il grillo banchiere

..c'entra di brutto. Convinciti.
Avatar utente
Valerio Raiola

il grillo banchiere

Messaggioda Valerio Raiola » 2 apr 2011, 20:18


sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda sandropascucci » 2 apr 2011, 20:44

anche grill0 usa i due puntini??
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

Avatar utente
Valerio Raiola

Re: il grillo banchiere

Messaggioda Valerio Raiola » 2 apr 2011, 21:10

No! Usa il punto e virgola e " qual è " con l'apostrofo! :D

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda sandropascucci » 29 gen 2013, 11:05

grill0 difende le banche:

>
>
Io vengo da Genova, come il dottor Profumo, conosco il dottor Profumo, la vita che ha fatto, era un ex casellante, lavorava di sera, si è fatto da solo, un uomo molto importante, però è un uomo completamente non adatto a gestire questa situazione perché è indagato di frode fiscale. Questa banca era una banca florida, era una banca straordinaria, nel ‘95 è stata diciamo privatizzata, queste parole che ormai non hanno più assolutamente il significato che avevano, è stati politicizzata, è entrato un partito dentro con una fondazione, nominata da chi sapete benissimo comuni, regione, provincia, sono entrati questi del PD, ex DS, che ha governato questa regione per 40 anni.
Da lì è stato compiuto, dall’inizio, lo scempio totale di questa banca, è stata privatizzata, una Spa, portata in borsa, fondazione, ha iniziato a allargare al mercato.
Quando non si hanno i concetti si parla del mercato, ma chi è il mercato? Il mercato che gioisce? Il mercato che resta sbigottito? Che perde? Il mercato sono i soliti squali il mercato, che entrano nelle spa, nelle società, e parliamo di Caltagirone, Gnutti, sono sempre gli stessi. Questi entrano, investono e vogliono i dividendi, per dare i dividendi questi signori hanno disintegrato una delle più belle banche del mondo. [beppegrillo.it]


in realtà..

>
>
“Non era il Pd locale che influenzava la Banca, ma era la Banca che influenzava il Pd locale tant'è che i sindaci prima di Ceccuzzi erano espressione diretta del management della Banca”. A dirlo è il responsabile economico del Partito Democratico Stefano Fassina, intervenuto a Nove in Punto, su Radio24, sul tema MPS. “Se c'è stata una gestione sbagliata, come credo, - aggiunge - riguarda le scelte manageriali. Ritengo che sia stato un errore da parte della Fondazione quello di non scendere nel capitale della Banca come hanno fatto tante altre Fondazioni, ma di indebitarsi per mantenere il 49% del capitale della Banca”. Sul rapporto del partito con la banca Fassina dice che “è nella legge che quelle nomine siano fatte dagli enti territoriali, enti territoriali che a Siena erano espressione della Banca. Cioè il rapporto tra Banca e amministrazioni o partito è inverso di quello che si tenta di descrivere”. [http://www.partitodemocratico.it/doc/249331/luomo-del-monte.htm]




sottolineato e rosso mio
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

ivanopino
Messaggi: 1415
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: il grillo banchiere

Messaggioda ivanopino » 29 gen 2013, 20:34

>
>
«Io ho delle azioni che mi sono state date ieri. Ho perso trenta euro».
Poi, al presidente dell'istituto senese, Alessandro Profumo: «Lei capisce che a Genova trenta euro sono importanti»

Prende pure per il culo il Socio/Azionista grillo (questo sta ovunque come il prezzemolo, sbaglio o era anche all'assemblea degli azionisti Telecom?).
Adesso i grillini diranno che ha comprato le azioni solo per andare a parlare in assemblea...poveri fessi
Ivano Pino

Huro Chan
Messaggi: 735
Iscritto il: 25 ago 2009, 20:59
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Berlino
azioni: Traduzioni in/da inglese, grafica, audio, video, contatti con altre "entità", pagamento quota, manovalanza di piazza, volantinaggio in proprio, organizzazione eventi/conferenze.
Località: Berlino + Bologna + Potenza
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda Huro Chan » 11 feb 2013, 11:03

Attenzione, colpo di scena in quel di Trento..:"Vogliamo la sovranità monetaria. Vogliamo uno Stato nostro e una banca di Stato." Non sapevo se postarla in questo Thread o in quello sulla peculiaritá dei fan..

https://www.youtube.com/watch?v=C-Dcu33 ... e=youtu.be
Arturo Tobia - Berlino

'Il denaro è un'allucinazione collettiva.'
[F.Battiato]

‘Who controls energy controls whole continents, who controls food controls people, who controls money can control the entire world’. [H. Kissinger]

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda sandropascucci » 11 feb 2013, 11:51

ovviamente ci sono idioti che dicono "ok, ora ti voto!!" ma non è scritto nulla nel programma-non-programma.. CVD
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda sandropascucci » 5 mar 2013, 10:19

>
>
GOLDMAN SACHS APPROVA IL MOVIMENTO CINQUE STELLE
Scritto da Mattia Sguazzini Sabato, 02 Marzo 2013 19:30
Email Video Stampa
-
Goldman Sachs, la banca obiettivo di più di una critica da parte di Beppe Grillo, approva il successo elettorale del Movimento Cinque Stelle per mano del proprio alto dirigente Jim O’Neill, che vede nel movimento un possibile fautore di possibile cambiamento per “il particolare fascino di massa”, che “potrebbe essere il segnale dell’inizio di qualcosa di nuovo”.
Jim O’Neill è un economista inglese, nativo di Manchester, Presidente dell’Asset Managment di Goldman Sachs. In una relazione pubblicata ieri sul sito ufficiale della banca ha esposto il suo punto di vista sulle elezioni politiche italiane degli scorsi giorni.
La nota espone una sfumatura di sottovalutazione dell’economista nei confronti della situazione politica ed economica italiana: “La settimana prossima sarò ospite di un forum finanziario sulle coste del Lago di Como, e sarà interessante ascoltare il dibattito (nonostante io arriverò dall’entusiasmo maggiore che vivrò all’Old Trafford pochi giorni prima)”.

La nota espone, poi, tre osservazioni sull’esito delle elezioni italiane: “In primo luogo, trovo il risultato molto emozionante, oltre che un po’ strano, per un paese in cui il PIL non è sostanzialmente cambiato dall’inizio dell’Unione Economica e Monetaria nel 1999. Devono esserci grandi cambiamenti. Forse questo risultato elettorale e il richiamo di massa del Movimento Cinque Stelle potrà essere il segnale dell’inizio di qualcosa di nuovo?”.

Il punto successivo è collegato allo stesso programma del M5S e alle parole di Grillo che sono arrivate all’estero, visto che tratta della riduzione del debito: “In secondo luogo, per la consolidata élite italiana e, soprattutto, gli altri centri di potere europei, in particolare quelli di Berlino e Francoforte, questo risultato è molto vicino a un incubo. In effetti, mette in discussione molti aspetti dello status quo, tra cui la diffusa visione per cui la riduzione del debito con il puro fine di ridurre il debito non solo è una causa giusta e da supportare, ma è un elemento necessario per attrarre sostegno politico. Ora si vedrà se questi ambienti possano essere aperti al cambiamento, mettendo in discussione questa convinzione. Ma ho il sospetto che ciò non avverrà rapidamente o facilmente”.
Il terzo punto, ritenuto il più importante da parte di O’Neill, sostiene che il “vero problema dell’Italia è l’assenza di crescita economica, che ha causato l’aumento del debito, senza, però, attrarre problemi comuni ad altri paesi dell’Eurozona in crisi. L’analisi del ciclo fiscale italiano mostra un modesto attivo, superiore a quello degli altri paesi sviluppati. Io ritengo che una opprimente politica fiscale fine a sé stessa, con un obiettivo di vaga riduzione del debito, non sia una strategia intelligente".

L’economista conclude con un’accesa e netta critica alle politiche di austerity, palesate, secondo lui, dall’esito stesso delle elezioni politiche: “L’Italia deve riformare il suo mercato dei prodotti e del lavoro e aumentare la produttività a livello nazionale. Ha bisogno del sostegno tedesco e della BCE, a fine di rimanere nella Unione Economica e Monetaria, soprattutto ora, per fermare una potenziale escalation di inutili aumenti dei rendimenti obbligazionari. In Italia la riforma non equivale ad austerità, e i suoi elettori lo hanno appena dimostrato”.

http://www.you-ng.it/news/politica-e-at ... telle.html
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

sandropascucci
Messaggi: 12962
Iscritto il: 5 ago 2009, 17:22
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Roma-Lazio-Italia
azioni: articoli, manovalanza di piazza, pagamento quota, volantinaggio in proprio, oratore FdEV, costruzione "cose", scrittura articoli, interventi sul WEB, documentazione burocratica, contatti con altre "entità" (associazioni, enti, strutture..)..
Contatta:

Re: il grillo banchiere

Messaggioda sandropascucci » 5 mar 2013, 10:22

>
>
GOLDMAN SACHS APPROVA IL MOVIMENTO CINQUE STELLE
Scritto da Mattia Sguazzini Sabato, 02 Marzo 2013 19:30
Email Video Stampa
-
Goldman Sachs, la banca obiettivo di più di una critica da parte di Beppe Grillo, approva il successo elettorale del Movimento Cinque Stelle per mano del proprio alto dirigente Jim O’Neill, che vede nel movimento un possibile fautore di possibile cambiamento per “il particolare fascino di massa”, che “potrebbe essere il segnale dell’inizio di qualcosa di nuovo”.
Jim O’Neill è un economista inglese, nativo di Manchester, Presidente dell’Asset Managment di Goldman Sachs. In una relazione pubblicata ieri sul sito ufficiale della banca ha esposto il suo punto di vista sulle elezioni politiche italiane degli scorsi giorni.
La nota espone una sfumatura di sottovalutazione dell’economista nei confronti della situazione politica ed economica italiana: “La settimana prossima sarò ospite di un forum finanziario sulle coste del Lago di Como, e sarà interessante ascoltare il dibattito (nonostante io arriverò dall’entusiasmo maggiore che vivrò all’Old Trafford pochi giorni prima)”.

La nota espone, poi, tre osservazioni sull’esito delle elezioni italiane: “In primo luogo, trovo il risultato molto emozionante, oltre che un po’ strano, per un paese in cui il PIL non è sostanzialmente cambiato dall’inizio dell’Unione Economica e Monetaria nel 1999. Devono esserci grandi cambiamenti. Forse questo risultato elettorale e il richiamo di massa del Movimento Cinque Stelle potrà essere il segnale dell’inizio di qualcosa di nuovo?”.

Il punto successivo è collegato allo stesso programma del M5S e alle parole di Grillo che sono arrivate all’estero, visto che tratta della riduzione del debito: “In secondo luogo, per la consolidata élite italiana e, soprattutto, gli altri centri di potere europei, in particolare quelli di Berlino e Francoforte, questo risultato è molto vicino a un incubo. In effetti, mette in discussione molti aspetti dello status quo, tra cui la diffusa visione per cui la riduzione del debito con il puro fine di ridurre il debito non solo è una causa giusta e da supportare, ma è un elemento necessario per attrarre sostegno politico. Ora si vedrà se questi ambienti possano essere aperti al cambiamento, mettendo in discussione questa convinzione. Ma ho il sospetto che ciò non avverrà rapidamente o facilmente”.
Il terzo punto, ritenuto il più importante da parte di O’Neill, sostiene che il “vero problema dell’Italia è l’assenza di crescita economica, che ha causato l’aumento del debito, senza, però, attrarre problemi comuni ad altri paesi dell’Eurozona in crisi. L’analisi del ciclo fiscale italiano mostra un modesto attivo, superiore a quello degli altri paesi sviluppati. Io ritengo che una opprimente politica fiscale fine a sé stessa, con un obiettivo di vaga riduzione del debito, non sia una strategia intelligente".

L’economista conclude con un’accesa e netta critica alle politiche di austerity, palesate, secondo lui, dall’esito stesso delle elezioni politiche: “L’Italia deve riformare il suo mercato dei prodotti e del lavoro e aumentare la produttività a livello nazionale. Ha bisogno del sostegno tedesco e della BCE, a fine di rimanere nella Unione Economica e Monetaria, soprattutto ora, per fermare una potenziale escalation di inutili aumenti dei rendimenti obbligazionari. In Italia la riforma non equivale ad austerità, e i suoi elettori lo hanno appena dimostrato”.

http://www.you-ng.it/news/politica-e-at ... telle.html
 - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - - 8< - - -
sandropascucci : primit.it signoraggio.com
INTERNET AIUTA A RIVOLUZIONARE IL MONDO COME
TRATTENERE IL RESPIRO AIUTA A PESARE MENO SULLA BILANCIA

ivanopino
Messaggi: 1415
Iscritto il: 10 ago 2009, 13:53
condivido lo Statuto e il Manifesto:
zona operativa:: Sicilia
azioni: contatti con altre "entità" (enti pubblici, associazioni, ecc.), ricerca sedi fisiche, allestimento di mostre, volantinaggio, oratore FdV, documentazione burocratica
Località: RG Sicilia

Re: il grillo banchiere

Messaggioda ivanopino » 5 mar 2013, 13:36

Jim O’Neil, il ‘guru’ di Goldman Sachs che nel 2001 ha inventato l’acronimo ‘BRIC’ (Brazil, Russia, India, China), i quattro paesi in via di veloce sviluppo...o di veloce indebitamento estero, considerando le impennate per i quattro stati dal 2001 ad oggi (dati http://www.indexmundi.com)
Allegati
brasile-debito estero.jpg
debito estero [miliardi di dollari]
russia-debito estero.jpg
debito estero [miliardi di dollari]
india-debito estero.jpg
debito estero [miliardi di dollari]
cina-debito estero.jpg
debito estero [miliardi di dollari]
Ivano Pino


Torna a “beppE grill0”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente riproducibili purché sia citata e linkata la fonte (sono infatti rilasciati sotto una licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0) Il redattore non e' legalmente responsabile per i pensieri e le affermazioni espresse in questo blog dai visitatori. L'autore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su questo sito avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto. Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Comunque, Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. :: SE&O :: Salvo Errori et Omissioni "come scrivono le banche, in calce agli estratti conto, per evitare eventuali future azioni penali".