L'ERRORE DELL'UOMO PER BENE, ovvero COSI' SI DIVENTA COMPLOTTISTA

«Sentirò piacere infinito se da chi pensasse diversamente, e meglio, sarò con Ragioni e con Onestà oppugnato» [Ferdinando Galliani, "della moneta" - 1750]
Avatar utente
sandropascucci
Messaggi: 13639
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

L'ERRORE DELL'UOMO PER BENE, ovvero COSI' SI DIVENTA COMPLOTTISTA

Messaggioda sandropascucci » 19 mag 2020, 22:24

L'ERRORE DELL'UOMO PER BENE, ovvero COSI' SI DIVENTA COMPLOTTISTA
(di sandropascucci, 19052020, primit.IT signoraggio.COM)

Sono un esperto in materia. Prendi carta e penna perché oggi, cazzo, impari qualcosa. E' raro, quindi approfitta. Sono anni che frequento POTENZIALI brave persone. Tutta brava gente. Tante idee geniali, pensieri fantastici che finiscono in vacca. Scrivilo bene: V-A-C-C-A.

Iniziano portando avanti una idea bella, giusta, spesso si tratta di una denuncia sociale. Roba forte, che ti spiazza. Cose da rimanere a bocca aperta. Poi, però, ti cade la mascella. Le braccia, le palle. Tutto. Tutto a terra. Perché?

Perché cadono nella Grande Trappola dell'interlocutore IDIOTA (nel senso greco), quello che non è adatto, non è adatto a recepire l'informazione in questione. E, con una domanda, ti frega. Alla grande, alla grandissima. Ti mette in ginocchio. Ti impala con una domanda sola, spontanea, tutto sommato onesta. Quella domanda che anche io mi sono posto e mi pongo, ma in silenzio, in testa, per rifletterci me stesso medesimo in solitaria, dandomi una chance di elaborare in proprio, in locale (gli informatici capiranno). Una domanda la cui risposta ha richiesto a volte un secondo a volte 12 mesi o 12 anni, dipendeva dall'argomento. La domanda.

«E perché lo farebbe?».

Figlio di puttana. E' lì che cadono tutti. Tutti i bravi ragazzi, tutti gli uomini di buona volontà. Professori, artigiani, genii, artisti, sensibili o duri, alti o bassi. Tutti. Tutti gli esseri umani cadono e si impalano sulla domanda. Rispondendo.

«Ma come perché? Perché così facendo..».

E giù MINKIATE, personalizzate. Ognuno a metterci del SUO. Il fascista darà la sua mano di vernice nera sulla questione che, di suo, fino a quel momento, era ancora semplice, pulita, TRASPARENTE. Con la sua personalizzazione la renderà.. NON PIU' TRASPARENTE! Il comunista la farà rossa. L'europeista la inficerà con la sua angolazione, il buonista della sua, così come il terrapiattista o l'omofobo. Il pescivendolo dirà le sue motivazioni e così farà il ciclista. CADAUNO.

Ognuno, TOCCANDO l'idea in questione, ancora PURA, la denunzia perfetta, lascerà una impronta tipica, personale, legittima ma di parte, soggettiva.. e spesso si tratterà, ahimè, di ZOZZERIA MENTALE, derivante da anni e anni di convinzioni deviate, figlie di un vissuto per forza di cose individuale.

Da questo momento, se mai fossimo riusciti ad interessare l'interlocutore alla "nostra" CAUSA, ecco che vedremmo sorgere un sorrisino beffardo sul suo volto. Un sorriso che la dice tutta sulla sua definitiva proattività alla Causa stessa. Il sorrisetto di compassione.. o peggio! Come peggio?

Peggio sarebbe se "imbroccassimo", nell'interlocutore, un'anima affine. Sì, perché, allora, il fatto di credere nella denunzia originale non verrebbe da una sana CONSAPEVOLEZZA dettata da una analisi mirata, da uno studio dei fatti.. ma per "empatia", per fratellanza in ALTRE questioni. Per partito preso, nel senso che avresti trovato un fascista come te o un comunista o un tifoso del Milan, come te. E quindi una situazione di maggior fratellanza e conseguente accettazione.

Invece una stortura dovrebbe UNIRE LA CHIUNQUE nell'abbatterla (al netto dei goditori della stessa, ovviamente). Invece ti ritrovi davanti ad un alleato mancato, pur vittima della [stessa] Questione, cioè una vittima come te, ma che ti sarà ostile solo perché TU-DENUNCIATORE hai idee, al di fuori della Questione in essere (che ripeto è MORTALE PER ENTRAMBI), diverse dalle sue sul PERCHE' il Male sta operando quel Male.

Io l'ho vissuto con la Questione SIGNORAGGIO. MA la stessa cosa è oggi per il COVID19, il coronavirus.

Quando denunciavo, come denuncio, che le banche creano il denaro dal nulla, senza spesa né sforzo, con l'avallo dei politici, che permettono a questo sistema bancario di essere vigente, ossia legale, mi chiedevano: "e perché i politici permettono questo?". E giù a spiegare che i politici eran corrotti, CAMERIERI DEI BANCHIERI e.. due ore di spiegone dei motivi, per rispondere..

Ebbene.. l'nterlocutore a quel punto aveva già trovato un gancio. Un gancio nel quale appigliarsi per frenare la sua caduta verso il BARATRO della CONSAPEVOLEZZA. Quale consapevolezza? Quale Gancio?

LA CONSAPEVOLEZZA.
Consapevolezza di essere stato preso, dal Sistema, per il culo, lui, così intelligente, così laureato, così perspicace, così presidente di questo comitato o capo di quest'andro gregge o così maschio alpha in quest'andro branco. Lui, che pure aveva capito il meccanismo di creazione della moneta dal nulla (perché in verità servono 4 minuti per capire la creazione dal nulla di moneta ad opera di banchieri privati sovranazionali, diciamolo!).. costui non poteva accettare di essere stato fatto fesso. E non mi stava chiedendo veramente le motivazioni o altre info sulla Questione, no.. mi stava chiedendo AIUTO.

Mi stava chiedendo: "per favore, ti prego: dammi una ragione per NON CREDERTI".
Mi stava supplicando di dargli un GANCIO per salvarsi l'anima (de li mortaaaacci sua).

IL GANCIO.
Il gancio può essere la qualsiasi. Se io fossi stato di destra (e non lo sono) avrei potuto dirgli, ad esempio, che "la sinistra infame è da sempre a favore delle banche ecc..". A quel punto la sua schiena, curva verso di me, quindi nel linguaggio del corpo protesa, quindi PRO, si sarebbe eretta, allontanandosi, cercando di assumere maggior distanza tra me (le mie idee, la MIA idea) e le sue (quindi la sua NON-IDEA-COME-LA-MIA). Un rifiuto, facile rifiuto, alla Questione, che pur lo aveva già convinto (altrimenti perché fare domande? Io mica chiedo a un terrapiattista come mai l'acqua non cade dai bordi della Terra).

Se fossi stato di sinistra: speculare situazione. Se fossi stato antisemita (e non lo sono*) non
ne parliamo.

La soluzione.

La soluzione è semplice: non rispondere. Non sta a me dirti i motivi che spingono il Male a fare del Male. Io ti ho mostrato il Problema e qui mi fermo. Se sei convinto che sia un vero Problema, che tocca anche te, allora vai dal Male a chiedere ragioni (come se ti potesse rispondere, dai).

Prendiamo il Coronavirus, ad esempio.




(continua)

*per me gli ebrei e i cristiani, musulmani e tutti gli altri ANI sono dei poveri imbecilli.. e se ora sei un credente (tra le fedi di cui sopra) ti monterà rabbia e, nonostante tu sia arrivato fin qui a leggere 'sto pippone, da ora cambierai idea/atteggiamento e o smetterai di leggere o continuerai ma ostile, cercando valide informazioni o pensieri miei (dato che sono l'autore), per darmi addosso. Bene. In pratica mi dai ragione, perché di fatto questo mio ATEISMO sarà il tuo GANCIO.
_____________________________________________
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Torna a “Sandro Pascucci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".