[PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

umiltà e consapevolezza: le due facce dell'unica vera moneta sovrana.. REGOLE DI QUESTA AREA: Tutti possono vedere, leggere e scrivere; i registrati al Forum senza attese.
sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

[PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 14 dic 2011, 12:09

inserire un jpg o pdf o scrivere direttamente il testo qui.. con un nome che possa essere poi votato facilmente..

>
>
scrivete le vostre proposte su un foglio A4,
in modo da avere una simulazione realistica di come sarebbe dal vivo..

curate già font, colori e impaginazione..


>
>
IN QUESTO THREAD VANNO SOLO I DOCUMENTI, CON UN NOME DI RIFERIMENTO

tutto il resto ORA lo sposto, da domani lo cancellerò

un leone gira con carta e penna per la savana. incontra una zebra e

- chi sono io?
- e chi sei? un leone
- NO! io sono IL leone, il re della foresta! oggi me te scrivo, domani me te magno

a una antilope, stessa cosa:

- chi sono io?
- e chi sei? un leone
- NO! io sono IL leone, il re della foresta! oggi me te scrivo, domani me te magno

poi entra nella giungla e incontra un gorilla:

- chi sono io?
- e chi sei? un leone
- NO! io sono IL leone, il re della foresta! oggi me te scrivo, domani me te magno
- e io me te 'nculo
- e io te cancello


4.12.11: add incipit de ilDOCUMENTO

>
>
Il signoraggio bancario è il più grande male sofferto dalla società cosiddetta civile, da sempre.

Più sagace di una religione, più arrogante della schiavitù classica, più letale di una pestilenza medievale, più ingiusto di un despota..

Alla religione puoi non aderire, puoi sceglierne un’altra, puoi fuggire in un paese dove non esiste..

La schiavitù classica prevede una catena messa da una razza (o livello sociale) alla caviglia di un'altra razza ma sono catene che vedi e che puoi spezzare, per riconquistare la libertà..

Dalla pestilenza puoi avere il DNA adatto per esserne immune o un fisico forte per sopravvivergli, oppure puoi avere dei comportamenti tali da non infettarti neanche..

Il despota si può uccidere..

Al signoraggio, invece, nessuno sfugge, neppure quelli che vedi “potenti” e/o “ammanicati”.

Son solo più dolci le promesse (religione), più dorate le catene (schiavitù), più efficaci i medicamenti (peste) e apparentemente più distratto il despota. Ma in realtà nessuno è immune dai danni del signoraggio. Quando l’aria è irrespirabile è irrespirabile per tutti. Quando la barca affonda va a fondo il capitano come il macchinista, la Regina come la serva, il grande chef insieme al pelapatate. Il gatto col topo.

Purtroppo il problema è che chi legge questo documento non sa nemmeno cos’è il signoraggio, non conosce la riserva frazionaria, ignora il temine “sovranità monetaria”.

Come combattere un male senza avere neanche possibilità di vederlo? Esattamente come si combatte il buio: con la luce. E allora luce sia!

Eccoti servita la verità su Questo Sistema Monetario che ti costringe in catene e febbricitante a credere a un dio sballato, con un Re che ti deride.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda sandropascucci » 14 dic 2011, 12:11

MODELLO 1

>
>
Caro Essere Umano.. eccoti consegnato l'ennesimo volantino..

Eccoti l’ennesimo foglio di carta che non leggerai e che butterai via, insieme alla possibilità, rarissima, di capire cosa sta succedendo in Italia e nel Mondo.

Ed ecco chiudersi la saracinesca del tuo EGO, offeso perché ho osato fare una dichiarazione diretta, arrogandomi di sapere La Verità, così.. come l’avessi in tasca!

Ebbene è così:

IO CONOSCO UNA VERITA’ SUL DENARO CHE TU ANCORA IGNORI.


Perché dovrei fingere umiltà e auto-minimizzare ciò che conosco sulla Faccenda? Agisco umilmente già stando in mezzo alla strada ad inseguirti mentre, piccolo criceto su La Grande Ruota, tu corri per negozi e faccende affaccendate e problemi quotidiani e gioie e dolori..

Credi sia qui per ingannarti? Non siamo in TV, non siamo in Rete. Non sono un politico, anzi.

Siamo faccia a faccia (anche se ora ti sarai già allontanato dandomi le spalle) e a quello che ti dico puoi rispondermi subito, senza bisogno di sorridermi per farmi felice. E poi, non riusciresti a farmi felice solo prendendo il mio piccolo volantino, sai?

Ti vedessi leggerlo, rallentare, continuare a leggerlo fino a fermarti..

Ti vedessi tornare indietro.. sui tuoi passi così affrettati, tipici del consumatore moderno rincoglionito dai mass media..

Ti vedessi aggrottare la fronte nel tentativo di abbattere quel muro di “sono solo io nel mio universo, gli altri si fottano, specialmente ‘sto rompipalle inquinatore di carta” e ti sentissi esprimere una domanda, lecita, sensata.. perlomeno curiosa..

Andrebbe bene pure un “cos’è questo.. cos’è il sagnireggio benedario?”..

Allora sì che mi faresti felice.. un po’ almeno.. allora sì che ti correggerei con umiltà e ti direi “il signoraggio bancario è questo questo e quest’altro.. e per sua causa siamo tutti schiavi tristi e senza speranza”.

Ma tu manco mi conosci.. c’attenefotte di farmi felice..

Ma te stesso? Non vuoi almeno provare ad essere felice, per una volta nella Vita? Lascia stare me, pensa a te stesso, fatti un favore e gira questo foglio.. ci sono scritte informazioni sul reale funzionamento del Sistema Monetario e Finanziario Italiano e Internazionale.

Prova a leggere. Se non capisci qualcosa.. sono qui per aiutarti, così come hanno aiutato me a suo Tempo..

Il debito pubblico è una balla, e ti spiego perché. La moneta è debito: senza tecnicismi ti mostro come funziona. La politica è collusa con le banche, questo lo intuivi, io ti porto le prove.

Possiamo cambiare il Mondo, io e te.. ma se tu te ne vai..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda sandropascucci » 14 dic 2011, 12:12

MODELLO FELICE_PAG01

Immagine
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda sandropascucci » 14 dic 2011, 12:13

MODELLO FELICE_PAG02

Immagine
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

mr.spyder
Messaggi: 2428
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda mr.spyder » 14 dic 2011, 12:22

modello spyder:
>
>
ciao,
questo volantino ti è offerto da uno come te...o meglio, io ERO come te.
la differenza sostanziale consiste nel fatto che ORA io conosco una semplice VERITA'.
questa verità è LA CAUSA per la quale al mondo ci sono così tanti problemi.
se tu, caro sconosciuto, potessi esprimere un solo desiderio per il bene del pianeta cosa sceglieresti?
- niente guerre?
- niente fame nel mondo?
- niente ingiustizie?
cosa?
e se il desiderio riguardasse solamente la tua persona, cosa sceglieresti?
- salute?
- popolarità?
- sesso?
cosa?

pensaci un attimo prima di rispondere, perché la tua risposta è MOLTO IMPORTANTE!
...

ora, qualunque cosa tu abbia pensato, direttamente o indirettamente ha a che fare col DENARO!
qualsiasi sia il tuo nome, il tuo sesso, la tua religione, il colore della tua pelle, il tuo orientamento politico, il tuo grado d'istruzione, la tua nazionalità, il tuo dialetto, ecc TU HAI BISOGNO DI DENARO!

TUTTI NE ABBIAMO BISOGNO! IL DENARO CI SERVE PER VIVERE!


ora vorrei farti una semplice domanda: COSA SAI DEL DENARO??

è una domanda semplice, banale, ma sono [quasi] certo che la tua risposta sarà [per ora] incompleta o errata.
certo per metterti al sicuro basterebbe che rispondessi con un semplice NON SO NIENTE! e avresti [indubbiamente] ragione...
ed ecco il motivo di questo mio volantino:

IO CONOSCO UNA VERITA’ SUL DENARO CHE TU ANCORA IGNORI!

nessun giornalista, politico, economista, presidente, comico, papa, ecc ha interesse a dirti
la verità sulla moneta.se lo facesse, perderebbe i SUOI privilegi nei TUOI confronti..

il perché di questa omertà è semplice da capire: chi ha potere non vuole perderlo e non vuole che altri scoprano come ottenerlo, soprattutto se questo potere si regge sulla TUA INFELICITA'!
(dovuta alla tua ignoranza in materia monetaria)
Non vuoi almeno provare ad essere felice, per una volta nella Vita? pensa a te stesso, fatti un favore e gira questo foglio.. ci sono scritte informazioni sul reale funzionamento del Sistema Monetario e Finanziario Italiano e Internazionale.

Prova a leggere. Se non capisci qualcosa.. sono qui per aiutarti, così come hanno aiutato me a suo Tempo..

Il debito pubblico è una balla, e ti spiego perché.
La moneta è debito: senza tecnicismi ti mostro come funziona.
La politica è collusa con le banche, questo lo intuivi, io ti porto le prove.
Possiamo cambiare il Mondo, io e te... ma se tu te ne vai... se non hai tempo...almeno NON LAMENTARTI!
l'unico ostacolo alla tua felicità [e a un vero cambiamento del sistema] è la tua NON-VOLONTA' a capire/studiare AUTONOMAMENTE cosa è LA MONETA!
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

mr.spyder
Messaggi: 2428
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda mr.spyder » 14 dic 2011, 13:07

documento spyder:
::
SOVRANITA’ MONETARIA

moneta al popolo # moneta del popolo


Questa è la definizione di “moneta” del Dizionario Economico Simone:

"Bene comunemente accettato come unità di misura del valore, mezzo di scambio e di pagamento.
In teoria, la funzione di intermediario degli scambi potrebbe essere svolta da una qualunque merce convenzionalmente accettata da tutti (la moneta è, appunto, accettata per convenzione da tutti gli operatori del sistema economico). In pratica, la moneta deve possedere alcune caratteristiche che la rendano atta a svolgere tale funzione:
— facile trasferibilità;— conservabilità;— divisibilità;— stabilità di valore;— omogeneità."


Il metro è un unità di misura che misura la lunghezza e incorpora in se la caratteristica che va a misurare (è lungo 1 mt)
Il chilogrammo è un unità di misura che misura il peso e incorpora in se la caratteristica che va a misurare (pesa 1 Kg)
La moneta è un unità di misura che misura il valore e incorpora in se la caratteristica che va a misurare (ha valore)

Tutti questi esempi sono delle CONVENZIONI.
Il popolo si mette d’accordo su una cosa e nasce una convenzione.
(alcuni stati per esempio usano il miglio invece del km e la libra invece del kg)

se producendo beni o servizi io creo qualcosa che prima non c’era,io creo del valore.
Ma ho bisogno di moneta che misuri il valore che ho prodotto.Altrimenti si tornerebbe al baratto.
la moneta appena creata non è che una sorta di “certificazione” del bene reale o servizio appena creato/prodotto
Il costo per creare dal nulla questa moneta è di pochi centesimi per la banconota e praticamente nullo per la moneta elettronica come ad esempio bancomat,bonifici,ecc (che costituisce oltre il 95% del totale di ciò che viene definita “massa monetaria”)

Ma Incorporando la caratteristica che va a misurare (cioè il valore),la moneta si trasforma da “unità di misura del valore” in “valore”
Ma questo non succede appena viene creata.Quando viene creata non è altro che metallo o carta filigranata e inchiostro oppure numeri su un computer.
La moneta diventa “valore” solo quando comincia la sua funzione di mezzo di scambio o pagamento.
la sua funzione comincia solo quando la moneta entra in circolazione grazie al popolo che accetta quella “certificazione” come valore ed effettua scambi e pagamenti
E lo accetta perché esiste (o dovrebbe esistere) un valore “reale” che giustifica quella “certificazione di valore” che ho in mano nel momento in cui la scambio o la ricevo.
ricordiamo sempre:
la moneta ha valore PER CONVENZIONE del popolo che accetta di partecipare/aderire a questa convenzione.

[nota:molti credono che la moneta è la rappresentazione cartacea o virtuale di una riserva d'oro che la banca o lo stato possiede,ma dal 15 Agosto 1971 non esiste più nessuna convertibilità o copertura in oro della moneta,quindi la credenza popolare che la banca crea moneta in base alle riserve auree è ERRATA E FALSA!]


Dov’è il problema?
Il problema è che se per accedere “alla certificazione del valore” (moneta) mi devo indebitare per l’intero valore REALE del bene (es:del grano) più un interesse,(diciamo il 2%) è chiaro che il saldo sarà sempre e comunque negativo. ovvero un DEBITO!

Un contadino che ha prodotto 100kg di grano deve pesarli per venderli.
Che succederebbe se per pesare quei 100kg di grano, il contadino dovesse pagare lo scontrino della bilancia con 102kg di grano? Sarebbe in debito di 2 kg..

gli organismi privati che creano,controllano e gestiscono la moneta come la BANCA CENTRALE EUROPEA,FEDERAL RESERVE,BANCA MONDIALE,FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE,ECC per quanto incredibile fanno esattamente questo:
CI INDEBITANO TRAMITE UN PRESTITO (creato dal nulla e senza nessun controvalore in beni REALI).
e indebitano sia i singoli cittadini [banche commerciali],che intere nazioni [banche centrali].

Ovviamente questa è una semplificazione estrema,e la terminologia usata è per un “approccio semplice” al problema ma il nocciolo della questione è proprio questo.

Qual è la soluzione?
chi crea la moneta deve essere pagato per il lavoro di “creazione” e di gestione di quella moneta.
Ovvero il valore intrinseco,o costo di produzione di carta e inchiostro,metallo e numeri su un computer.
Il valore della moneta alla moneta,lo attribuisce il popolo per CONVENZIONE per il semplice fatto che accetta quella “certificazione di valore” come valore. Quel valore si chiama nominale o legale o di facciata
( per esempio una banconota da 100 €uro )

quindi la moneta serve al popolo (e il popolo si serve di essa) per accedere ai beni e ai servizi che ESSO ha creato e di cui ha bisogno.
quindi la moneta deve essere di PROPRIETA’ del popolo.
Il popolo non può e non deve servire i creatori di moneta che si comportano come se ne fossero i proprietari,PRESTANDOLA.
Perché prestare è prerogativa del proprietario.
io non posso prestare una cosa NON mia.(figuriamoci applicarci un interesse)

Perché se la moneta è di proprietà del popolo,esso non deve restituirla a nessuno.
(quindi - il popolo - non può essere indebitato con qualcuno)
Se non è di proprietà del popolo la moneta prima o poi andrà restituita al proprietario più gli interessi maturati sul debito contratto per avere quelle “certificazioni di valore”.

Tradotto,vorrebbe dire rimborsare il 102 % del nostro pianeta a un ente SOVRANAZIONALE che ha “certificato” con dei numeri su un computer o su un pezzo di carta che le ricchezze totali/reali del pianeta valgono 100

questa affermazione può (forse) avere senso in una qualche logica matematica/economica,
ma nella vita reale,quella di tutti i giorni,per te che stai leggendo è semplicemente ASSURDO!

Eppure è così!

In 2 parole: MONETA DEBITO
In 2 parole: DEBITO SOVRANO
In 2 parole: SIGNORAGGIO BANCARIO

Se un giorno dovessi manifestare in strada per qualcosa,ricordati che l’unica soluzione (a qualsiasi problema) è la

SOVRANITA’ MONETARIA = MONETA AL POPOLO # MONETA DEL POPOLO


• Se è vero che il valore della vita è inestimabile e siamo su un pianeta di 7 miliardi di persone che producono più che in ogni altra epoca passata,come mai c’è SEMPRE carenza (per il popolo) di “certificati” di quel valore/ricchezza che quotidianamente crea il genere umano?

• perché per qualsiasi problema la risposta è quasi sempre “mancano i soldi” ?

• la moneta bancaria è moneta legale? se sì: le Leggi e gli insegnamenti accademici (Università) attuali indicano il contrario, ossia che solo la banconota cartacea (della BCE dal 2002 e della Banca d'Italia con la vecchia lira) è "massa monetaria M0" (e quindi Moneta legale o base monetaria). se no: perché la usiamo quotidianamente (bonifici, mutui, prestiti, fidi, assegni..) ??

Politici ,leader,comici,e mezzi di informazione,non possono aiutarti a capire come funziona la moneta
PERCHE’ NON VOGLIONO CHE TU LO CAPISCA!
Chi ha capito “il sistema” è intento a sfruttarlo per proprio tornaconto personale e non ha interesse a informare il popolo su argomenti così VITALI.

Chi scopre un tesoro difficilmente vorrà condividerlo con altri,e il tesoro di cui ti parlo è la LIBERTA’.
I popoli della terra sono schiavi del debito contratto con il SISTEMA BANCARIO USURAIO SOVRANAZIONALE!
Per ottenere la LIBERTA’ di decidere della propria esistenza,quel debito non deve esistere.
La soluzione è chiedere a gran voce la

SOVRANITA’ MONETARIA
Moneta al popolo # moneta del popolo

Solo tu puoi aiutarti/ci
studia,informati e informa gli altri.
il politico ha reso legale questa truffa grazie alle leggi in favore del banchiere, quindi queste informazioni sono libere e usufruibili da tutti.
non aspettare che te le racconti il giornalista o l'economista di turno perché NON LO FARA'!
cercati da solo queste informazioni su internet.
è tutto nero su bianco sugli stessi siti ufficiali delle banche o delle istituzioni finanziarie,perché come già detto, visto che la truffa è legale,
NON HANNO BISOGNO DI NASCONDERLA,HANNO BISOGNO CHE IL POPOLO CONTINUI A ESSERE "DISTRATTO"

i cosiddetti "mezzi di informazione" a questo servono. a distrarti...
certo, poi ci sono la corruzione, il malaffare, la mala sanità, i costi della politica, le auto blu, gli stipendi d'oro, la prostituzione, gli appalti pubblici, le grandi opere, la tav ,il ponte sullo stretto, le mafie, la criminalità,l'evasione fiscale e tutti i mali sociali di cui quotidianamente il sistema ti tiene "aggiornato" grazie alle sue TV e ai suoi giornali.
ma tutti questi "problemi" sono,in realtà, solo la punta dell'iceberg.
ti mostrano gli EFFETTI di un sistema perverso e autolesionistico creato per renderti uno schiavo inconsapevole
ti mostrano gli effetti del "capitalismo" senza spiegarti cos'è il "capitale"!
chi crea, gestisce e presta il "capitale" è il sistema bancario sovranazionale.
questo capitale viene creato DAL NULLA (e senza contropartita in valore reale) solo come forma di DEBITO!
quindi "IL DEBITO" è LA CAUSA ; i mali sociali GLI EFFETTI!
su questo debito inoltre, vengono chiesti degli INTERESSI che il sistema neanche ha mai creato proprio per evitare che il debito possa essere estinto.
ma un debito per sua natura deve essere saldato, e se non esistono abbastanza "soldi" per poterlo ripagare, cosa succede?
semplice:si passa alle "liberalizzazioni" e alle "privatizzazioni".
lo stato/il popolo cederà le terre, l'acqua, i servizi, le proprietà, l'energia, ecc. allo strozzino che l'ha indebitato!
insomma tu (popolo) pagherai il DEBITO PUBBLICO con la tua vita di sacrifici grazie a una truffa legalizzata solo perché non conosci i meccanismi che ti hanno portato al default,fallimento,crack,...chiamalo come vuoi, tanto la sostanza non cambia!...
buona fortuna e buon studio!
Ultima modifica di mr.spyder il 20 dic 2011, 16:29, modificato 1 volta in totale.
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

Avatar utente
emanuele parisi

I SIGNORI DEL FUOCO

Messaggioda emanuele parisi » 15 dic 2011, 2:31

I SIGNORI DEL FUOCO.
Il fuoco come è noto a tutti ha rappresentato nella storia dell'uomo una svolta EPOCALE.
E' successo per caso e per mezzo della natura che in qualche modo l'ha offerto all'uomo.
Ora, l'uomo che per primo e per caso, per intelligenza per prontezza ha capito prima degli altri il potere e l'utilità del fuoco ha avuto un enorme VANTAGGIO sugli altri. Un vantaggio che ha sfruttato per se e per le persone a se più vicine (tribù) in modo anche oppressivo nei confronti di altri esseri umani... e ha sempre fatto il possibile per non condividere con altri questo enorme vantaggio, per non perdere POTERE!
Nella storia per via del fatto che comunque la natura va da sè e non è assoggettabile più di tanto al volere dell'uomo, anche altri poi hanno scoperto i vantaggi del fuoco e il suo potere... e oggi il fuoco e il suo potere sono un VANTAGGIO PER TUTTI...
Anche ai nostri giorni il fuoco è indispensabile e resta alla base della nostra civiltà e della nostra evoluzione.
Ha preso forme di fruizione diversissime e praticissime, l'accendino BIC ad esempio.
IL FUOCO oggi è fondamentale!!! e ognuno di noi ne fruisce liberamente senza essere chiamato in prima persona a doversi occupare della sua CREAZIONE... se se occupa tra gli altri il sig.BIC rendendolo commerciale (guadagnandoci pure, per carità)...

MA PERCHè OGGI un accendino BIC costa 80 centesimi e non 1000 euro o 10.000 euro o quanto gli pare al sig.BIC che è lui che lo produce...e il fuoco è indispensabile!
PERCHE' non ci possono fregare sul FUOCO?
Perchè ognuno di noi, a scuola, da piccoli, col manuale delle giovani marmotte, con l'esperienza diretta o indiretta HA LA CONOSCENZA di come si può CREARE IL FUOCO... con il legno, con una lente e delle foglie, con la pietra focaia che di nuovo si studia a scuola, (e chi più ne ha più ne metta)
Anche se nessuno di noi si è mai dovuto CIMENTARE in prima persona ad accendere un fuoco senza strumenti commercializzati...
Pochi probabilmente sarebbero in grado di accendere un fuoco partendo da zero, ma poco importa!!! perchè?
Perchè se qualcuno si arrogasse il diritto di ESSERE IL PADRONE DEL FUOCO e di disporne come meglio crede costringendoti alla sottomissione forzata tu gli puoi tranquillamente dire dire di andare a quel paese?
(tu in fondo non sei mica capace ad accendere un fuoco o comunque non ci hai mai provato)...
La risposta è che: tu COMUNQUE SAI come si CREA IL FUOCO... hai la CONOSCENZA DEL FUOCO
...e insieme ad altre persone come te con i mezzi a disposizione di ognuno ti arrangeresti anche senza i PADRONI DEL FUOCO!!!

ora sostituendo alla parola FUOCO - la parola DENARO ecco fatto il salto...

NESSUNO DI NOI SA ESATTAMENTE COME FUNZIONA IL DENARO.
CHI LO SA SI GUARDA BENE DAL DIRTELO e TU SEI nel bel mezzo di una crisi epocale dovuta alla mancanza di denaro, senza sapere bene da che parte girarti!
E' giunto il momento di INIZIARE A STUDIARE!!!

mr.spyder
Messaggi: 2428
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda mr.spyder » 20 dic 2011, 16:16

addendum a questo documento : viewtopic.php?p=35708#p35708

::
certo,poi ci sono la corruzione, il malaffare, la mala sanità, i costi della politica, le auto blu, gli stipendi d'oro, la prostituzione, gli appalti pubblici, le grandi opere, la tav ,il ponte sullo stretto, le mafie, la criminalità,l'evasione fiscale e tutti i mali sociali di cui quotidianamente il sistema ti tiene "aggiornato" grazie alle sue TV e ai suoi giornali.
ma tutti questi "problemi" sono,in realtà, solo la punta dell'iceberg.
ti mostrano gli EFFETTI di un sistema perverso e autolesionistico creato per renderti uno schiavo inconsapevole
ti mostrano gli effetti del "capitalismo" senza spiegarti cos'è il "capitale"!
chi crea, gestisce e presta il "capitale" è il sistema bancario sovranazionale.
questo capitale viene creato DAL NULLA (e senza contropartita in valore reale) solo come forma di DEBITO!
quindi "IL DEBITO" è LA CAUSA ; i mali sociali GLI EFFETTI!
su questo debito inoltre, vengono chiesti degli INTERESSI che il sistema neanche ha mai creato proprio per evitare che il debito possa essere estinto.
ma un debito per sua natura deve essere saldato, e se non esistono abbastanza "soldi" per poterlo ripagare, cosa succede?
semplice:si passa alle "liberalizzazioni" e alle "privatizzazioni".
lo stato/il popolo cederà le terre, l'acqua, i servizi, le proprietà, l'energia, ecc. allo strozzino che l'ha indebitato!
insomma tu (popolo) pagherai il DEBITO PUBBLICO con la tua vita di sacrifici grazie a una truffa legalizzata solo perché non conosci i meccanismi che ti hanno portato al default,fallimento,crack,...chiamalo come vuoi, tanto la sostanza non cambia!...


capire cosa vuol dire "stupro" è facile! subirlo è difficile, ignorarne il significato credendo che sarà indolore, impossibile.
[antonio prezia 2011]


non sei daccordo? rispondi qui: viewtopic.php?f=59&t=1758 (se ci riesci...)
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

Avatar utente
alec69
Messaggi: 16
Iscritto il: 12 dic 2011, 20:33
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda alec69 » 28 dic 2011, 22:05

Nonostante la forse risibile semplicità ed ovvietà delle domande e degli argomenti elencati, è proprio grazie alla loro semplicità che, quando mi sono posto queste domande e dato queste stupide risposte, sono riuscito a capire meglio il funzionamento del danaro e che l’attuale sistema economico ha qualcosa di sfacciatamente anomalo ed innaturale rispetto a quello di anche solo vent’anni fa.
Perciò, arricchito anche di alcune osservazioni più evidenti nelle proposte di volantino già pubblicate, le condivido su questo forum, sperando di aver scelto il topic adeguato, e che possano essere utili anche come ispirazione per riformulazioni più rifinite ed efficaci, per la formulazione del volantino della Primavera all’italiana.

!
____________________________________________________________________________________
Identificativo volantino: "alec69_riflessione_2011122801"
____________________________________________________________________________________

“Non hai mai abbastanza soldi?”

“I soldi non ti bastano mai, per quanto tu riesca a lavorare e produrre, neanche per il necessario?”

“Ti sei accorto che dagli anni ’90, dopo la forte crisi economica di quel periodo, ci sono sempre più banche, finanziarie, finanziarie che hanno la loro carta di credito e assicurazioni diventate banche, ma specialmente sempre meno soldi in circolazione?”

“Ti sei accorto che non è più possibile mettere soldi da parte, e per qualsiasi esigenza appena un po’ fuori dall’ordinario si è costretti a chiedere un finanziamento o un mutuo?”

“Ti sei accorto che non è più possibile come una volta lavorare per accumulare un gruzzoletto ed aprirsi un’attività in proprio, ma è sempre più comune e necessario rivolgersi ad una banca per un mutuo o un finanziamento per lo sviluppo, se si vuole aprire anche solo una bancarella da ambulante; e che devi rendere conto di tutta la tua contabilità all’ente erogatore del mutuo o del finanziamento almeno per i primi periodi di attività?”

“Ti sei accorto quanto i media facciano apparire quasi un reato o un pericolo avere danaro contante in casa oltre una certa somma; e che qualsiasi scambio di danaro debba passare per forza da una banca, e soprattutto che sia che tu debba depositare, sia che tu debba prelevare (sempre che te lo facciano fare senza difficoltà), sia che tu lasci fermo il tuo danaro, sia che tu decida di cambiare banca o di non servirti più dei “servizi della banca”, debba sempre pagare qualcosa alla banca?”

“Ti sei accorto che la pressione delle tasse è cresciuta di tre quattro volte negli ultimi vent’anni, nonostante i servizi statali siano stati in gran parte privatizzati, e che quindi dovrebbero riuscire a sostenersi con i soli introiti dei pagamenti i cui prezzi sono invece sensibilmente aumentati, anziché continuare ad essere sovvenzionati dalle tasse che con le privatizzazioni dovrebbero notevolmente diminuire, se non scomparire?”

Pensiamo ai treni, agli acquedotti o alle autostrade, ad esempio.

“Ti sei accorto che riesci ad ottenere solo il superfluo e ti manca sempre il necessario?”

“Ti sei accorto che al mondo c’è qualcosa che non quadra?”

“Ti sfuggono i motivi di questo stato stagnante di problemi che si rincorrono, si accavallano e si rinnovano continuamente?”

“Sei sicuro di sapere come funziona veramente il danaro, che cosa è e da dove veramente proviene?”

Ognuno di noi potrebbe in realtà coniare una propria moneta a rappresentazione delle proprie risorse da scambiare per l'acquisto di altre risorse prodotte da altri, o da scambiare con monete coniate da altri che producono o detengono altri tipi di risorse a noi necessarie.
Non tanto diversamente da come sono organizzati alcuni negozi che vendono i buoni regalo che si utilizzano a volte per le feste di compleanno.

Un panettiere potrebbe, ad esempio, coniare tanta moneta per quanto pane riesce a produrre e scambiarla con il salumiere per acquistare companatico, o scambiarla con la moneta del salumiere per farsela cambiare in salumi quando ne ha bisogno, o ancora pagare la farina con cui fa il pane. Quindi, quando qualcuno gli si dovesse presentare con la moneta che ha coniato, dovrebbe dargli in cambio tanto pane per quanta moneta essa rappresenta; se è panettiere, o l’equivalente di farina se è mugnaio, o grano se è contadino; e via elencando.
Quindi il danaro rappresenta un debito per chi coniandolo a promessa di riscatto della propria produzione lo cede in cambio di altri beni, ed un credito per chi lo possiede non essendone il coniatore, avendolo acquisito in possesso a qualsiasi titolo; la proprietà intrinseca del danaro è invece di chi lo ha coniato, che in questo caso coincide con chi produce il bene promesso in riscatto di quella moneta.
Quindi chi stampa il danaro ha il potere di indebitare chi lavora per produrre ciò che dà valore a quel danaro, e non è detto che chi stampa il denaro coincida con chi lavora per produrre.
Ovviamente ciascuna di queste attività prese ad esempio è in grado di soddisfare ben oltre la necessità individuale di chi la esercita, ed è per questo che il danaro che rappresenta la produzione può essere speso per acquistare altro, come ad esempio pagare aiutanti per la produzione.

“E cosa accadrebbe se ne stampasse più di quante risorse tu disponi, o meno di quante risorse tu non abbia?”

Se però, il contadino, ad esempio, stampasse meno denaro di quanto grano produce, potendo acquistare meno beni, non potrebbe godere della propria ricchezza, e ad esempio non potrebbe pagare un aiuto per la mietitura, e la sua vita sarebbe più usurante.
Sempre il contadino, potrebbe stampare più moneta della propria produzione annuale, impegnando i raccolti futuri, per acquistare un trattore e terminare la propria produzione in tempi più brevi e con meno fatica per godersi il tempo libero o dedicarsi ad un’altra produzione parallela che arricchisca l’attività e gli consenta di stampare e scambiare maggiori quantità di denaro fino al raggiungimento della propria capacità produttiva; oppure potrebbe stampare più denaro imprudentemente e spenderlo dissennatamente. E nel momento in cui si presentano i possessori del danaro coniato dal contadino, se il contadino non ha grano a sufficienza per poter riscattare il danaro de proprio conio, perché il raccolto è stato danneggiato da eventi atmosferici, perché gli è stato rubato o mangiato dagli uccelli o perché ha stampato e speso più danaro di quanto grano potesse produrre; potrebbe decidere di privarsi del grano accantonato per la propria sussistenza, oppure di trovare un accordo col creditore e dargli solo una parte del grano dovuto e la restante parte l’anno successivo, magari maggiorata per ripagarlo del disagio, oppure di dargli solo una parte del grano senza ulteriori accordi, oppure di non dare il grano. Tutto dipende dal rapporto tra la forza del contadino e la forza del creditore. Il contadino potrebbe avere la forza di far valere le proprie ragioni con la minaccia della falce o del forcone o di un fucile, o con la fama di essere assai violento e vendicativo o iettatore, o col bluff di avere poteri magici o armi terribili, ed il creditore potrebbe essere disarmato e costretto o intimorito ed indotto a subire le volontà del contadino. Oppure il creditore potrebbe avere dei carri armati con i quali minacciare il contadino ed indurlo a sgombrare il campo di cui potrebbe appropriarsi, oppure potrebbe avere la bomba atomica e lasciare un enorme buco al posto del campo di grano che serva da lezione al contadino e da monito agli altri contadini, che non si sognino neppure di stampare più danaro di quanto grano non producano, e dare quel danaro proprio a lui. Oppure il creditore potrebbe soprassedere rinunciando ad ottenere il grano rappresentato dal danaro di cui è entrato in possesso, e decidere di non dare più credito alla moneta di quel contadino e non accettarla più in pagamento, e magari di sputtanare il contadino come merita.

“Ti sei mai chiesto cosa potrebbe accadere se fosse qualcun altro a stampare e amministrare la moneta che rappresenta le tue risorse?”

Proiettando ora il meccanismo di funzionamento del danaro dal piano individuale del panettiere, del salumiere, del mugnaio o del contadino, al piano del nucleo sociale più semplice come la famiglia, possiamo immaginare che all’attività della famiglia può corrispondere una sola moneta per più persone che producono. Possiamo quindi immaginare una situazione in cui marito e moglie lavano e stirano bucato per se e per altre famiglie, e col danaro che rappresenta quest’attività possono acquistare ciò che è loro utile alla loro vita; oppure la situazione in cui la moglie lava e stira tutto il giorno e il marito si spende la moneta della famiglia nelle osterie; o la situazione inversa in cui il marito lava e stira e la moglie spende il danaro in profumi e vestiti. Una situazione estrema in cui uno stampa il danaro e l’altro lavora. Chi si troverebbe a disagio è chi lavora, che sarebbe costretto a sobbarcarsi tutto il lavoro fino al pagamento del danaro messo in circolazione dal coniuge che lo stampa.
In una simile situazione, possiamo immaginare che nel caso in cui la produzione del coniuge che lavora non sia sufficiente a pagare il creditore in possesso del danaro della moneta familiare, traslando le vicende ipotizzate nell’esempio del contadino e del campo di grano, il coniuge lavoratore potrebbe essere costretto ai lavoro forzati fino a schiattare e lasciarci le penne, oppure potrebbe essere prelevato e posto in schiavitù dal creditore, oppure potrebbe essere ucciso, da solo o assieme all’altro coniuge che stampa il danaro, a seconda del rapporto di forza che si crea con il creditore.

“Cosa accadrebbe se più persone con risorse differenti si associassero e qualcun altro stampasse e amministrasse la moneta che rappresenta le loro risorse?”

Proiettando ancora il meccanismo di funzionamento del danaro dal piano del nucleo sociale semplice della famiglia di due coniugi a quello di un nucleo sociale più tradizionale come quello della fattoria a conduzione familiare con famiglia completa a partire dai nonni per arrivare ai nipoti, non ci sarà difficile immaginare che a coniare la moneta rappresentativa della fattoria potrebbe essere il patriarca o l’assemblea degli anziani della famiglia, o l’intera famiglia in assemblea. E per traslazione dagli altri esempi non ci sarà difficile immaginare cosa potrebbe succedere in tutti i casi elencati di inferiorità di stampa di danaro rispetto alla produzione della fattoria o di eccedenza di stampa di danaro. Fino ad immaginarci vere e proprie guerre tra fattorie confinanti e vicine, tra fattorie creditrici e debitrici, e ancora modifiche dei confini delle fattorie con annessioni, ribellioni, rivolte e tutto ciò che l’immaginazione suggerisce.
Possiamo anche immaginare una società di fattorie, nella quale ogni fattoria mantiene la propria peculiare produzione e la proprietà ed amministrazione della produzione della famiglia proprietaria originale, che però hanno in comune un’unica moneta che spendono per acquistare produzioni da altre fattorie, altre società di fattorie, o altre entità qualsiasi.
La moneta coniata dalla società di fattorie potrebbe essere stampata da un’assemblea della fattorie, da una fattoria a turno, da una sola fattoria. Ma anche da qualcuno esterno che se ne assume il compito, ma specialmente a cui le fattorie affidano il compito, magari senza aver ben compreso ciò che chiaramente ed inequivocabilmente emerge dagli altri esempi, ovvero che chi conia e stampa moneta ha in mano la vita di chi produce ciò che questa moneta rappresenta come promessa di riscatto; e non è detto che chi stampa il danaro coincida o abbia a cuore chi lavora per avvalorare quel danaro.
Nella società di fattorie ci potrebbero anche essere fattorie la cui produzione è più ricercata e pregiata, con cui le altre fattorie possono avere convenienza ad associarsi; o fattorie che si lasciano andare al deboscio senza produrre, continuando però a spendere la moneta della società delle fattorie, dalle quali le fattorie produttive possono aver interesse a dissociarsi.

“Cosa accadrebbe se chi ha la funzione di coniare la moneta e stampare il danaro alternasse le due fasi di stampa oltre le capacità produttive e stampa al di sotto della produzione; costringendoti prima a produrre freneticamente le tue risorse per soddisfare il pagamento della tua moneta che è stata stampata e messa in circolazione; e poi togliesse improvvisamente dalla circolazione la tua moneta lasciandoti con l’esubero delle risorse da te prodotte e la stanchezza causata dalla frenesia della produzione?”

Non sentiresti svanire via inutilmente la tua vita senza averla potuta godere con un ritmo naturale?

___________________________________________________________________________________
Ultima modifica di alec69 il 29 dic 2011, 8:55, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
alec69
Messaggi: 16
Iscritto il: 12 dic 2011, 20:33
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda alec69 » 30 dic 2011, 23:56

!
____________________________________________________________________________________
"alec69_pensierino_2011123001"
____________________________________________________________________________________

Il danaro non fa la felicità!

È sapere cos'è e come funziona il danaro che fa la felicità!

____________________________________________________________________________________

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda sandropascucci » 31 dic 2011, 0:57

:

:

I soldi non fanno la felicità perché i soldi sono debito.
Infatti viviamo in un Mondo di MONETA-DEBITO.
Se non capiamo bene come funziona non potremo mai essere felici.
Rifletti su questo e dimmi se ti senti ingannato da me o dalle banche.
Dimmelo adesso.

:

:

 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
alec69
Messaggi: 16
Iscritto il: 12 dic 2011, 20:33
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda alec69 » 31 dic 2011, 13:07

____________________________________________________________________________________
"alec69_pensierino_2011123101"
____________________________________________________________________________________

Il danaro non fa la felicità!

L’attuale sistema monetario, basato sulla MONETA-DEBITO, fa l’infelicità!

Sapere cos'è e come funziona il danaro, e come il sistema monetario potrebbe essere basato sulla MONETA-CREDITO, invece, fa la felicità!

Se la conoscenza rende liberi, la conoscenza sul funzionamento del danaro rende assolutamente liberi!


____________________________________________________________________________________

Avatar utente
alec69
Messaggi: 16
Iscritto il: 12 dic 2011, 20:33
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda alec69 » 31 dic 2011, 15:50

____________________________________________________________________________________
"alec69_pensierino_2011123102"
____________________________________________________________________________________

Il danaro fa la felicità?

L’attuale sistema monetario, basato sulla MONETA-DEBITO, sicuramente no!
Anzi, sicuramente fa l’infelicità soffocando la libertà!


La felicità è invece la concretizzazione dei tuoi progetti e sogni, che però non sono realizzabili senza il mezzo del danaro.

Sapere cos'è e come funziona il danaro, e perché è meglio vivere in un sistema monetario basato sulla MONETA-CREDITO, invece che sull’attuale MONETA-DEBITO, ti consentirebbe di comprendere:
  • Che la tua attuale sensazione di felicità di oggi è solo un’illusione di felicità che domani ti ricadrà sulle spalle, tramutandoti in accecato cacciatore di quel danaro che ti sarà indispensabile per coprire le necessità essenziali e cercare invano di colmare il vuoto lasciato dall’illusione della felicità.
  • Perché con l’attuale sistema monetario il cittadino può essere rappresentato da un cane che vive cercando di mordersi la coda e muore mordendosela; o dall'asinello che insegue la carota attaccata al bastone che presto o tardi finirà, assieme al bastone cui è attaccata, nel di dietro dell’asinello che la insegue bramandola.


Se la conoscenza rende liberi, la conoscenza sul funzionamento del danaro e sulla funzione delle banche rende liberi e felici!
Per questo non sentirai mai parlare con chiarezza e semplicità di quest argomento da nessuna TV, nessun giornale, nessuna scuola, nessuna università, nessuna industria, nessun politico, nessun governo, ma specilamente nessuna banca.
La tua libertà e la tua felicità vanno contro i loro interessi!

____________________________________________________________________________________

Avatar utente
alec69
Messaggi: 16
Iscritto il: 12 dic 2011, 20:33
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: PROPOSTA DEL PROPRIO DOCUMENTO

Messaggioda alec69 » 31 dic 2011, 19:23

____________________________________________________________________________________
"alec69_pensierino_2011123103"
____________________________________________________________________________________

!
Il danaro fa la felicità?

Con l’attuale sistema monetario, basato sulla MONETA-DEBITO, sicuramente no!
Anzi, sicuramente fa l’infelicità soffocando la libertà!


La felicità è invece la concretizzazione dei tuoi progetti e sogni, che però non sono realizzabili senza il mezzo del danaro.

Sapere cos'è e come funziona il danaro, e perché è meglio vivere in un sistema monetario basato sulla MONETA-CREDITO, invece che sull’attuale MONETA-DEBITO, ti consentirebbe di comprendere:
  • Che la tua attuale sensazione di felicità di oggi è solo un’illusione di felicità che domani ti ricadrà sulle spalle, tramutandoti in accecato cacciatore di quel danaro che ti sarà indispensabile per coprire le necessità essenziali e cercare invano di colmare il vuoto lasciato dall’illusione della felicità.
  • Perché con l’attuale sistema monetario il cittadino può essere rappresentato da un cane che vive cercando di mordersi la coda e muore mordendosela; o dall'asinello che insegue la carota attaccata al bastone che presto o tardi finirà, assieme al bastone cui è attaccata, nel di dietro dell’asinello che la insegue bramandola.


Se la conoscenza rende liberi, la conoscenza sul funzionamento del danaro e sulla funzione delle banche rende liberi e felici!
Per questo non sentirai mai parlare con chiarezza e semplicità di quest argomento da nessuna TV, nessun giornale, nessuna scuola, nessuna università, nessuna industria, nessun politico, nessun governo, ma specialmente nessuna banca.

La tua libertà e la tua felicità vanno contro i loro interessi!


La felicità per mezzo del danaro passa necessariamente per la conoscenza del funzionamento dell’attuale sistema monetario.

Questa conoscenza è il primo imprescindibile passo da fare.
Per te stesso e per la tua libertà di raggiungere la felicità.


Il funzionamento del sistema monetario è molto più semplice di quanto non si possa immaginare.

La tua essenziale conoscenza del sistema monetario contribuisce efficacemente a disinnescarne i devastanti effetti, che anche tu subisci, o certamente subirai se non ne sei ancora stato travolto.


Chi lo governa traendone inimmaginabile profitto teme più di ogni altra cosa che tu ne venga a conoscenza!

____________________________________________________________________________________

Avatar utente
Trian 3
Messaggi: 92
Iscritto il: 21 set 2009, 20:32
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma e dintorni
azioni: Costruzione cose, pagamento quote, interventi sul web.
Località: Roma (Ostia)
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Trian 3 » 5 gen 2012, 22:55

Il Denaro dà la felicità’ !
Il supertecnico Mario Monti dice che fare una tassa patrimoniale mentre la crisi stringe è prematuro e la BCE propone di mettere sulla Costituzione che lo stato non si può indebitare (parità di bilancio) .
Hanno fiducia che il popolo risollevi se stesso e soprattutto le proprie banche in breve tempo dalla crisi in cui sono caduti !
Se non sei ancora felice ed ottimista anche tu come lo sono io continua a leggere.
Il fatto è che la moneta è emessa a debito caricata dell’interesse dalle banche centrali che la creano dal nulla (signoraggio) e dalle banche commerciali che con il sistema della riserva frazionaria moltiplicano la moneta creandola dal nulla all’atto del prestito . Tale riserva frazionaria consiste nel potere che tali banche nate come funghi negli ultimi tempi hanno di possedere in cassa solo una piccola percentuale di quello che dichiarano di avere e quando prestano di prestare.
Non sarai più felice ed ottimista forse…ma avrai capito perché col disinteresse creato ad arte verso la politica che ancora abbonda tali superentità temano nuove democratiche elezioni !

ivanopino
Messaggi: 1409
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda ivanopino » 6 gen 2012, 18:52

Trian 3 ha scritto:Tale riserva frazionaria consiste nel potere che tali banche...hanno di possedere in cassa solo una piccola percentuale di quello che dichiarano di avere e quando prestano di prestare.

poco chiaro...
Ivano Pino

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 8 gen 2012, 10:42

NO COMMENTI
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

ivanopino
Messaggi: 1409
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda ivanopino » 9 gen 2012, 22:59

non è un commento, penso ci sia un errore..
che significa "quando prestano di prestare"?
Ivano Pino

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 9 gen 2012, 23:09

NO COMMENTI,
grazie..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
rachmaninov85
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 dic 2011, 18:13
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda rachmaninov85 » 11 gen 2012, 18:12

INGEGNERI SENZA CHILOMETRI

Chi sei tu, ingegnere? Sei quella persona che pianifica, che misura, che quantifica per poi poter costruire qualcosa che possa resistere al passaggio del tempo. Sei quello che ci mette il proprio cervello, il proprio ingegno. Quali sono i tuoi strumenti, ingegnere? Quelle piccole cose quotidiane che ti permettono di fare al meglio il tuo lavoro…Il compasso, la squadra, la tastiera…Ma non solo.
COSA FARESTI SENZA CHILOMETRI?
Non potresti fare nulla, senza chilometri…ma in fondo, cos’e’ un chilometro? Se ci pensi bene, ingegnere, non esiste, non ha fisicita’…e’ solo una unita’ di misura.
E se l’unita’ di misura fosse di proprieta’ privata? E il padrone decidesse di farti pagare un tot ogni volta che la utilizzi?
E tu, ingegnere della tua stessa vita, qual e’ quello strumento, quell’unita’ di misura che ti permette di costruire mattone su mattone?
…IL DENARO!
Il denaro e’ quello strumento che quantifica il valore di scambio del tuo lavoro quotidiano…ma se il denaro fosse di proprieta’ privata?
COME FUNZIONA IL DENARO? CHI LO CREA? CHI BENEFICIA DELLA SUA CREAZIONE?
INGEGNERE, PER RISPONDERE A QUESTE DOMANDE DEVI INIZIARE A STUDIARE IL SIGNORAGGIO!

“Dire che uno stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri” – Ezra Pound

Avatar utente
Sandro Franchini
Messaggi: 15
Iscritto il: 21 ott 2011, 17:51
condivido lo Statuto e il Manifesto: no
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Sandro Franchini » 3 feb 2012, 0:00

Immagine

Avatar utente
enricogrosso
Messaggi: 1435
Iscritto il: 9 ago 2009, 8:38
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Abruzzo Marche Italy
azioni: manovalanza di piazza, volantinaggio in proprio, testimonianze videoriprese, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda enricogrosso » 9 feb 2012, 18:42

Iraq, Cuba e Corea del Nord potrebbero anche essere omessi, secondo me, distoglierebbero l'attenzione dal resto del volantino e poi ci sarebbero i soliti idioti che direbbero : "eh allora vai a vivere là...ecc. ecc."
“Il mondo non ricompensa onestà e indipendenza,bensì obbedienza e servilismo”
Enrico Grosso

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 9 feb 2012, 20:06

c'è l'altro 3d per i commenti..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Trian 3
Messaggi: 92
Iscritto il: 21 set 2009, 20:32
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma e dintorni
azioni: Costruzione cose, pagamento quote, interventi sul web.
Località: Roma (Ostia)
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Trian 3 » 17 feb 2012, 22:50

Suona molto meglio omettenndo: ''quando prestano di prestare '' : volevo dire in breve che vanno distinte la riserva frazionaria della vulgata popolare che si riferisce al denaro effettivamente in cassa e la riserva frazionaria come meccanismo di moltiplicazione della moneta,intanto grazie ad Ivano della correzione.

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 18 feb 2012, 12:17

allora postate qui ogni commento, tanto che cazzo l'ho creato a fare l'altro thread?
già che ci siamo postiamo anche sogni, ricette della nonna e pensieri liberi sui vicini di casa o le foto del gatto..
tutto qui dentro allegramente..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Trian 3
Messaggi: 92
Iscritto il: 21 set 2009, 20:32
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma e dintorni
azioni: Costruzione cose, pagamento quote, interventi sul web.
Località: Roma (Ostia)
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Trian 3 » 18 feb 2012, 19:32

Sogno un prestito che mi aiuti a stare meglio in salute per realizzare i miei progetti . Per cominciare avevo pensato a 12.000 euro con rate mensili di 200 euro mensili credo che me la caveri con cinque anni andando fuori corso :D

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 18 feb 2012, 19:38

dai.. un altro..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Trian 3
Messaggi: 92
Iscritto il: 21 set 2009, 20:32
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma e dintorni
azioni: Costruzione cose, pagamento quote, interventi sul web.
Località: Roma (Ostia)
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Trian 3 » 5 mar 2012, 14:41

Allego mio documento corretto così il presidente lo può mandare ai vigili :-)
Allegati
Denaro e Felicità.pdf
(179.47 KiB) Scaricato 156 volte

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 5 mar 2012, 14:50

che tempismo..
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Trian 3
Messaggi: 92
Iscritto il: 21 set 2009, 20:32
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma e dintorni
azioni: Costruzione cose, pagamento quote, interventi sul web.
Località: Roma (Ostia)
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda Trian 3 » 5 mar 2012, 16:29

...infatti...oggi è Sant' Adriano :D

sandropascucci
Messaggi: 12902
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda sandropascucci » 12 mar 2012, 13:25

abbiamo 5.000 di questi:
IO VOGLIO ESSERE FELICE DEFINITIVO.pdf
(65.83 KiB) Scaricato 175 volte


le scritte a piè di pagina assolvono gli obblighi di legge.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

ivanopino
Messaggi: 1409
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: [PUBBLICAZIONE] del proprio documento (in jpg o PDF)

Messaggioda ivanopino » 17 mar 2012, 1:07

lo divulgo anche qua...
Ivano Pino


Torna a “Primavera all'Italiana: ROMA SABATO 17 MARZO 2012: PIAZZA DER POPOLO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".