Ma la soluzione al signoraggio.. qual è?

«Sentirò piacere infinito se da chi pensasse diversamente, e meglio, sarò con Ragioni e con Onestà oppugnato» [Ferdinando Galliani, "della moneta" - 1750]
sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Ma la soluzione al signoraggio.. qual è?

Messaggioda sandropascucci » 11 set 2014, 9:52

P

R

I

M

I

T

[>>]

Ma la soluzione al signoraggio.. qual è?
[6.4.2014 // di sandropascucci - signoraggio.com per primit.it]

Capita sempre più spesso che, dopo appena due minuti di spiegazione del Problema dei Problemi, l’astante* chieda: «Sì, va bene.. ma la soluzione a tutto questo?».

###

Caro Astante,

a parte che hai interrotto lo show che avrebbe dimostrato quanto ne so sull’Argomento e questo è un duro colpo per il mio Ego.. a parte questo.. mi vengono in mente varie situazioni, alcune molto positive e alcune molto negative.

Partiamo dal positivo:

«Signoraggio: chi chiede la soluzione ammette ci sia un Problema.. e questa è cosa buona.» [sandropascucci, 2014]

Altrimenti perché lo chiederebbe?

Ti sei già convinto, quindi? Dopo due minuti e un semplice esempio di come la banca commerciale crei, dal nulla, i 200.000 euro per il mutuo della tua nuova casa.. così.. BUUM --> CONVINTO!!

Hai appena-appena sollevato la debole difesa de “Li prende dagli altri conti/correntisti” ma subito l’hai mollata di fronte al documento della Banca d’Inghilterra che dice come Lei, la BoE in persona (ma vale per tutte le BC) non ha (hanno) il controllo sulla creazione “endogena” della moneta nel circuito monetario[2], ovvero le banche commerciali creano tutto ciò che vogliono quando lo vogliono (ossia quando lo chiediamo in prestito), chiedendo pure di “portare garanzie” per quella FUFFA chiamata PRESTITO/MUTUO e che SOLO POI si rivolgono alla Banca Centrale per i bilanciamenti/legalità del caso.

Ad esempio in Italia e moltissimi altri paesi europei la BC dovrà custodire per conto della banca commerciale erogatrice del mutuo, un conto chiamato “RISERVA”, pari ad un euro ogni cento creati dalla banca commerciale di cui sopra dal nulla – ripetiamolo ad alta voce: dal nulla.

Ma in Canada o Timor Est o, appunto, Inghilterra o Australia, non serve nemmeno quel singolo euro! E non perché adottino altre “divise” [3] ma perché PER LEGGE non occorre questa IPOCRISIA chiamata “RISERVA FRAZIONARIA”, vendutaci da milioni di professori in migliaia di università di tutto il mondo, stampata su milioni di libri, grossi libri!!11!!

Così ora sei convinto! E chiedi, giustamente, una soluzione. Ma mi chiedo: perché? Se il problema è la creazione di moneta dal nulla – ripetiamolo ad alta voce: dal nulla – da parte delle banche commerciali.. allora basta toglier loro questo potere, no?

Oppure lo chiedi per altri motivi?

Dal tono si potrebbe capire se lo chiedi in tono di sfida ma anche la sfida è una cosa positiva, in fondo. Dobbiamo sempre ricordare che ci troviamo in una situazione COMPROMESSA, ossia persone e usanze sono GIA’ piegate al DIO DENARO DI IGB. Altrimenti sarebbe troppo facile far ragionare un savio, no?!

La cosa più dura di uno schiavo è quando lui vuol essere tale, a tutti i costi.

La parte negativa: non sarai di quelli che..

«Quelli che dicono: "neanche la conosci una soluzione al signoraggio!!" il che sarebbe da dimostrare ma: e se fosse così?? Che il Problema sparisce, forse?? Se il dottore dice che non conosce cura per la tua malattia mortale.. tu stai meglio e/o guarisci, forse? Questa non è cosa buona.» [sandropascucci, 2014]

Molti chiedono per STIZZA, per PAURA, per RABBIA. Vorrebbero mostrare al Mondo intero che una soluzione e’ impossibile! Oh quanto ne sarebbero sollevati!! Tutti quelli che “ok ma non puoi farci niente” o meglio (?) “se non fosse così staremmo ancora senza CIVILTA’ SOCIALE” (momamma!!)

In soldoni: è un male, secondo costoro[4], necessario. E non sanno vedere oltre.

Alcuni si convincono pure della “nostra” denuncia, a livello didattico e pure a livello tecnico, ma sono incapaci, anche questi pochi[5], di vedere OLTRE. Sono incapaci di crederci veramente nel cambiamento, sono incapaci di impegnarcisi(mibilitiki). Chi lo fa non lo fa per più di due anni (chi supera i tre anni è un PRIMITivo).

Ma ormai la LOGICA, in tutti, ha aperto uno squarcio, non più riparabile/richiudibile. L’ultima spiaggia, oggi, è la negazione della soluzione. E questo è molto squallido, per un essere umano.

Si è passati dalla negazione del problema alla negazione dell’esistenza di una soluzione. Laddove una soluzione viene proposta si attiva, immediatamente, la negazione della bontà/efficacia/urgenza di tale proposta soluzione.

L’ultimo baluardo, se mai qualche soluzione, per qualche strana alchimia cerebrale da parte dell’astante (ehi sveglia che sto parlando con/di te!!) venisse riconosciuta valida, performante, idonea.. beh.. c’è sempre il famoso discorso che chiamiamo la sindrome di chi viene alla festa[6].

Amen.

________________________________________________________________
[1] minkia! Poi dicono che non so l’itajano!
[2] creazione moneta endogena: vuol dire che è AL DI FUORI delle loro mura/potere/controllo/stampanti
[3] altre divise = “c’hanno li sòrdi diversi da li nostri”, ad esempio dollaro, sterlina ecc..
[4] perché l’oro ha un costo, non credere..
[5] ..che pochi non sono più..
[6] “la festa” viewtopic.php?p=8325#p8325

[^]

F

O

R

U

M

 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Torna a “Sandro Pascucci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".