la merda viene a galla..

..c'entra di brutto. Convinciti.
sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 6 mag 2011, 18:05

alleanzenograzie.png
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
enricogrosso
Messaggi: 1435
Iscritto il: 9 ago 2009, 8:38
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Abruzzo Marche Italy
azioni: manovalanza di piazza, volantinaggio in proprio, testimonianze videoriprese, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda enricogrosso » 29 lug 2012, 0:13

Dieci domande a Grillo
Gli espulsi di Cento ‘indagano’ sulla trasparenza nel Movimento 5 Stelle...

...Via allora alle dieci questioni che sperano trovino orecchie attente nella base degli attivisti (http://www.centoinmovimento.it). Si comincia con la domanda di fondo: “perché non esiste con voi (Grillo e Casalleggio, ndr) nessun tipo di dialogo e contradditorio, nemmeno in rete?”. E “chi sono le persone che formano lo “Staff”, come vengono scelte e chi le gestisce?”. “Come mai il Portale non è ancora attivo?”. “Che rapporti, oltre a quelli personali, lega Grillo alla Casaleggio & Associati?”.
Si passa quindi dall’organigramma dei Cinque Stelle agli interrogativi più critici: “Come e da chi vengono decisi i post e le espulsioni?” e “Perché gli stranieri legalmente sul suolo italiano non possono iscriversi al M5S?”. Un tema questo che, dopo l’infelice uscita di Grillo sulla cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, accalora notevolmente una discreta fetta del suo seguito. Sul punto interviene come sbarramento l’articolo 5 del Non statuto: “Il MoVimento è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni…”.
Si passa quindi a “Come pensate di scegliere le persone da candidare alle prossime elezioni politiche? Con quali strumenti?”, “Come verrà redatto il programma nazionale del M5S? Da Chi? Quando?”, “Come pensate di spegnere le derive a volte violente di alcuni che scambiano la rete per un ring?”. Ed infine, quest’ultimo non è un quesito che proviene solo da Cento,
“si va o no alle elezioni del 2013?”.

http://www.estense.com/?p=235650
“Il mondo non ricompensa onestà e indipendenza,bensì obbedienza e servilismo”
Enrico Grosso

mr.spyder
Messaggi: 2435
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda mr.spyder » 2 gen 2013, 11:42

!
Sabato, Dicembre 29th/ 2012

- di Vincenzo Folino -

Grillo getta la maschera e casca sul Signoraggio Bancario: la radice di tutti i mali

Il Nuovo Messia della democrazia on-line si arrende al Signoraggio Bancario: il Grande Bluff del Movimento 5 Stelle


Roma, Rovereto – Qualche giorno fa a Rovereto si è tenuta una delle tappe del tour di Beppe Grillo in giro per l’Italia. Alla fine del comizio, incalzato dalla domanda di un cittadino, Grillo ha detto la sua sul signoraggio bancario e sul tema della sovranità monetaria, ma ci torneremo tra poco. Sfruttiamo infatti l’occasione, vista la vicinanza delle prossime elezioni politiche, per darvi un quadro complessivo del Grillo-pensiero, e lo facciamo attraverso le sue parole. Il massimo rappresentante del Movimento 5 Stelle è partito proprio ribadendo i punti cardine del suo programma.

Il Programma di Grillo

Al primo posto troviamo la scomparsa “genetica” dei partiti, una scomparsa cui dovrebbe seguire, necessariamente – a suo dire – una piccola indagine fiscale. Nulla da obiettare! Perfettamente daccordo! Subito dopo, al secondo posto, troviamo nel "Grillo pensiero" chi dovrebbe riempire quest’assenza, ovvero i cittadini. ovviamente il riferimento di Grillo è alla composizione delle liste del suo Movimento, fatto di persone – a suo dire - valide ma comuni scelte da lui e dai suoi. Da qui è giunto poi l’imput per discutere delle “competenze del politico”: e nello specifico non possiamo non concordare con lui quando afferma, da buon comico, che “la competenza del politico oggi è avere competenza nei talk show, in televisione, sapersi comportare, avere le parole giuste..la competenza oggi del parlamentare è sedersi al suo posto. Ha due tasti – da detto – si o no, e gli dicono pure quale deve pigiare“. Parole sante,carissimo Grillo! A questo punto, dopo aver lodato il ruolo della rete e le funzioni che quest’ultima potrebbe assolvere (per esempio il Movimento 5 stelle ha tenuto le sue “primarie” online), è giunto il momento del Grillo-contro tutti, nel quale il leader del M5S ha ribadito come i suoi unici alleati, i suoi unici fratelli politici, saranno e sono “i movimenti, le associazioni, i cittadini, i gruppi dell’acqua pubblica, i gruppi della scuola”, e non i partiti. Tutti d'accordo! O quasi!

Grillo, i Partiti e la stretegia del PD

A proposito dei suoi prossimi avversari alle politiche, poi, i suoi commenti sono stati lapidari. Per esempio a proposito del PD ha sostenuto: “non viene eletto più da nessuno”. Grillo ha poi giustificato tale affermazione col seguente ragionamento, tutt’altro che deprecabile: “ il PD prende alcuni che non c’entrano col partito, ottime persone, la gente vota le persone, e il Pd entra dentro attraverso di loro. Per esempio a Milano hanno messo Pisapia, un ottimo avvocato, un’ottima persona, ma non è del Pd; a Genova Doria, che non è del Pd, e adesso lo stesso vale per Ambrosoli. Non hanno avuto il coraggio di mettere lì un loro esponente”. Al contrario – ha continuato Grillo - “noi non facciamo così, noi mettiamo una persona normale (?), una persona che rispetta quello che è il Movimento, non andiamo a prendere la persona famosa”.

Grillo e Monti

Così, tra una battuta e l’altra, è poi arrivato il momento di parlare di Mario Monti, definito da Grillo (giustamente) come il pari di un “curatore fallimentare”. Certo cari lettori, la situazione attuale del nostro Paese la conosciamo un pò tutti, sappiamo di aver avuto per oltre un anno un Premier non eletto, sappiamo che quest’ultimo si è recentemente dimesso dall’incarico, sappiamo dei suoi trascorsi, e sappiamo anche che, sempre lui, rivestirà un ruolo parimenti importante nel prossimo futuro. Ovvero: il solito teatrino all’italiana. Queste le parole del “gran comico” genovese a riguardo: ”ma se Berlusconi, Bersani, Casini e Montezemolo vogliono Monti, se tutti vogliono Monti, perché han fatto la crisi di governo, chi l’ha sfiduciato a lui? Si è sfiduciato da solo, è andato allo specchio e ha detto, "chi cazzo sono io?!”. Da qui inevitabile il suo commento successivo, da noi condiviso: ” ma allora, se sono tutti d’accordo, che senso ha spostare le elezioni a solo due mesi prima?”. Domanda più che giustificata a cui Grillo ha dato una risposta più che scontata dal suo punto di vista, ovvero che le altre coalizioni vogliono liberarsi di lui. Valutate voi.

Profeta di Democrazia o Volgare Imbonitore?

E così, dopo aver parlato, tra le altre cose, di argomenti scontati come debito, interessi sul debito, costi della politica, vitalizi e pensioni – il tutto ovviemente sempre condito da un’abbondante dose di battute e parolacce - ecco arrivare il momento che maggiormente ci interessa, quello in cui Grillo, incalzato dalla domanda di un cittadino, ha esposto il suo pensiero a proposito del signoraggio e della sovranità monetaria (tema ampiamente trattato da “Qui Europa”, per cui rimandiamo agli articoli presenti in archivio) la grande menzogna "liberalista" – come più volte denunciato dall'Osservatorio "Qui Europa" – che sta alla radice di tutti i mali.

Il Signoraggio Bancario – Qui Casca l'asino… anzi, il Grillo

La curiosità deriva non solo dall’importanza del tema, ma anche dal fatto che negli ultimi mesi Grillo è stato accusato di non parlare più di signoraggio, di essersi nascosto e strategicamente sottratto dal trattar più certi argomenti. E di farlo in quanto colluso al sistema, in quanto da troppo tempo a contatto con Casaleggio e la banca JP Morgan. Per non parlare dei rapporti tutt'altro che chiariti con l'Aspen Institute. Come abbiamo fatto fin qui, procediamo oltre analizzando sempre le sue parole: “Il signoraggio è il problema dei problemi , il più grave problema dei problemi. Il signoraggio è come l’auditel, è finto, sai che è finto, la moneta è finta, sai che è tutto finto, però l’accettiamo tutti, quindi è un sistema che se vai lì smonti tutto il meccanismo mondiale”. Cosa opporre a queste dichiarazioni? Niente! Semmai ci si aspetterebbe che queste fossero seguite dalla proposta di una soluzione. Ma il nulla più assoluto del comico ci getta nello sconcerto. La sua evidente e pratica (quanto surreale) resa.

Grillo: La strana resa al signoraggio e ai banchieri

E invece no, nessuna proposta e a maggior ragione nessuna soluzione. E allora, dopo una divagazione sul sistema bancario islamico, ha continuato così il suo monologo: “il signoraggio è il problema dei problemi, ma farlo capire è il problema maggiore . Quando ci sarà il regionalismo, se ci sarà.. allora lì ti puoi fare anche una piccola moneta alternativa per il 10% del Pil regionale, funziona nel piccolo, e allora eviti le banche, e c’è già il modo, la rete”. Insomma caro Grillo, in un mondo dove non si trova coerenza nemmeno a pagarla oro, posso ammettere di aver sentito questa tua proposta (per il 10% del Pil nazionale) già in occasione di uno dei tuoi spettacoli del 2007, quando di questi temi ancora ne parlavano in pochi, davvero pochi. Ma da allora cosa è cambiato? Nulla! Anzi! Risolvere il problema dei problemi con un buono sconto, il tutto aspettando che avvenga, forse, la regionalizzazione dell’Italia, mi pare francamente molto poco, anzi pochissimo. Drammaticamente poco! Così com’è imbarazzante sostenere che gli Italiani non capirebbero. Io non penso sia così caro Grillo, ed in ogni caso avresti sempre un’altra strada: spiegarcelo tu!

La Grande menzogna e il caso Orban

Dire che è impossibile per noi superare il signoraggio, vuol dire gettare fumo negli occhi degli elettori e di tutti gli Italiani onesti. Come giudicare all'ora l'azione del premier ungherese Victor Orban di qualche mese fa e la sua rifoma costituzionale per porre la Banca Centrale Ungherese sotto il controllo del Parlamento sottraendola alle grinfie della speculazione privata e ella BCE? Perchè di questo il Grillo parlante (in cui noi in un primo momento avevamo pur creduto) non ne parla? Perchè non pone nel suo programma la rinazionalizzazione della Banca d'Italia, privatizzata nel 1992 con il decreto Carli-Amato? Perchè non pretende che venga rispettata la Legge sulla Tutela del Risparmio del 2004, votata dal Parlamento ma mai applicata, che pretendeva la restituzione delle quote azionarie della B.I. da parte dei banchieri pivati di Intesa, Generali, Unicredit e compagnia bella? A voi la risposta, ed alla vostra intelligenza!

Vincenzo Folino (Copyright © 2012 Qui Europa)


http://www.quieuropa.it/grillo-e-il-sig ... um=twitter
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

Avatar utente
roberto
Messaggi: 43
Iscritto il: 26 ott 2012, 10:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: NOZONE
azioni: NOACTION

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda roberto » 3 gen 2013, 17:19

Parlo con tanti fans innamorati di Grillo. Incuriosito vado a vedere i video dei suoi comizi, leggo il programma sul suo sito. Mi accorgo che parla di sistema bancario e dice solo frasi ad effetto che dicono tutto e non dicono niente (in generale, c'è una programmazione neurolinguistica dietro ogni sua forma di comunicazione che non avete idea!). Guardate il suo discorso al teatro Smeraldo nel 2009, da min 15.05 a 16.08, nomina pure Sandro; ridice pedissequamente alcune frasi già dette anni prima in uno spettacolo dedicato al tema del monetarismo. Oggi parla di Banca nazionale... poi osanna lo shek, poi dice che quella del monetarismo è una battaglia persa. Bhà, a me sembra un ladro di intelletto altrui; ladro non perchè ne utilizza i contenuti, ma perchè li strumentalizza a suo uso e consumo quando e fin quando gli è comodo, non esitando a buttare tutto nel dimenticatoio appena la situazione non è più proficua per i suoi intenti.
La domanda a questo punto è questa: "ma è poi tanto differente dagli altri politici?". L'ho fatta a parecchi questi domanda e tutti mi hanno risposto più o meno così: ora come ora, tra i mali, Grillo è quello minore, o almeno votare lui serve a dare una lezione a quelli che già da 20 anni ci prendono per il culo. A me sembra di rivivere l'era del condottiero operaio (Pier), o del condottiero padano (El caprun), o, non così per assurdo, del socialista dal pugno di ferro (e dal cervello ben arruggin-ito).

Luca Mencaroni
Messaggi: 786
Iscritto il: 1 giu 2010, 3:21
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Perugia e dintorni
azioni: manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, su carta stampata, azioni folkloristiche, documentazione burocratica, contatti con altri "entità" (associazioni, enti, strutture..)
Località: Perugia

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda Luca Mencaroni » 4 gen 2013, 13:30

chi osanna??... Shrek?
Luca Mencaroni - Perugia

mr.spyder
Messaggi: 2435
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda mr.spyder » 4 gen 2013, 13:36

grillo è il sistema.
è utile al sistema.
è utile alla politica.
è l'utile idiota.

in sicilia ha raccattato circa il 25% dei consensi,se non ci fosse stato lui quasi certamente quel 25% sarebbe stato di astenuti...facendo salire la soglia dei non votanti al 75% (in pratica 3 su 4 degli aventi diritto)

grillo è l'antipolitica soltanto per i media,i quali l'hanno sponsorizzato dopo averlo ignorato per anni,fornendo (di fatto) una finta alternativa alla politica attuale alla gente stupidafa dei soliti magnaccioni.

se io ti dico "non pensare agli elefanti!" cosa ti viene in mente?

la gente è stufa dei politici?
i media chiamano grillo "antipolitico" e il popolino vota grillo per fare dispetto al politico.... (che poi manco vota lui!vota un movimento con un non-statuto-senza leader-ma che pende dalle parole del nazi-guru)
non è meglio di silvio,pierferdy,umberto o pierluigi...anzi
Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

mr.spyder
Messaggi: 2435
Iscritto il: 9 ago 2009, 10:14
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: palermo - messina
azioni: volantinaggio,donazioni,
organizzazione eventi,sbus,
idee,manovalanza,
condivisione beni e servizi
fra PRIMITivi o volenterosi
a consapevolizzarsi sullla
moneta debito
Località: palermo - messina

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda mr.spyder » 4 gen 2013, 18:30

Antonio Prezia, detto spyder... anche se non è importante chi sei,ma cosa vuoi fare per cambiare il mondo.

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 8 gen 2013, 10:48

e l'appello di grill0 che sfrutta il suo blog per la scomparsa di Missoni? quanti [di quei poveretti che scompaiono ogni giorno] possono godere di un tale privilegio? sì, certo, il blog è suo.. ma ci siamo capiti, no?
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 22 feb 2013, 11:05

PARADOSSI GRILLINI
Giulia Sarti, candidata M5s: "Prendiamo lezioni da ex-parlamentari"
La candidata Giulia Sarti: "Prendiamo lezioni da ex-parlamentari. Lo abbiamo già fatto con i consiglieri comunali e regionali"

Dall'offerta di scouting da parte del Pd ai consigli degli ex-parlamentari. Curiosa eterogenesi dei fini per i grillini. Nati per abbattere la seconda Repubblica, per mandare a casa la 'Casta', si affidano ora ad ex-parlamentari per raggiungere il proprio scopo. Lo rivela Giulia Sarti, capolista del M5s alla Camera in Emilia Romagna, in un'intervista all'Huffington Post: "Non siamo degli sprovveduti, ci stiamo preparando da tempo. Sì, ex parlamentari ci fanno lezione. Nomi non li facciamo, li abbiamo solo coinvolti per aiutarci a capire come funziona la macchina. E' gente esperta di Palazzo Madama e Montecitorio".

"Ci insegneranno come funziona la macchina" - La candidata grillina spiega poi i contenuti delle lezioni, spiegando che loro compito sarà quello di "insegnarci il funzionamento della macchina: dal diritto amministrativo alle funzioni delle singole commissioni, l'ordine dei lavori". Alla giornalista che le fa notare lo strano paradosso di un movimento anti-casta che prende lezioni da ex-parlamentari, la Sarti risponde: "In realtà stiamo assorbendo competenze per poter affrontare ciò che non conosciamo. Ma sono competenze di tipo burocratico e amministrativo". Sarà, ma adesso chi lo spiega agli elettori di Grillo?


source: liberoquotidiano.it
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 19 set 2016, 11:29

>
>
La chiamata prima di morire: feroce lite Grillo-Casaleggio
Grillo e il guru erano ai ferri corti prima della morte di Casaleggio. L'ultima lite: "Basta, non voglio più sentirti"

Claudio Cartaldo - Lun, 19/09/2016 - 09:50

Una lite telefonica prima della morte di Gianroberto Casaleggio e la sua successiva santificazione nel Blog di Grillo.

Parole dure che avrebbero incrinato di molto il rapporto tra il guru del Movimento Cinque Stelle e il suo comico leader.

Il libro sul M5S

A rivelarlo in un libro in uscita tra due mesi sono due ex dirigenti del Movimento, due persone state molto a contatto sia con Grillo che con la Casaleggio Associati e che ora denunciano la "morte" politica degli ideali grillini. Nicola Biondo, ex direttore della cominicazione grillina prima delle Europee del 2014, e Marco Canestrari, dipendente della Casaleggio Associati dal 2007, fino al 2010 è la "mente grigia" del Movimento, tanto da accompagnare Grillo nei VaffaDay e poter vantare un contatto diretto con il titolare della Associati.
Entrambi ora si godono la fuoriuscita altrove, anche se Canetrati è ancora iscritto al Movimento. "I valori e i principi del M5S sarebbero ancora attuali - scrivono - Ma sono stati traditi da vertici parlamentari che dimostrano come la scelta della classe dirigente sia stata un fallimento". Un libro che farà discutere dal titolo molto grillino: Supernova. A produrlo non sarà una casa editrice tradizionale, ma una piattaforma di rowdfunding, Produzioni dal Basso.

La lite Grillo-Casaleggio
La telefonata pochi giorni prima che il guru morisse si chiuse davvero bruscamente: "Vaffanculo! Non ti voglio più sentire", avrebbe detto Casaleggio a Grillo. Una rottura mai più risanata e non certo momentanea, ma frutto di mesi di tension dovuti alle scelte dei vertici del Movimento. Una telefonata "paradigma del nuovo assestamento strutturale che la “dirigenza” del Movimento sta perseguendo all’insaputa degli iscritti e di cui Grillo da tempo si lamenta". Il comico avrebbe anche confidato agli amici che "negli ultimi tempi Gianroberto si era come incattivito. A volte stentavo a riconoscerlo. Mi spiace sia finita cosi...".

In particolare a Grillo non è piaciuto non essere stato informato della migrazione dei contenuti online del Movimento dal Blog di Beppe Grillo al Blog a 5Stelle. Come non era al corrente della nascita della Fondazione Rousseau. "Da Genova - scrivono i due autori, riportati dalla Stampa - la cosa è stata presa male, perché in questo modo non è più il blog di Beppe il motore propulsore del Movimento. Casaleggio sceglie di guardare oltre il vecchio sodale, tutelando da una parte la sua azienda, dall’altra accontentando le richieste dei parlamentari che fanno un pressing asfissiante perché vogliono a tutti i costi un loro spazio che non sia all’ombra del blog di Grillo. E questo ovviamente al comico genovese non va giù".

I parlamentari in questione sono quelli del direttorio. Secondo Biondo e Canestrari solo Roberto Fico e Carla Ruocco rimangono fedeli ai due fondatori. Gli altri, Di Maio e Di Battista in testa, cercano in qualche modo di affrancarsi dalla figura del comico. "Non credo sia questo che la nostra gente vuole, io non mi riconosco in questa roba..", disse Grilo dopo la kermesse grillina di Imola. La vicenda Raggi a Roma ha solo acuito un'irritazione già acuta. Nel gennaio 2015 Riocco avrebbe detto: "Lui è morto, Beppe è isolato e io rimango con questi ragazzini cattivi".

La scalata di Di Maio e Davide Casaleggio
L'ultimo tassello della lotta intestina al Movimento è quello che vede protagonisti Di Maio e Davide Casaleggio. La partita si gioca su chi "ha accesso agli iscritti al blog e alla piattaforma Rousseau, può mettere le mani sul Movimento. È un database sterminato, un asset determinante per una piccola azienda di marketing digitale, e allo stesso tempo indispensabile per chi voglia guidare il Movimento". Di Maio e Casaleggio jr mettono all'angolo Grillo e "nemmeno lo informano più" di quanto hanno intenzione di fare. A fine luglio si vedono tutti a Genova per parlare della proprietà del simbolo, ma Grillo diserta ed invia un suo avvocato. Uno sgarbo. Roberto Fico confida agli amici: "Noi siamo in mezzo tra Beppe e Davide".

Molti parlamentari sono preoccupati che Grillo prima o poi ceda il simbolo al Direttorio. Lui nega: "State tranquilli, non ci penso nemmeno", ma la kermesse grillina di Palermo che si apre sabato prossimo potrebbe essere l'ultima per il comico.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 19 set 2016, 11:30

>
>
Gianroberto Casaleggio a Beppe Grillo: "Basta, non ti voglio più sentire". Il libro retroscena di due fuoriusciti M5s
la Stampa
Pubblicato: 19/09/2016 09:34 CEST Aggiornato: 1 ora fa GRILLO CASALEGGIO

Poco prima di morire Gianroberto Casaleggio ruppe con Beppe Grillo. È quanto emerge dal libro Supernova che racconta numerosi retroscena sul MoVimento 5 stelle. Il libro è stato scritto da Nicola Biondo e Marco Canestrari, in passato molto vicini ai due fondatori del MoVimento. L'anticipazione è riportata da un articolo pubblicato sul quotidiano la Stampa.

Quando Gianroberto Casaleggio muore, non si parla più da giorni con Beppe Grillo. L’ultima telefonata tra i due fu un’amara litigata che si concluse - ironia della storia - nello stesso modo in cui era iniziata l’avventura del Movimento: con un vaffa e la rabbia. Solo che stavolta a esser mandato a quel paese era Grillo stesso: dal suo interlocutore.
È solo una delle rivelazioni di un libro, dal titolo Supernova , che uscirà tra due mesi, sul sito www.supernova5stelle.it e sarà finanziato non da un editore tradizionale, ma attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso. Il testo, di cui stamattina sarà pubblicato online il primo capitolo che La Stampa può qui anticipare, è firmato da Nicola Biondo, ex capo della comunicazione del Movimento alla Camera, e da Marco Canestrari, per quattro anni, dal 2007 al 2010, vicinissimo a Gianroberto in Casaleggio associati. Canestrari, tuttora iscritto al M5S, accompagnava Grillo nei Vday, creò e organizzò il coordinamento dei meet up, e ha mantenuto in azienda, anche dopo l’uscita, amicizie che non si cancellano.
L’ultima telefonata
«Vaffanculo! Non ti voglio più sentire», grida dunque al telefono Casaleggio a Grillo. Pochi giorni dopo muore, e Grillo piange, senza aver avuto possibilità di un chiarimento con il suo amico. Non è uno scontro casuale, però, quello tra i due: è una divergenza strutturale su ciò che sta accadendo al Movimento, e sulla strada da prendere. Grillo confida ai suoi: «mi girano le scatole» - scrivono Biondo e Canestrari - per cos’è diventato il Movimento.

Ha nostalgia degli inizi, naif ma puri. È estromesso da scelte di fondo che avvengono senza che lui le conosca: su tutte, la migrazione, cruciale, dal blog beppegrillo.it a ilblogdellestelle.it. Grillo non ne era stato informato, è un’altra rivelazione di Biondo e Canestrari: «Da Genova la cosa è stata presa male, perché in questo modo non è più il blog di Beppe il motore propulsore del Movimento. Casaleggio sceglie di guardare oltre il vecchio sodale, tutelando da una parte la sua azienda, dall’altra accontentando le richieste dei parlamentari che fanno un pressing asfissiante perché vogliono a tutti i costi un loro spazio che non sia all’ombra del blog di Grillo. E questo ovviamente al comico genovese non va giù».
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 19 set 2016, 11:31

>
>
Esplora il significato del termine: IL RETROSCENA
«Quell’ultimo litigio tra Grillo e Casaleggio»: il pamphlet degli ex
In uscita tra due mesi «Supernova», il libro scritto dagli ex pentastellati Canestrari e Biondo: «Fallita la scelta dei dirigenti»
di Marco Imarisio

Non tutti i vaffa sono uguali. Ma questo potrebbe diventare il più importante nella storia pur piena di inviti a visitare quel paese del Movimento 5 Stelle. Se confermato, cosa che appare difficile. Eppure sono in molti a sapere del modo brusco con il quale un Gianroberto Casaleggio ormai molto provato dalla malattia concluse la sua ultima telefonata con Beppe Grillo, l’amico di sempre. Pochi giorni dopo il cofondatore milanese di M5S sarebbe morto all’Istituto Auxologico di Milano. «Questa è la vera storia di una rivoluzione fallita nel più triste degli inganni». Eccolo, il libro del quale si discute da giorni nel mondo pentastellato. Magari non farà tremare il direttorio, Davide Casaleggio e l’ala governativa del M5S, i suoi bersagli, ma dovrebbe indurre a qualche riflessione. Il pamphlet, perché alla fine di questo di tratta, si intitola Supernova, come le esplosioni delle stelle. L’opera completa uscirà tra due mesi e sarà finanziata attraverso crowdfunding su supernova5stelle.it, ma da ieri notte è visibile online il primo capitolo.
Gli autori sono due ex dirigenti pentastellati uniti da una visione idealistica del Movimento e da una uscita di scena alquanto brusca, una specialità della casa. Nicola Biondo ha diretto la comunicazione dei deputati M5S fino alla sconfitta del giugno 2014 alle Europee. Prima di allora era stato perito giudiziario, aveva scritto inchieste e reportage per approdare infine al blog di Beppe Grillo. Gli è stata fatale una assemblea dove la sua critica della strategia del M5S risultò indigesta ad alcuni parlamentari di vaglia. Oggi si gode la buonuscita e coltiva un orto vista mare a San Vito Lo Capo, in Sicilia. Marco Canestrari entrò alla Casaleggio Associati nel 2007, a soli 24 anni, su chiamata diretta del titolare. Divenne responsabile dei Meet up per il sacro blog. Con uno sfottò affettuoso Grillo lo chiamava «la mente grigia». Li ha visti da molto vicino. Un tecnico fondatore, o quasi. Ha sbattuto contro gli spigoli di Casaleggio figlio. Non si amavano. Ancora oggi Canestrari, operatore informatico con base a Londra, risulta iscritto al M5S. «I valori e i principi del M5S sarebbero ancora attuali» dicono. «Ma sono stati traditi da vertici parlamentari che dimostrano come la scelta della classe dirigente sia stata un fallimento».
Quell’ultima telefonata diventa «il paradigma del nuovo assestamento strutturale che la “dirigenza” del Movimento sta perseguendo all’insaputa degli iscritti e di cui Grillo da tempo si lamenta». Secondo gli autori, negli ultimi mesi di vita Casaleggio non ha mai informato Grillo di alcuni passaggi fondamentali. La nascita del Blog delle Stelle, la piattaforma Rousseau. «In questo modo non è più il blog di Grillo al centro delle attenzioni; il motore propulsore di M5S, la sua comunicazione, migrano altrove». Nel gennaio 2015 la fedelissima Carla Ruocco accusa di ingratitudine Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista che dopo la «Notte dell’onestà» a Roma avrebbero affermato di poter fare a meno del comico genovese. Ai funerali di Casaleggio se ne esce con una battuta che riassume lo spirito di questo pamphlet. «Lui è morto, Beppe è isolato e io rimango con questi ragazzini cattivi». Tutti episodi che necessitano di conferma. A modo suo Supernova testimonia l’asprezza della lotta intestina del M5S. Governativi e ortodossi gli uni contro gli altri, con il premio finale rappresentato dalla gestione del database dei blog, ovvero degli iscritti del Movimento. Biondo e Canestrari sostengono che l’imminente Festa nazionale dei 5 Stelle potrebbe essere l’ultima con Grillo nella veste di leader. Per ora è solo una profezia. La scelta di tempo per il lancio del libro comunque è perfetta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
18 settembre 2016 (modifica il 18 settembre 2016 | 23:07)
© RIPRODUZIONE RISERVATAIL RETROSCENA
«Quell’ultimo litigio tra Grillo e Casaleggio»: il pamphlet degli ex
In uscita tra due mesi «Supernova», il libro scritto dagli ex pentastellati Canestrari e Biondo: «Fallita la scelta dei dirigenti»
di Marco Imarisio
Beppe Grillo con Marco Canestrari shadow
1
118
9
Non tutti i vaffa sono uguali. Ma questo potrebbe diventare il più importante nella storia pur piena di inviti a visitare quel paese del Movimento 5 Stelle. Se confermato, cosa che appare difficile. Eppure sono in molti a sapere del modo brusco con il quale un Gianroberto Casaleggio ormai molto provato dalla malattia concluse la sua ultima telefonata con Beppe Grillo, l’amico di sempre. Pochi giorni dopo il cofondatore milanese di M5S sarebbe morto all’Istituto Auxologico di Milano. «Questa è la vera storia di una rivoluzione fallita nel più triste degli inganni». Eccolo, il libro del quale si discute da giorni nel mondo pentastellato. Magari non farà tremare il direttorio, Davide Casaleggio e l’ala governativa del M5S, i suoi bersagli, ma dovrebbe indurre a qualche riflessione. Il pamphlet, perché alla fine di questo di tratta, si intitola Supernova, come le esplosioni delle stelle. L’opera completa uscirà tra due mesi e sarà finanziata attraverso crowdfunding su supernova5stelle.it, ma da ieri notte è visibile online il primo capitolo.
Gli autori sono due ex dirigenti pentastellati uniti da una visione idealistica del Movimento e da una uscita di scena alquanto brusca, una specialità della casa. Nicola Biondo ha diretto la comunicazione dei deputati M5S fino alla sconfitta del giugno 2014 alle Europee. Prima di allora era stato perito giudiziario, aveva scritto inchieste e reportage per approdare infine al blog di Beppe Grillo. Gli è stata fatale una assemblea dove la sua critica della strategia del M5S risultò indigesta ad alcuni parlamentari di vaglia. Oggi si gode la buonuscita e coltiva un orto vista mare a San Vito Lo Capo, in Sicilia. Marco Canestrari entrò alla Casaleggio Associati nel 2007, a soli 24 anni, su chiamata diretta del titolare. Divenne responsabile dei Meet up per il sacro blog. Con uno sfottò affettuoso Grillo lo chiamava «la mente grigia». Li ha visti da molto vicino. Un tecnico fondatore, o quasi. Ha sbattuto contro gli spigoli di Casaleggio figlio. Non si amavano. Ancora oggi Canestrari, operatore informatico con base a Londra, risulta iscritto al M5S. «I valori e i principi del M5S sarebbero ancora attuali» dicono. «Ma sono stati traditi da vertici parlamentari che dimostrano come la scelta della classe dirigente sia stata un fallimento».
Quell’ultima telefonata diventa «il paradigma del nuovo assestamento strutturale che la “dirigenza” del Movimento sta perseguendo all’insaputa degli iscritti e di cui Grillo da tempo si lamenta». Secondo gli autori, negli ultimi mesi di vita Casaleggio non ha mai informato Grillo di alcuni passaggi fondamentali. La nascita del Blog delle Stelle, la piattaforma Rousseau. «In questo modo non è più il blog di Grillo al centro delle attenzioni; il motore propulsore di M5S, la sua comunicazione, migrano altrove». Nel gennaio 2015 la fedelissima Carla Ruocco accusa di ingratitudine Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista che dopo la «Notte dell’onestà» a Roma avrebbero affermato di poter fare a meno del comico genovese. Ai funerali di Casaleggio se ne esce con una battuta che riassume lo spirito di questo pamphlet. «Lui è morto, Beppe è isolato e io rimango con questi ragazzini cattivi». Tutti episodi che necessitano di conferma. A modo suo Supernova testimonia l’asprezza della lotta intestina del M5S. Governativi e ortodossi gli uni contro gli altri, con il premio finale rappresentato dalla gestione del database dei blog, ovvero degli iscritti del Movimento. Biondo e Canestrari sostengono che l’imminente Festa nazionale dei 5 Stelle potrebbe essere l’ultima con Grillo nella veste di leader. Per ora è solo una profezia. La scelta di tempo per il lancio del libro comunque è perfetta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
18 settembre 2016 (modifica il 18 settembre 2016 | 23:07)
© RIPRODUZIONE RISERVATA
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 19 set 2016, 11:37

>
>
Online il primo capitolo di Supernova, il libro che fa tremare i cinquestelleOnline il primo capitolo di Supernova, il libro che fa tremare i cinquestelle
In Rete un’anticipazione del pamphlet scritto dagli ex M5s Marco Canestrari e Nicola Biondo che svela i retroscena del Movimento
di MONICA RUBINO

19 settembre 2016

ROMA - "Questa è la vera storia del primo vincente esperimento politico mai nato in Rete. Ma anche la storia del più grande raggiro di massa mai messo in atto in una democrazia occidentale". Comincia così Supernova, il libro che svela i retroscena dei cinquestelle, scritto da due ex comunicatori del Movimento, Marco Canestrari e Nicola Biondo. Del pamphlet si parla da giorni in Rete e oggi sono disponibili online l’introduzione e il primo capitolo sul sito supernova5stelle.it, ma solo per chi sostiene con almeno 5 euro la piattaforma di crowdfunding "Produzioni dal Basso" che finanzia la pubblicazione del volume.

L'ultima telefonata. Supernova è il racconto di una rivoluzione fallita. E il titolo, che indica un'esplosione stellare, non è casuale. Scrivono ancora gli autori nell'introduzione: "Una rivoluzione allegra, pulita, sincera. Fallita nel più triste degli inganni, come un incubo che prende vita giorno dopo giorno". Il libro narra anche la storia di una frattura insanabile, quella tra Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, avvenuta pochi giorni prima della morte di quest'ultimo. Il primo capitolo da oggi in Rete si intitola "L'ultima telefonata", quella intercorsa, appunto, fra i due fondatori del Movimento: "La voce è un grido e il grido è un 'Vaffanculo' - si legge nelle prime pagine - Solo che non c’è una folla acclamante davanti, e non c’è una piazza. C’è un uomo e quell’uomo è Beppe Grillo. E l’invito ad andare a quel paese è rivolto a lui. Al telefono. Da Gianroberto Casaleggio". Pochi giorni dopo Casaleggio muore senza che Grillo abbia avuto la possibilità di chiarire con il suo amico.

Secondo gli autori di Supernova, quell'ultima telefonata "testimonia quello che il Movimento già non è più, spiega cosa sta diventando, descrive il rimpianto di Beppe per quello che sarebbe dovuto essere. È il paradigma di un nuovo assestamento strutturale che la 'dirigenza' sta perseguendo". Nel silenzio della base degli iscritti, che è all'oscuro di tutto. Tre sono gli 'attori' del nuovo corso: Grillo, Davide Casaleggio che ha preso il posto del padre alla guida dell'azienda di famiglia - la Casaleggio Associati - e il direttorio. "La posta è enorme - scrivono Canestrari e Biondo - chi ha accesso agli iscritti al blog e alla piattaforma Rousseau può mettere le mani sul Movimento".

Il motivo dello scontro. All'origine dello scontro tra Beppe e Gianroberto c'è la migrazione dal blog beppegrillo.it a ilblogdellestelle.it, di cui il comico genovese non era stato informato, e la nascita di Rousseau. Grillo la prende male, spiegano gli autori di Supernova, perché in questo modo non c'è più il suo blog al centro delle attenzioni, "non è più il motore propulsore del Movimento". Ma "Casaleggio sceglie di guardare oltre il vecchio sodale, tutelando da una parte la sua azienda, dall'altra accontentando le richieste dei parlamentari che fanno un pressing asfissiante perché vogliono a tutti costi un loro spazio che non sia all'ombra del blog di Grillo. E questo ovviamente al comico genovese non va giù". Sono già alcuni mesi che si trova a disagio, si legge nel libro: "Grillo, fuori dal palco, nel Movimento conta sempre meno, soprattutto nella sua gestione quotidiana, ormai sempre più accentrata a Roma". I due fondatori perdono progressivamente uomini nel Direttorio: solo Carla Ruocco e Roberto Fico restano loro fedeli, mentre Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, in piena ascesa romana, dopo la "Notte dell'Onestà" a Roma nel gennaio 2015 avrebbero affermato di poter fare a meno di Grillo. Meritandosi per questo l'appellativo di "ragazzini cattivi", affibbiato loro dalla Ruocco.

L'insofferenza del direttorio. E così a fine luglio 2016, Di Maio e Di Battista salgono con gli altri membri del direttorio a Genova per parlare di tante cose, ma soprattutto di simbolo e proprietà del Movimento. Grillo diserta e manda all'incontro suo nipote Enrico, avvocato e vicepresidente dell'associazione Movimento Cinque Stelle, formata da Beppe, il nipote Enrico e il commercialista Enrico Nadasi. "Poco o nulla trapela su quell'incontro - racconta il libro - tutto rimane segreto. Ci sono casi in cui lo streaming è meglio non farlo". Ma Roberto Fico si lascia scappare: "Noi siamo in mezzo tra Beppe e Davide". I rapporti tra i due, infatti, sono tesissimi. "L'indomani dell'incontro di Genova - scrivono Biondo e Canestrari - i cinque del direttorio vanno a Milano proprio da Davide Casaleggio. E la frattura tra loro diventa pubblica per una forzatura di Casaleggio jr, che poco dopo l'incontro con il direttorio pubblica un post: 'Da domani si vota sul nuovo statuto'. È uno strappo. Ma a quell'annuncio non segue più nulla, il silenzio. Fino ad oggi".

Statuto e simbolo. Tanti parlamentari chiamano Grillo per sapere se davvero vuole lasciare il simbolo al direttorio, ma lui rassicura: "State tranquilli, non ci penso nemmeno". E così, si legge in Supernova, "l'ultima spallata a Grillo viene sventata. Ma la resa dei conti è solo rimandata". Rimane sul piatto la questione legale: "A chi appartengono gli iscritti del Movimento - si chiedono Canestrari e Biondo - all'associazione Movimento Cinque Stelle o all'azienda Casaleggio Associati nei cui server sono contenuti tutti i loro dati? E chi li gestirà in futuro quando sarà pronto un nuovo statuto del Movimento?". Quest'incertezza, sottolineano gli autori di Supernova, è anche il motivo per cui non sono stati rispettati i tempi annunciati per la pubblicazione del nuovo statuto: "Doveva essere pronto prima della prossima festa nazionale dei Cinque Stelle, che sarà a Palermo il 24 e 25 settembre. E se quella di Imola è stata l'ultima festa di Gianroberto Casaleggio, questa di Palermo che arriva tra mille difficoltà e imbarazzi, potrebbe essere davvero l'ultima festa di Beppe Grillo da leader del Movimento".
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: la merda viene a galla..

Messaggioda sandropascucci » 19 set 2016, 16:23

da: https://www.produzionidalbasso.com/proj ... -5-stelle/

1909 ore 14.00 € 1.165,00 di € 10.000 130 sostenitori
1909 ore 16.00 € 1.365,00 di € 10.000 156 sostenitori
1909 ore 17.30 € 1.565,00 di € 10.000 175 sostenitori
1909 ore 17.35 € 1.575,00 di € 10.000 176 sostenitori
2009 ore 10.00 € 2.225,00 di € 10.000 267 sostenitori
2009 ore 20.00 € 2.570,00 di € 10.000 323 sostenitori
2109 ore 09.00 € 2.685,00 di € 10.000 338 sostenitori
2109 ore 21:25 € 2.967,00 di € 10.000 362 sostenitori
2209 ore 14:30 € 3.037,00 di € 10.000 368 sostenitori
2609 ore 10:00 € 3.457,00 di € 10.000 429 sostenitori
01022018 € 5.747,00 di € 10.000 596 sostenitori
LA CAMPAGNA E' CHIUSA..
tanto la modalità era: Modalità raccogli tutto

B
K
P
sandropascucci
In base al famoso proverbio parigino: «Lo puerche duope magnàto revòteca lla scifa» non darò i miei soldi per aiutare chi ha aiutato a infangare il signoraggio. Starò seduto sul fiume.


>
>
alessandro.bragaglia
Sono un ex elettore deluso (tornato all'astensione) del M5S che si è pure scontrato con la mafietta del blog di Grillo (Manuela Bellandi, "Max Stirner" etc.). Leggerò con grande interesse.
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA


Torna a “beppE grill0”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".