SCOOP!! CI HANNO MENTITO PER 50 ANNI!!

..vediamo se interessa qualcuno..
sandropascucci
Messaggi: 12931
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

SCOOP!! CI HANNO MENTITO PER 50 ANNI!!

Messaggioda sandropascucci » 19 lug 2011, 13:46

:

:

QUINDI NON MANCAVANO I MURATORI! CI HANNO MENTITO PER 50 ANNI!!

Scoop! Una vecchia foto svela l’arcano sull’abbandono de L’Aquila ..
[19 luglio 2059, di sandropascucci: primit.it & signoraggio.com]

Per decenni ci hanno fatto credere che l’unica soluzione giusta e percorribile fosse stata presa, ossia abbandonare L’Aquila al suo destino di città fantasma. Ci dissero che era impossibile la ricostruzione della nostra bella città per “mancanza di risorse”. Tutti noi trovammo plausibile, anche se triste, la motivazione. D’altronde la logica ci dice quotidianamente che senza “risorse” non si può fare nulla. Abbiamo immaginato la frustrazione dei nostri poveri politici di fronte a questo ostacolo insormontabile: MANCANZA DI RISORSE.

«Aò! Se nun ce stanno nun ce stanno!» sbottò alla fine anche il defunto presidente del consiglio, scomparso un mese fa all’età di 12 anni (perché per lui il Tempo scorreva al contrario, novello Benjamin Button denoandri).

Pensammo ai locali amministratori, ai politici in quello che chiamavamo Parlamento. Le loro notti insonni, i loro pensieri vorticosi, le loro frenetiche consultazioni quotidiane su come e dove fosse mai possibile reperire queste RISORSE. Poveretti. Abbiamo sofferto con loro, nel momento che gettavano la chiave de L’Enorme Lucchetto che chiudeva per sempre L’Enorme Cancello, unico accesso al centro della città ormai in rovina.

Moltissimi esperti, accademici, professori studiarono su libri veramente enormi per trovare la soluzione. Non c’era, dissero alla fine, esausti. Ci ridevano in faccia per lo stress accumulato, poveri fiji e padri nostri. Si sostenevano l’un l’altro appoggiandosi tra loro e dandosi gran manate sulla schiena per spirito di fratellanza e, era evidente, per favorire la ripresa, uno scuotimento a quei corpi stanchi.

Oggi scopriamo da una vecchia foto la Verità!

Vogliamo mostrarvela così come è apparsa ai nostri increduli e sdegnati occhi:

primit_l11nel2011_aq_annuncio_old.png
primit_l11nel2011_aq_annuncio_old.png (252.39 KiB) Visto 2751 volte

L’abbiamo restaurata e così è come appariva in origine, nel lontano 2011:

primit_l11nel2011_aq_annuncio.png
primit_l11nel2011_aq_annuncio.png (224.66 KiB) Visto 2751 volte

QUINDI NON MANCAVANO I MURATORI! CI HANNO MENTITO PER 50 ANNI!!

Pare si fossero tenuti, in quell’epoca, vari tentativi per sottrarre L’Aquila al suo amaro destino. Una associazione no-profit addirittura fece numerosi sopralluoghi per sensibilizzare la popolazione, coinvolta in primis, sui veri ostacoli alla rinascita della città abruzzese.

Questa foto fu scattata nell’estate del 2011, durante uno degli eventi organizzati dal Programma per la Riforma Monetaria Italiana.

Osservando la foto si nota sullo sfondo l’edificio, ora adibito a torretta #666 del programma “Controllo Permanente del Territorio Mio_e-quando-dico-mio-dico-mio-di-IGB”, allora sede locale della vecchia Bankitalia S.p.A., divenuta poi «Comando Io Come Mi Gira Il Culo Alla Mattina» s.a.s.

Il PRIMIT sosteneva, non a torto diciamo oggi, col senno del poi, che

>
>
.. essendoci i materiali per costruire una casa ed essendoci chi quella casa mostra bisogno di abitarla e NON essendoci una moria di muratori, ossia chi in grado di costruirla, l’unico, UNICO, intoppo è la mancanza di MONETA??

Tale motivazione è però RIDICOLA, in quanto è come dire che l’impedimento per un ingegnere nel costruire strade sia la mancanza di kilometri!!

La MONETA si CREA. Lo fa il banchiere dal nulla? Lo puo’ fare ANCHE [e sostenevano “SOLO”, nei loro programmi di riforma - ndr] lo STATO/Amministratori/Comunità.

Senza muratori non si costruisce una casa. E’ ovvio. Ma se ci sono i muratori, se c’è il cliente, se c’è lo spazio.. cosa manca? Un pezzo di carta? Ma scherziamo?!

Queste sono parole provenienti da un file chiamato:
parlaparlatantostepecorenuntecapiscono.mp3 trovato negli archivi della locale gendarmeria IGBnesca.

Era uno stralcio di una registrazione avvenuta durante uno degli eventi popolari che l'associazione PRIMIT svolgeva periodicamente.

ad esempio: http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?p=31789#p31789

:

:



bozza
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Torna a “Ricostruire L'Aquila..”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".