email con Bankitalia S.p.A.

..di supporto agli articoli o alle iniziative PRIMIT

ps: a noi piace "discutere" con persone reali, o quanto più reali possibili. Ecco spiegato perché devi essere iscritto-per..
sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

email con Bankitalia S.p.A.

Messaggioda sandropascucci » 5 ott 2009, 21:23

Da: sandropascucci@yahoo.it
A: temidiscussione@bancaditalia.it
CC: email@bancaditalia.it, stampabi@bancaditalia.it


Oggetto: [PRIMIT] Testi in italiano..

Egregi et Spettabilissimi Signori Banchieri Privati di Bankitalia S.p.a.,
dato che Vi fregiate di essere Banca "d'Italia", ossia un “agghindo di denominazione nazionale” (che nella realtà dei fatti viene poi arrogantemente disatteso[1]), Vi prego di tradurre al più presto ogni articolo che lor Signori scrivono inerente la Questione Monetaria sul nostro Patrio Suolo, in lingua comprensibile da ogni Cittadino Italiano.

Inutile che mi ricordiate l'ormai diffuso e capillare asservimento alla lingua inglese. Risparmiatevi la fatica e l'incoerenza, grazie.

Io sono [ancora] italiano e NON SONO TENUTO [ancora] a saper leggere tale idioma d’oltremanica nei documenti da Voi emessi, stampati e diffusi sotto l'intestazione BANCA D'ITALIA, mentre sono in pieno diritto di LEGGERLI con scorrevolezza.

Facilmente posso dimostrare che la distanza che separa un qualunque Italiano dalla comprensione dei Vostri documenti CRIPTATI è ENORME e l’uso di una lingua straniera nel redigerli amplifica tale distanza.

Pertanto Vi invito [ora, poi Vi intimerò, in qualità di PAGANTE I VOSTRI LAUTI STIPENDI] alla traduzione di TUTTI i documenti da Voi emessi sotto la carta intestata o con dicitura «BANCA D'ITALIA».

Dei vostri MEMORANDUM interni non so nulla e nulla voglio sapere MA CIO' CHE APPARE sul Vostro sito dovrà essere tradotto nella nostra lingua nazionale, per una libera lettura e per una piena comprensione da parte di un qualsiasi CITTADINO ITALIANO.

Come esempio prenderò questo documento:
http://www.bancaditalia.it/pubblicazion ... tter15.pdf
ma effettuerò un controllo capillare e giornaliero su tutto il Vostro archivio [che poi è il mio, no?]

Grazie per la paziente lettura e il sicuro futuro appoggio alla mia richiesta di Cittadino Italiano.

Saluti,
sandro

_____________________________________________
sandropascucci : www.signoraggio.com www.primit.it



[1] legge 262 del 28 dicembre 2005[2] che richiede, senza forza e quindi senza successo, di ritornare il controllo della Banca Centrale Nazione sotto il controllo del Popolo, come da Vostro Statuto arbitrariamente manipolato [il 16 dicembre 2006] nell’art. 3.[3]
[2] http://www.signoraggio.com/signoraggio_ ... kitalia262
[3] http://www.signoraggio.com/signoraggio_ ... atuto.html
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: email con Bankitalia S.p.A.

Messaggioda sandropascucci » 5 ott 2009, 21:26

altri testi:

n. 722 - Gli effetti delle privatizzazioni e delle concentrazioni sulla produttività bancaria: evidenza comparata dall’Italia e dalla Germania (The effects of privatization and consolidation on bank productivity: comparative evidence from Italy and Germany)
E. Fiorentino (Bundesbank), A. De Vincenzo, F. Heid (Bundesbank), A. Karmann (Technische Universität Dresden) e M. Koetter (Università di Groningen e Bundesbank), settembre 2009

Il lavoro analizza gli effetti dei processi di privatizzazione e concentrazione sulla crescita della produttività bancaria osservata in Italia e in Germania nel periodo 1994-2004. In Italia la produttività bancaria, inizialmente più bassa che in Germania, è cresciuta più velocemente e ha beneficiato del processo di privatizzazione. In entrambi i paesi il progresso tecnologico e il conseguimento di economie di scala ottenute attraverso le concentrazioni hanno contribuito all'aumento della produttività.
Sintesi pdf 14 kB
Testo (solo in inglese) pdf 937 kB
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “Tecnica - Discussioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".