Tempo da Diavoli

«Sentirò piacere infinito se da chi pensasse diversamente, e meglio, sarò con Ragioni e con Onestà oppugnato» [Ferdinando Galliani, "della moneta" - 1750]
sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Tempo da Diavoli

Messaggioda sandropascucci » 5 lug 2012, 12:53

P

R

I

M

I

T

[>>]

diablo.jpg
diablo.jpg (11.94 KiB) Visto 1575 volte

Tempo da Diavoli
[ 5.7.2012, di sandropascucci, http://www.signoraggio.comhttp://www.primit.it ]

Alla fine Egli fu preso, catturato, malmenato e messo con le spalle al muro, ben legato.
Il più forte, coraggioso e scaltro del villaggio si prese l'incarico di renderlo ammazzato.

Era il Gran Cacciatore, nessuno meglio di lui per svolgere quel mestiere.
Al più presto, prima che fuggisse, escogitando chissà quali astute mosse.

Ed eccoli lì, i due campioni. A terminare la più logora delle Questioni.

Da una parte quel poveretto incaprettato, con la testa cornuta chinata di lato

Che a mala pena dritto su quegli zoccoli tremanti si reggeva.
Sfinito, poco accorto, sanguinante. Tutta la sua forza era ora vacante.

E dinnanzi c’era lui, bello, alto, fulgido, con il fucile spianato.
Un colpo facile per chi, a occhi bendati, non sbagliava neanche i tiri più spinosi.

Chiuse un occhio, concentrò l’altro.
Prese la mira, puntò al cuore, il dito sul grilletto, pronto a tirare..

Il diavolo alzò un poco il capo, aprì faticosamente un occhio,
quello meno pesto, e sembrò guardare il cacciatore.
Mosse le labbra tumefatte ma non ne uscì alcun suono..

L’occhio chiuso del boia scelto si aprì a fessura.
Che diavolo aveva detto Quello? Un sortilegio, senza dubbio.
La sua ultima bestemmia, pensò il Giusto e ri-prese la mira.
L’indice si mosse, contratto sul grilletto.

Il Malconcio chiuse di nuovo quell’occhio nero, chinò la testa ed emise un suono lieve, come un sospiro.
Impercettibile per tutti ma non per un Gran Cacciatore da orecchio fino.

E così l’altro sbottò: “Che fai? Che vuoi? Che ridi?! Maledetta bestia, muori!”
- certo, ma tu togli la sicura.. o vuoi prolungarmi l’agonia?

L’altro esitò, colpito nel proprio forte EGO.
“Com’è possibile che io abbia lasciato fuori questa questione”,
pensò in un secondo, cercando col pollice il bottone.

“E’ dall’altra parte, piccolo uomo gretto”, rise bonariamente il diavolo.
“Quello è un Ferghettini, modello ’48”.

- E tu che ne sai - diede spago il cacciatore
- Vuoi scherzare, dico? – rise l’abominevole signore – Tutte le armi che sono costruite hanno un po’ di me dentro, per farle funzionare.
- Sì, può essere ma ora basta di parlare, ecco la sicura è tolta ed è pronto a fare il suo dovere.
- Se l’hai caricato, certo.. e scusa se ti tratto da giullare..
- Fai pure, scegli tu come gli ultimi istanti di vita vuoi passare..

Quello che non sapeva il Grandissimo Fulgido e Perfetto Cacciatore è che per il Diavolo il Tempo è un elastico relativo.
Ogni secondo son 100 anni e 100 anni sono un secondo. Dipende sempre, come più gli è di bisogno.

Così, le Immense Forze riacquistate, strappò i legacci ai polsi e ai polpacci.
E con la stessa facilità strappò gli occhi al Cacciatore.

E come diceva quello: “quando si spara si spara, non si chiacchiera”.
Specialmente se devi da sparà ar diavolo e no a ‘na cornacchia.

[^]

F

O

R

U

M

 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Torna a “Sandro Pascucci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".