Il denaro non esiste. Esiste solo il Tempo, il bene più..

«Sentirò piacere infinito se da chi pensasse diversamente, e meglio, sarò con Ragioni e con Onestà oppugnato» [Ferdinando Galliani, "della moneta" - 1750]
sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Il denaro non esiste. Esiste solo il Tempo, il bene più..

Messaggioda sandropascucci » 29 mag 2012, 14:24

P

R

I

M

I

T

[>>]

Il denaro non esiste. Esiste solo il Tempo, il bene più prezioso.
[di sandropascucci: 29.05.2012 – signoraggio.com - primit.it]


Ed il MIO, di Tempo, è ancor più prezioso (è il mio, eh!) per questo lo uso contro Il Grasso Bankiere, che cerca di rubarmelo da Sempre.

La Lotta al Signoraggio è una forma di autodifesa, quindi legittima e sovrana.

Il denaro non è che una misurazione, come il metro (vedi -> Auriti), il litro e l’ora.
Per tenerne [da] Conto si quantifica, in numeri, per visualizzarlo, per ragionarci meglio, in Simboli. Che poi è la stessa cosa: cos’è un “3” se non il simbolo di una certa quantità?

Per avere questo numeri, questi segni, simboli e disegni colorati occorre lavorare, ossia occorre, giustamente, impiegare il nostro Tempo per avere merci o servizi.

Perché nulla è gratis, neanche stare sotto un pero ad attendere che cada una pera da mangiare.

In soldoni noi diamo Tempo contro Moneta.

Ergo: avere [la possibilità di creare] Moneta equivale ad avere Tempo.

Infatti mentre io lavoro non ho Tempo [per andare al mare], mentre il Banchiere sì.

Perché? Perché il banchiere crea denaro e quindi [si] crea Tempo per andare al mare (che a me è vietato, poiché devo stare, FISICAMENTE, “al lavoro”).

Come funziona?

Semplice: io necessito di una automobile [per andare al mare? Anche].

Vado dal banchiere che crea il denaro necessario all’acquisto della vettura. Io mi metto a lavorare tutto il giorno per anni e anni per ripagare il banchiere che ha CREATO DAL NULLA la somma (il simbolo, i numeri) che io ho preso in prestito e che ho dato al fabbricante dell’auto (che si priva del frutto del suo lavoro – e quindi del suo Tempo).

Ma IO, intanto, non posso andare al mare perché devo lavorare, per pagare le cc.dd. “rate” (che contengono due parti, una parte CAPITALE e una parte INTERESSE sul capitale).

Il Grasso Banchiere quindi, da ora, comincia a riscuotere gli INTERESSI - su soldi che (1) non erano suoi e quindi (2) non se ne è privato perché (3) li ha creati dal nulla - e può andare al mare a godersi il sole. Sempre da ora inizia a distruggere la parte CAPITALE, che ha ANTICIPATO (sul Tempo) al fabbricante di automobili, per tramite del mio assegno firmato al momento della compra-vendita.

Il fabbricante d’auto neanche può andare al mare, poiché starà costruendo un’altra automobile, dato che è rimasto senza. Oppure andrà sì ora al mare a spendere i proventi della vendita appena conclusa ma in questo caso occorre LOGICAMENTE considerare che NON SIA andato al mare PRIMA della vendita stessa, in quanto impegnato nella fabbricazione FISICA dell’automezzo (POI venduto, a me).

Il fabbricante e l’acquirente di automobili si privano del Tempo (chi prima e chi dopo) per avere un bene materiale: l’automobile;
il primo nel [lavorare per] costruirla e il secondo nel comprarla [e lavorare per ripagare la banca].

Il banchiere NON LAVORA, NON SI PRIVA DI NULLA, NON RISCHIA NULLA (ti dà il prestito solo se gli dai IN GARANZIA, l’automobile! Se non paghi perdi FISICAMENTE l’auto!) e si gode i proventi della creazione dal nulla, ex-nihilo, del numerino, del simbolo, del denaro, ergo: della MONETA.

Il Tempo necessario a creare moneta si quantizza in pochi millesimi di secondo. Il Tempo di pigiare un bottone. Il Tempo per costruire una automobile è esorbitante e quello per ripagare la banca con rate mensili è sproporzionato, al confronto.

Quindi il Tempo è denaro e chi fabbrica denaro fabbrica Tempo, per sé.

E’ tutto così lineare e semplice ma questa semplice verità non saprai coglierla perché la tua mente vacua, per colpa mia che ho scritto 4 volte la parola “automobile”, si è già persa dietro ai cazzi e ai mazzi del colore della automobile, dietro il pensiero “ma ho pagato il bollo?” oppure confusa dalla polemica “eh! se andassero tutti a piedi” (che stai pensando ora, mentre sei in macchina – perché a piedi devono andare giustamente L’ANDRI, no? mica te, eh!), o ancora che rincorre (la tua mente) il pensiero del vero problema: L’INQUINAMENTO, il TRAFFICO, ecc..

Non saprai VEDERE l’elefante nel tuo stesso salottino borghese, nel tuo piccolo circolo ricreativo alternativo ecologico vegano “GIPSY9”, che si occupa dei prati verdi dell’Irlanda (però intanto TU respiri merda al centro di Milano – perché UNO dei problemi è veramente l’inquinamento ma lo è come UNO dei problema del prigioniero è il mangiare di merda ma “L’ALTRO”, quello VERO, sarà la prigionia, o no?).

La domanda è: QUAL E’ IL PRIMO PROBLEMA?

// Per chi ha un account Facebook: QUAL’E’ IL PRIMO PROBLEMA? //



---------

Addendum pseudo tecnico: il fatto che il banchiere distrugga la quota capitale a te non cambia nulla, ovvero NON TOGLIE/ALLEVIA NULLA, poiché tu mutuatario sei INDEBITATO dell’intero CAPITALE (creato dal nulla) più la parte INTERESSI.

La beffa è che mentre I.G.B. ha la CAPACITA’ -> POTERE <- di creare moneta dal nulla, tu NON HAI LA STESSA CAPACITA’ [di creare la parte Interessi].

Lui non si preoccupa di crearla, la parte Interessi, e lascia a te il PROBLEMA di andarla a reperire.

MA DOVE se lui è l’unico che crea e distrugge MONETA?

Come? Il termine “automobile” non compare 4 volte?

mavvvaffanculo, và!!

[^]

F

O

R

U

M

 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Torna a “Sandro Pascucci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".