianti?

I piccoli commercianti sono rinati. La gente invece di andare negli Ipermercati va dai piccoli negozianti a comprare. Tanto che la grande distribuzione se ne accorta subito, eccome, perchè hanno visto calare le vendite.

Visto lo spirito con il quale nasce, l'iniziativa è rivolta solo ai piccoli commercianti, o all'intero organismo produttivo?

Solo per piccola e media impresa, perché per la grande distribuzione e le multinazionali, noi non siamo disponibili, e l'ho detto subito. Io voglio salvare la piccola e media impresa che è strozzata da questo mondo di grande capitale che basa, come noi sappiamo, sulla moneta-debito emessa dalle banche centrali. Questo noi l'abbiamo dimostrato nelle Università.

Che cosa farete adesso?

Aspettiamo fiduciosi perché noi abbiamo dalla nostra la legge. Per adesso l'importante è stato rompere il ghiaccio, e abbiamo dimostrato che senza avere riserva possiamo creare convenzionalmente valore indotto. E come un francobollo d'antiquariato. Inoltre il simec può essere abbinato alla lira. Quindi non c'è incompatibilità tra la lira e il simec. Anzi aumenta il potere d'acquisto nostra moneta. E siccome e valore convenzionale, e prodotto interno lordo.

A breve terrete qualche manifestazione?

Si, ci sarà presto una riunione con tutti i sindaci d'Italia.

Tema?

Il reddito di cittadinanza.

Leggi qui il resto
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12901
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: 17. Auriti

Messaggioda sandropascucci » 8 dic 2013, 10:06

sto aggiornando la testa di viewtopic.php?p=42353#p42353
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “LA CONTRO BUFALA DEL SIGNORAGGIO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".